Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Marte 2020

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 11/08/2020, 15:04

Osservazione di stamattina, trasparenza scarsa ma seeing buono come da previsioni anche se non eccelso, diciamo un po' meno che nell'osservazione del 19 luglio. Alla fine ho optato per questa strategia, che ha funzionato bene e magari potrebbe funzionare anche per voi:

- osservare per la maggior parte a ingrandimenti medio-alti (350x nel mio caso), disegnando le macchie di albedo con filtro rosso 23A e le nubi bianche con l'80A.

- sperare nel fondo cielo chiaro e nella calma prima dell'alba per qualche zoomata al massimo ingrandimento utile (per me 440x e 520x) sui dettagli piu' interessanti ma anche piu' tosti, come il contorno e i dettagli interni della calotta polare. Le condizioni si sono puntualmente verificate.

Macchie di albedo sempre attenuate per la polvere in sospensione, ma qualche nube bianca si notava: limb brightening molto pronunciato, nebbie su Elyisium presso il lembo SW e la solita "grisaille" (il termine francese mi sembra specialmente adatto) che forma il cappuccio polare N.

Ho allegato uno zoom del mio "best guess" per la calotta polare, una volta mi e' sembrato di osservare che il lato E della calotta (a sx) scendeva a formare una specie di uncino, ma non sono stato in grado di confermare. La parte piu' brillante della calotta sembrava debordare, ma si trattava sicuramente di un'illusione ottica. Resti della calotta sul lato W difficili da definire, perche' il limb brightening interferiva parecchio da quella parte. Dai non fatemi sentire solo :wave:

Ivano
Allegati
20200811_0925_dalp.JPG
20200811_0925_dalp_notes.JPG
20200811_0925_dalp_SPC.JPG
20200811_0925_dalp_SPC.JPG (81.7 KiB) Visto 877 volte
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 25/08/2020, 17:39

Osservazione di stamattina, purtroppo mi sono fidato del mio orologio biologico (anche perche' mia moglie non apprezza che usi gli altri) e mi sono alzato un po' tardi, mi restava solo poco piu' di mezz'ora prima che Marte scomparisse dietro il tetto.

Seeing buono anche se non ottimo, ho disegnato le macchie di albedo a 350x con il filtro 23A che mi ha fatto guadagnare almeno un gradino nella scala Antoniadi. Si notavano dettagli anche molto fini ma ho dovuto fare in fretta. Tra l'altro, sto usando una tecnica che ho sviluppato alcune opposizioni fa e rende a Marte un aspetto "nervoso" che non sembra molto adatto alle dimensioni generose e al seeing generalmente buono di quest'estate.

Purtroppo avevo appena cominciato a "zoomare" sulla calotta a 440x quando ho dovuto smettere, quella parte del disegno e' appena abbozzata. Si notavano pero' facilmente dei residui di calotta e credo delle nubi che stazionavano nei paraggi. Non erano parte del limb brightening perche' quest'ultimo era praticamente assente, il lembo era piu' brillante ma ancora di colore arancione anziche' bianco, al contrario di queste (presunte) nubi e del cappuccio polare nord grigio nell'emisfero opposto. Da notare anche che la calotta appariva abbastanza uniforme, non ho notato all'interno delle zone piu' brillanti come in altre occasioni (in cui pero' ho avuto seeing nettamente migliore).

dia = 17.9
Ls = 265
Tilt geocentrico = 18
Tilt eliocentrico = 25

Ivano
Allegati
20200825_0900_dalp.JPG
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7757
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Marte 2020

Messaggio da -SPECOLA-> » 28/08/2020, 23:22

Un'osservazione comunque fruttuosa, considerato che il disco di Marte ha dimensioni di poco maggiori di quelle del globo di Saturno.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 29/08/2020, 4:38

Si ma non c'e' paragone quanto a ricchezza, varieta' e contrasto dei dettagli, anche quando sono offuscati da un'atmosfera "polverosa" come in questo periodo. E' sempre impressionante quanto si riesce a vedere sul disco di Marte se il seeing appena collabora.
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7757
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Marte 2020

Messaggio da -SPECOLA-> » 29/08/2020, 22:43

Sono d'accordo.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Mario De Caro
Messaggi: 43
Iscritto il: 29/08/2019, 12:23

Re: Marte 2020

Messaggio da Mario De Caro » 30/08/2020, 16:46

Posto uno schizzo del pianeta rosso osservato la mattina del 26 agosto alle 4:30 ora locale
Seeing lll a tratti ll e ottima trasparenza.
Lo strumento utilizzato è il DK 250 di casa Northek focale 5000 portata a 6250 con un correttore 1.25x baader , torretta e orto fujiyama 12.5mm
È un ottimo "esecutore" planetario : a fronte di un ingombro di un metro per 18kg , ha nella lavorazione degli specchi , nell'abbattimento della luce diffusa e nell'ostruzione contenuta entro il 24% i suoi punti di forza che lo pongono un gradino al di sopra del mio pur ottimo rifrattore apocromatico officina stellare da 6 pollici.
Ritornando alle impressioni di quella nottata ricordo lo scarso contrasto dei dettagli superficiali e le tenui variazioni di albedo attorno ad Hellas e quelle del mare tyrrenum , della syrte e nel lato seguente , del sinus saboeus , hellespontus a sud e del mare serpentis alle medie latitudini.
20200828_141546_copy_600x800.jpg

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 31/08/2020, 13:06

Bella e molto gradevole la resa grafica. Di sicuro un grande telescopio per i pianeti, non mi stupisce che sia superiore a un rifrattore da 15cm (anche se Marte secondo me tende a privilegiare questi ultimi).
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Mario De Caro
Messaggi: 43
Iscritto il: 29/08/2019, 12:23

Re: Marte 2020

Messaggio da Mario De Caro » 31/08/2020, 15:05

Grazie dell'apprezzamento Ivano!
È molto difficile fare valutazioni su due strumenti così diversi perché , come sai, andrebbero provati in contemporanea e io non ho due montature ....
Ma ricordo bene una sera che ho provato prima l'uno e poi l'altro su Giove aver visto più dettagli e un immagine cromaticamente più satura nel DK250...ma potrebbe essere una questione di micro seeing oppure di oculari...
Penso come te che Marte potrà essere la rivincita del rifrattore :D
Ciao

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 31/08/2020, 15:57

Nah, vedrai di piu' con lo strumento piu' grosso se il seeing e' appena decente.
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 23/09/2020, 19:00

... Non ho ancora all'attivo osservazioni degne di questo nome ma ho comunque un primo contributo minimale alla documentazione dell'opposizione corrente di Marte.
In realtà è più una prova estemporanea per cercare di capire le potenzialità di uno strumentino regalatomi un anno esatto fa da un generoso astrofilo milanese e che, di per sè, è quanto di più lontano da un telescopio per pianeti.
L'80/300 Lumicon nasce infatti come grosso cercatore: dotato di un doppietto cementato 82/305 esibisce una spaventosa sovracorrezione della sferica (ma devo verificare se il doppietto non sia per caso stato smontato ed accidentalmente invertito) ma è anche sorprendentemente ben collimato e nonostante tutto non è difficile percepire su stelle di media luminosità un disco di Airy molto simmetrico e "pulito" al netto della luce diffusa.
Nel tentativo di diminuire un po' la sovracorrezione ho inserito la mia barlow autocostruita a cui ho invertito il doppietto: il piccolo trucco sembra aver funzionato almeno in parte.
Settimana scorsa ho fatto qualche prova su Marte: e - finalmente tornando in tema - sono rimasto assai sorpreso di poterlo mettere a fuoco con precisione a circa 60 e poi 100x. Nonostante un alone di luce residua largo diversi primi d'arco il dischetto era molto netto: fin dalla prima occhiata si percepivano benissimo la fase e il puntino bianchissimo della calotta sud mentre era difficile indovinare ombreggiature, anche se la metà sud del dischetto poteva forse avere una tonalità diversa dal resto.
Quando ho buttato su la piccola QHY non ho potuto aumentare la focale oltre i 6-700 mm dati dalla barlow: lo strumentino era semplicemente avvitato ad un piccolo cavalletto fotografico per prove "volanti" e puntamento ed inseguimento sono stati una bella scommessa. Il pianeta a video era davvero minuscolo: ma l'immagine risultata mi ha stupito. Per rendere l'idea ecco un paragone tra qualcosa che somiglia a quel che si vede in visuale e l'immagine elaborata... Forse ho trovato uno strumentino fotografico ultracompatto e sfruttabile oltre le aspettative? Data e orario TU nel nome del file...
Allegati
MARTE_18_09_2020_21_24TU.jpg
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7757
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Marte 2020

Messaggio da -SPECOLA-> » 23/09/2020, 19:06

Dato il tipo di setup, l'immagine elaborata è veramente degna di nota. :thumbup:
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 23/09/2020, 23:42

Gia'. Lo ammetto, ho preso una camera anch'io. Ormai la differenza di risultati tra digitale e visuale e' abissale, ci sono troppi fenomeni interessanti che non riesco a seguire visualmente. Non e' un modello costoso ma comunque una cosa decente, per capire se ho voglia di passare tempo davanti allo schermo tra UM e wavelets. Sempre felice di vedere nuove osservazioni in questo forum, io purtroppo devo scegliere tra Giove e Marte senno' non dormo. Per il momento continuo a seguire Giove :thumbup:
Ultima modifica di Ivano Dal Prete il 23/09/2020, 23:56, modificato 2 volte in totale.
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 23/09/2020, 23:47

TU QUOQUE...
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 28/09/2020, 9:35

Secondo tentativo con il "cercatore ingrassato" 80/300, stavolta però dotato anche della barlow 2x del 114 oltre alla mia autocostruita. Barlow con lente semplice, che mi ha aumentato la dispersione cromatica ma mi ha anche permesso una scala d'immagine più "umana" (parliamo comunque di 1200 mm al massimo, per circa F/15 o giù di lì).
Molto evidente Syrtis Major, così come è evidente - coerentemente alla stagione marziana - l'assenza di nebbie salvo, forse, un filo sottile al lembo seguente (sul quale però il sole è già sorto da un po'). Ricordo che nell'opposizione 2014 Hellas era talmente piena di nubi da essere più brillante della calotta nord...
Calotta sud piccola ma davvero molto brillante, ben visibile anche visualmente nonostante l'ottica aberrata; si poteva vedere al limite anche Syrtis Major, con le regioni adiacenti come ombreggiatura indefinita.
Osservazione del 23 settembre, 21.30 T.U.
MARTE_23_09_2020_21_30TU.jpg
MARTE_23_09_2020_21_30TU.jpg (8.3 KiB) Visto 415 volte
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7757
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Marte 2020

Messaggio da -SPECOLA-> » 28/09/2020, 12:48

Se non fosse per la presenza dell'anello di luce attorno al pianeta, sembrerebbe di stare all'oculare.

Ma il post di Ivano? :think:
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”