Setup Cielo e Natura: Kowa TSN-883 Prominar e accessori vari.

Share Button

Volevo presentare ai lettori di Binomania il mio kit trasportabile che mi consente di osservare sia il cielo, sia la natura e praticare la tecnica del Phonescoping.
Osservazione terrestre.
Oculare zoom Kowa TE-11WZ 25x -60x

In questo caso c’è poco da dire: si tratta di un ottimo oculare con un grande campo di vista  (2.4°, 1.32° ) che consentono di ottenere un campo apparente al massimo ingrandimento pari a quasi 80°.
Potere rileggere la recensione a questo indirizzo.

Raccordo DA-1 Butterfly.

Ottimo, Kowa Europe mi ha anche consegnato un anello di raccordo che si avvita sul loro oculare zoom.
Qui di seguito potete vedere un video molto esplicativo sulle sue varie pontenzialità.

Per il phonescoping faccio uso di uno smartphone Galaxy S7 Edge che mi sta stupendo ogni giorno per la sua alta qualità fotografica e per la possibilità di gestire tempi, iso, diaframma, esposizione, grazie alla modalità PRO.

 

Osservazione astronomica.

Per osservare il sole utilizzo un filtro solare in luce bianca.

Per osservare la luna e i pianeti, grazie ad un raccordo, mi avvalgo di oculari Takahashi LE da 7.5 mm, (66X) 5 mm (100X), e 2.8 mm (180X)

 

Kowa_Tsn_883_Kit_1

Che dire? Beh, in pochissimo spazio ho un kit molto prestante non solo nella mera osservazione naturalistica, campo di suo reale utilizzo ma anche per l’osservazione lunare e planetaria, dove a quasi 180X lo ritengo superiore ad un rifrattore astronomico ED e  del tutto comparabile ad un eccellente rifrattore apocromatico da 80-90mm.

Ho osservato numerosi dettagli sia su Giove che su Marte, e la luna a 180X esibisce decine di dettagli astronomici “per palati fini” come la Rima Birt, la Rima Alphonsus i crateri sommitali dei domi di Hortensius e altro ancora.

Ovviamente non potrei mai consigliare questo eccellente ma costoso telescopio terrestre, giacchè per il prezzo proferito ad acquistarlo si potrebbe ambire ad un Newton di 30-40cm, tuttavia è un modo di spronare i possessori di questi spotting scope Alpha a provare ad osservare anche il cielo, dato che spesso basta un piccolo raccordo artigianale auto-costruito o accessori da in dotazione alla Casa Madre.

Buone osservazioni celesti e terrestri a tutti voi.

 

 

 

 

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...