Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

I craterini di Plato, la storia infinita

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 03/10/2019, 17:46

Visto che l'argomento di tanto in tanto salta fuori vi ricordo che nel forum ne abbiamo già parlato diverse volte, se fate una ricerca con "plato" oppure "craterini" potete trovare qualche vecchia discussione... chissà perché la funzione "cerca" è come se non esistesse, non la usa quasi nessuno.

In rete si trovano diverse immagini del cratere con le misure in chilometri ma queste non sempre sono in accordo tra loro quindi consideratele con una certa prudenza. Per quanto riguarda i maggiori io mi fido delle misure di Dragesco: 1.5 (secondi d'arco) - 1.35 - 1.2 - 0.9 - 0.75 alla distanza media e alla librazione media della Luna, vedete bene quanto sono piccoli gli altri. Con aperture dell'ordine dei 20 cm se ne possono vedere o intravedere 10 o 12 ma bisogna osservare in condizioni molto diverse per vederli tutti, alcuni sono più facili con illuminazione alta, altri no, di alcuni si può vedere solo lo spot di albedo. Dragesco scrive che se si riesce a vedere l'ombra all'interno (dei maggiori) allora si è raggiunta una definizione tra 0.7 e 0.35 secondi.

Per interpretare in termini di dimensione angolare le dimensioni in chilometri si può fare ricorso a questa tabella di conversione tratta da http://www.cityastronomy.com/crater-sequence.htm:
Craterlet size resolvable as a craterlet/depression, not an undifferentiated spot:

3.8-4km = ~2" arc best seeing/resolution
2.8-3km = ~1.5"
1.8-2km = ~1.0"
1.75-1.5km = 0.8"
1.3km = 0.7"

Above based upon mean lunar diameter where 1.86km = 1.0"arc. Resolution of craterlets as undifferentiated spots will be higher by a factor of at least 2 from the above figures, depending on local contrast.
Su The Moon di Wilkins & Moore c'è un'appendice curata da Ewen Whitaker - uno dei grandi selenologi del XX secolo, non un pirla qualunque - con questa tabella
whit tab.jpg
a voi il piacere di convertire le unità di misura :lol:

qualche link:
https://www.cloudynights.com/topic/1639 ... esolution/
https://www.cloudynights.com/uploads/mo ... 068438.jpg
Allegati
Plato_Craterlet_diameters_LO4127.jpg
https://the-moon.us/wiki/File:Plato_Craterlet_diameters_LO4127.jpg
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9153
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da piergiovanni » 03/10/2019, 18:28

Ciao Raf, quindi , ricapitolando, quanti se ne dovrebbero vedere con un umilissimo 150 mm non ostruito nella stessa sera?
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/user/forumbinomania/
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
Dob
Buon utente
Messaggi: 470
Iscritto il: 21/05/2012, 16:12

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Dob » 03/10/2019, 18:37

Il mio thread di riferimento per i craterini di Plato è da sempre questo:

https://www.cloudynights.com/topic/3484 ... ntry450105

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 03/10/2019, 19:46

Sì, era già stato linkato anche qui anni fa - nessuno guarda mai i vecchi thread... - però il link che ho indicato io è più recente e ci sono dei dettagli in più, molto interessanti.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 03/10/2019, 20:07

piergiovanni ha scritto:
03/10/2019, 18:28
Ciao Raf, quindi , ricapitolando, quanti se ne dovrebbero vedere con un umilissimo 150 mm non ostruito nella stessa sera?
se il 150 è un rifrattore a lungo fuoco non lo chiamerei umilissimo... :lol:

comunque, difficile a dirsi, ci sono molti fattori in gioco. Facciamo due conti, un 150 mm ha 0.9 secondi di P.R., ciò vuol dire che riesce a distinguere - percependone la dimensione - crateri di circa 1.6 - 1.7 km. Se prendiamo per buone le misure che ci sono nell'immagine allegata al messaggio d'apertura vediamo che in Plato ce n'è sei di quella dimensione o più grandi. L'osservatore lunare con una discreta esperienza riesce a riconoscere anche crateri un pochino più piccoli, quindi alla fine se ne vedranno di più, se poi si considerano crateri anche quelli che non si vedono come tali ma si "capisce" che sono crateri si arriva facilmente alla dozzina.

La tabella di Whitaker è più conservativa e anche le misure di Dragesco, vai a sapere chi ha ragione. Anche la librazione e la distanza della Luna possono fare una grossa differenza, se Plato è visto molto di scorcio è più difficile vedere i craterini interni.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7755
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da -SPECOLA-> » 03/10/2019, 21:18

Sì, ok.
I nove craterini dell'altra discussione però precisamente quali sono?
Giusto per capire; perché nella foto Plato craterlets to 0.90 km diameter se non conto male ce ne sono 28.
Non sono un grande osservatore lunare, però quando mi sono dedicato a Plato, il collo di bottiglia è sempre stato solamente il seeing.
Premetto però che il mio telescopio rifrattore più grande, anche se ne reputo buona l'ottica, è un comune 6" F8 cinese e quando è capitato un confronto fianco a fianco con altri telescopi, i medesimi a parità di qualità e apertura non erano molto più lunghi; anzi spesso erano più corti.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7755
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da -SPECOLA-> » 03/10/2019, 21:24

Raf584 ha scritto:
03/10/2019, 17:46
Con aperture dell'ordine dei 20 cm se ne possono vedere o intravedere 10 o 12 ma bisogna osservare in condizioni molto diverse per vederli tutti, alcuni sono più facili con illuminazione alta, altri no, di alcuni si può vedere solo lo spot di albedo.
Raf584 ha scritto:
03/10/2019, 20:07
Facciamo due conti, un 150 mm ha 0.9 secondi di P.R., ciò vuol dire che riesce a distinguere - percependone la dimensione - crateri di circa 1.6 - 1.7 km. Se prendiamo per buone le misure che ci sono nell'immagine allegata al messaggio d'apertura vediamo che in Plato ce n'è sei di quella dimensione o più grandi. L'osservatore lunare con una discreta esperienza riesce a riconoscere anche crateri un pochino più piccoli, quindi alla fine se ne vedranno di più, se poi si considerano crateri anche quelli che non si vedono come tali ma si "capisce" che sono crateri si arriva facilmente alla dozzina.
Facendo lo stesso ragionamento fatto per il 15 cm, nel 20 cm si supera sensibilmente la soglia dei 10 o 12 craterini all'interno di Plato.
Giusto?
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 04/10/2019, 9:14

Non so che affidabilità attribuire a quelle dimensioni riportate nell'immagine di Plato, io le prenderei con le molle. Se ho tempo ripeterò le misure per conto mio.
-SPECOLA-> ha scritto:
03/10/2019, 21:24
Facendo lo stesso ragionamento fatto per il 15 cm, nel 20 cm si supera sensibilmente la soglia dei 10 o 12 craterini all'interno di Plato.
in pratica bisogna osservare in molte condizioni diverse per poter fare la conta di quanti se ne vedono, non basta un'unica sessione osservativa.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7755
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da -SPECOLA-> » 04/10/2019, 11:11

OK,
ti ringrazio Raffaello.
Ultima modifica di -SPECOLA-> il 04/10/2019, 11:34, modificato 2 volte in totale.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 04/10/2019, 11:29

Raf584 ha scritto:
04/10/2019, 9:14
Non so che affidabilità attribuire a quelle dimensioni riportate nell'immagine di Plato, io le prenderei con le molle. Se ho tempo ripeterò le misure per conto mio.
sto rifacendo le misure sulle immagini LROC, come pensavo non ce n'è una giusta.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7755
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da -SPECOLA-> » 04/10/2019, 11:34

Ok; interessante.

Nelle foto ad alta risoluzione del Photographic Lunar Atlas, è difficile riuscire a contare facilmente anche soltanto 9 di quei craterini che si trovano all'interno di Plato.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1948
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Angelo Cutolo » 04/10/2019, 11:35

Pare abbiano messo a disposizione vecchie immagini lunari pre-missioni Apollo di eccezionale dettaglio, vedete se ne trovate una di plato. ;)

Articolo ► https://attivissimo.blogspot.com/2019/0 ... dalla.html
Siti con le immagini ► http://moonviews.com/ & https://pds-imaging.jpl.nasa.gov/data/lo/LO_1001/DATA/
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

Avatar utente
Dob
Buon utente
Messaggi: 470
Iscritto il: 21/05/2012, 16:12

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Dob » 04/10/2019, 11:49

Raf584 ha scritto:
04/10/2019, 9:14
in pratica bisogna osservare in molte condizioni diverse per poter fare la conta di quanti se ne vedono, non basta un'unica sessione osservativa.
son d'accordo. Anche se forse il massimo di visibilità di questi particolari si raggiunge 2 giorni dopo il primo quarto è anche vero che con luce più alta ( anche con la luna piena) vengono fuori tante piccole macchiette luminose.

Per quanto riguarda le dimensioni dei singoli craterini bisogna tenere conto che dal perigeo all'apogeo queste dimensioni cambiano di qualche decimo di secondo d'arco e questo potrebbe fare la differenza per craterini al limite della risoluzione dello strumento usato

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6816
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Raf584 » 04/10/2019, 12:47

Per questo voglio prima rimisurare i crateri in chilometri, poi da lì le dimensioni apparenti si ricavano.

Più che la distanza conta la librazione, nel caso di Plato fa una differenza enorme.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie

Avatar utente
Dob
Buon utente
Messaggi: 470
Iscritto il: 21/05/2012, 16:12

Re: I craterini di Plato, la storia infinita

Messaggio da Dob » 04/10/2019, 18:40

Si, hai ragione. Per quanto riguarda la differenza di dimensioni dei craterini tra perigeo e apogeo è solo di 1/10 secondo d'arco per cui irrilevante....ricordavo male o mi sono confuso con qualcos'altro...

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”