Nikon ACULON A211 8×42 e 10×50

Share Button

I binocoli Nikon, della serie ACULON, sono da sempre apprezzati per il loro interessante rapporto prezzo/prestazioni. 
La gamma comprende diversi formati, dal piccolo diametro di 21 mm, sino a quello classico da 50 mm.

 

Nikon Aculon A211 8×42

Il modello A211 8×42, pare, ad esempio,  ideale per il neofita che vuole entrare nel mondo delle osservazioni naturalistiche con un budget prossimo ai 100 euro.

Seppur si stia parlando di prezzi decisamente interessanti  i Nikon Aculon possiedono delle caratteristiche presenti su prodotti di fascia superiore come ad esempio il rivestimento multi-strato delle lenti e la presenza di elementi asferici all’interno degli oculari che consentono di ottenere delle immagini, ben leggibili, anche ai bordi del campo.

 

 

La presenza dei prismi di Porro, inoltre, è foriera di ottime prestazioni, in proporzione al prezzo di acquisto, dato che consentono dei passaggi aria/vetro inferiori ai prismi a tetto.
A discapito di un maggior ingombro, i prismi di Porro, inoltre, forniscono una maggior percezione di tridimensionalità.

Visto che il loro utilizzo in Natura è preponderante, i binocoli oggetto di questa rapida disamina,  sono stati dotati di una spessa gommatura in grado di proteggere lo scafo ottico dai normali urti che potrebbero capitare nell’uso outdoor.

 

I portatori di occhiali, potranno anche beneficiare della presenza dei paraluce degli oculari dotati di un rapido sistema con rotazione/estrazione.

 

 

 

 

Caratteristiche tecniche del Nikon Aculon A211 8×42

Campo visivo in gradi 8
Campo apparente 58.4°
Campo visivo a 1000 m 140
Pupilla di uscita 5.3 mm
Luminosità relativa 28.1 
Estrazione pupillare (mm) 12
Distanza minima di messa a fuoco 5 m
Dimensioni mm 145 mm x 185 mm x 62 mm
Peso 755 g.
Prismi Porro

 

 

 
 Nikon Aculon A211 10×50

 

Per un uso ancor più’ universale che strizza l’occhio alle osservazioni  astronomica e alla nautica, pare, più’ proficuo l’utilizzo dell’Aculon 10×50.
Questo interessante binocolo entry-level presenta le medesime caratteristiche del formato 8×42 ma con una raccolta di luce maggiore, grazie, agli obiettivi da 50 mm di diametro.

Grazie alla presenza di serie di una filettatura è possibile collegare l’Aculon 10×50 ( ma anche tutti i prodotti della stessa gamma) alle piastre dei comuni cavalletti fotografici
per usufruire di immagini stabili, fattore primario per la percezione dei campi stellari.

Caratteristiche tecniche del Nikon Aculon A211 10×50

Campo visivo in gradi 6.5°
Campo apparente 59.2°
Campo visivo a 1000 m 114
Pupilla di uscita 5 mm
Luminosità relativa 25
Estrazione pupillare (mm) 12
Distanza minima di messa a fuoco 7 m
Dimensioni mm 179 mm x 187 mm x 68 mm
Peso 900 g.
Prismi Porro

In sintesi.

I binocoli Aculon 8×42 e 10×50 potrebbero essere delle ottime scelte per chi si addentra, con molta curiosità e poco budget nel mondo delle osservazioni del Cielo e della Natura. L’8×42 è adatto maggiormente ad un uso naturalistico, date anche le sue dimensioni e la distanza minima di messa a fuoco garantita pari a cinque metri.
. L’Aculon 10×50, invece, potrebbe essere un ottimo regalo, insieme ad un buon atlante delle costellazioni, per fare avvicinare un ragazzo all’osservazione astronomica.

 

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...