Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Marte 2020

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 03/10/2020, 21:11

Grazie October, molto interessante! Personalmente sono un osservatore assai modesto, per esperienza e per strumentazione di cui dispongo; però mi piace approfondire per rendermi conto di "cosa succede lassù", e interventi del genere sono davvero graditissimi! Per rispondere a quanto chiedi cedo la parola a chi è MOLTO più navigato di me...
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
OctoberSky
Buon utente
Messaggi: 62
Iscritto il: 16/05/2014, 18:43

Re: Marte 2020

Messaggio da OctoberSky » 03/10/2020, 21:55

Andrea, sarai sicuramente un osservatore più assiduo e meno modesto di me :mrgreen:
Non osservo Marte dal 2012, questioni di impegni mi hanno tenuto lontano dal cielo notturno, le tue osservazioni sono sicuramente molto utili, ed il compierle con strumenti modesti le rende ancora più interessanti.
Se ti interessa saperne di più ti consiglio "Mars: An Introduction to its Interior, Surface and Atmosphere" della compianta Nadine Barlow, la migliore sintesi al pianeta rosso.
Comunque, avete osservato il pianeta rosso questi altri giorni? Il meteo da me è peggiorato purtroppo.
Antonio D.

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 03/10/2020, 23:31

Ieri è stata giornata di tempesta, con danni, dispersi e anche qualche morto - ne ha fatto le spese particolarmente il Piemonte, ma da molto non ricordo folate di scirocco così violente. Stasera grosse nubi ingombrano il cielo, e le previsioni per i prossimi giorni non sono buone: sia il caro, vecchio 60 mm che il 114 restano ancora tristemente inscatolati. Sono ridotto a seguire il nostro, per quanto possibile, con questo:
80_300_lumicon.JPG
Finora mi ha permesso di dare un'occhiata, forte anche delle generose dimensioni del pianeta, ma spero di aver modo di sfruttare il 114...
October, sarai anche un osservatore saltuario ma hai conoscenze invidiabili. Per curiosità, se posso: che lavoro fai?
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
OctoberSky
Buon utente
Messaggi: 62
Iscritto il: 16/05/2014, 18:43

Re: Marte 2020

Messaggio da OctoberSky » 04/10/2020, 0:07

Caspita Andrea! E' davvero la Specola Minima :mrgreen: Complimenti!
Qui in Abruzzo il cielo va da nuvoloso a fortemente velato con raffiche di vento molto forti, mi consolo guardando le immagini sull'ALPO. Dai report ha ragione il prof. Dal Prete, le nuvolazze nell'emisfero nord sono in piena attività, anche se per ora non si estendono moltissimo.

@Andrea: ti rispondo in PM :mrgreen: scusate l'OT
Antonio D.

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 04/10/2020, 16:02

OctoberSky ha scritto:
03/10/2020, 19:45
@Andrea: sono andato a controllare, la Latitudine Centrale di Marte attualmente è di 19.3 gradi, quindi idealmente possiamo osservare fino ai 70.7 gradi di latitudine (idealmente appunto, al bordo atmosfera, ombra e ridotta risoluzione angolare riducono la visibilità).
Confermo quanto detto dal prof. Dal Prete sulla estensione della calotta stagionale Nord, che può arrivare fino ai 60°N, mentre la Sud, se non vado errato, può arrivare fino ai 65°S. Mi permetto però di precisare che se è vero che la stragrande maggioranza del materiale che forma le calotte stagionali sia ghiaccio di anidride carbonica, per entrambe le calotte permanenti la composizione principale è ghiaccio d'acqua, anche per la Sud (Nye et al., 2000; Bibring et al., 2004).
Per quanto riguarda le feature d'albedo che cambiano col tempo, sarei curioso di saperne di più. La basemap di albedo correntemente usata per il mapping geologico mi pare sia questa (https://webcache.googleusercontent.com/ ... clnk&gl=it), risalente ai primi 2000 (certo che ne è passata di acqua sotto i ponti da Proctor... ): i geologi di solito ignorano completamente le dinamiche osservate da Terra, che si riferiscono appunto a feature di albedo e non topografiche.
Dalle immagini satellitari osserviamo effettivamente interessanti feature d'albedo fini determinate dalla deposizione/erosione del materiale polveroso ematitico (che è quello che riesce andare in sospensione e a dare vita alle tempeste, per l'appunto, di polvere): ad esempio i "wind streak" visibili ad ovest dei crateri nella Syrtis Major (andate su Google Mars a giochicchiare), sono depositi di polvere più chiara del terreno basaltico circostante, depositatasi "sottovento" per via dell'interazione dei venti con le topografie dei crateri. La polvere, assieme ai suoi spostamenti, è un importante proxy per venti e circolazione atmosferica, sarebbe interessante saperne di più di report di variazioni geometriche delle macchie di albedo osservate da Terra nei decenni.
Benissimo, grazie per le correzioni e precisazioni, ovviamente lei conosce Marte molto meglio di me. Io sono fermo piu' o meno a 20 anni fa, dopo aver cominciato il dottorato in tutt'altra materia non ho piu' avuto tempo per queste cose. Sulla variazione delle macchie di albedo negli ultimi 150 anni esiste un'imponente documentazione sia visuale che fotografica, non so quanto sfruttata ma ADS qualche risposta la dovrebbe poter fornire, soprattutto perche' include anche articoli pubbliacati da ALPO e BAA.
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
OctoberSky
Buon utente
Messaggi: 62
Iscritto il: 16/05/2014, 18:43

Re: Marte 2020

Messaggio da OctoberSky » 04/10/2020, 17:44

Grazie mille dei suggerimenti prof. Dal Prete, adesso mi metto alla ricerca! :D
Comunque non credo affatto di conoscere Marte meglio di lei, ho appena iniziato a fare osservazioni telescopiche "semi-serie", le mie conoscenze sono frutto del mio percorso di studi e sono molto puntuali. Ultimamente studiando un libro di mapping planetario mi sono reso conto di quanto non sappia nulla della geografia dei pianeti, e della variabilità temporale degli stessi. Seguo questo forum da tempo, da osservatore esterno, e leggo spesso con attenzione i suoi report qui: questo forum, seppur poco popolato, è l'unico nel quale le discussioni sono di un certo livello.
Ho una grossa voglia di migliorare la mia conoscenza del Marte telescopico, che, come detto, è molto differente dal Marte "topografico".
Per timidezza ed altri motivi non ho mai partecipato attivamente, mi scuso se riverso a volte valanghe di cose, la passione è tanta :mrgreen:
Chiuso OT :lol:
Stasera se il meteo regge provo a fare un'altra ripresa, vediamo un po' :dance:
Antonio D.

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 09/10/2020, 15:47

Ulteriore timido tentativo di ieri sera, sempre con l'80/300 - ma ormai, con il fresco incipiente, osservare e/o riprendere da dentro camera mia sta diventando proibitivo... :mrgreen: ... E così la fortissima turbolenza (ma ho idea che comunque anche il seeing "esterno" non fosse questo granché) mi ha fatto sbagliare grossolanamente la messa a fuoco rendendo praticamente inutilizzabili tutti i video tranne il primo. Poco male, per quel che si poteva vedere... purtroppo il prosieguo di ottobre si prospetta spesso perturbato e non so quante altre occasioni ci saranno.
marte_08_10_2020_18_55_TU.jpg
Si percepisce a stento la calotta sud; in compenso c'è un evidente banco di nebbia al bordo seguente (nord in alto nell'immagine) sulla zona di Zephiria. Per il resto le formazioni visibili sono grossomodo quelle di Mare Sirenum (con un accenno di Solis Lacus), Memnonia e la grande area di Amazonis - la bassa risoluzione dà un curioso effetto dicotomico al pianeta, mezzo chiaro e mezzo scuro...
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 10/10/2020, 4:57

Ieri ho osservato Marte dopo piu' di un mese e mezzo, e sono stato sopreso dallo stupefacente cambiamento delle macchie di albedo. Non solo appaiono molto piu' contrastate rispetto ad Agosto, ma ora esibiscono anche una tonalita' decisamente verdastra invece del solito marrone scuro. Credo si tratti della famosa "onda di oscuramento", un noto fenomeno ottico per cui durante l'estate meridionale un aumento nella luminosita' dei deserti circostanti viene interpretato invece dal cervello come uno scurimento dei mari. In questo caso, il CCD vede giusto.

L'onda di oscuramento venne citata in passato come evidenza di vegetazione in rigoglio per l'aumento delle temperature e il rilascio di acqua dalla calotta in contrazione. Ho avuto spesso tra le mani i libri di Percival Lowell, con incisioni del pianeta colorate a mano che mostravano il drammatico cambiamento nei colori dei "mari" all'avanzare della primavera australe. All'oculare pero' non l'avevo mai visto cosi', forse ho sempre mancato la stagione giusta o forse ci vuole qualcosa in piu' del 20 cm che avevo una volta.

Non avuto tempo e modo di eseguire un disegno anche per via del seeing molto ballerino, ma prima di chiudere ho preso velocemente un filmato ricavando l'immagine allegata. Ho tenuto l'elaborazione molto morbida e quanto piu' vicino possibile l'immagine oculare, ma niente quel verde non e' saltato fuori. Probabilmente perche' non c'e' :P
Allegati
20201009_0529_dalp.png
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
OctoberSky
Buon utente
Messaggi: 62
Iscritto il: 16/05/2014, 18:43

Re: Marte 2020

Messaggio da OctoberSky » 10/10/2020, 22:19

Molto interessante, non conoscevo il fenomeno di "onda di oscuramento" e del fatto che fosse il responsabile dell'idea del Marte "vegetato"! Grazie come sempre.

P.S. dall'immagine sembra si possa ricavare più informazione, per quanto l'idea fosse quella del rappresentare la visione all'oculare, secondo me c'è molta altra informazione a vederla così :think:
Antonio D.

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 10/10/2020, 23:21

... Già, neanche io lo sapevo: Ivano è una miniera di informazioni di questo genere. Tra l'altro è sempre interessante vedere il suo modo di riprendere immagini partendo dall'esperienza visuale.
Non pensavo nemmeno che Marte potesse essere così "vivo"! D'accordo la fenomenologia atmosferica e l'evoluzione delle calotte polari, ma non sospettavo che anche le macchie di albedo potessero variare tanto con le stagioni...
La minima esperienza che ho mi rende più che plausibile che la tonalità verdognola sia dovuta ad un effetto di contrasto. Ti dirò, Ivano, che perfino nella mia prima ripresa di questa opposizione - la prima che ho postato qui, con il pianeta microscopico - avevo in effetti notato una colorazione "fredda" dei "mari" osservabili anche se non ci avevo fatto molto caso, vista l'inaffidabile resa dell'80 mm e la bassissima risoluzione. Ma a leggerti mi tornano i conti!
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 11/10/2020, 17:06

Allego un disegno della sera successiva, con seeing e trasparenza purtroppo entrambi scadenti. Ho osservato lo stesso a 520x, l'oculare che uso per i 440x dava un'enormita' di luce diffusa ci devo dare un'occhiata.

L'esmisfero sud e' apparso un po' meno "verde" rispetto al giorno precedente, forse a causa delle predette condizioni atmosferiche o perche' era svanito l'effetto "wow". Allego comunque uno zoom a colori sulla regione Syrtis Maior/Lybia/Syrtis Minor.

Da notare il limb brightening che abbraccia la maggior parte del lembo tra ore 2 e ore 9, per cosi' dire, con un rinforzo in prossimita' del cappuccio polare nord e uno piu' modesto subito sotto il Mare Cimmerium circa a ore 9. La stessa cosa si nota anche nelle immagini digitali fatte in Italia negli stessi giorni, che pero' mostrano longitudini diverse: in questo caso il rinforzo a ore 9 coincide con nubi che si formano attorno ad Arsia, il piu' meridionale dei vulcani di Tharsis, mentre di solito le nubi piu' imponenti si formano attorno ad Olympus Mons molto piu' a nord.

Ho il sospetto che tale "rinforzo" del limb brightening concida semplicemente con l'equatore termico, dove nella primavera ed estate boreali si forma spesso una banda equatoriale di nubi bianche, che per ragioni prospettiche e meteorologiche tende ad essere piu' spessa verso il lembo e piu' tenue al centro del disco. Dato che le estati australi sono molto piu' secche, il fenomeno in queste settimane sarebbe appena accennato.

E questo e' il mio brain fart della domenica mattina :P
Allegati
20201010_0440_dalp.JPG
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 11/10/2020, 19:23

p.s. nel caso non mi sia spiegato, questo e' un esempio di banda equatoriale.
Allegati
20100706_0040_dalp_b.JPG
20100706_0040_dalp_b.JPG (45.92 KiB) Visto 287 volte
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 11/10/2020, 23:41

Stesso disegno, con la scansione ripassata a colori usando una tavoletta grafica.
Allegati
20201010_0440_dalp_col2.png
20201010_0440_dalp_col2.png (150.75 KiB) Visto 275 volte
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Andrea75
Buon utente
Messaggi: 987
Iscritto il: 30/04/2012, 12:24
Località: Milanistan

Re: Marte 2020

Messaggio da Andrea75 » 12/10/2020, 9:21

Grazie Ivano. Ricordo di aver "immortalato", con il 60 mm, qualcosa che somigliava alla banda equatoriale che descrivi durante l'opposizione 2012: roba tenue per la mia modesta webcam di allora (in visuale, al solito, non se ne parla con un diametro così modesto) ma ben rilevabile.
Andrea, Milano
Sede operativa della Specola Minima Mediolani: balcone di casa...

L'INDIGNAZIONE E' VIOLENZA; LA VIOLENZA E' SBAGLIATA. SEMPRE.

... lunga vita al sessantino!

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1578
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Marte 2020

Messaggio da Ivano Dal Prete » 15/10/2020, 17:53

E questo e' Marte, qualche ora dopo rispetto all'osservazione di Giove postata sull'altro thread. Seeing decente all'inizio, diciamo III, poi si e' guastato all'improvviso e non c'e' stato modo di andare oltre 350x. Finche' il seeing ha tenuto e' sembrato veramente di guardare un disegno a colori, non ho mai quest'impressione con Giove e Saturno.

Limb brightening esteso su circa 4/5 del disco, con una specie di gap prima del cappuccio polare nord attraverso cui si vedeva Alcyonius Nodus (credo). Un bel po' di "canali" sparsi in giro, in particolare Laestrigon, Cyclops e Triton, ancora li' dove li avevano lasciati Schiaparelli e Antoniadi.

Allego anche un'immagine presa in fretta alla fine dell'osservazione da un filmato di 4 minuti, circa 40 minuti dopo il disegno. Faccio il contrario degli altri, invece di guardare 5 minuti e poi sistemare la camera prima guardo con comodo, poi metto la camera se mi avanza tempo :D

Immagine ampiamente sottocampionata, ho bisogno di un'altra barlow, almeno 3x o 4x.
Allegati
20201015_0438_dalp.JPG
20201015_0438_dalp.JPG (16.93 KiB) Visto 195 volte
20201015_0438_dalp_int.JPG
20201015_0513_dalp.png
20201015_0513_dalp.png (53.98 KiB) Visto 195 volte
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”