Vortex Razor 8×42

Share Button

I prodotti della azienda americana del Winsconsin “Vortex” sono stati ampiamente trattati su Binomania. Questa volta, però, ho deciso di approfondire quanto già ebbi modo di saggiare nella anteprima dei prodotti Razor lo scorso anno. Passo quindi ora a descrivere le mie impressioni relative al Vortex Razor 8×42 che ho avuto modo di testare, per oltre tre mesi, grazie alla collaborazione di Pietro Romagnoni responsabile di Vortex Italia.

 

Caratteristiche

Peso gr.

832

Distanza. Minima mt.

2,5

Campo Vis. mt/1000

137

Campo Vis.Gradi

7,8

Estrazione Pupillare mm

18

Waterproof

si

Fogproof

Argon

DistanzaInterpup.mm

56-76

Trattamento

Lenti

XR FMC

Correzione

di Fase

si

Costruzione e Meccanica:

E’ indubbio che per l’estetica di questo binocolo, l’azienda si sia ispirata al noto design inventato, anni or sono, da Swarovski ed utilizzato, successivamente, da altre aziende, come ad esempio la Bushnell per il proprio Elite 8×43.
Il Vortex Razor 8×42 fa uso di uno chassis composto da alluminio e policarbonato, ( i modelli da 50mm possiedono lo scafo in magnesio) lo scafo è ben bilanciato e sono presenti degli incavi per inserire le dita durante l’impugnatura, tale caratteristica non è fondamentale, giacché in base alle dimensioni delle mani dell’osservatore essi potrebbero anche risultare superflui. In ogni caso la protezione in gomma è molto spessa ed il binocolo risulta massiccio ed affidabile nonché in grado di incassare anche qualche “colpo di troppo” durante i trekking, le sessioni di caccia fotografica o di birdwatching.

Il binocolo, essendo nato per le osservazioni naturalistiche è impermeabilizzato, antiurto ed è riempito di gas argon per prevenire la formazione di muffe interne. Molto utile il liquido “opzionale” anti-appannamento, da utilizzare con un panno sulle lenti degli oculari, che ho trovato indispensabile nelle giornate molto fredde e con il viso accaldato. (continua..)

Gentile lettore. "Vortex Razor 8x42" è un articolo a pagamento. Se ha piacere di avere pieno accesso a questo articolo, contribuendo nel contempo a sostenere Binomania, potrà' offrici un cappuccino, pagando 1.8 EUR Il prezzo è già comprensivo delle tasse (3%)e della transazione di paypal (0.35centesimi). Non le sarà addebitato null'altro.

Written by

Piergiovanni Salimbeni: è nato nel Febbraio del 1975 a Varese, una piccola provincia del Nord Italia, attualmente vive insieme con la moglie e le figlie Ersilia ed Ester a Cugliate Fabiasco- Valganna, una verde ed umida valle situata sulle Prealpi lombarde e confinante con il territorio svizzero. Si è laureato presso la Università Statale di Milano con una tesi riguardante i danni da inquinamento elettromagnetico. Esperienze editoriali e nel settore astronomico-naturalistico 1997: Autore della rivista NUOVO ORIONE, fonda, nello stesso anno, insieme con il dott.Raffello Lena il GLR GROUP (Geological Lunar Researches Group) un gruppo internazionale di studi sulla geologia lunare. Attualmente il GLR Group, pubblica una rivista on-line , intitolata Selenology Today 2001: Pubblicazione del libro "OSSERVARE LA LUNA" , inizia un ciclo di conferenze sul tema . 2004-2007- Autore della Rivista di Scienze Astronomiche LE STELLE diretta da Margherita Hack e da Corrado Lamberti. 2005- Fonda il portale BINOMANIA, il primo portale italiano dedicato al mondo dei binocoli 2008-2010 fa parte dello Staff Tecnico della Rivista di Scienze Astronomiche, Coelum, collabora con La Rivista della Natura e con la rivista Fotografare 2011-2012: E'responsabile insieme a Raffaello Braga del nuovo portale Astrotest.it ,dedicato al mondo dell'astronomia e dei telescopi. Collabora, nuovamente, con le riviste di Scienze Astronomiche Nuovo Orione e Le Stelle. Si dedica, inoltre, alla fotografia di paesaggio - http://www.landscapephotography.it organizzando mostre, workshop e corsi individuali. Collabora con l'Oasi Lipu Palude Brabbia (Varese) dove organizza spesso eventi e corsi

You may also like...