Binocolo Nightunter 8×30 LRF: il telemetro compatto.

Share Button

Nel mondo dei binocoli con telemetro spesso si possono acquistare prodotti con prezzi molto elevati, superiori anche ai duemila euro. Per questo motivo ero molto curioso di testare le prestazioni del nuovo binocolo Steiner Nightunter 8×30 LRF che unisce le doti di leggerezza e di affidabilità del classico “prismi di Porro” 8×32 , la tecnologia per la misurazione a distanza ad un prezzo decisamente inferiore a quello di   molti concorrenti.

Steiner_8x30_LRF_1

un bel primo piano del binocolo Nightunter 8×30 LRF

 Dati tecnici dichiarati dalla Casa Madre.

Diametro obiettivo

30 mm
Ingrandimento 8 x
Peso 795 g
Larghezza 165 mm
Altezza 145 mm
Profondità 66 mm
Pupilla d’uscita 3.75 mm
Luminosità 14.10
Fattore crepuscolare 15.5
Campo visivo a 1000 m 114 m
Sistema di messa a fuoco Sports-Auto-Focus
Distanza minima di messa a fuoco
Ottiche ad alte prestazioni High-Definition
Impermeabilità Fino a 5 m
Riempimento con azoto Tecnologia della valvola a due vie
Temperatura Da -40 a + 80 °C 1)
Rivestimento in gomma NBR-Longlife
Tracolla Larga e confortevole cinghia in neoprene
Copriobiettivi
Coprioculari da pioggia
Custodia
Garanzia 30 anni (ottica) 2 anni (elettronica)
Prezzo (Beretta) 1828 euro

 

Anche questo binocolo è costruito “come Steiner comanda”. Lo scafo ottico in policarbonato Makrolon ® che custodisce un cuore con prismi di porro ed anche molto robusto, in grado di resistere a ben 11G d’impatto. Del resto l’azienda tedesca garantisce che questo binocolo è “military tested/approved”.
Il rivestimento di gomma è il noto NBR- Longlife, una protezione in grado di proteggere il binocolo non solo dagli urti ma anche dall’aggressione di oli, acidi e condizioni metereologi che molto avverse. Il grip è molto buono anche in questo periodo, dove si hanno spesso le mani sudate, inoltre, la composizione di questa gommatura è definita NoNoise, perché assicura una perfetta silenziosità durante la fase di presa e utilizzo.
Presente, anche in questo progetto la tecnologia con il riempimento in azoto a due vie che evita la formazione di condensa interna o di appannamento.

Anche il Nighunter 8×30 LRF, come anticipato, è impermeabile ed è garantito sino alla profondità di cinque metri. Nessun problema neppure per l’uso in condizioni estreme, giacché la temperatura di esercizio è compresa fra i -40° e gli 80°.

Steiner_8x30_LRF_2

La costruzione di questo binocolo è eccellente.

 

Da un punto di vista ottico questo binocolo è di alta qualità, è dotato di ottiche a bassa dispersione che Steiner definisce “ottiche ad alta definizione HD”. In effetti, anche nelle condizioni estreme, grazie anche al buon trattamento multi-strato antiriflesso ha dimostrato di contenere particolarmente bene la luce diffusa, anche ai bordi del campo mentre le immagini al centro sono nitide e con un deciso contrasto. L’aberrazione cromatica è quasi invisibile, non l’ho mai percepita nelle condizioni d’utilizzo a me care in questo periodo: monitoraggio  delle nidificazioni dei rapaci, anche se, spesso ho dovuto compiere osservazioni in controluce, con condizioni di illuminazione molto critiche. (continua..)

Gentile lettore. "Binocolo Nightunter 8x30 LRF: il telemetro compatto." è un articolo a pagamento. Se ha piacere di avere pieno accesso a questo articolo, contribuendo nel contempo a sostenere Binomania, potrà' offrici un caffè, pagando 1.35 EUR Il prezzo è già comprensivo delle tasse (3%)e della transazione di paypal (0.35centesimi). Non le sarà addebitato null'altro.

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...