Lo stupendo panorama che si ammira dal Monte San Martino

Sbinocolata dal Monte San Martino

Share Button

Era da qualche settimana che non utilizzavo il Kowa Highlander Prominar: le vacanze estive, gli impegni familiari nei week-end mi avevano un po’ di distolto dal mio amato binocolo ad alto ingrandimento.

Per tale motivo ho coinvolto la famiglia  in una breve gita pomeridiana verso il monte San Martino in provincia di Varese.

Lo stupendo panorama che si ammira dal Monte San Martino

Lo stupendo panorama che si ammira dal Monte San Martino

Il fattore che apprezzo maggiormente di questo binocolo è la facilità con cui si trasporta in macchina: lo fisso direttamente in mezzo al sedile posteriore e lego la cintura di sicurezza in parte alla maniglia della valigia dedicata, in parte al bordo della stessa.

Il cavalletto in carbonio è sempre pronto per essere trasportato nel baule posteriore. Sono consapevole che il mio spotting scope Kowa TSN-883  sarebbe ancor più maneggevole e compatto, di contro per osservare   il paesaggio montano almeno un paio di ore è impensabile servirsi di un occhio solo. Un conto è la pratica del birdwatching un conto è ammirare vette, vallate, croci, barche ed altro per molto tempo.

Il Kowa HIghlander Prominar pronto per un pomeriggio osservativo.

Il Kowa HIghlander Prominar pronto per un pomeriggio osservativo.

Raggiungere il monte San Martino è alquanto semplice, alla fine di questo breve articolo troverete le indicazioni stradali. Ritengo sia una valida terrazza panoramica per gli appassionati delle ottiche sportive che vivono in provincia di Varese o a Milano. Si presta sia all’osservazione paesaggistica, sia a quella dei rapaci dato che i suoi cieli sono costellati da varie specie, il falco pellegrino, in primis.

Gli amanti della Storia inoltre, troveranno molto materiale a riguardo, dato che il “San Martino”   è stato un caposaldo del sistema difensivo italiano durante la Prima e la Seconda  Guerra Mondiale. http://www.vareselandoftourism.com/code/29985/La-battaglia

 

Dopo una divertente salita colma di curve, sempre piacevole da percorrere con un SUV rapportato corto , siamo arrivati in cima alla vetta.

Sull’ampio piazzale sono presenti un piccolo parchetto giochi con altalene e scivoli per i piu’ piccoli, il Ristoro San Martino”, di proprietà della Provincia di Varese  e la Chiesa (di cui si hanno notizie  già’ nel 1335)

difficile non rimanere affascinati da questo panorama.

difficile non rimanere affascinati da questo panorama.

Gli amanti della cultura celtica  saranno felici di sapere che  le popolazioni di origine celtica costruirono su questa vetta un luogo sacro  dedicato a Taranis, dio  del tuono. Nel 200 D.C, invece, il romano Publio Novellio Crescente, fece edificare un tempio o un’ara come attesta una lapide all’interno della Chiesa.

Personalmente questo posto suscita in me sensazioni particolari ed è veramente piacevole scrutare ad alti ingrandimenti tutto il panorama circostante che comprende il territorio svizzero, piemontese e quello lombardo.

Inutile dire che con il Kowa Highlander Prominar  io e le bambine  ci siamo divertiti tantissimo soprattutto osservando le Alpi situate dopo il Lago Maggiore che, grazie ad una buona trasparenza, ci pareva di toccare con mano anche a cinquanta ingrandimenti.

Il bello di questi strumenti è che riescono sempre ad unire momenti di relax familiare alla passione per l’osservazione a lunga distanza.

mia figlia maggiore, Ersilia, osserva a 32 ingrandimenti con il Kowa Highlaner Prominar

mia figlia maggiore, Ersilia, osserva a 32 ingrandimenti con il Kowa Highlaner Prominar

Cosa aspettate? Organizzate anche voi  con moglie e figli una uscita, cercate di coinvolgere i vostri amici o i  colleghi di lavoro non appassionati alle ottiche sportive, magari in breve tempo avrete dei nuovi  compagni di avventura.

Buone osservazioni.

Come raggiungere il Monte San Martino.

Il Monte San Martino è  raggiungibile attraversando il paese di  Cuveglio ,abbandonando la SS 394  per poi percorrere la Strada Provinciale  45 dir 2 sino all’abitato della frazione di  Duno  continuando successivamente su strada asfaltata comunale – un po’ stretta e piena di curve- sino alla vetta del monte.

Da Milano è raggiungibile percorrendo  l’Autostrada dei Laghi in direzione Sesto Calende sino all’uscita di Sesto Calende e successivamente imboccando la SS 629 sino a Besozzo e Gemonio e  poi la SS 394 sino a Cuveglio.

Da Varese  è possibile percorrere  la strada che conduce alla Rasa di Varese ed al Brinzio (SP 62) sino a Rancio Valcuvia, indi  girare a sinistra sulla SS 394 in direzione di Cittiglio sino all’abitato di Cuveglio.

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...