Il forum di Binomania.it. Vivi la tua passione: binocoli, spotting scopes, telescopi, microscopi ed altro ancora

Questo spazio è messo a disposizione gratuitamente da Piergiovanni Salimbeni - www.binomania.it
Oggi è 22/05/2018, 11:05

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 15/05/2018, 14:04 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Giovanni,
Interessante questa esperienza dei Super 3.6 mm, potrebbero essere un'alternativa più onorevole ai cinesi con lente di plastica...alla fine come performavano col Nexus e come ti sei trovato nell'utilizzo (estrazione pupillare, cromatismo, ecc...)?


P.S. visto che siamo in una discussione sugli oculari adatti ai nuovi binocoli APM, con i miei interventi precedenti ho voluto principalmente sottolineare in negativo le prestazioni di due tipologie di oculari (i Planetary HR e ED) che evidentemente non si accoppiano bene con lo strumento, quasi certamente per via del citato f 5,5.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 19:58 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 09/04/2015, 19:05
Messaggi: 958
SAMUELE, non scherziamo, i PLANETARY ED TECNOSKY da 5mm/60°, sono semplicemente favolosi sul mio APM ED APO da 82mm/45°.

I SUPER da 3,6mm furono un tentativo disperato di avere due oculari cortissimi, ma dotati di un minimo di estrazione pupillare, per fare i miei esperimenti sul NEXUS, era roba di oltre 10 anni fa ed i PLANETARY ED ancora non esistevano, purtroppo.

Ma poi di fatto i SUPER da 3.6mm non li ho mai più utilizzati, troppo claustrofobici come campo apparente, per i miei gusti.

Mentre i PLANETARY ED da 5mm sono anni luce migliori otticamente e lussuriosi come ergonomia d'uso, vuoi per l'ottima estrazione pupillare e vuoi per il bellissimo campo ULTRAPIATTO di 60° che generano, nonstante l'ottica ad f5,7.

Quando sento criticare i PLANETARY ED da 5mm/60°, che furono meravigliosi anche sul TECNOSKY IBIS ACRO da 100mm a 45° e 550mm di focale, per 110x nitidissimi, io davvero non riesco a credere che su un APM ED APO da 100mm/45°, non diano alte soddisfazioni, tranne per motivi di cattivo seeing.

Forse i PLANETARY ED da 3.2mm sono eccessivamente corti e non sempre il seeing ne consente un uso proficquo, se avessero fatto dei PLANETARY ED da 4mm/60°, probabilmente sarebbero stati meglio sfruttabili rispetto ai 3.2mm . :thumbup: :wave:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 20:21 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Non so che dirti Giovanni,
ho acquistato i 3,2 mm fidandomi del tuo giudizio sui 5mm, e perché -appunto- non esiste la focale 4mm.
Ma devi credermi quando affermo che col binocolo lavorano molto male (cioè l'immagine è impastata, confusa), e non penso che questo sia imputabile alla focale corta, perché, al contrario, i 4 mm cinesi (che poi saranno 3,8 o giù di lì, visto che ingrandiscono più dei 4 mm TMB) pur con tutti i loro difetti, come evidenziato anche da RAF, vanno decisamente meglio in termini di definizione e contrasto (nonostante il cromatismo e le altre aberrazioni fuori dal centro campo).
Ribadisco, inoltre, che con il Pentax 75, lunghezza focale 500 mm - f 6,7 -, gli ED 3,2 mm mi sono sembrati decisamente più performanti.
Può anche essere che la produzione degli ED sia cambiata nel tempo e che gli esemplari in tuo possesso siano qualitativamente meglio degli attuali; questo potrebbe spiegare l'esperienza, analoga alla mia, di LorenzoB con i sui 5 mm Planetary ED.
Fra l'altro, mi sembra di capire che la nostra esperienza osservativa riguardi ambiti diversi, perché tu in genere parli di osservazione diurna di paesaggi, mentre io mi riferisco esclusivamente all'osservazione planetaria.
Difficile dirlo senza un confronto diretto :thumbup:


Ultima modifica di Samuele il 15/05/2018, 20:47, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 20:45 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/09/2011, 7:26
Messaggi: 1510
Mi permetto di entrare in questa interessante discussione dicendo di fare solo confronti con prodotti equiparabili.
Parlare prima di un Morpheus e poi di un ipotetico cinese asferico con elemento convergente in plastica mi sembra di tentare goffamente di equiparare il binocolo del decathlon ad uno Zeiss...

_________________
....il mio vetro preferito??Ovviamente HABICHT 7x42!!!!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 20:52 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Alessio,
hai ragione, ma faccio notare che la particolarità degli APM sta nel poter lavorare bene anche ad alti ingrandimenti, per cui si pone la necessità di individuare sia oculari per bassa risoluzione ed ampi campi, sia per alta risoluzione e dettaglio.
Il tutto considerando la specificità dello strumento, generalmente progettato con focale 5.5.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 21:16 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/09/2011, 7:26
Messaggi: 1510
Samuele sempre in base alla mia esperienza,posso oggettivamente affermare che ad alte focali tipo dai 25 mm in su possono andare bene anche oculari diciamo un po' più dozzinali... Quando però poi inizi a scendere sotto i 15mm, la qualità paga,ma sopratutto la si vede agli occhi con oggetti luminosi e bordi netti.È proprio in questi frangenti di emozione che si è fieri e soddisfatti dei nostri acquisti..
Ovviamente dando per scontato di avere a che fare con una ota superlativa.
Oltretutto, sempre a mio parere,si compie uno scempio ad equipaggiare un buon vetro con un oculare di scadente qualità.
Direi che gli ormai celebri e collaudati Baader Hyperion, per certi strumenti, siano la dotazione base da cui poi andare a salire.
Poi logico che ognuno è libero di fare quello che vuole...

_________________
....il mio vetro preferito??Ovviamente HABICHT 7x42!!!!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 15/05/2018, 22:03 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Alessio,
in un certo senso trovo corretto il tuo ragionamento, ma ci sono dei ma.
Primo gli oculari di qualità per l'alta risoluzione sono anche, e forse soprattutto, i ploss, gli ortoscopici o simili, che non è detto costino molto, ma sono molto scomodi alle focali necessarie per raggiungere alti ingrandenti con strumenti di corta lunghezza focale.
Secondo, tradizionalmente per l'alta risoluzione si utilizzano ota "lunghi" e non certo strumenti f 5.5, cosicché gli oculari destinati a tale scopo (anche molto costosi) non è detto che vadano bene per il binocolo.
Terzo, mentre è normale che un binocolo faccia il suo dovere a bassi ingrandimenti, per cui non si rischia di sbagliare investendo in oculari costosi per tali finalità, non è noto quali possano essere i limiti e/o la resa di ciascun binocolo ad alti ingrandimenti, cosicché prudenza consiglierebbe di sperimentare prima di affrontare una spesa importante.
Se metti insieme tutto quanto sopra, e consideri che nel mercato non c'è molta scelta per oculari da 5 o 4 o 3 mm, converrai che alla fine non è poi tutto così scontato e semplice. :think:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 17/05/2018, 8:23 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 09/04/2015, 19:05
Messaggi: 958
In modo particolare se vogliamo equipaggiare una torretta binoculare, un binoscopio, oppure un binocolone APO, la spesa per degli oculari blasonati, già notevole per un singolo oculare di chi li usa in monoculare, si fa davvero impegnativa per una coppia della stessa focale, per la visione binoculare.

Agiungiamo che con una sola coppia di oculari corti e blasonati, per osservazioni planetarie, non basta per avere ingrandimenti diversificati in funzione sopratutto del seeing, allora se si devono prendere almeno tre coppie di diversa focale, la cifra sale esponenzialmente.

Insomma, tre coppie ,per sei oculari da 350€ cadauno, andiamo allegramente a 2100€ .

Una cifra che se investita in diametro di un binocolone APM ED APO, permette il salto da un APM ED APO da 82mm ad un APM ED APO da 120mm.

Con un tale salto di diametro, sia sul deep sky che sul planetario, vi è anche un enorme salto prestazionale, ottenibile con le molte coppie già possedute di discreti oculari medi, ma per nulla scadenti.

Parlo di dignitosi oculari della classe dei PLANETARY ED TECNOSKY degli FF TECNOSKY e dei CELESTRON X-CELL LX, degli OR PENTAX da 9mm e 18mm, di cui ho coppie a carrettate. :thumbup: :wave:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/05/2018, 12:53 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/06/2012, 10:58
Messaggi: 193
Ciao a tutti,

qualcuno ha esperienza con i meade serie 5000 UWA? Sto pensando che, nella focale di 5.5mm, potrebbero essere una alternativa ai morpheus da 6.5mm e mi consentirebbero un ingrandimento maggiore per luna e pianeti (85x vs 72x).

Grazie :wave:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/05/2018, 14:58 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Esperienza no,
solo buone recensioni...ci stavo facendo un pensierino anch'io.... :think:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/05/2018, 16:02 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/09/2011, 7:26
Messaggi: 1510
Opinione mia non dobbiamo basarci della prova di un oculare su uno S.C. tantomeno su un rifrattore.
Ricordo benissimo i Pentax meravigliosi su un Apo 150 e pessimi sul binoTec 140.
Altresì gli Hyperion,così così negli S.C. e nei rifrattori, fantastici nei binocoloni.
Non chiedetemi il perché ma gli unici oculari che vanno bene ovunque sono I TeleVue.... Chissà perché :think: :think:

_________________
....il mio vetro preferito??Ovviamente HABICHT 7x42!!!!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 18/05/2018, 22:47 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 18/09/2011, 22:37
Messaggi: 3002
Località: Torino
in effetti devo confermare che anch'io con TV non ho mai avuto problemi sia su binocoloni (pescano sempre il fuoco e non vignettano su nexus 100, 100 e 120 apm, vixen 126) che su rifrattori a corto fuoco anche in versione zoom, migliorando la qualità ottica dello strumento in modo marcato.
Ad essere sincero un binocolone da 120-125 me lo sono sempre immaginato con dei panoptic da 19 e dei nagler da 11 mm che tra l'altro sono assai più leggeri dei morpheus (sia panoptic che nagler) con un CA di tutto rispetto (i 70° dei panoptic in binoculare per me sono già sufficienti).

_________________
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 19/05/2018, 6:27 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/07/2015, 19:22
Messaggi: 324
Da quel che leggo sul forum d'oltremanica, dove gli oculari TeleVue costano molto meno che in Europa, per quanto riguarda i binocoli oggetto di questa discussione, ai Panoptic 19 mm sono preferiti gli APM UFF 18 mm, ed ai Panoptic 24 mm spesso vengono preferiti oculari della Explore Scientific (20 mm o 24 mm 68º) od il 24 mm UFF APM.
Con più frequenza vengono citati i Delite, ma raramente i Delos o ancor meno gli Ethos o i Nagler.
Tanti, invece, posseggono i Docter 12,5 mm acquistati da Daisuke.
Con questo non voglio dire che i TeleVue non siano oculari di qualità, anzi tutt'altro: a me i Panoptic 19 mm sul Vixen BT 126 di Fulvio piacquero una cifra, anche se bisognava togliere gli occhiali per osservarci (e questo credo sia il motivo per cui sono stati venduti) :thumbup:

Per quanto riguarda invece gli oculari per l'alta risoluzione, mi sono fatto tentare dal post di Giovanni Bruno in cui ricordava i pregi degli Skywatcher Super 3,6mm, e dopo essermi andato a leggere qualche vecchia discussione ed un test di RAF in merito, li ho acquistati, anche perché trovati ad un prezzo irrisorio sulla baia, venduti direttamente da Auriga.
Ieri mi sono stati consegnati e li ho testati su Giove, constatando che vanno tranquillamente a fuoco col binocolo.
Le mie impressioni sono molto positive, in quanto li ho trovati luminosi e contrastati, privi di aberrazione cromatica di rilievo, geometricamente corretti e con immagine dettagliata ed ancora fruibile nonostante l'ingrandimento a 152 X (netta la differenza di dimensioni di Io, Europa e Ganimede).
A confronto, i cinesoni di cui ho scritto qualche post addietro (che già risultavano migliori di altri oculari) erano peggio sia per dettaglio che per trasparenza e altro, mostrando altresì di avere una dominante cromatica bruno/arancio.
Certo, ho dovuto tribolare un po' ruotando i Super nella loro sede e giocando sulla tensione dei portaoculari per trovare la giusta collimazione binoculare.
Inoltre, il campo inquadrato è piccolo, ma la cosa non mi ha dato fastidi sia perché il mio obbiettivo era osservare la superficie del pianeta, sia perché per l'inseguimento agli inizi dello scorso anno ho acquistato una testa a cremagliera, usata, Manfrotto 400, che trovo perfetta per lo scopo. :wave:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ieri, 9:06 
Non connesso
Buon utente

Iscritto il: 29/06/2012, 10:58
Messaggi: 193
Sui Meade 5000 da 5.5mm si leggono tutte cose molto positive che mi stanno tentando molto, anche se forse sarebbe più saggio restare sui morpheus 6.5mm che nella versione da 12.5mm mi soddisfano molto.

Secondo voi, su Luna e pianeti la differenza tra gli 85x che mi consentirebbero i meade e 72x dei morheus è rilevante?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 44 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010

Modified by m@xper for Binomania Forum
Informativa Cookie Law di questo Forum