Comunicato stampa Nital: Binocoli a grandissimo campo Nikon WX

Share Button

3 aprile 2017 – Nital S.p.A. è lieta di presentare due straordinari binocoli astronomici: il Nikon WX 7×50 IF ed il Nikon WX 10×50 IF, fiori all’occhiello di un secolo di eccellenza ottica. Grazie a un campo visivo ultra ampio senza precedenti, le prestazioni della serie WX aprono le porte del cielo stellato e rivelano dettagli e sfumature di colore mai osservati.

 

Progettati per i più esigenti appassionati di astronomia, questi prodotti di alta qualità utilizzano un sistema di lenti con spianatore di campo che ne compensa la curvatura e assicura una stupefacente visione nitida e cristallina, dal centro alla periferia. Il rivestimento multicoated Nikon e l’elevato fattore di trasmissione dei prismi di tipo Abbe-Koenig, poi, assicurano un’eccezionale luminosità, garantendo prestazioni ottiche di assoluto rilievo ed un campo visivo ultra ampio, mai visto prima.

Ogni tubo, dotato di tre elementi in vetro ED (a bassissimo indice di dispersione) per un’immagine dal ricco contrasto e ad alta risoluzione, compensa accuratamente l’aberrazione cromatica, consentendo di visualizzare le sottili differenze tra i colori di tutte le stelle, fino al margine del campo visivo. Il rivestimento multistrato di alta qualità viene applicato a tutte le lenti e ai prismi, conferendo uniformemente una elevata trasmittanza della luce sull’intera gamma del visibile, per una visione più nitida e naturale.

Per garantire un’eccellente esperienza visiva a tutti, portatori di occhiali e non, gli ingegneri che hanno progettato i binocoli Nikon serie WX sono riusciti ad offrire una incredibile distanza di accomodamento dell’occhio, insieme ad un campo visivo estremamente ampio. Il binocolo Nikon WX 7×50 IF dispone di un campo visivo apparente di 66,6° e di una distanza di accomodamento dell’occhio di 17,7 mm. Il binocolo Nikon WX 10×50 IF, invece, dispone di un campo visivo apparente di 76,4° e di una distanza di accomodamento dell’occhio di 15,3mm. La lega di magnesio, infine, assicura un corpo solido e al tempo stesso leggero, mentre le conchiglie oculari multi-click rendono la visione confortevole, qualunque sia la durata della sessione di osservazione astronomica.

Riepilogo delle funzioni principali• L’utilizzo di oculari con prestazioni ottiche superiori consente di ottenere un campo visivo ultra ampio. Il massimo contenimento dell’aberrazione di astigmatismo e di coma ottico consente di ottenere un’immagine nitida e chiara, mentre la nitidezza dell’immagine al centro del campo visivo si espande, fino alla periferia del campo. Senza percepire la presenza dell’inquadratura, si ha realmente la sensazione di entrare nella scena e di camminare nello spazio immerso nel cielo stellato.

• Il sistema di lenti con spianatore di campo ne compensa la curvatura dal centro verso il margine estremo della periferia e genera un campo visivo ultra ampio, assicurando un’immagine nitida e chiara su tutto il campo visivo, offrendo una visione panoramica di galassie o costellazioni; le singole stelle, poi, sono chiaramente visibili come punti nitidi privi di coma ottico.

• Ogni tubo è dotato di tre elementi in vetro ED (a bassissimo indice di dispersione), per un’immagine dal ricco contrasto e ad alta risoluzione; ciò consente di compensare accuratamente l’aberrazione cromatica, consentendo di visualizzare le sottili differenze tra i colori di tutte le stelle fino al margine del campo visivo.

• Un rivestimento multistrato di alta qualità, caratterizzato da una trasmittanza della luce uniformemente elevata sull’intera gamma del visibile, viene applicato a tutte le lenti e ai prismi, per garantire una visione più nitida e naturale. Esso, inoltre, è in grado di riprodurre fedelmente i colori delle stelle nel cielo notturno.

• Vengono utilizzati i prismi di tipo Abbe-Koenig con rivestimento multicoated Nikon su tutte le superfici, perché assicurano un’elevata trasmissione della luce.

• L’applicazione di un rivestimento a correzione di fase sulle superfici a tetto (Dach) dei prismi di Abbe-Koenig assicura sempre immagini ad alta risoluzione e ad elevato contrasto.

• Design ottico che permette di ottenere un campo visivo ultra ampio e una comoda distanza di accomodamento dell’occhio. L’eccezionale ampiezza del campo visivo è presente da bordo a bordo, anche per chi porta gli occhiali.

• Per tutte le lenti e per tutti i prismi si utilizza vetro privo di piombo e di arsenico.

• Le conchiglie oculari multi-click con sei posizioni agevolano il posizionamento degli occhi alla distanza di accomodamento corretta.

• Struttura impermeabile che non subisce danni se immersa in acqua fino a una profondità massima di 5m per 10 minuti.
(sulla base dei test di Nikon. Non progettato per l’uso subacqueo.)

• Struttura a tenuta stagna con corpo riempito di azoto in pressione che impedisce che l’interno del sistema ottico si appanni, oltre ad offrire resistenza alle muffe, anche con variazioni di temperatura significative.

• La lega di magnesio viene utilizzata per realizzare un corpo solido e resistente.

• Filtro di 55mm (P=0,75) applicabile all’obiettivo.

• I due binocoli vengono forniti con un esclusivo adattatore per treppiedi (TRA-4) i una comoda e resistente valigia metallica.

Ndr. Questo è un comunicato aziendale, Binomania riceverà in prova un esemplare, appena possibile. Esprimeremo le nostre impressioni dopo una prova approfondita del binocolo.

 
 

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...