Leica Duovid 10+15×50

Share Button

Il Leica Duovid 10+15×50 non è di certo una novità del settore. Fu presentato, infatti, nel Febbraio 2003 quando andò ad affiancare la nota versione Duovid 8+12×42 , ancora in catalogo.

Nel corso di questi mesi ho ricevuto varie richieste da parti dei birdwatchers italiani che volevano comprendere maggiormente i pregi ed i difetti di un binocolo zoom nel loro settore prediletto.

Modello Duovid 10+15×50
Contenuto della confezione Adattatore per treppiede, tracolla in neoprene, protezione oculari, tappi obiettivi, custodia morbida in pella nappa
Ingrandimento 10× +15×
Diametro obiettivi 50 mm

Campo visivo a 1000 m / 1000 iarde

92 m / 70 m /1000m
5.2° /4°
Messa a fuoco minima ~ 3.8 m
Regolazione diottrica +-3
Distanza interpupillare 57-74mm
Impermeabilizzazione sino 5 metri di profondità
Garanzia 10 anni
Prezzo “Forest Italia” Dicembre 2012 in attesa di conferma
Peso ~ 1250 g

Per tale motivo mi sono avvalso della collaborazione di due esperti del settore: Abramo Giusto e Gabriele Papale che mi hanno accompagnato durante alcune escursioni. Passo ora ad esporre le mie impressioni.
Piacevole il design, ottima la meccanica

Un primo piano sul Leica 10+15×50

 

Meccanica e costruzione

Il Leica Duovid 10+15×50 è costruito con i soliti criteri di affidabilità e robustezza che Leica riserva ai suoi prodotti di alta fascia. Lo chassis è abbastanza compatto per uno schema ottico simile, è composto da alluminio presso-fuso. Il peso, con i tappi e la cinghia è di poco superiore ai 1300 grammi.

Il binocolo è dotato di innumerevoli guarnizioni ed è riempito in azoto per evitare l’appannamento interno degli elementi ottici nonchè la formazione di muffe.

Il binocolo è garantito per resistere ad una caduta accidentale in acqua sino ad una profondità di cinque metri. Ottima la gommatura, disponibile anche nel colore verde, che possiede un buon grip ed un ottimo spessore in grado di attutire i colpi durante un intenso utilizzo outdoor.

Il binocolo fa uso di conchiglie regolabili con sistema click-turn. Vi sono due posizione pre-impostate, tuttavia è possibile, facendo un po’ di attenzione, bloccarle in una posizione intermedia. Questo consentirà di adattare meglio il binocolo alla propria conformazione del viso o agli eventuali occhiali da vista usati dall’osservatore.
Le conchiglie si possono svitare ed estrarre per facilitare la pulizia delle lenti degli oculari. (continua..)

Gentile lettore. "Leica Duovid 10+15×50" è un articolo a pagamento. Se ha piacere di avere pieno accesso a questo articolo, contribuendo nel contempo a sostenere Binomania, potrà' offrici un cappuccino, pagando 1.8 EUR Il prezzo è già comprensivo delle tasse (3%)e della transazione di paypal (0.35centesimi). Non le sarà addebitato null'altro.

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...