Mercurio di giorno

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
maxdrummer61
Buon utente
Messaggi: 453
Iscritto il: 28/10/2011, 16:20

Mercurio di giorno

Messaggio da maxdrummer61 »

era un po' che ci stavo dietro, e stamattina sono riuscito a beccare Stilbon nel cielo del giorno alle ore 11.10 t.u.
ho puntato il sole e poi mi sono mosso in AR e Dec per la differenza calcolata dal software "Cartes du Ciel" per l'ora in cui mi sono messo a osservare.
nonostante il cielo limpido e la magnitudine di Mercurio pari a -1.2 nel cercatore 9x50 del mio Celestron 8 non si vedeva un bel nulla neanche guardandoci con la massima attenzione.
dopo un altro paio di paio di tentativi (il C8 lo staziono "a occhio " ogni volta che lo porto fuori) mi sono risolto a guardare direttamente nell'oculare plossl da 40mm che avevo precedentemente focheggiato per l'infinito e........ Mercurio era lì !!! una pena cercare di rifocheggiare dopo che avevo inserito il mio OR9mm (226x) perchè nel tubo entravano anche alcuni riflessi del sole causa la sua vicinanza (elongazione 9 gradi ovest).......ci sarebbe voluto un bel paraluce, e neanche tanto corto.
comunque nonostante il seeing instabile sono riuscito a vedere qualcosa: fase quasi piena, sul disco (di appena 5.1") ho avuto l'impressione che la parte Sf del pianeta fosse più chiara della parte nord..........dopo sono andato a vedere la simulazione su WinJupos e probabilmente ho visto bene.
è la quarta o la quinta volta che vedo Mercurio di giorno, e la soddisfazione è sempre grande.
Massimo - Montecatini Terme (Pistoia)
batterista e chitarrista di un gruppo rock, gli piace l'astronomia e osserva con: riflettore newton 200/1000, rifrattore acromatico 60/900, Coronado PST, binocolo japan 7x50
Avatar utente
Acronauta
Buon utente
Messaggi: 6898
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Acronauta »

sì, è sempre una bella soddisfazione perché non è facile da beccare soprattutto quando è vicino al Sole. Nel cercatore è veramente difficile, ricordo di avere sempre usato un oculare a grande campo con un filtro arancione, con un po' di pazienza si trova.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

In vita mia, ho osservato Mercurio di più in pieno giorno, che al crepuscolo.
Trovarlo non è semplicissimo, anche perché bisogna fare MOLTA attenzione a non puntare il Sole durante la ricerca del pianeta.
Quando non ho voglia di "faticare", uso il mio SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8".
In pratica fa tutto lui; non c'è nemmeno bisogno di mettere il teppiede in bolla.
Dopo non resta altro che osservare. :)
Ieri comunque da queste parti non era una giornata favorevole; troppe nuvole in cielo.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Ho pensato anch'io a Mercurio, ma un'elongazione mattutina in primavera e' troppo sfavorevole per osservazioni crepuscolari e di giorno non ci provo nemmeno piu'. Il motivo e' la storia qui sotto.

Un maggio di circa 10 anni fa ho passato un pomeriggio al rifrattore Clark da 10" f/13, c'era una bella sfilata di pianeti e ho fatto una delle mie migliori osservazioni di Venere. Decido quindi di puntare Mercurio, non ho il goto ma e' pur sempre una montatura professionale con cerchi orari da 2 or 3 piedi di diametro.

Prima faccio qualche prova: punto il sole, angolo orario con Venere, pianeta nell'oculare a grande campo (un 40mm credo; a proposito il cercatore era un rifrattore pure d'epoca da 4"). Da Venere salto a Marte, eccolo li', poi a Giove idem. Rifaccio il percorso, tutto OK. Faccio l'angolo orario su Mercurio, niente. Rifaccio tutto, niente. Pianeti nel campo oculare al primo tentativo, Mercurio non si vede. Provo filtri rossi, arancio, tutto. Niente.

Ho concluso che avevo gia' troppe schifezze negli occhi per osservare Mercurio di giorno, d'altronde non sono mai riuscito a seguire Venere sotto i 30 gradi di separazione dal Sole. Ci provero' quest'anno perche' posso usare il tetto della casa per schermarmi dal Sole e osservare all'ombra, vediamo se funziona. Non so come facesse Frassati, immagino ci vogliano un cristallino e un umor vitreo senza macchia e senza paura.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
maxdrummer61
Buon utente
Messaggi: 453
Iscritto il: 28/10/2011, 16:20

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da maxdrummer61 »

@ Ivano:
dunque, Mercurio l'ho osservato anche oggi pomeriggio con il rifrattore da 120mm............ l'elongazione dal sole era 8 gradi ovest e il pianeta era bello alto in cielo, con magnitudine -1,3 8-)
l'immagine era più leggibile e ferma di ieri (quando usavo il C8) ma la minore apertura non mi ha consentito di vedere le differenze di albedo tra le varie parti del pianeta.......Mercurio è apparso semplicemente come un pallino biancastro (fase 95%).
nella mia esperienza credo sia inutile cercare di vedere Stilbon quando la magnitudine del pianeta è inferiore a -1,0 e il cielo non è più che trasparente........... il contrasto con il fondo cielo è troppo basso e non faccio fatica a credere che tu non abbia visto nulla se quando hai osservato tu queste condizioni non venivano rispettate.
per quanto riguarda Venere, io l'ho osservata senza difficoltà anche a pochi gradi dal sole; anzi, sono un bel po' di anni che non mi perdo una congiunzione inferiore del pianeta.........c'è da dire comunque che quando la fase scende sotto il 5% diventa difficile vederla anche in un cercatore 6x30, ma con un oculare a largo campo precedentemente focheggiato per l'infinito non sussistono problemi di alcun tipo..........magari, questo sì, occorre un bel paraluce lungo almeno tre o quattro volte il diametro dell' obiettivo e se il pianeta è a pochi gradi dal sole detto paraluce ci vorrebbe ancora più lungo; in un articolo di P.Tanga apparso su "Astronomia UAI" (ma non ricordo in quale numero) mi sembra di ricordare che c'era una formula per calcolare la lunghezza di detto paraluce a seconda di quanto Venere dista dal Sole (si parla ovviamente di osservazioni condotte in prossimità della congiunzione inferiore).
per quanto riguarda Frassati (anche lui completamente scomparso dall'ambito astronomico, l' ultima volta che l'ho sentito si era dato al tiro con l'arco......) ho sempre invidiato la sua postazione osservativa; non di rado mi inviava osservazioni di Mercurio effettuate con un seeing attorno a II o anche I ....... :shock:
Massimo - Montecatini Terme (Pistoia)
batterista e chitarrista di un gruppo rock, gli piace l'astronomia e osserva con: riflettore newton 200/1000, rifrattore acromatico 60/900, Coronado PST, binocolo japan 7x50
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Personalmente non uso filtri, però sono sempre riuscito a vedere Mercurio in pieno giorno, ma più che la vista ritengo che sia sempre stato il CIELO, a permettermi di riuscirci.

Confermo che nel caso delle osserva­zioni diurne, un paraluce lungo non meno di tre volte il diametro dell’obiettivo e una tinteggiatura nera opaca, unita alla presenza di opportuni diaframmi all’interno del tubo ottico, contribuiscono a ottimizzare la visione, tuttavia io non ho mai aggiunto alcun ulteriore paraluce ai miei strumenti eppure sono riuscito ugualmente nella, chiamiamola così, impresa.

Tempo fa ASTROTEST aveva pubblicato un bell'articolo a cura di Raffaello Braga:

https://web.archive.org/web/20170621085 ... di-giorno/
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Oggi, dopo essermi dedicato un po' all'osservazioine diurna di Venere, con il mio SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8" ho dato un'occhiata anche al pianeta Mercurio, che brillava in cielo a 15° di distanza dal Sole.
Fase del pianeta facilmente visibile; Mercurio appariva infatti gibboso.
Seeing appena sufficiente, con nuvole in movimento.
Elongazione dal Sole 15.
Magnitudine -0,9.
Diametro 5,8".
A differenza di Venere, Mercurio non era visibilke nel cercatore 8x50.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Bel resoconto, adesso mi ci metto anch'io. Mercurio sara' in elongazione W all'inizio di giugno, negli stessi giorni in cui Venere sara' in congiunzione. 24 gradi al massimo di separazione, piu' o meno come Venere ieri. Provero' la stessa tecnica, mettendomi sul patio che dopo le 2 va in ombra e usando la casa per schermare il Sole cosi' mi tolgo il pensiero della retina incenerita.

Il 21/22 Mercurio sara' in congiunzione con Venere, il 21 al tramonto sara' circa un grado sotto e il 22 un grado sopra. Se non riesco a trovarlo di giorno provero' al tramonto usando Venere come riferimento, non si vedra' un gran che ma almeno mi tolgo lo sfizio di vederlo.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

p.s. mi sono ricordato che il 18 marzo ero riuscito a beccare Marte in pieno giorno, sfruttando Giove a poco piu' di un grado come riferimento. Altezza 26 miseri gradi, magnitudine 0.9, diametro 6"... Insomma anche peggio di Mercurio. Il Sole pero' era a 66 gradi, non una ventina :?
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Purtroppo oggi quando ho osservato io, Marte era già fuori gioco...
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

-SPECOLA-> ha scritto: 18/05/2020, 20:45 Purtroppo oggi quando ho osservato io, Marte era già fuori gioco...
Ah, ma non c'era molto da vedere non ti sei perso un gran che :lol: Era solo un test.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Anche oggi, dopo essermi dedicato un po' all'osservazioine diurna di Venere, ho puntato anche al pianeta Mercurio, ancora una volta con il con il mio telescopio catadiottrico SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8", dove però, a differenza di Venere, Mercurio non era visibile nel cercatore 8x50.
Il pianeta brillava in cielo con elongazione di 17° dal Sole.
Fase facilmente visibile e più ridotta rispetto a soltanto 2 giorni fa.
Seeing III scala Antoniadi.
Magnitudine -0,7.
Diametro 6".
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

-SPECOLA-> ha scritto: 20/05/2020, 13:53 Anche oggi, dopo essermi dedicato un po' all'osservazioine diurna di Venere, ho puntato anche al pianeta Mercurio, ancora una volta con il con il mio telescopio catadiottrico SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8", dove però, a differenza di Venere, Mercurio non era visibile nel cercatore 8x50.
Il pianeta brillava in cielo con elongazione di 17° dal Sole.
Fase facilmente visibile e più ridotta rispetto a soltanto 2 giorni fa.
Seeing III scala Antoniadi.
Magnitudine -0,7.
Diametro 6".
Qui le previsioni danno un paio di giorni di cielo sgombro, con trasparenza e seeing nettamente migliori della media (incredibili lectu!). Oggi comincio la caccia a Mercurio, la moglie e' gia' avvertita :lol:

Non ho il GOTO e manco un cerchio di azimut (solo quello di altezza) ma ho aggiunto una scala graduata al fuocheggiatore e ho gia' pronta una tabella dei punti di messa a fuoco con tutti i miei oculari, sia con filtro che senza. Venere nei paraggi dovrebbe aiutare. Hai consigli su ingrandimenti e filtri che lo "staccano" meglio dal fondo cielo?
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Non utilizzo filtri.

Per cercare Mercurio con LX90 senza usare il GOTO, ho inquadrato Venere, che è facilmente visibile nel cercatore 8x50 del telescopio e ho spazzolato il cielo con un economico oculare Super Plossl Meade Serie 4000 da 26 mm con 52° di campo visivo.
Complice il telescopio già perfettamente a fuoco su Venere, non è stato per niente difficile imbattersi in Mercurio, sebbene meno appariscente, perché più piccolo e meno luminoso rispetto a Venere.

Venere l'ho puntato al telescopio alle ore 11:28 e dopo averlo osservato per circa tre quarti d'ora, poi mi sono messo a cercare Mercurio, che ho inquadrato alle ore 12:19.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Allora oggi ho provato anch'io, cielo finalmente sereno. Verso le 2:30 del pomeriggio mi metto sul patio, sistemo il telescopio all'ombra, punto Venere in circa 1/2 secondo, poi con l'oculare SP 26mm (70x) imposto l'altezza di Mercurio. Filtro rosso, e mi sposto verso W. Eccolo li', assolutamente banale. Anche senza filtri.

C'era troppa turbolenza e vento per provare a vedere dettagli del disco, ma a 220x la fase l'ha vista e valutata anche mia moglie ("per me e' 3/4", direi che ci siamo). Mi sto ancora grattando la testa. Ricordo come se fosse ieri un mezzo pomeriggio passato in osservatorio a cercare Mercurio con un rifrattore da 25, c'era una sfilata di pianeti ma lui niente di niente. Era il 20 maggio 2010, esattamente 10 anni fa. Non so cos'e' andato storto, forse il cielo non era abbastanza limpido o forse avere il telescopio all'ombra ha fatto una grossa differenza (il paraluce del rifrattore sicuramente non era adeguato) ma quel giorno ho dato forfait su Mercurio convinto che non fosse pianeta per me. OK forse non e' troppo tardi per ricominciare :wave:
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Bravo; ben fatto! :thumbup:
La volta scorsa di sicuro ci avrà messo del suo la limpidezza del cielo.
Osservare all'ombra, sì, dovrebbe aiutare; quanto meno a non scaldare troppo lo strumento.
Io invece ho osservato sotto il Sole e il tubo del telescopio, che per giunta è blu, era bello caldo.
In effetti il rifrattore cinese da 6" essendo bianco si scalda decisamente di meno e meno in fretta; idem il TECHNO, che è dello stesso colore.
I KONUS invece sono arancioni...
Con Venere a fungere da faro, trovare Mercurio manualmente, è decisamente piuttosto semplice.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Domani riprovo, le previsioni del seeing sono ottime (crossing fingers). Forse il jetstream polare si e' tolto dagli zebedei per quest'anno.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Oggi, 10 minuti dopo aver puntato Venere, alle ore 14:12 ho inquadrato Mercurio che brillava in cielo con elongazione di 18° dal Sole, nel mio telescopio catadiottrico SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8".
Fase facilmente visibile e sensibilmente più ridotta rispetto a ieri; il disco illuminato si avvicina sempre più a diventare "mezzo".
Seeing III scala Antoniadi per buona parte dell'osservazione, che però è peggiorato dalle 19:58, fino alle 20:30, portandosi a IV.
Magnitudine -0,6.
Diametro 6,1".
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Osservazione abbastanza prolungata anche da parte mia, piu' o meno 6 ore dopo la tua. Non ho fatto caso alla diminuzione della fase, all'inizio il seeing era cattivo ma come capita spesso mi sono accorto che ogni tanto c'era qualche momento di buona stabilita' cosi' ho azzardato 350x (un vecchio Plossl Meade 3000 da 5mm): il massimo che posso usare - con grande pena - inseguendo a mano.

Il disco non era completamente uniforme, il che non vuole dire molto ma dopo un po'... insomma c'era un pattern, quando l'immagine si calmava le zone chiare e scure erano sempre negli stessi posti, sia in luce integrale che con i filtri gialli w12 a w15 che ho usato (in genere insieme, uno sopra l'altro). I "dettagli" piu' evidenti erano la zona scura a S e un chiazza piu' chiara nell'emisfero N, come da disegno e stime, queste ultime in luce integrale. Oh se mi volete sbranare non c'e' problema, vi capisco.
Allegati
20200521_1850_dalp_small.jpg
20200521_1850_dalp_small.jpg (51.88 KiB) Visto 3766 volte
20200521_1850_dalp_int_small.jpg
Ultima modifica di Ivano Dal Prete il 21/05/2020, 23:01, modificato 1 volta in totale.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

p.s. Ho dato un'occhiata alla mappa UAI di Frassati, difficile farsi un'idea ma non mi pare ci siano grandi corrispondenze
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Complimenti per l'occhio e per il disegno!
L'aspetto gibboso era proprio quello.
Sul disco del pianeta però, purtroppo io onestamente, più che vaghi indizi di non uniformità non sono riuscito a cogliere; più un'impressione, che una vera e propria percezione, perché in alcun modo sono riuscito a cogliere dei "punti fermi".
È veramente un piacere leggerti.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

-SPECOLA-> ha scritto: 21/05/2020, 22:42 Complimenti per l'occhio e per il disegno!
L'aspetto gibboso era proprio quello.
Sul disco del pianeta però, purtroppo io onestamente, più che vaghi indizi di non uniformità non sono riuscito a cogliere; più un'impressione, che una vera e propria percezione, perché in alcun modo sono riuscito a cogliere dei "punti fermi".
È veramente un piacere leggerti.
Con quanti ingrandimenti osservi? Non avrei azzardato un disegno con i 220 o 260x che trovo ottimali per Venere, su un oggetto di 6" secondo me ci vuole qualcosa di piu'. Di solito quando Marte e' sotto i 10" uso tra i 400 e i 500x se il cielo appena regge. Se non li regge li metto lo stesso e faccio come oggi con Mercurio, sperando in qualche momento di grazia (ce ne vogliono almeno 2-3, che oggi ho avuto).
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

In effetti al massimo sono arrivato soltanto a 200x, però in altre occasioni ho usato ingrandimenti dell'ordine dei 400-500x, senza lo stesso riuscire a cavare delle disomogeneità in grado di fissare dei particolari "ripetibili" per posizione.
Inoltre se il seeing non è almeno un poco collaborativo, mi stanco piuttosto in fretta, nel senso che non riesco a mantenere la giusta attenzione.
Per questo rinnovo i miei più sinceri complimenti per i tuoi risultati! :thumbup:

Senza contare che tu senza dubbio sai anche disegnare, mentre io decisamente no. :(
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
TECAMEBA
Buon utente
Messaggi: 281
Iscritto il: 22/05/2014, 16:48
Località: Montecatini Terme
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da TECAMEBA »

Buongiorno,
Ieri sera ho osservato e fotografato (in modo paesaggistico!!) Venere e Mercurio. Sul piccolo disco di Mercurio non ho osservato niente di particolare tranne che un abbozzo di fase, Venere invece la sto seguendo da tempo con grande soddisfazione anche perché il seeig mi ha sempre assistito tanto da poter usare ingrandimenti non inferiori a 250x.
Osservo con un Mak 127/1500 :wave: :wave: :wave:
Allegati
DSCN3432.JPG
DSCN3424 copia.jpg
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2277
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Angelo Cutolo »

Anche io ieri ho dato un'occhiatina a Mercurio (subito dopo Venere, visto che erano a meno di 2° l'uno dall'altro), giusto per provare il C8 appena arrivato, purtroppo il tubo nero è poco indicato per le osservazioni diurne, dopo nemmeno 15 minuti, si era scaldato a sufficienza da rendere problematica l'osservazione.
Comunque, inizialmente reggeva i 250x, non ho notato variazioni di albedo sulla superficie (ossservazione solo in luce intergrale), fase stimata al 75%.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

@ TECAMEBA

Immagini davvero molto suggestive.
Grazie per averle condivise.
A che ora sono state riprese?
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

-SPECOLA-> ha scritto: 21/05/2020, 23:31 Inoltre se il seeing non è almeno un poco collaborativo, mi stanco piuttosto in fretta, nel senso che non riesco a mantenere la giusta attenzione.
Ah, capisco. La pazienza secondo me e' fondamentale. Quando il cielo non e' buono, appena passo ad ingrandimenti sopra i 300x mi viene da dire "che schifezza meglio prima"; pero' con un po' di pazienza l'occhio finisce per abituarsi all'immagine piu' scura e turbolenta (a meno che la situazione non sia proprio disperata), e riesce ad approfittare dei momenti di buona definizione. A quel punto si notano dettagli impossibili o perlomeno assai difficili a ingrandimenti inferiori, anche se l'immagine era molto piu' gradevole.

Penso sia una questione di natura, bisogna essere un testone che non sa darsi pace se non ha cavato da quella specie di ameba turbolenta tutto il possibile. Diciamo che non sono il tipo da maratone Messier :)

Aggiungo che mi azzardo a riportare certe impressioni di Venere e Mercurio, perche' in 25 anni di osservazioni planetarie non ho mai inventato dettagli di Marte, Giove, Saturno o anche Urano (nel senso che non ha mai visto un tubo e l'ho riportato forte e chiaro) percio' non capisco perche' il mio cervello debba cominciare adesso. Il che non vuol dire ovviamente che siano per forza reali.

Quanto al disegnare, vai tranquillo che se l'ho fatto io puo' farlo chiunque. Un set di sfumini puo' fare tutta la differenza di questo mondo.
Ultima modifica di Ivano Dal Prete il 22/05/2020, 16:29, modificato 1 volta in totale.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

TECAMEBA ha scritto: 22/05/2020, 10:48 Buongiorno,
Ieri sera ho osservato e fotografato (in modo paesaggistico!!) Venere e Mercurio.
Bellissime immagini, ieri ho guidato un paio d'ore per riuscire a vedere Mercurio ad occhio nudo (vabbe' doveva essere una ma il telefonino mi ha piantato in asso in mezzo alle vacche e ai fienili). Alla fine c'erano un po' di veli, niente da fare :(
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
TECAMEBA
Buon utente
Messaggi: 281
Iscritto il: 22/05/2014, 16:48
Località: Montecatini Terme
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da TECAMEBA »

Grazie a tutti,
le foto sono state scattate dalle 21,05 alle 21,20.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

@ TECAMEBA

Grazie!
Un'interessante documentazione.

Purtroppo ieri e oggi, da queste parti nuvole a go go mi hanno impedito di riuscire a vedere Venere e Mercurio.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Dato il meteo favorevole, oggi ho ripreso da dove avevo lasciato.
Approfittando dell'osservazione di Venere, dalle ore 15:50 fino alle 16:27, ho puntato Mercurio in pieno giorno, sempre con il telescopio catadiottrico SC Meade LX90 GPS LNT da 8", mentre il pianeta brillava dimagnitudine -0,4, con diametro 6,5" ed elongazione di 20,1° dal Sole; fase evidente, il pianeta appare illuminato per poco più della metà.
A differenza di Venere, non sono riuscito a scorgere Mercurio nel cercatore 8x50.
Seeing III Antoniadi.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Sono appena rientrato in casa dopo aver osservato anch'io Venere e Mercurio. Fase ancora gibbosa ma nettamente inferiore a 3 giorni fa, come da descrizione di Fabrizio. Ho di nuovo avuto l'impressione di chiazze piu' scure nell'emisfero S, ma nessun momento di buona definizione e non ho rischiato un disegno. Oggi c'e' voluto un po' per trovarlo, nonostante Venere a pochi gradi...
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1822
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da Ivano Dal Prete »

A proposito, ieri ho fatto un giro su CloudyNights e ho scoperto che pure Paul Abel ha fatto la sua prima "vera" osservazione di Mercurio il 21 maggio come il sottoscritto. A quanto pare non sono l'unico planetofilo di lungo corso ad averlo snobbato :oops:
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Si dice che Copernico in punto di morte si dolesse di non aver mai visto il pianeta Mercurio.
Tanto di cappello agli antichi, che lo conoscevano e lo osservavano.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

A proposito di quel che si dice su Copernico...

questa sera oltre a Venere, con il nuovo binocolo GHT ED 8x42 mi sono dedicato anche a Mercurio.
Inquadrato per la prima volta alle ore 21:18, al binocolo appariva come un dischetto che tradiva appunto il suo essere un pianeta e non una stella, bello luminoso e all'incirca posizionato dove ho visto Vevenere un'ora prima.
Dalle 21:35 l'ho seguito anche ad occhio nudo, fino alle ore 21:48, quando Mercurio era ormai prossimo alla cima degli alberi del Monte Diviso, che da lì a poco lo avrebbero nascosto alla mia vista.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
maxdrummer61
Buon utente
Messaggi: 453
Iscritto il: 28/10/2011, 16:20

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da maxdrummer61 »

con 8 ingrandimenti il disco di Mercurio (che oggi era di circa 7 secondi d'arco) lo puoi solo immaginare, non vederlo........🙂
Massimo - Montecatini Terme (Pistoia)
batterista e chitarrista di un gruppo rock, gli piace l'astronomia e osserva con: riflettore newton 200/1000, rifrattore acromatico 60/900, Coronado PST, binocolo japan 7x50
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

Le stelle che sono puntiformi scintillano; la luce dei pianeti è più ferma.
Le stelle al GHT ED mi appaiono decisamente più puntiformi.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
maxdrummer61
Buon utente
Messaggi: 453
Iscritto il: 28/10/2011, 16:20

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da maxdrummer61 »

è pacifico che le stelle scintillano perche la luce proviene da un punto senza dimensioni apparenti, mentre la luce dei pianeti proviene da una sorgente estesa (sia pur molto piccola) e quindi è meno soggetta alla trepidazione atmosferica.
facendo due conti si vede che il dischetto di Mercurio (che ieri era di circa 7 secondi d'arco) ingrandito 8 volte sottenderebbe 56 secondi d'arco......... e questo è ancora al di sotto del potere separatore dell' occhio che in condizioni medie si attesta sui 60-70 secondi d'arco (qualcuno dice anche 80-90.......).
ecco perche dico che ieri sera non potevi percepire il disco del pianeta.
in teoria con un binocolo da 8 ingrandimenti sarebbe possibile osservare il minuscolo dischetto di Mercurio quando transita sul disco solare; in quelle occasioni il pianeta sottende 10-11" e ingrandito 8 volte avrebbe una dimensione di 80-88"..............sarebbe interessante provare; io ho percepito a occhio nudo Venere durante il transito del 2004 come un puntino nero SENZA DIMENSIONI (ovviamente osservando il Sole attaverso una pellicola di Astrosolar); in quell'occasione il pianeta aveva un diametro di 60 secondi d'arco.
Massimo - Montecatini Terme (Pistoia)
batterista e chitarrista di un gruppo rock, gli piace l'astronomia e osserva con: riflettore newton 200/1000, rifrattore acromatico 60/900, Coronado PST, binocolo japan 7x50
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

"Tradiva", non "mostrava".
Fra poco si ricomincia.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8643
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Mercurio di giorno

Messaggio da -SPECOLA-> »

28/05/2020:

21:10 Mercurio viene inquadrato per la prima volta nel cielo di ponente con il binocolo GHT ED 8x42;
21:22 Mercurio viene inquadrato al binocolo galileiano HUSUN PILOT 2,5x50;
21:24 Mercurio viene inquadrato al binocolo galileiano INTERNATIONAL;
21:40 Si riesce a vedere Mercurio ad occhio nudo mentre splende nel cielo di ponente ancora inondato dai bagliori del crepuscolo;
21:52 Fìne osservazione.

Note: La Luna è una falce ed è una goduria per gli occhi in tutti e tre i binocoli.
Cielo limpido ma con qualche nuvola all'orizzonte.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Rispondi