Pagina 2 di 6

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 20/05/2020, 23:37
da -SPECOLA->
Bravo; ben fatto! :thumbup:
La volta scorsa di sicuro ci avrà messo del suo la limpidezza del cielo.
Osservare all'ombra, sì, dovrebbe aiutare; quanto meno a non scaldare troppo lo strumento.
Io invece ho osservato sotto il Sole e il tubo del telescopio, che per giunta è blu, era bello caldo.
In effetti il rifrattore cinese da 6" essendo bianco si scalda decisamente di meno e meno in fretta; idem il TECHNO, che è dello stesso colore.
I KONUS invece sono arancioni...
Con Venere a fungere da faro, trovare Mercurio manualmente, è decisamente piuttosto semplice.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 20/05/2020, 23:54
da Ivano Dal Prete
Domani riprovo, le previsioni del seeing sono ottime (crossing fingers). Forse il jetstream polare si e' tolto dagli zebedei per quest'anno.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 22:12
da -SPECOLA->
Oggi, 10 minuti dopo aver puntato Venere, alle ore 14:12 ho inquadrato Mercurio che brillava in cielo con elongazione di 18° dal Sole, nel mio telescopio catadiottrico SC MEADE LX90 UHCT GPS LNT da 8".
Fase facilmente visibile e sensibilmente più ridotta rispetto a ieri; il disco illuminato si avvicina sempre più a diventare "mezzo".
Seeing III scala Antoniadi per buona parte dell'osservazione, che però è peggiorato dalle 19:58, fino alle 20:30, portandosi a IV.
Magnitudine -0,6.
Diametro 6,1".

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 22:28
da Ivano Dal Prete
Osservazione abbastanza prolungata anche da parte mia, piu' o meno 6 ore dopo la tua. Non ho fatto caso alla diminuzione della fase, all'inizio il seeing era cattivo ma come capita spesso mi sono accorto che ogni tanto c'era qualche momento di buona stabilita' cosi' ho azzardato 350x (un vecchio Plossl Meade 3000 da 5mm): il massimo che posso usare - con grande pena - inseguendo a mano.

Il disco non era completamente uniforme, il che non vuole dire molto ma dopo un po'... insomma c'era un pattern, quando l'immagine si calmava le zone chiare e scure erano sempre negli stessi posti, sia in luce integrale che con i filtri gialli w12 a w15 che ho usato (in genere insieme, uno sopra l'altro). I "dettagli" piu' evidenti erano la zona scura a S e un chiazza piu' chiara nell'emisfero N, come da disegno e stime, queste ultime in luce integrale. Oh se mi volete sbranare non c'e' problema, vi capisco.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 22:31
da Ivano Dal Prete
p.s. Ho dato un'occhiata alla mappa UAI di Frassati, difficile farsi un'idea ma non mi pare ci siano grandi corrispondenze

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 22:42
da -SPECOLA->
Complimenti per l'occhio e per il disegno!
L'aspetto gibboso era proprio quello.
Sul disco del pianeta però, purtroppo io onestamente, più che vaghi indizi di non uniformità non sono riuscito a cogliere; più un'impressione, che una vera e propria percezione, perché in alcun modo sono riuscito a cogliere dei "punti fermi".
È veramente un piacere leggerti.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 23:06
da Ivano Dal Prete
-SPECOLA-> ha scritto:
21/05/2020, 22:42
Complimenti per l'occhio e per il disegno!
L'aspetto gibboso era proprio quello.
Sul disco del pianeta però, purtroppo io onestamente, più che vaghi indizi di non uniformità non sono riuscito a cogliere; più un'impressione, che una vera e propria percezione, perché in alcun modo sono riuscito a cogliere dei "punti fermi".
È veramente un piacere leggerti.
Con quanti ingrandimenti osservi? Non avrei azzardato un disegno con i 220 o 260x che trovo ottimali per Venere, su un oggetto di 6" secondo me ci vuole qualcosa di piu'. Di solito quando Marte e' sotto i 10" uso tra i 400 e i 500x se il cielo appena regge. Se non li regge li metto lo stesso e faccio come oggi con Mercurio, sperando in qualche momento di grazia (ce ne vogliono almeno 2-3, che oggi ho avuto).

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 21/05/2020, 23:31
da -SPECOLA->
In effetti al massimo sono arrivato soltanto a 200x, però in altre occasioni ho usato ingrandimenti dell'ordine dei 400-500x, senza lo stesso riuscire a cavare delle disomogeneità in grado di fissare dei particolari "ripetibili" per posizione.
Inoltre se il seeing non è almeno un poco collaborativo, mi stanco piuttosto in fretta, nel senso che non riesco a mantenere la giusta attenzione.
Per questo rinnovo i miei più sinceri complimenti per i tuoi risultati! :thumbup:

Senza contare che tu senza dubbio sai anche disegnare, mentre io decisamente no. :(

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 10:48
da TECAMEBA
Buongiorno,
Ieri sera ho osservato e fotografato (in modo paesaggistico!!) Venere e Mercurio. Sul piccolo disco di Mercurio non ho osservato niente di particolare tranne che un abbozzo di fase, Venere invece la sto seguendo da tempo con grande soddisfazione anche perché il seeig mi ha sempre assistito tanto da poter usare ingrandimenti non inferiori a 250x.
Osservo con un Mak 127/1500 :wave: :wave: :wave:

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 11:21
da Angelo Cutolo
Anche io ieri ho dato un'occhiatina a Mercurio (subito dopo Venere, visto che erano a meno di 2° l'uno dall'altro), giusto per provare il C8 appena arrivato, purtroppo il tubo nero è poco indicato per le osservazioni diurne, dopo nemmeno 15 minuti, si era scaldato a sufficienza da rendere problematica l'osservazione.
Comunque, inizialmente reggeva i 250x, non ho notato variazioni di albedo sulla superficie (ossservazione solo in luce intergrale), fase stimata al 75%.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 13:19
da -SPECOLA->
@ TECAMEBA

Immagini davvero molto suggestive.
Grazie per averle condivise.
A che ora sono state riprese?

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 15:47
da Ivano Dal Prete
-SPECOLA-> ha scritto:
21/05/2020, 23:31
Inoltre se il seeing non è almeno un poco collaborativo, mi stanco piuttosto in fretta, nel senso che non riesco a mantenere la giusta attenzione.
Ah, capisco. La pazienza secondo me e' fondamentale. Quando il cielo non e' buono, appena passo ad ingrandimenti sopra i 300x mi viene da dire "che schifezza meglio prima"; pero' con un po' di pazienza l'occhio finisce per abituarsi all'immagine piu' scura e turbolenta (a meno che la situazione non sia proprio disperata), e riesce ad approfittare dei momenti di buona definizione. A quel punto si notano dettagli impossibili o perlomeno assai difficili a ingrandimenti inferiori, anche se l'immagine era molto piu' gradevole.

Penso sia una questione di natura, bisogna essere un testone che non sa darsi pace se non ha cavato da quella specie di ameba turbolenta tutto il possibile. Diciamo che non sono il tipo da maratone Messier :)

Aggiungo che mi azzardo a riportare certe impressioni di Venere e Mercurio, perche' in 25 anni di osservazioni planetarie non ho mai inventato dettagli di Marte, Giove, Saturno o anche Urano (nel senso che non ha mai visto un tubo e l'ho riportato forte e chiaro) percio' non capisco perche' il mio cervello debba cominciare adesso. Il che non vuol dire ovviamente che siano per forza reali.

Quanto al disegnare, vai tranquillo che se l'ho fatto io puo' farlo chiunque. Un set di sfumini puo' fare tutta la differenza di questo mondo.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 15:51
da Ivano Dal Prete
TECAMEBA ha scritto:
22/05/2020, 10:48
Buongiorno,
Ieri sera ho osservato e fotografato (in modo paesaggistico!!) Venere e Mercurio.
Bellissime immagini, ieri ho guidato un paio d'ore per riuscire a vedere Mercurio ad occhio nudo (vabbe' doveva essere una ma il telefonino mi ha piantato in asso in mezzo alle vacche e ai fienili). Alla fine c'erano un po' di veli, niente da fare :(

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 22/05/2020, 17:07
da TECAMEBA
Grazie a tutti,
le foto sono state scattate dalle 21,05 alle 21,20.

Re: Mercurio di giorno

Inviato: 23/05/2020, 14:11
da -SPECOLA->
@ TECAMEBA

Grazie!
Un'interessante documentazione.

Purtroppo ieri e oggi, da queste parti nuvole a go go mi hanno impedito di riuscire a vedere Venere e Mercurio.