Spotting Scopes

Monarch HG 8×42 “sul campo”: l’emozione della natura.

In fondo anche un binocolo è un mezzo di comunicazione emotivo, un meraviglioso tramite tra i nostri occhi e “quello che ci pare lontano”: a volte tenuto a distanza perché forse minaccioso, a volte illusoriamente avvicinato per tentare di carpirne i segreti, altre volte spiato per poterne rubare la vita stessa, anche definitivamente.

Le montature per i binocoli. Una breve panoramica

Sino a pochi anni or sono i proprietari di binocoli di medio e largo diametro dovevano far fede nel loro ingegno per realizzare delle montature adatte a sostenere tali strumenti durante le osservazioni astronomiche.Gli unici supporti disponibili in larga scala erano i comuni cavalletti fotografici; tale situazione comportava una scelta limitata poiché erano presenti sul mercato pochi prodotti e quelli validi erano, nella maggior parte dei casi, contraddistinti da un prezzo d’acquisto elevato. Per fortuna, attualmente, grazie alla riduzione dei prezzi, determinata dalla concorrenza del mercato cinese e dall’inventiva di alcune aziende del settore e di qualche bravo artigiano, è possibile usufruire di una discreta varietà di supporti proposti a prezzi tutto sommato equi.

La luna in un rifrattore da sei pollici

ognuno di noi ha un’osservazione indimenticabile da raccontare e la mia avvenne sul terrazzo dell’amico astrofilo Federico Caro, il 22 Gennaio del 2013, con il rifrattore acromatico a lungo fuoco Zeiss AS 150 F/15.

Intervista a Massimiliano Lattanzi.

Era da tempo che volevo intervistare Massimiliano Lattanzi, il creatore di Refractorland.org. Ci sono riuscito e le sue risposte mi hanno fatto meditare e spero faranno meditare anche voi. Penso che questa intervista sia dedicata a tutti gli astrofili italiani. Prego, quindi, di condividerla. Ci saranno molti fra voi, che senz’altro, non si troveranno in accordo con il pensiero di Massimiliano. Personalmente apprezzo in toto il suo modus pensandi e anche la sua abile forma di descrivere – in maniera chiara- ciò che pensa.
Una semplice intervista di nove domande si è trasformata in un articolo di oltre venti pagine. Massimiliano ha trattato vari argomenti, dall’osservazione visuale, ai rifrattori a lunga focale, ai suoi strumenti prediletti, alla nuova “astrofotografia”, sino ad arrivare ai Social e alle aziende di settore.
Insomma… se volete trascorrere una ventina di minuti a leggere un testo molto interessante, seguite questo link.
Buona domenica a tutti !