Telescopi ALINARI

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Telescopi ALINARI

Messaggio da fulvio_ » 20/10/2014, 15:19

Prendendo spunto da un annuncio su Astrosell, ho scaricato un depliant della Ditta Alinari (Torino):
http://geogdata.csun.edu/~voltaire/clas ... linari.pdf
Appena aperto ho avuto un ‘flashback’ di memoria! Sembra proprio uno di quegli opuscoli che sfogliavo da bambino (fine anni '70) assieme al mitico "Il libro del cielo (Fabbri Editori)". Anche se credo sia anteriore a quegli anni, ma non sò di quanto non avendo trovato riferimenti cronologici.
Perciò non mi è chiaro se si tratta di 'giocattoli' o veri strumenti per astronomia.
In particolare, per il rifrattore modello ‘Jupiter’ (acromatico da 120mm) si legge:
“…l’immagine è nitidissima e priva di aberrazioni.” :mrgreen:
Come cambiano i tempi!
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126

Avatar utente
GiulianoT
Buon utente
Messaggi: 474
Iscritto il: 25/06/2013, 1:01

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da GiulianoT » 21/10/2014, 7:34

Su Astrosell c'é un astrofilo siciliano che ne ha 3 e ne cerca uno per i ricambi.... Ma le ottiche come erano?
Osservo il cielo con: Carl Zeiss Jena Reisenfernrohr E 60/850, Telementor e AS 63/840, Carl Zeiss Jena "Kometensucher" C 110/750, C 80/500 e C 50/540, Meade-Geoptik Newton 254/1140 mm, LXD75, Losmandy G11, Girofonta ed una quantità di oculari - soprattutto "vintage" Meade, Vixen, Zeiss, Clavé. Osservo la terra con: Carl Zeiss Jena Jenoptem 10x50 e 8x30 e Asiola 63/420.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante non ne sogni la tua filosofia.
William Shakespeare, da “Amleto” [atto I, scena IV]

Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1100
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da vincenzo » 21/10/2014, 20:16

@Giuliano, innanzitutto volevo ringraziarti (in ritardo) per la segnalazione che sai ;), poi, circa l.Alinari, ti posso dire che MLP (Cesare) possiede da forse 60 anni o poco meno, un Alinari 120/1000 recentemente restaurato. Ebbene mi diceva che l'ottica è pietosa e per poterla far fruttare con profitto è necessaria diaframmarla a 60mm. Di contro, di diceva il carissimo Dr Casati proprietario di ben 3 Alinari, che tutti hanno delle ottiche più che buone.... Entrambi i protagonisti sono persone affidabili ed esperte e quindi io credo che la qualità fosse molto variabile.
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...

Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da fulvio_ » 21/10/2014, 21:06

Il 120/1000 dovrebbe essere per l'appunto il modello 'Jupiter' sul catalogo. Quello con ottiche nitidissime e prive di aberrazioni.... :D
Chissà se trattasi di doppietto acromatico o lente singola!
Quindi mi pare di capire che questi telescopi risalgono agli anni '50/'60. Certo un 120mm per allora proprio è un signor diametro!
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126

Avatar utente
GiulianoT
Buon utente
Messaggi: 474
Iscritto il: 25/06/2013, 1:01

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da GiulianoT » 21/10/2014, 21:36

Vincenzo, anche io sugli Alinari ho letto la stessa cosa. :shifty:
Per la segnalazione... Radio rifrattoristi vintage funziona! :lol: Poi mi racconterai del bestione... Ma l'ottica...??? Prima o poi un 15o/2250 me lo faccio anche io!!! :mrgreen:
Osservo il cielo con: Carl Zeiss Jena Reisenfernrohr E 60/850, Telementor e AS 63/840, Carl Zeiss Jena "Kometensucher" C 110/750, C 80/500 e C 50/540, Meade-Geoptik Newton 254/1140 mm, LXD75, Losmandy G11, Girofonta ed una quantità di oculari - soprattutto "vintage" Meade, Vixen, Zeiss, Clavé. Osservo la terra con: Carl Zeiss Jena Jenoptem 10x50 e 8x30 e Asiola 63/420.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante non ne sogni la tua filosofia.
William Shakespeare, da “Amleto” [atto I, scena IV]

piero
Buon utente
Messaggi: 3044
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da piero » 22/10/2014, 0:01

chissà se c'è un collegamento con i fratelli Alinari di Firenze, pietra miliare della fotografia nel mondo, ben noti qui a torino per varie esposizioni e gemellaggio con il Museo nazionale del cinema
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

stevedet
Buon utente
Messaggi: 781
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da stevedet » 22/10/2014, 10:16

A vedere quel catalogo direi che risale ai primi ani 60', secondo me.
Non credo fossero strumenti amatoriali molto pregiati, neppure per gli standard di allora.
In base a questa tabella http://cronologia.leonardo.it/stipendi.htm si può vedere che anche il costo dell'acromatico piu' pregiato e' ben al di sotto dello stipendio mensile di un operaio.
A quell'epoca le ottiche raffinate si pagavano a peso d'oro.

Avatar utente
ForMa_55
Buon utente
Messaggi: 148
Iscritto il: 03/08/2012, 11:29
Località: Carpi (MO)

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da ForMa_55 » 22/10/2014, 19:20

anche io ho avuto tra le mani un alinari 120/1000 (di mio suocero), purtroppo anche questo scadente, funzionava solo diaframmato a 60mm.
Probabilmente obiettivi lavorati in modo superficiale e senza troppi controlli.
Dopo averlo rilucidato a dovere non sembra più lo stesso; ora a tutta apertura rende piuttosto bene.

un saluto
Maurizio
tripletto apo 155 f. 7 a contatto su losmandy g11
oculari clave': 5,6,8,12,16,20,25,35,45, pentax xl: 21-10.5-5.2, radian 3mm
zoom: vixen 8-24 e hyperion 8-24. erfle 40mm, wide scan II 30mm, leica 14mm wa
barlow baader FFC, prisma di Herschel 2"
canon 550d con zoom: 18-135 EF-S IS, 100-400L IS USM

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 6492
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da -SPECOLA-> » 24/10/2014, 16:51

Concordo,
la qualità di questi telescopi non era costante e anche quelli meglio riusciti non erano quasi mai eccelsi (soprattutto nel caso del riflettore).
I rifrattori cromatici nella propria economicità erano comunque dignitosi nella resa.
Il telescopio ALINARI "migliore" fra tutti però, per me è il 120/2000; avendo sbirciato in qualche esemplare del catalogo ALINARI, sarebbe l'unico che prenderei in considerazione oggi.
Il tubo che pur potendosi dividere in due parti per facilitarne il trasporto (e anche perché alla fine, con una focale del genere, non è che proprio tutti disponessero dello spazio necessario per tenerlo in casa), una volta unito era inaspettatamente, incredibilmente solido.
C'era anche chi teneva il tubo sempre montato unito, limitandosi a metterlo sopra un armadio tra un'osservazione e l'altra.
Credo che vista la relativa diffusione di questi strumenti (ALINARI pubblicizzava la propria produzione anche sulle vecchie riviste di elettronica), in realtà ne esistano ancora diversi esemplari nelle cantine e nelle soffitte del nostro Paese.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della -SPECOLA-> , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 6492
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da -SPECOLA-> » 13/07/2018, 20:34

Rif. viewtopic.php?f=162&t=9815&p=101093#p101093
Raf584 ha scritto:
13/07/2018, 17:25
il link postato da fulvio nel messaggio di apertura non funziona più.
Scalando a ritroso il percorso del link su INTERNET ARCHIVE, si riesce ancora a recuperare:

https://web.archive.org/web/20150909201 ... /classics/

1963 Alinari Telescopes and Accessories, in Italian, 7 pages, two color (2 MB). Courtesy of Plinio Camaiti.
1960 Alinari Telescopes, in Italian, 10 pages, two color (5.2 MB). Courtesy of Plinio Camaiti.

Al di fuori di INTERNET ARCHIVE poi ci sono anche questi link:
Rif.: http://www.telescopedoctor.com/main.asp?cod=articoli

Aggiornamento Catalogo
Telescopi Alinari 1975

Cortesia Archivio Cesare Baroni

Catalogo Telescopi Alinari 1960-1963
Cortesia Archivio Cesare Baroni

Catalogo Telescopi e Accessori
Alinari 1963

Cortesia Archivio Cesare Baroni

Rif.: http://www.aeritel.com/

http://www.aeritel.com/ADIA/telescopio/ ... inari.html
http://www.aeritel.com/ADIA/telescopio/ ... linari.JPG
http://www.aeritel.com/ADIA/telescopio/ ... %20800.JPG
http://www.aeritel.com/ADIA/telescopio/ ... %20800.JPG
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della -SPECOLA-> , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 762
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da Andrea75 » 14/07/2018, 23:18

Grazie a Fabrizio e agli altri, non ricordavo questa discussione davvero ricca di informazioni!
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6106
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da Raf584 » 15/07/2018, 15:29

Se faremo un altro raduno di rifrattori a Opera potrai provare un Alinari.
Raf

La mia pagina su Google+
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 762
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da Andrea75 » 15/07/2018, 15:58

E perchè no... comunque era più la curiosità intorno ad oggetti che sapevo essere, in media, non particolarmente performanti e forse, a volte, di una pretenziosità un po' ingenua (quelle montature fanno sorridere...); ma che mi danno l'idea di un approccio un po' "avventuroso" e forse anche un po' fantasticatore, che potrebbe essere un valido antidoto a noi malati di high-tech sempre alla ricerca della massima performance... no?
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6106
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da Raf584 » 15/07/2018, 20:29

Oltre ai cataloghi ho ripescato qualche inserzione pubblicitaria che ho preso da riviste e volumi Urania degli anni '50 e '60. C'è anche la pubblicità di un'altra ditta, Alinari non era l'unica.
Allegati
salmigheli.jpg
nuovi.jpg
vari.jpg
junior.jpg
Raf

La mia pagina su Google+
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 6492
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Telescopi ALINARI

Messaggio da -SPECOLA-> » 15/07/2018, 22:17

Bravo Raffaello;
Quoto!

Nel passato le inserzioni di quel tipo non erano rare e facevano capire che già allora esosteva la concorrenza.

Il sito web www.introni.it fornisce la prova di diverse di quelle locandine; eccone alcuni esempi:

LABORATORI STRUMENTI ASTRONOMICI SALMIGHELI TORINO:
http://www.introni.it/pdf/Sistema%20Pra ... 959_06.pdf a pag. 11 di 84 (393)
http://www.introni.it/pdf/Sistema%20Pra ... 959_11.pdf a pag. 13 di 84 (795)

Ditta Ing. Alinari TORINO:
http://www.introni.it/pdf/Sistema_a_9_60.pdf a pagina 2 di 64
http://www.introni.it/pdf/Tecnica%20Pra ... 965_09.pdf a pag. 2 di 88

Da notare che nelle vecchie riviste lì archiviate, non mancano anche spunti di fai in linea e utili anche con e per le tematiche di questa piattaforma. :)
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della -SPECOLA-> , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Rispondi

Torna a “Strumentazione astronomica”