Divagazione tra due binocoli paradossali...

Rispondi
Andrea Robassa
Messaggi: 35
Iscritto il: 31/05/2018, 11:42

Divagazione tra due binocoli paradossali...

Messaggio da Andrea Robassa » 28/07/2018, 14:39

Buongiorno a tutti ; ciò che vado a presentarvi è un esempio di quanto strano sia il mondo dei binocoli e riservi sorprese, uno potente ma pessimo, l'altro vintage cinese eccellente ; in questo forum ovviamente si discute di binocoli di qualità ma sto imparando che talvolta capita di incontrare il brutto anatroccolo che ti regala grandi soddisfazzioni e le apparenze spesso ingannano ; parecchi anni fa mi fu regalato un 16x50 marcato Gemini , di costruzione sconosciuta, acquistato in un rinomato negozio italiano di occhialeria e binocoli che evito di nominare ; fu il mio primo binocolo potente , grandissimo desiderio di sempre, ricordo il grande entusiasmo per quel dono..finalmente uno strumento serio pensai !! No, le delusioni arrivarono ben presto..:( Aprii la "pregiata" confezione con istruzioni in italiano che dava già ottima impressione del prodotto ..Di costruzione solida, pensavo, "con questo ci puoi spaccare anche le noci se serve " e meccanica pure, finiture di tutto rispetto, si è rivelato ben presto il binocolo più ostico che abbia mai provato, parlo di un binocolo di 25 anni fa e per l'epoca costava parecchio, mi sembrava allora di possedere uno Jenoptem !..Ne ricavavo immagini di definizione mediocre, non molto contrastate, su lenti frontali con un ottimo rivestimento ma con una messa a fuoco non molto agevole e con un peso di oltre 1 Kg, che si faceva sentire alla lunga proprio per la difficoltà dell'uso dello strumento, tagliando corto, peggiore di un binocolo Zenit 10x50, ne ho un solo esemplare regalatomi anch'esso, ma va meglio del precedente..Lo accantonai ben presto, oggi potrebbe servire solo da fermaporte ! Alcuni giorni fa invece, passo dal mio amico fotografo e gli chiedo " Hai per caso binocoli usati ? " Si , mi risponde, due..mi riportra dal retro negozio, il classico ed immancabile pessimo Zenit, c'era da aspettarselo, te li ritrovi dappertutto questi ! :( ed un altro gommato bruttino marcato WE.KA di costruzione chiaramente cinese, già il marchio bianco stampato com'è sullo scafo faceva storcere il naso.. un po impolverato, peggio ancora per la per la custodia, entrambi con un "profumo" abbastanza fastidioso di gomma e muffa !! Scafo in metallo, con meccanica modesta, lenti da pulire ma con un ottimo rivestimento.. Uh , che ciofeca pensai subito " ! Lo provo..urka ..molto bene..quanto vuoi ? 15 € mi risponde..Va bene, lo prendo . Lo provo rientrando a casa, notavo un po di foschia interna, le lenti non molto pulite internamente, fortunatamente niente funghi e così per i prismi in BK4, ottimi , non in plastica, di piccole dimensioni, ma perfettamente collimato, penso sia un esemplare di una decina di anni fa, o forse più, mi restituiva lo stesso una ottima visione nel complesso e con ottimo ingrandimento ; peso 680 Gr, ottimo, FOV 5,5°; mi metto subito al lavoro per la pulizia radicale , compresi subito ne valesse davvero la pena perderci su del tempo ; smontato completamente e rimontato più volte, finche non ho raggiunto l'ottimale, pulito con molta cura, è diventato un binocolo che mi regala grande soddisfazzione , me ne sono subito affezzionato, restituisce una visione assai piacevole , morbida ma molto precisa e definita, tantochè come mio solito test, ho potuto osservare bene i monti visibili dalla laguna veneta, addirittura in una giornata non eccellente e con parecchia foschia , notavo una antenna ripetitore posta in cima ad un monte verso Bassano del Grappa, distanza aprossimativa di circa 50 Km ; ai bordi la caduta di luce è contenuta, mai fastidiosa, la visione è definita direi per 80 %, molto buona al centro, praticamente assente la curvatura di campo ; nelle foto che posto, noterete inoltre che ho , al fine di una migliore tenuta atmosferica, foderato con del nastro telato nero, le giunture..beh decisamente bruttino esteticamente, lo riconosco, ma in parte necessario, proprio nelle giunture dello scafo tra gli oculari, una volta aperto, poichè incollate, era impossibile ripristinarle come in origine, si tratta di un esemplare di costruzione economica, l'importante è il suo funzionamento ! Ieri per esempio, ero in gioranta lavorativa, me lo sono portato appresso per osservare al termine lavoro, l'eclissi lunare, non potendo rientrare per prendere binocoli più grossi e potenti e treppiedi ; ebbene anche in questo caso ne ho ricavato una buona impressione, la leggerezza del binocolo mi permetteva una buona stabilità a mano libera senza affaticarmi, una luna con definizione niente male, anche quando l'eclisse era allo stadio iniziale, mi ha fatto apprezzare ancora una volta l'uso di questo modesto binocolo, che a prima vista lo avrei valutato si e no 5.00 € ! In conclusione , con i binocoli non si sa' mai finchè non li provi, la piacevole sorpresa può sempre capitare !
Grazie dell'attenzione !! :wave: :wave:
Allegati
P1010093-web.jpg
P1010095web.jpg
P1010097web.jpg
P1010098web.jpg

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1034
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Divagazione tra due binocoli paradossali...

Messaggio da Giovanni Bruno » 11/10/2018, 10:05

La forma fisica del tuo binocolo mi ricorda un binocolo marchiato FUTURA, l'ho sempre visto in varie vetrine, circa 10 anni fa , ma non l'ho mai provato.

Asssolutamente identica la disposizione dei prismi di PORRO, posti in verticale rispetto agli oculari, invece che la consueta disposizione laterale.

Parlando di sorprese BINOCULARI, assolutamente sorprendete un binocoletto NICULA con REVERSE-PORRO, ovvero con gli obbiettivi ravvicinati.

Si trattava di un binocoletto ZOOM da bancarella Cinese 8x-17x25, con gli obbiettivi color oro-arancio, ripeto, 25mm di diametro, ebbene, assoluta infedeltà della regolazione diottrica a parte, conseguente ad una variazione del valore della zummata, a 17x mi mostrava SATURNO con l'anello ben staccato.

Una cosa che so bene essere incredibile, eppure assolutamente vera su un Saturno con gli anelli molto aperti..... :thumbup: :wave:

Rispondi

Torna a “BINOCOLI VINTAGE”