Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Tutti i dettagli qui:

https://www.coelum.com/
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Gonariu
Buon utente
Messaggi: 55
Iscritto il: 28/06/2021, 23:09

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Gonariu »

Bellissima notizia, mi manca una rivista di astronomia ben fatta!!!
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

grande notizia, grazie Fabrizio. Copia prenotata, lunga vita a Coelum.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2317
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Giovanni Bruno »

Ovviamente lunga vita anche da parte mia, visto che siamo rimasti solo 2 moderatori a presidiare il forum COELESTIS. :thumbup: :wave:
Zacpi
Buon utente
Messaggi: 167
Iscritto il: 06/11/2019, 10:50

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Zacpi »

Spero riesca perlomeno ad eguagliare ciò che era Nuovo Orione, che penso si sia totalmente annullata diventando 'Cosmo'.
Stefano Armanini
Messaggi: 19
Iscritto il: 03/12/2021, 21:03

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Stefano Armanini »

Segni del destino?! Torno a fare l'astrofilo dopo vent'anni, e torna pure Coelum, che era nata quando ero in attività, tipo nel '95 o '96 o giù di lì.
Copia (ovviamente) prenotata!
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Tecnicamente dopo la rivista Coelum fondata da Guido Horn d'Arturo e pubblicata dal 1931 fino al 1986 e lo stampato distribuito per posta intitolato Neo Coelum (correva l'anno 1995), il nuovo corso di Coelum ha avuto inizio dalla scissione dalla fu rivista IL CIELO, pubblicata allora per i tipi dell'editore BIROMA.
Infatti il primo numero di Coelum altro non era che il numero di agosto 1997 della rivista IL CIELO (1996÷1999), che appunto quel mese non uscì, ricomparendo però poi in edicola il mese successivo, dove affiancò per un certo periodo (fino al 1999) le altre riviste di astronomia italiane di quel tempo: l'Astronomia, Nuovo ORIONE e Coelum.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
marco-prunotto
Buon utente
Messaggi: 184
Iscritto il: 03/04/2015, 15:42

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da marco-prunotto »

Salve a tutti,

ma io son andato sul sito della rivista e c’é un trafiletto che dice che la rivista sarà spedita a chi ha prenotato in Dicembre. Io francamente son stupito. Ma chi come me apprende solo ora, come diavolo fa a comprarne una copia? In un mondo in cui si possono comprare cammelli online mi sembra che la cosa parta con la professionalità commerciale che ha già contraddistinto le precedenti esperienze editoriali…

Auguri di buon natale ai navigatori celesti


Sent from my iPhone using Tapatalk
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

La prenotazione era aperta soltanto fino al 20 dicembre; un modo per riuscire a calibrare al meglio la tiratura, credo e anche per valutare l'interesse verso il nuovo corso di questa pubblicazione.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1106
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da vincenzo »

Il futuro, dipende dal suo posizionamento.
Se, dovesse essere "generalista", nessun futuro (esubero di offerta)
Se, "digital-fotografico" nessun futuro (esubero di offerta)
Se, "classic-visualista" forse si (dimensionato preliminarmente il mercato potenziale)
Ovvero, potrebbe soddisfare una domanda di nicchia che non ha più un'offerta (il format coerentemente, SOLO cartaceo è d'obbligo naturalmente)
Quindi dipende dalla professionalità dell'editore e del management...
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

qualcuno che ha prenotato la copia ha già ricevuto? al momento a me non è ancora arrivato nulla
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

qualcuno che ha prenotato la copia ha già ricevuto? al momento a me non è ancora arrivato nulla
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

La mia copia, subito acquistata a suo tempo, è arrivata puntuale il 25 gennaio, come da programma, ma finora l'ho soltanto sfogliata fugacemente, in quanto in questo periodo in altre faccende, affaccendato (e infatti insieme alla rivista, lo stesso giorno il corriere mi ha consegnato anche altro di meritevole di attenzione e anche in questo caso non ho avuto nè il tempo, nè la serenità per andare oltre ad una sommaria contemplazione di pochi minuti; il tempo di toglere il tutto dalla scatola, per poi subito dopo rimettercelo...).
La spedizione viene sistematicamente accompagnata da comunicazioni a mezzo email, che di fatto ne tracciano il movimento in tempo reale, che magari potrebbero in alcuni casi finire fra lo SPAM, dando la sensazione di un qualcosa di rimasto in sospeso.
Consiglio di verificare questa cosa, onde escluderne il caso.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Antonello66
Buon utente
Messaggi: 247
Iscritto il: 16/05/2021, 14:43

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Antonello66 »

Mi spiegate la scelta di spedirla a mezzo corriere? Piego di libri costerebbe meno… :?:
Zacpi
Buon utente
Messaggi: 167
Iscritto il: 06/11/2019, 10:50

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Zacpi »

A quanto ho letto su altri forum, Coelum cartacea è disponibile solo in abbonamento ed è bimestrale; il prezzo dovrebbe essere di 9.90 eur, e ad un primo giudizio non ha molt i articoli per astrofili, e forse non è neanche molto 'user friendly' riguardo effemeridi planetarie e/o mappe celesti mensili, cioè per intenderci presumo che non abbia l' impostazione che aveva Nuovo orione, che secondo me aveva tutto o quasi tutto quello che un astrofilo in genere cercava.
Ma chissà perché quella gloriosa rivista non si può più riproporre, ed io sinceramente non ne capisco i reconditi e misteriosi motivi, mi sembrava che avesse un discreto successo tra gli appassionati del settore; io ho quasi tutti i numeri pubblicati....
Stefano Armanini
Messaggi: 19
Iscritto il: 03/12/2021, 21:03

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Stefano Armanini »

Ricevuta, il corriere qui (non so altrove) è GLS e se l'è tenuta nell'hub per due giorni, non so per quale motivo; la consegna è avvenuta mentre non c'ero... nella cassetta delle lettere (sarò fortunato io ad averla grande, non so).
La rivista nel complesso non mi è piaciuta. Strana impaginazione, tipo "browser verticale", tanta astronautica, poca astrofilìa, non sembra essere uno strumento utile come speravo che fosse o per lo meno come intendevo io l'uso di una rivista-strumento ai tempi del vecchio Orione e Coelum stesso.
elettrico
Buon utente
Messaggi: 92
Iscritto il: 17/09/2011, 18:28

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da elettrico »

Perfettamente d'accordo con il commento precedente di Stefano Armanini, tranne per il "parcheggio" nell'hub (nel mio caso 4 giorni)...

Alberto
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Il giorno 11 gennaio u.s. ho ricevuto una email con oggetto AVVISO IMPORTANTE per la consegna a spiegazione delle modalità di recapito, sottolineando il fatto che la consegna è subordinata alla condizione per cui ALL’INDIRIZZO FORNITO PER LA SPEDIZIONE DEVE ESSERE PRESENTE QUALCUNO INCARICATO A RITIRARE IL PACCO, ricordando a questo proposito che il corriere, a differenza delle poste, non è autorizzato a lasciare il pacco incustodito, per cui è indispensabile quindi che all’indirizzo fornito in fase di prenotazione sia presente qualcuno autorizzato al ritiro.
Sinteticamente la modalità di consegna prevede:
•Appena partita la consegna con numero di vettura riservato ogni lettore riceverà una mail personalizzata all’indirizzo email fornito in fase di acquisto con avviso di consegna in 24 ore per l’Italia e massimo 48 ore per le isole.
•Nella mail è a disposizione un link per contattare con il corriere e comunicare eventuali esigenze.
•La redazione non sarà autorizzata a modificare l’indirizzo di consegna una volta partito il pacco.

Riguardo alla rivista, mi aspettavo qualcosa che rispecchiasse un legame con le ultime uscite dematerializzate in formato digitale, scaricabili dal web (l'ultimo numero è stato il 251 del 2021) e in effetti l'impostazione attuale (N° 254) è più o meno quella, soltanto che la parte dedicata alle effemeridi è ora diluita in un bimestre e quella con vocazione più astrofila è sopraffatta da astronautica et similia, che in effetti sono un po' gli argomenti principali che vengono sviluppati dalle nuove riviste di astronomia oggi in edicola.
Le belle foto comunque non mancano.

Diciamo che i tempi delle riviste del calibro di COELUM (di Guido Horn D'arturo), ORIONE (edito dalla casa editrice IL CASTELLO), l'ASTRONOMIA, ASTRONOMIA 2000 (che fu una vera e propria meteora nel panorama editoriale degli anni '80), NUOVO ORIONE, IL CIELO (edito da BIROMA, che fu antesignano a COELUM del nuovo corso, che per qualche tempo lo affiancò sul mercato come concorrente), COELUM (pubblicato in formato cartaceo fino al N° 195 e che dal numero 196 di gennaio 2016 è satato disponibile GRATUITAMENTE direttamente online su tutte le piattaforme, o scaricabile in formato pdf fino a febbraio del 2021) e LE STELLE (la nuova avventura editoriale portata avanti da Corrado Lamberti e Margherita fuoriusciti da l'ASTRONOMIA) sono finiti ormai da un bel pezzo.
Per quanto mi riguarda, l'accoppiata l'ASTRONOMIA - ORIONE ha segnato un'epoca, essendo di fatto queste due pubblicazioni allora perfettamente complementari, senza che l'una escludesse l'altra.
Gìà con l'avvento di NUOVO ORIONE le cose lentamente cominciarono a cambiare (correva l'anno 1992), anche se ciò divenne palese ai più soltanto agli inizi del nuovo millennio.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1106
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da vincenzo »

Da leggere quanto scritto sopra e che traduco:

"Se non ne sai di marketing, lascia stare che perdi soldi..."
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...
Zacpi
Buon utente
Messaggi: 167
Iscritto il: 06/11/2019, 10:50

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Zacpi »

Sarà anche vero che bisogna conoscere il marketing, ma vorrei proprio sapere se veramente Nuovo Orione negli ultimi anni ci rimetteva soldi, come è tutto da dimostrare che riviste come Cosmo li possano guadagnare e stare in piedi, idem per Coelum.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Per capire l'evoluzione/deriva che c'è stata, sarebbe bello se un giorno nascesse un progetto come per esempio INTRONI, MC MICROCOMPUTER, PC PROFESSIONALE, READY 64, AMIGA MAGAZINE, ecc., che ospiti tutte le uscite delle riviste di astronomia (L'ASTROFILO fondata e diretta dal CAP. ISIDORO BARONI 1900-1907, COELUM di Guido Horn D'Arturo (1879-1967) 1931-1986, ORIONE fondata nel 1977 dall'astronomo Walter Ferreri, l'Astronomia fondata dall'astronoma Margherita Hack e dal prof. Corrado Lamberti 1979-2008, ASTRONOMIA 2000 direttore tecnico Marco Milani dal n.1 (ottobre 1983) al n.10 (luglio/agosto 1984), NUOVO ORIONE 1992-2019, IL CIELO 1996-1999, COELUM pubblicato in formato cartaceo dal N°1 del 1997 fino al N° 195 e che dal numero 196 di gennaio 2016 è diventato disponibile GRATUITAMENTE direttamente online su tutte le piattaforme, o scaricabile in formato pdf fino a febbraio del 2021, LE STELLE nata su iniziativa di Margherita Hack e di Corrado Lamberti poco dopo le dimissioni da parte di entrambi dalla rivista L'Astronomia, per divergenze di carattere editoriale 2002-2019).
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2205
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Angelo Cutolo »

Secondo me sarebbe un'ottima idea, queste riviste sono praticamente la storia dell'astronomia italiana, ma a parte il (grosso) lavoro di digitalizzazione, sarebbe da capire la questione copyright, se non vi fossero problemi da questo punto di vista o perlomeno i permessi dai legittimi proprietari (in considerazione che gra parte delle testate più anziane, non sono più reperibili), si potrebbe anche fare.

Ricordo che Coelvm in una collana di 9 o 10 CD oltre ad altri contenuti, offriva le annate della rivista in pdf (io ho solo i nn 1,2,3 e 5 con le annate 97/98, 98/99, 99/2000 e 2001/2002), queste potrebbero essere recuperate in toto (da chi possiede tutti i CD della collana), previo permesso dellla testata stessa (sul loro sito non vedo la disponibilità all'accesso libero delle vecchie annate), non so se altre testate abbiano già disponibile un simile archivio, ad esclusione di quelle gratuite già offerte in pdf tipo "l'Astrofilo 2.0" ed altri.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

L'ostacolo più grande in effetti è il copyright (MC MICROCOMPUTER docet).
Scansionare testi ormai non è più una cosa complicata.
Originali disponibili e tempo permettendo; naturalmente.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2205
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Angelo Cutolo »

Sarebbe da informarsi, almeno per le più vecchie (e irreperibili).
Penso che L'ASTROFILO (ammesso di trovare chi l'abbia ancora) non abbia problemi di copyright avendo superato non di poco i 75 anni.

Per COELUM originale, immagino si debba contattare gli eredi di Guido Horn D'Arturo oppure la casa editrice (che immagino ne abbia acquistato il "marchio") che pubblico COELUM dal 1997.
Per quest'ultima vedo dal loro nuovo sito, che hanno intenzione di rendere disponibili gratuitamente i vecchi numeri precedenti al 2016 [link], se loro stessi riuscissero a rendere disponibili le "vecchie" annate dal '31 all'86 sarebbe oro.

Per ORIONE di Ferreri, come per COELUM, si dovrebbe vedere se la proprietà è ancora di Ferreri (in quel caso credo che una persona come lui, non avrebbe problemi a dare tutti i permessi del caso), oppure se il "marchio" sia stato acquistato da NUOVO ORIONE. O magari se il tutto è ancora di "Gruppo B editore" che possiede (o possedeva) anche LE STELLE, ricordo le chiuse entrambe a favore della rivista COSMO (che onestamente non so poi che fine abbia fatto).

Per L'ASTRONOMIA non saprei nemmeno chi contattare per eventuali permessi di riproduzione, sia la Hack che Lamberti sono scomparsi e la Media Presse non so se esista più.

Comunque, se un progetto del genere dovesse vedere la luce, io de L'Astronomia ho tutti i numeri (296), speciali, allegati, calendari, ecc, mentre di Le Stelle i primi 60 numeri.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
rigel
Buon utente
Messaggi: 843
Iscritto il: 31/08/2012, 13:44

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da rigel »

vincenzo ha scritto: 30/01/2022, 6:43 Da leggere quanto scritto sopra e che traduco:

"Se non ne sai di marketing, lascia stare che perdi soldi..."
Penso che anche il posizionamento "classic-visualista" non permetta alcuna possibilità di speranza per il futuro....bacino di utenza ormai ridicolo nei numeri.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

La rivista COELUM spiegata dalla redazione:

Pausa caffè con Coelum _ sfogliando la rivista
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

Arrivata ma sono via, quindi devo ancora leggerla;visto il video, vedremo....
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

Non mi è piaciuta nel tipo di contenuti. Preferivo infinitamente di più l'impostazione concettuale della versione dematerializzata che trovavo stupenda (ovviamente in cartaceo con un numero di pagine più che dimezzato, s'intende); questa mi ha dato più una sensazione di pelle di rotocalco astronomico con un'implicita certificazione di morte del visuale (prevalentemente demandato al sito che continuerò a frequentare). Però se le tendenze di mercato sono queste, così è e si accetta. Mi rileggerò qualche articolo delle vecchia versione digitale di cui ho tenuto tutti i PDF. Peccato.
Comunque l'iniziativa, per il coraggio e il valore culturale manifestato per il cartaceo, meritano un plauso senza riserve.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Sono d'accordo con Piero.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9271
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piergiovanni »

vincenzo ha scritto: 25/12/2021, 8:48 Il futuro, dipende dal suo posizionamento.
Se, dovesse essere "generalista", nessun futuro (esubero di offerta)
Se, "digital-fotografico" nessun futuro (esubero di offerta)
Se, "classic-visualista" forse si (dimensionato preliminarmente il mercato potenziale)
Ovvero, potrebbe soddisfare una domanda di nicchia che non ha più un'offerta (il format coerentemente, SOLO cartaceo è d'obbligo naturalmente)
Quindi dipende dalla professionalità dell'editore e del management...
Mi auguro che tutti i lettori di Coelum non facciano come i lettori italiani di Binomania, perchè chiuderebbero in due giorni :mrgreen:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 935
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Samuele »

piergiovanni ha scritto: 13/02/2022, 12:26 ....
Mi auguro che tutti i lettori di Coelum non facciano come i lettori italiani di Binomania, perchè chiuderebbero in due giorni :mrgreen:
A mio avviso il problema è un po' generale per tutta la carta stampata, compresa l'editoria professionale specializzata.
Nell'era di internet, dei cellulari, delle piattaforme multimediali, tutto si sposta nel mondo digitale, per cui la scelta di questa rivista è una controtendenza che delle due l'una: o non ha una indagine di mercato a monte o cerca d'intercettare l'esigenza di lettori che amano collezionare.
Quanto alla tua osservazione Pier, io vedo persone che non hanno interesse ad approfondire e quindi non hanno stimolo a spendere, ed anche qui non vorrei sbagliare ma credo che nel mondo digitale siano le aziende a muovere i soldi, ricompensando chi in qualche modo riesce a pubblicizzare il loro prodotto, e non i clienti che invece perseguono l'obiettivo del massimo risparmio al minimo costo, anche in termini d'investimento intellettivo.
Questo ovviamente non esclude che qualcuno riesca ad inventare una strada nuova, creando qualcosa di così interessante ed esclusivo da spingere gli utenti ad acquistare. :thumbup:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9271
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Vincenzo, il fatto era riferito ai suggerimenti passati, quando alcuni lettori mi proposero di lavorare a un mensile in formato pdf. Per fortuna non ho perso tempo a prepararlo. La mia esperienza con gli iscritti al Club di Binomania e alle donazioni (per il 95% fatte da americani, inglesi e tedeschi) è la dimostrazione che nessuno ha voglia di spendere qualche euro per avere contenuti originali e spero esaustivi. Tale problematica me la anticipò negli anni Duemila un noto direttore di rivista dopo aver visto il modus operandi di parte della concorrenza: "Arriverà un giorno in cui i lettori vorranno tutti gratis, ma chi ha concesso loro questa piacevole possibilità, prima o poi non sarà in grado di mantenere le promesse e dovrà tornare sui propri passi con evidenti problemi"
Di contro, però, è quasi obbligatoria la risposta a tutti sempre, dovunque e comunque, anche a mezzanotte o il 25 di Dicembre alle ore 13.
L'altro giorno stavo controllando la posta dei lettori: ci sono persone che nel 2021 mi hanno inviato oltre cinquanta email a testa, spesso con insistenza e spesso lamentandosi del fatto che rispondessi in ritardo. Or bene, tra questi "assidui" non ce ne è stato uno che abbia donato un caffè a binomania.it per supportare il mio lavoro. Ringrazio, ovviamente i pochi lettori che da anni supportano Binomania.
Se poi calcoli tutti quelli che hanno problemi con i vintage, che vogliono stime , preventivi per riparazioni (che io devo smistare per i riparatori che collaborano con me, senza ovviamente mai guadagnare un euro a riguardo...) comprenderai che le ore perse si accumulano.

Anche per questo motivo ho creato il CLUB, per dare la prelazione (risposte, telefonate, scontistica delle aziende) a chi supporterà maggiormente il mio lavoro. Infatti i soci del Club non leggono maggiori recensioni ma hanno una serie di servizi che prima facevo praticamente gratis sul gruppo WhatsApp Classico e che ora non riuscirei piu' a gestire. Comprenderai quindi che un conto è la creazione di contenuti, un conto è fare consulenza gratis per ore e ore durante l'anno. Risponderò ancora agli appassionati ma dopo aver aiutato i soci del Club e dopo aver lavorato quotidianamente alla produzione di recensioni.
Riguardo il sostentamento familiare, per me sarebbe molto facile cambiare attività: ho già ricevuto almeno tre proposte come ambassador o come consulente dei manager di produzione a cifre decisamente interessanti, compreso anche un trasferimento all'estero, ma sto "tenendo duro" per fornire un servizio imparziale multi-settoriale anche perchè adoro fare questo lavoro. Vedremo se questo modus operandi trarrà i frutti, per ora rispetto allo scorso anno i lettori sono aumentati anche grazie al nuovo gruppo Facebook "visori termici, visori notturni e fototrappolaggio" che in tre mesi vanta già quasi 7000 iscritti.
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

piergiovanni ha scritto: 14/02/2022, 11:21 Riguardo il sostentamento familiare, per me sarebbe molto facile cambiare attività: ho già ricevuto almeno tre proposte come ambassador o come consulente dei manager di produzione a cifre decisamente interessanti,
perdio, che aspetti…...
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Zacpi
Buon utente
Messaggi: 167
Iscritto il: 06/11/2019, 10:50

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Zacpi »

Queste considerazioni fatte da Piergiovanni molto probabilmente rispecchiano la triste realtà, per cui tutti pensano di poter disporre gratis di qualsiasi informazione senza dover pagare nessuno; è ovvio però che finirà che nessuno produrrà più nulla di valido sapendo di non essere pagato.
Coelum ha pensato bene di obbligarci a fare un abbonamento per garantirsi un minimo di guadagno, ma così facendo a mio avviso si è anche preso un impegno morale preciso, cioè quello di dover anche garantire uno standard qualitativo minimo nei confronti dei suoi lettori che sa anche bene chi sono, e scusatemi se lo dico, quello standard dovrebbe essere almeno ai livelli che ritengo alti tecnicamente e culturalmente che aveva Nuovo Orione o l'Astronomia, lasciando perdere le gesta dei 'miliardari spaziali' del tipo Musk o Branson o altre notizie prettamente nozionistiche a carattere aerospaziale tipiche di Cosmo.
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3882
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piero »

Più passa il tempo e più mi pare che la "vera" rivista sia sul sito https://www.coelum.com/
Personalissima opinione, come sempre
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9271
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Piero, la mia esperienza con il cartaceo è limitata ad alcuni mensili anche "non astronomici" e sono ben consapevole di come si possa facilmente parlare di migliaia di copie anche se poi la maggior parte di esse vanno al macero. AI tempi era prassi stampare, vendere pochissimo e gettare, grazie ai fondi all'editoria. Coelum sta proponendo una rivista "a edizione limitata" perchè non ha voluto, giustamente, rischiare di avviare un forte volume di stampa.

Attualmente il cartaceo si deve scontrare con i siti web specializzati. Se posso confidarti un segreto, da quando sono giornalista professionista e ho aperto la partita iva, la maggior parte degli editori "sono scappati" perché devono pagarmi di piu' della maggior parte dei collaboratori che lo fanno per mera passione o nel tempo libero. Se vuoi divertirti, vai a spulciare nelle redazioni delle riviste on-line e vedrai che su 40 persone che collaborano, solo 4,5 sono giornalisti.

Di contro sempre piu' aziende vogliono inviare in fase di test i prodotti per vari motivi, uno fra tutti la velocità nella produzione dei contenuti che non deve sottostare alle lungaggini della stampa. Ho in casa alcuni prodotti che usciranno a breve e di cui potro' già mostrarvi le impressioni sul campo. Un modus operandi impossibile da gestire nel cartaceo.

Binomania attualmente viaggia su circa 75000 lettori al mese e 40.000 visualizzazioni su YouTube, si fa presto a dire "se solo ti dessero un euro a testa saresti a posto". Il problema, lo ripeto, è che il lettore ormai è abituato a cercare il contenuto gratis e se non lo trova scappa. Per tale motivo, in molti casi, i contenuti in qualsiasi settore stanno peggiorando, proprio per motivi economici. A volte, i miei colleghi del cartaceo lavorano per scrivere un pezzo che sarà pagato dopo tre mesi, 8 euro! Sono necessariamente costretti a scriverne molti ogni giorno... e per varie riviste. Ciò avviene elaborando tutto in modo frettoloso e raffazzonato, spesso copiando quanto scritto dai quotidiani stranieri. Io ho rifiutato un altro manuale commissionato da un editore per la mole di lavoro e la paga bassissima, a tal punto meglio auto-pubblicarlo su Amazon.

Penso che prima o poi ci sarà un "risveglio" e le persone comprenderanno che alcuni contenuti vanno pagati. Un po' come la moda degli influencer, prima tutti a seguirli, ora molti comprendono che non ci si possa fidare molto di una persona pagata per parlare bene solo di un prodotto se non addirittura di mostrarlo semplicemente con una foto su Instagram. Ad esempio, io ho saputo, che alcuni appassionati che seguivano il gruppo WhatsApp se la sono presa per la mia dipartita, avvenuta per dare contenuti " a pagamento" ai membri del Club che sostengono binomania. Dovrebbero pensare che, ad esempio, i negozianti esperti o pseudo esperti non danno mai consigli gratis, alla fine vendono il loro prodotto e ci guadagnano, anche se talvolta passano da meri dispensatori di saggezza.. Io non vendo nulla, ma devo ottimizzare il tempo e premiare i lettori che investono nel mio lavoro. Chi mi suggerisce di attingere direttamente e unicamente alle aziende del settore sa che spesso non è possibile, perché molti vogliono marchettari o ambassador pagati per dire soltanto ciò che interessa alla azienda. Penso siano note le due, tre querele ricevute anni fa da note aziende settore o la dipartita di una notissima azienda solo per aver citato un difetto in un loro Top di Gamma.
Per fortuna non tutte le aziende lavorano in questo modo, ma è ovvio che la partecipazione attiva dei lettori sia fondamentale. Qualche "collega" che gestisce blog di strumenti ottici, inoltre, e che ha indirettamente ironizzato su chi "fa l'elemosina" dovrebbe comprendere che un conto è scrivere 5,6 articoli all'anno e fare un altro lavoro, un conto è farlo di professione.
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8531
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da -SPECOLA-> »

Quanti retroscena che leggo...
Riguardo a COELUM, da parte mia ho fatto presente cosa non mi è piaciuto, anche rispondendo ai questionari che ho ricevuto.
La penso un po' come Piero, sul web c'è molto di quel che manca sulla carta, però come ho fatto presente alla redazione di COELUM, è proprio questo il punto, perché io preferirei trovare quei contenuti fra le pagine di carta della rivista.
La verità è che purtroppo le tematiche trainanti per l'editoria di carattere astronomico, al giorno d'oggi sono abbastanza distanti ed estranee a quelle particolarmente interessanti per l'osservatore visualista.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Gonariu
Buon utente
Messaggi: 55
Iscritto il: 28/06/2021, 23:09

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Gonariu »

Leggendo quest'ultimo intervento sull'argomento ho pensato alle domande che mi pongono i miei studenti delle magistrali riguardo all'astronomia (insegnando fisica al triennio delle ex magistrali e la cosa si presta). Esse sono sopratutto sui viaggi spaziali su Marte e quello che ci gira intorno ma molto di meno su altri argomenti che invece interessano di più l'astrofilo. Si capisce quindi la scelta editoriale della casa editrice della rivista "Cosmo" che, ad esempio, dà molto risalto ad Elon Mask ed ai suoi ambiziosi progetti di andare su Marte che tutti noi sappiamo che resteranno ancora fantascienza per tanti anni, ma questo non lo sa il grande pubblico al quale invece intressano poco e niente tematiche a cui chi è appassionato di astronomia ci tiene di più delle "maskate". Certamente la rivista "Cosmo" si trova, almeno teoricamente, ad avere un pubblico più ampio ma essa sta alle vecchie riviste (Nuovo Orione, Le stelle, L'astronomia e Coelum prima che diventasse online) come "Focus" sta a "Le scienze"; è una rivista che poco mi attira e compro qualche volta. Mi sono tenuto tutti i numeri delle vecchie riviste dette prima sulle quali trovo articoli che mi possono servire come insegnante, ne ho passato uno quest'anno ad una collega di italiano che in una classe stava trattando Galileo come esempio di prosa scientifica. Riguardo a Coelum sto pensando di fare l'abbonamento colla carta del docente, vediamo se è ancora una rivista che almeno in parte conserva i pregi di quella di un tempo.
rigel
Buon utente
Messaggi: 843
Iscritto il: 31/08/2012, 13:44

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da rigel »

Difficile fare proseliti in una attività dove poi non hai campi/palestre dove praticarla...........tanti anni fa andavi nelle scuole, introducevi gli argomenti, spiegavi le cose "strane" per la nostra "mente terrestre"...poi li portavi fuori di notte, anche vicino alla città, e gli facevi vedere direttamente con i loro occhi i fotoni partiti 2 milioni di anni fa dalla galassia di Andromeda, quello che rimaneva di una stella esplosa nel 1054, gli ammassi globulari spiegandogli che dentro a quella sfera le distanze tipiche delle stelle, riducendole alle dimensioni di una nocciolina, era di circa 500 km, le nebulose con all'interno le stelle che stanno nascendo da quella materia.........oggi?.........come fai a far esplodere la curiosità nelle menti dei ragazzi?....stando davanti al pc?......
Gonariu
Buon utente
Messaggi: 55
Iscritto il: 28/06/2021, 23:09

Re: Coelum Astronomia Torna in versione cartacea

Messaggio da Gonariu »

Le cose non sono così negative. Fino alla prima "galera totale" (o "lockdown") facevo vedere la Luna ai miei studenti la sera mettendomi in una piazza molto ampia di Nuoro, chi veniva (non tanti) erano gli studenti delle classi più rompiscatole, le classi modello non si facevano vedere ...... Anche alle assemblee d'istituto, portando il Travelscope 70 della Celestron e facendo vedere il Sole per proiezione, un certo numero di studenti si avvicinava per vedere; una di quelle volte un mio carissimo alunno, diplomatosi alcuni anni fa, mi aveva fatto da assistente.
Rispondi