Minox BV 8×42 BR: economico ma solo nel prezzo

Share Button


La nota azienda tedesca Minox offre ai propri clienti diversi binocoli , che partono dalla linea economica BV sino alla LineaHG ossia High Grade , oltre a ciò è presente un ottimo binocolo zoom, il Vario Bd44mm e vari spottingscopes ultra-compatti. In questa recensione sarà analizzato uno dei binocoli entry-level, ossia il MINOX BV 8×42 BR

 

Caratteristiche tecniche dichiarate dalla Casa Madre

Ingrandimento:
8x
Diametro obiettivo:
42mm
Pupilla d’uscita:
5,25mm
Campo di visione a 1000m:
129m – 7,4°
Distanza minima m.a.f.:
1,2m
Proiezione arretrata oculare:
18mm
Correzione diottrica:
-4/+8 diott
Fattore crepuscolare
: 27,6
Temperature operative
da -10° a +40°
Impermeabilità:
fino a 3m
Dimensioni:
140x127x51mm
Peso:
780gr
Un bel primo piano sul binocolo entry-level di casa Minox

Prime impressioni

Il MINOX BV 8×42 BR è un binocolo dotato di prismi a tetto, nel complesso risulta abbastanza compatto, seppur non sia in grado di raggiungere la compattezza di altri binocoli Minox di classe più elevata, Misura 140mmx127mmx51mm distribuiti su un peso di 708 grammi. La sua forma è stata progettata dal reparto design della Volkswagen. Minox ha già creato una forma di collaborazione con questa azienda, presentando sempre dei binocoli e degli spottingscopes dal desing pulito, compatto moderno e piacevole.Tale cooperazione ha portato anche all’assegnazione di numerosi premi a livello internazionale.

Costruzione e Meccanica


La serie BV rappresenta i binocoli di casa Minox contraddistini da un modesto prezzo di acquisto, in questo caso pari a circa 270 euro,  ciò non vuol dire però pessime prestazioni, infatti, l’azienda tedesca è riuscita a proporre alcune valide caratteristiche. il MINOX BV 8×42 BR è ben impermeabilizzato ed è in grado di resistere oltre alla penetrazione della umidità anche nel caso in cui, cada incidentalmente in acqua, sino ad una profondità di tre metri, prestazione che solo i binocoli molto più costosi sanno offrire.

Grazie al gas azoto il MINOX BV 8×42 BR, inoltre, è protetto contro la corrosione interna ed è in grado di prevenire l’appannamento delle superfici interne, anche in caso di fluttuazioni estreme di temperatura. Le componenti del binocolo sono in grado di funzionare a temperature comprese fra i -10° ed i +50°. Davvero notevole la regolazione diottrica compresa fra -4 ed 8 diottrie, in grado di consentire la visione anche cosi come la distanza minima di messa a a fuoco che è pari a soltanto 1.2metri, uno fra i migliori risultati presenti nel panorama dei tetto 8x42mm!.

La messa a fuoco non è dolce e precisa come quella della serie BD o HG ma denota una discreta precisione, l’estrazione pupillare è molto buona pari a 18mm con i paraluce estratti, i quali sono dotati di sistema twist-up con click stops, ossia un sistema ad estrazione dotato di vari “stop” per regolare i paraluce all’altezza. In sintesi, da un punto di vista meccanico, Minox, ha dimostrato, ancora una volta di curare molto i propri strumenti , seppur siano situati in una fascia di prezzo “entry -level”

 

un primo piano sugli obiettivi


Ottica:

Il MINOX BV 8×42 BR, ovviamente, non fa uso di costose ottiche a bassa dispersione o di fluorite sintetica, la loro resa è quindi in linea con la concorrenza in tale fascia di acquisto, si nota un lieve alone blu durante le più difficili condizioni di illuminazione ed osservando i soggetti in controluce. Non è quindi un binocolo che si possa defnire apocromatico, lo classificherei come un buon acromatico e considerandone la corta focale, devo dire che i progettisti sono stati in grado di ottenere un ottimo compromesso fra prestazioni , qualità delle lenti utilizzare e prezzo finale di vendita.
I binocoli di fascia economica 8×42 raramente superano i 60° di campo apparente e questo binocolo non è eccezione, dato che fornisce all’incirca 59°.

Prismi

Non ho trovato molte informazioni riguardo i prismi a tetto del MINOX BV 8×42 BR , pare sia composto da Prismi in o BK4 con rivestimento ‘phase coating’ ed ottimizzati con un trattamento antiriflesso multi-strato.


Trattamento antiriflesso

Questo binocolo è dotato di un discreto trattamento multi-strato anti-riflesso che ovviamente cede nelle condizioni di luce più critica, soprattutto con il sole posto nei pressi del campo inquadrato.

Oculari

Minox non ha lasciato nessuna specifica a riguardo

Il rotore di messa a fuoco si è dimostrato fluido e preciso. Un ottima caratteristica vista anche in funzione del basso prezzo di acquisto

Curvatura di campo

Ho posizionato MINOX BV 8×42 BR su un cavalletto per verificare con precisione la curvatura di campo, per mettere a fuoco anche l’immagine ai bordi è necessario girare la manopola della messa a fuoco di circa 1/8 di giro. Non si può quindi definire un binocolo dotato di campo piatto.
Ricordo ai lettori, che le linee più costore di casa Minox, ossia l”APO / HG, HG nonchè la linea BD sono dotate di lenti asferiche.

Distorsione angolare

La distorsione angolare indrodotta dai progettisti tedeschi nel MINOX BV 8×42 BR mi ha concesso di fare dei panning sulla catena delle Alpi, osservando dal monte Sette Termini in provincia di VARESE, senza che fossi disturbato da una evidente presenza dell’ormai noto effetto “palla rotolante” che altro non è che la sensazione dell’osservatore di percepire una superficie sferica durante la fase di panning. 


Cut-off dei prismi

Nessun cut-off.La pupilla è risultata sferica, si nota una debole perdita di luce ai bordi estremi.


Aberrazione cromatica

Ribadisco che un binocolo dal prezzo inferiore a 250 euro non può essere dotato di ottiche a bassa dispersione, è evidente quindi, come anticipato, la presenza di una lieve aberrazione cromatica nelle condizioni di illuminazione più critiche, osservando ad esempio degli aironi in controluce oppure la neve o gli insetti sui rami in pieno pomeriggio.


Uso pratico

Il MINOX BV 8×42 BR fornisce delle immagini buone al centro del campo che tendono poi a “diventare morbide” verso il bordo, se dovessi usare il mio solito schema, direi che le immagini sono godibili per circa il 60 per cento, ancora sufficienti per un altro 20 per cento, inutilizzabili per il rimanente.

Comparando con un top di gamma di casa Minox della serie HG dal costo di 1045,00 si nota ovviamente una nitidezza inferiore, un tonalità meno neutra , una luminosità inferiore, stiamo pur sempre parlando di un binocolo venduto a soli 250 euro.

Dopo averlo utilizzato per un paio di mesi, posso confermare che, a livello meccanico non si sono creati giochi e che è stato in grado di resistere, alla perfezione, anche ad un paio di osservazioni sotto un discreto temporale, mentre osservavo un paio di scoiattoli nel fitto presso il parco Campo dei Fiori di Varese.

Rritengo anche che alcune delle sue valide caratteristiche, citate nel corso dell’articolo, potrebbero fare la differenza rispetto ad altri binocoli venduti dalla concorrenza, mi riferisco alla ottima impermeabilizzazione alla messa a fuoco minima pari a 1.2 metri ed alla eccellente regolazione diottrica.

In sintesi

Il MINOX BV 8×42 BR è la rappresentazione di ciò che Minox può offrire ai propri clienti ad un prezzo ben raggiungibile: un binocolo a tetto, abbastanza compatto, ben impermeabilizzato con una buona meccanica e soprattutto economico.

 

Disclaimer. Questa recensione è stata pubblicata nel mese di Ottobre del 2009. Si specifica che le impressioni d’uso sono totalmente personali e date dai tester di Binomania in completa libertà, senza vincolo e rapporto commerciale alcuno e sulla base di esperienza comprovata nell’utilizzo di tali strumenti ottici. Per eventuali informazioni, aggiornamenti e/o variazioni sui prezzi, sulle caratteristiche dello strumento, su i punti vendita autorizzati o altre informazioni in genere, si prega di contattare direttamente  il distributore italiano cliccando sull’immagine qui di seguito.

BL_HD_IT_400x80

 

Sostieni Binomania acquistando questi prodotti su Amazon!
Piergiovanni Salimbeni

About Piergiovanni Salimbeni

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

p5rn7vb

Speciale Outdoor

Lampada frontale PETZL

Share Button

La PETZL è un’azienda francese di Grenoble, fondata nel ’68 da Fernand Petzl, grande appassionato di speleologia e geniale inventore. Il suo sogno di produrre industrialmente gli strumenti che ideava ha generato un marchio di fama mondiale, con un fatturato annuo di circa 100 milioni di euro.  L’azienda produceva inizialmente materiali per speleologia, cui si […]