Treppiede in carbonio Feisol CT 3442

Share Button

 

Ogni fotografo naturalista ha bisogno di un buon treppiede per sorreggere la sua attrezzatura, spesso pesante e difficilmente utilizzabile a mano libera. Come scegliere dunque quello più adatto alle proprie esigenze?

Personalmente avevo bisogno di un treppiede che fosse innanzitutto leggero; questo porta inevitabilmente ad evitare l’alluminio orientandosi verso il carbonio. Quest’ultimo inoltre ha un’altra caratteristica molto interessante, ossia la capacità di smorzare le vibrazioni molto più rapidamente rispetto all’alluminio.

Un particolare sul treppiede  Feisol CT 3442

Un particolare sul treppiede Feisol CT 3442

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La mia scelta è quindi caduta sul Feisol CT 3442, in grado di soddisfare tutte le mie esigenze. Altezza massima di 141 cm senza colonna, cosa che riduce ulteriormente la presenza di vibrazioni, altezza minima di soli 18 cm ottima per le macro e soprattutto un peso di 1.13 kg, ideale per trasportare il treppiede per lunghi tratti senza troppa fatica.

Il cavalletto è fornito di una sacca di tela utile per il trasporto, cosa che ad esempio Gitzo, rivale principale di Feisol nel campo della costruzione di treppiedi di alta qualità, non fornisce. La sacca è inoltre fornita di una tasca frontale dove poter conservare le varie chiavi utili per il serraggio delle gambe, anch’esse fornite insieme al cavalletto.

 Feisol CT 3442

Il Canon 400 e la EOS 7D piazzati, con sicurezza, sul treppiede in carbonio Feisol CT 3442

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le gambe si serrano con dei blocchi rotanti che personalmente preferisco rispetto al classico sistema con le clip (stile Manfrotto per intenderci) ed inoltre nelle attuali versioni di tutta la linea le sezioni non ruotano, cosa che invece succedeva con i primi esemplari.

2515479_orig

Un bel primo piano sul setup fotografico di Guido Muratore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho utilizzato con soddisfazione il Feisol durante il mio ultimo viaggio in Finlandia, sia per le foto di paesaggio che per quelle agli animali, ed in entrambe le situazioni si è dimostrato all’altezza. Nonostante le 4 sezioni, la stabilità rimane ottima anche quando le stesse sono tutte estese ed è possibile utilizzare le punte in acciaio per aumentare ulteriormente la presa.

Infine un’altra caratteristica molto interessante: il costo. Sul mercato ci sono moltissimi treppiedi in carbonio ma nessuno che offra queste caratteristiche e questa qualità costruttiva allo stesso prezzo. Posso dire certamente che questo Feisol CT 3442 rimarrà a lungo un mio fedele compagno di viaggio!

Written by

Muratore Guido: Nasce a Palermo nel 1988 e lì consegue la laurea in Ingegneria Aerospaziale. In quell’occasione riceve in regalo la sua prima reflex Canon con la quale si avvicina al mondo della fotografia. Passione che si incrementa con il trasferimento a Torino dove frequenta il corso di laurea specialistica in Aerodinamica. Grazie ad alcuni amici si avvicina alla fotografia naturalistica e oggi le sue foto sono pubblicate da diversi siti di natura come vedete sul suo sito

You may also like...