Minox BN 7×50 DC

Share Button
Come ogni estate Binomania presenta ai lettori un binocolo per uso nautico. L’estate del 2012 vede come protagonista il Minox BN 7×50 DC ,uno dei migliori binocoli presenti nella serie Minox NAUTIC. Grazie alla collaborazione di Andrea Schmidt Angel di Minox Germania ho avuto la possibilità di testarne un esemplare, nel periodo compreso fra Giugno e Luglio del 2012. Per tale motivo è giunto il momento di informare i lettori sulle mie impressioni.
un bel primo piano sul Minox BN 7×50 DC

Caratteristiche tecniche dichiarate dalla Casa Madre

Formato 7 x 50
Bussola digitale ed integrata nel corpo
Ingrandimento 7 x
Diametro obiettivi 50 mm
Campo di vista 126 m at 1000 m (7,1°)
Pupilla di uscita 7,1 mm
Messa a fuoco minima 7 m
Estrazione pupillare 22 mm
Fattore crepuscolare 18.7
Prismi Porro
Trattamento Multi strato su ogni superficie
Regolazione diottrica da -4 a +6 diottrie
Temperatura di esercizio -10° to 50° C / 14° to 122° F
Impermeabilizzazione
sino a 5 metri
Peso circa 1250 g
Dimensioni 195 x 72 x 160 mm
Design Volkswagen Design
Colori Bianco o Nero Minox
Prezzo per l’italia in attesa di conferma da (Kunzi spa)
Prezzo Minox Germania dallo shop online 479,00 EURO

 

Minox, da qualche mese, ha presentato sul proprio sito web una completa linea per la nautica
I modelli disponibili sono molteplici. Per quanto riguarda il formato da 50mm di diametro, si parte dal più economico 7×50 BN, sino ad arrivare al BN 7×50 DCM. Il modello oggetto di questo test, il Minox BN 7×50 DC , è identico, a livello ottico al modello DCM; che differisce, oltre al maggior costo, per delle funzioni elettroniche aggiuntive.

All’interno della Nautic Line sono presenti anche dei visori notturni ed un piccolol binocolo compatto, che sarà, a breve, oggetto di un test: il 7x28IF

Prime impressioni

un primo piano sul sistema di messa a fuoco. la regolazione diottrica compensa da -4 a +6 diottrie

Il Minox BN 7×50 DC è un binocolo classico con un cuore elettronico. E’ uno strumento dotato di prismi di porro, che presenta uno scafo in materiale termoplastico, leggero e ben impermeabilizzato. E’ riempito in azoto ed è in grado di resistere ad una caduta in acqua, sino ad una profondità di 5 metri. Lo chasiss è protetto con un robusto ed ergonomico rivestimento in gomma anti-scivolo. I paraluce degli oculari sono dotati di un sistema ad estrazione a rotazione (twist-up) senza posizioni pre-impostate.

Questo consente di adattare rapidamente il sistema “binocolo-viso” alla conformazione di quest’ultimo ma anche all’eventuale uso di occhiali da vista e alle condizioni di illuminazione. A dispetto dei classici binocoli con bussola esterna il Minox BN 7×50 DC è dotato di una una bussola digitale con compensazione di inclinazione automatica, che è completamente integrata nello scafo.

Questa soluzione consente una migliore ergonomia, un design più pulito e una inferiore possibilità di danneggiamento. La sua solida costruzione comporta un peso, ( con i tappi, che ho verificato essere pari a 1261gr,, quindi in linea con i dati tecnici rilasciati dalla casa. Le sue dimensioni sono pari a 195mm x 72mm x 160 mm . La sua temperatura di esercizio è compresa fra -10 ° a 50 ° C .

Il binocolo oggetto del test riprende il classico ed elegante nero Minox, tuttavia, è disponibile, una moderna colorazione bianca, che dovrebbe anche aiutare il binocolo a non accumulare calore, durante l’utilizzo nelle ore più calde della giornata. o magari quando lo si dimentica appoggiato sulla parte maestra della imbarcazione.

Messa a fuoco 

La messa a fuoco del Minox BN 7×50 DC è singola su ogni oculare. Ogni binocolo nautico che si rispetti prevede questa tipologia di messa a fuoco, per due motivi principali: in primis per ottenere una migliore impermeabilizzazione del sistema ed una migliore robustezza in caso di urti. Inoltre, dato che nell’uso nautico le osservazioni si compiono a partire dai 20-30 metri sino all’infinito, grazie alla buona profondità di campo, spesso ci si dimenticherà di ritoccare il fuoco durante la fase osservativa. Le ghiere di regolazione sono zigrinate e consentono una buona presa, le masse in movimento non presentano giochi. L’azienda dichiara che il binocolo è in grado di fornire una immagine nitida a partire da circa 20 metri sino all’infinito. Un’asserzione che mi ha trovato in accordo durante l’utilizzo pratico.

Ottica

Il Minox BN 7×50 DC fa uso di obbiettivi di 50mm. Il contrasto al centro del campo è buono, la resa cromatica molto vicina alla fedeltà. Potrei definirle ottiche a bassa dispersione, seppur Minox non ne faccia cenno.

La profondità di campo è molto buona: in questo frangente era possibile osservare dalle barche all’infinito senza agire sul sistema di messa a fuoco
Un primo piano sugli oculari

Oculari.

Non sono oculari dotati di schema Wide angle , dato che forniscono circa 7° di campo. (126 m a 1000 m ) Per avere un campo maggiore, senza vignettature, si dovrebbe, per forza di cosa, utilizzare dei prismi maggiorati e questo porterebbe ad un aumento di peso e di ingombro. La qualità degli oculari è buona, possiedono un valido trattamento anti-riflesso,un alloggiamento robusto e grazie al sistema di rotazione delle conchiglie e possibile adattare rapidamente il binocolo alle proprie esigenze osservative. E’utile per l’appassionato, dotato di una minima distanza interpupillare, controllare la comodità nell’utilizzo. A distanze prossime ai 63-65mm il binocolo risulta già molto comodo, anche grazie all’ampia estrazione pupillare che è di ben 22mm.

Trattamento antiriflesso

Il Minox BN 7×50 DC è ottimizzato con un trattamento multi-strato antiriflesso di concezione moderna. Le immagini al centro del campo denotato un buon contrasto e la luminosità si è rilevato solo di poco inferiore ad un eccellente 7×50 con prismi di porro. La luce diffusa visibile, nella maggior parte delle condizioni di illuminazione è contenuta, soprattutto in proporzione al prezzo di acquisto.

Prismi

Il binocolo è composto da un sistema di prismi di Porro. (1) Nell’esemplare oggetto del test, non ho notato nessuna vignettatura , neppure ai bordi estremi del campo ed osservando il cielo diurno.Anche la pupilla di uscita è risultata perfettamente sferica , senza alcun cutt-off. Il suo Chassis molto robusto che beneficia anche di oculari con messa a fuoco fissa, ha notato di possedere e mantenere un’ottima collimazione.

un primo piano sulla valvola impermeabile che sigilla la sede delle batterie

Curvatura di campo

Non è un binocolo a campo piatto, nell’uso diurno, l’immagine inizia a degradare lievemente a partire da circa l’80%- 85% del campo. Tale caratteristica si nota soprattutto osservando all’orizzonte dettagli che necessitano di un buon potere risolutivo per essere identificato. La situazione migliora, a media distanza, osservando ampi soggetti, come navi o barche, dove , anche ai bordi, la percezione del dettaglio è più che sufficiente.

Distorsione angolare

Ho calcolato una distorsione a cuscinetto pari a circa il 4-5% a partire dall’80% del campo. La resa durante il panning è buona, almeno per il sottoscritto. Ricordo, infatti, ai lettori che la percezione dell’effetto palla rotolante (2) è molto soggettivo.

Prova astronomica

Ovviamente nella osservazione astronomica, dove si osservano le stelle, questo binocolo è in grado di mostrare stelle di seconda magnitudine, perfettamente puntiformi sino al 70-75% del campo. Poi si nota un po’ di coma e astigmatismo.

Data del test astronomico: 20 Luglio 2012
Modello
Minox BN 7×50 DC
Campo di massima niditezza con stelle di III magn.puntiformi
CM75%
Puntiformità delle stella nel CM 10/10
9/10
Altre aberrazioni
25% lieve coma e astigmatismo
Da notare i vari pulsanti per l’utilizzo delle varie funzioni

Aberrazione cromatica

L’aberrazione cromatica è minima al centro del campo, visibile, in maniera poco invasiva, soltanto sui bordi di oggetti molto luminosi. Presente a partire da circa il 75% del campo, soprattutto in presenza di condizioni di illuminazione critica. Nelle ore successive all’alba e antecedenti al tramonto, contraddistinte da una luce radente, il binocolo, mostra raramente del residuo cromatico al centro del campo.
In proporzione al prezzo di acquisto è ben evidente l’ottima prestazione, raggiungibile con maggiore “scioltezza”, anche grazie all’utilizzo dei prismi di porro.

BOX DI APPROFONDIMENTO: Le funzioni elettroniche del Minom BN 7×50 DC- DCM

I binocoli della serie DC fanno uso di una bussola elettronica con funzione di tilting integrata nello chasiss. La serie DCM, fornisce ulteriori funzioni.

La “plancia di comando” è abbastanza intuitiva: sulla parte destra dell’alloggiamento dei prismi è ben visibile un ampio pulsante (ON-OFF) per attivare il sistema. Il passaggio fra le varie regolazioni avviene con la ghiera di selezione intorno al pulsante appena citato. Il pulsante circolare , in alto a destra, serve per salvare le misurazioni effettuati. Sul lato sinistro è presente, invece, un ampio pulsante che consente la navigazione fra le opzioni. Premendoli entrambi per qualche istante, si provoca la cancellazione delle impostazioni registrati (Bussola, timer, barometro, etc.etc)

La visibilità di questo sistema digitale è buona, sia in pieno giorno che di notte ed è prevista una regolazione d’intensità.

Premendo il pulsante ON-OFF compare immediatamente un display a led di colore rosso, ben visibile anche nell’uso diurno.Il sistema è dotato di auto-spegnimento dopo circa un minuto.

Abbastanza semplice, dopo un po’ di pratica, il “Ponte di comando”di questo binocolo.

Bussola digitale 

A differenza delle comuni bussole, la bussola digitale del Minox BN 7×50 DC può essere calibrata in qualsiasi momento, consiglio tale operazione, soprattutto dopo averla usata nei pressi di oggetti metallici o in presenza di campi elettromagnetici.

La calibrazione avviene subito dopo aver premuto il pulsante ON-OFF , ruotando su sè stessi, per tre volte di seguito, molto lentamente e facendo attenzione a non inclinare il binocolo. La bussola elettronica può mostrare sia un reticolo orizzontale che un preciso spot di puntamento. Il reticolo è composto da vari pixel posti in orizzontale, ad ogni pixel corrisponde un miglio. La distanza fra una linea verticale e la successiva è pari a circa 10 miglia.

Il binocolo è in grado di salvare sino a tre misurazioni con la bussola. Per cancellare le registrazione è sufficiente premere simultaneamente i pulsanti che servono per navigare fra il menu.

Il reticolo orizzontale può essere utilizzato per determinare a la lunghezza approssimativa di un oggetto oppure la sua distanza approssimativa.
Ovviamente alcuni fattori devono essere conosciuti per compiere i calcoli ed in questo caso si dovrà fare uso, ad esmepio, di una comune mappa nautica.

La lunghezza di un oggetto può essere determinata attraverso la seguente formula che prevede la conoscenza della distanza dall’oggetto

Distanza dall’oggetto (m) * HA
_________________________ = lunghezza dell’oggetto
…………….1000……………………..

La distanza dall’oggetto, invece può essere determinata conoscendo la lunghezza dell’oggetto. Essa è data da.


Lunghezza dell’oggetto (m) x 1000
___________________________ = distanza dall’oggetto
………………..HA………………………..

Oltre a questa classica il Minox BN 7×50 DC possiede un’altra interessante funzione

Funzione TLT. Si avvia, in modalità bussola, girando la ghiera delle impostazioni. il binocolo è equipaggiato con un sensore di compensazione (tilting) Questo consente di evitare un’errata misurazione dovuta alla inclinazione orizzontale o verticale . La compensazione automatica corregge sino a + – 60° sull’asse verticale e sino a +- 45° sull’asse orizzontale.

La funzione tilting consente anche di misurare l’inclinazione in gradi.

Determinazione della distanza

Ovviamente l’altezza dell’oggetto deve essere conosciuta

altezza dell’oggetto (m)x100
_______________________ = distanza (m)
angolo di inclinazione

Determinazione dell’altezza

In questo caso deve essere conosciuto la distanza dall’oggetto

distanza(m) x l’angolo di inclinazione
____________________________ = altezza (m)
………………….100…………………………..

Premendo il pulsante di accensione quando il binocolo è in modalità TLT si potrà regolare l’intensità del display “TLT SET” attraverso il pulsante posto sul lato sinistro

Le funzioni digitali del Minox BN 7×50 DC sono finite. Tuttavia il modello costoso il Minox BN 7×50 DCM fornisce ulteriori funzioni che mi pare interessante evidenziare.

FUNZIONI DIGITALI SPECIALI del modello DCM

Barometro digitale
Il barometro digitale del Minox BN 7×50 DCM consente di misurare la pressione dell’aria attuale e di mostrare il grafico rappresentativo delle 8 ore precedenti. L’unità di misura può essere epressa in hPA (millibar) in Hg (millimetri di mercurio) o in MmHG (Torr).
Quando il dislpay mostra BAR il binocolo è in modalità barometro. Le unità di misura si scelgono attraverso il solito pulsante di navigazione.
Muovendo la ghiera di selezione si potranno osservare i vari salvataggi, mentre ci si avvalerà ancora del pulsante di navigazione per osservare u, le registrazione ottenute nelle precedente 2-4-6 od 8 ore

Altimetro
A questa funzione si accede, sempre ruotando la ghiera di selezione. L’acronomico ALT indicherà che si è entrati nella modalità altimetro. Il campo di altitudine è compreso fra 0 e 9000 metri o 0 e 30.000 feet. L’altimetro si calibra in automatico ogni 10 minuti. Prima che si possa fare uso della calibrazione manuale è necessario, impostare manualmente l’altimetro. Conoscendo esattamente l’altitudine , dopo essere entrati nel menu “SET ALT” premendo il tasto ON-OFF in modalità Altimetro, si apporteranno le modifiche del caso attraverso il pulsante di navigazione.
Premendo il tasto ON OFF ancora una volta sola, si salveranno le impostazione di calibrazione

Temperatura

E’ disponibile anche la funzione termometro, sono disponibili sia le misurazioni in Celsius (°C) o Fahrenheit (F). Il range di misurazione è compreso fra i -20 ed i 55°C o i 4° e i 131 °F
Ogni dieci minuti la temperatura registrata viene salvata in automatico. In questo modo è possibile avere uno storico della temperatura a 2-3-6-8 ore.
In alto è visibile il diagramma del barometro che auterà a verificare il cambiamento delle condizioni climatiche.

Timer

Sono disponibili tre registrazioni . Sul menu apparirà la seguente sigla,” TIMER 0.00.00.0″
Premendo il pulsante di navigazione partirà la registrazione. Quando si fermerà , il risultato sarà salvato automaticamente in una delle memorie disponibili. E’ possibile cancellare i dati raccolti premendo simultaneamente il pulsante che consente la navigazione fra i menu.

Oltre alla funzione cronometro è disponibile la funzione orologio che è visibile nel formato 24 ore.

Osservazione pratica.

Premetto di non aver potuto testare questo binocolo nella navigazione in mare aperto ma solo in quella turistica sul Lago Maggiore.

I suoi punti di forza, oltre alla robustezza sono tanti, in primis, la buona qualità delle lenti, l’ottima tridimensionalità e l’elettronica integrata e mai invasiva.
Infatti, è possibile utilizzare il binocolo normalmente ed all’occorenza premere il pulsante per beneficiare delle varie funzioni.

Seppur non esibisca un campo apparente molto ampio, come la maggior parte dei binocoli nel formato 7×50 attualmente disponibili sul mercato, gode di un campo di vista ben corretto, sino al bordo e di una immagine ben incisa al centro del campo, con un buon contrasto ed una resa dei colori piacevoli.

L’ampia pupilla di uscita, pari a 7mm, consente di compensare il moto oscillatorio dei natanti in navigazione. E’ estremamente facile e naturale allineare l’occhio agli oculari del binocolo. Anche l’ampia estrazione pupillare consente di percepire la maggior parte del campo visibilepur facendo uso di spessi occhiali per l’uso outdoor. Seppur non sia il binocolo 7×50 più luminoso al mondo, il generoso diametro delle lenti, concede delle valide osservazioni crepuscolari.

In sintesi

Il Minox BN 7×50 DC un valido binocolo nautico, proposto ad un prezzo interessante. la versione DCM, inoltre, grazie alle sue varie funzioni rappresenta una interessante novità nel panorama mondiale dei binocoli per uso nautico. Potrebbe essere uno dei primi strumenti ad uso civile ad utilizzare l’elettronica per la facilitare la vita dell’appassionato. Chissà mai che fra qualche decina d’anni osserveremo in binocoli in grado di fornirci esattamente la nostra posizione e di riconoscere i rapaci che inquadriamo, collegandosi ad un database on-line e fornendoci tutte le informazioni a riguardo.

Accessori opzionali

Kit di pulizia delle ottiche
Cinghia nautica galleggiante di colore arancione
Adattatore per il treppiede fotografico

Suggerimenti e critiche 

Fatte le varie considerazioni, non ho trovato alcuna critica riguardo a questo progetto, soprattutto basandomi sul prezzo di acquisto dello Shop Online presente sul sito ufficiale di Minox, che è di poco inferiore ai 500 euro.

Ringraziamenti

Ringrazio Andrea Schmidt Angel di Minox Germania per aver fornito l’esemplare oggetto di questo test.

Disclaimer. Questa recensione è stata pubblicata nel mese di Luglio del 2012 Si specifica che le impressioni d’uso sono totalmente personali e date dai tester di Binomania in completa libertà, senza vincolo e rapporto commerciale alcuno e sulla base di esperienza comprovata nell’utilizzo di tali strumenti ottici. Per eventuali informazioni, aggiornamenti e/o variazioni sui prezzi, sulle caratteristiche dello strumento, su i punti vendita autorizzati o altre informazioni in genere, si prega di contattare direttamente il distributore italiano cliccando sull’immagine qui di seguito.

BL_HD_IT_400x80

Sostieni Binomania acquistando questi prodotti su Amazon!
Piergiovanni Salimbeni

About Piergiovanni Salimbeni

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

p5rn7vb