Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Report osservativo Dobson 50 cm

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
annoluce
Buon utente
Messaggi: 135
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da annoluce » 07/06/2020, 14:23

Ciao a tutti,
Vi invito alla lettura del mio report osservativo con il dobson da 50 cm costruito da Marco Guidi di DocTelescope. Spero vi piaccia.

https://deepskytravel.blogspot.com/2020 ... l.html?m=1

Max

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7756
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da -SPECOLA-> » 07/06/2020, 15:12

Grazie per aver condiviso la tua coinvolgente classica osservazione invernale.
Il cercatore APM angolato non è scomodo?
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1577
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Ivano Dal Prete » 07/06/2020, 16:01

Bellissimo rapporto e grande lettura, grazie. Se capisco bene, il cellulare comunica con il telescopio via bluetooth?
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1577
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Ivano Dal Prete » 07/06/2020, 16:05

-SPECOLA-> ha scritto:
07/06/2020, 15:12
Il cercatore APM angolato non è scomodo?
Con un newton no di sicuro, anzi. Io me sono trovato uno quando ne ho avute le scatole piene dei contorsionismi, adesso devo spostare l'occhio di pochi centimetri per passare da cercatore a oculare. Non vedo l'ora che facciano un telrad angolato :lol:
"I am a historian. Only Trump shocks me."

piero
Buon utente
Messaggi: 3455
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da piero » 07/06/2020, 16:22

piacevolissima e bellissima lettura; una di quelle notte indimenticabili ove " si da il giro" alla volta celeste, complimenti.
Molto apprezzabile la possibilità di aver potuto osservare oggetti di bassa declinazione.
La mia riflessione è come un Dobson da mezzo metro ti obblighi a "resettare" il cervello su possibilità osservative impensabili con altri strumenti.
Una domanda: con il tuo strumento hai già avuto modo di osservare la neb Strega e la testa di cavallo?
Un augurio di tante altre osservazioni come questa
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Francesco
Buon utente
Messaggi: 320
Iscritto il: 01/04/2013, 13:00
Località: Catania

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Francesco » 07/06/2020, 21:25

Bellissimo, mozzafiato.
Quattro domande sintetiche per quattro risposte rapide su quel meraviglioso strumento da chi, come me, sconosce completamente questo "mondo".

- Quando pesa il tutto ma soprattutto quando pesa lo specchio?
- In quanto tempo si monta e quanto tempo occorre allo specchio per l'adattamento termico?
- Un normale-medio autoveicolo riesce a trasportare tutta questa roba?
- E infine per la gestione di uno strumento simile occorrono fisici bestiali?

Grazie e ancora complimenti.
L’ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un’infinità di cose che la sorpassano (Pascal)

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7756
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da -SPECOLA-> » 07/06/2020, 22:59

Ivano Dal Prete ha scritto:
07/06/2020, 16:05
Con un newton no di sicuro, anzi.
Non so,
io ho il classico KONUS VEGA 114/900 e non farei mai cambio tra il suo cercatore dritto (6x30) e quello angolato del catadiottrico KONUS LYRA 76/600 (5x24).
Non per via delle dimensioni, bensì della geometria; l'uno dritto e l'altro angolato.
Personalmente usando il KONUS LYRA, non mi trovo molto a mio agio ad usare il suo cercatore per puntare il telescopio.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

annoluce
Buon utente
Messaggi: 135
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da annoluce » 08/06/2020, 11:08

Ciao a tutti e grazie dei complimenti apprezzatissimi, dei commenti e delle domande.
Il cercatore APM angolato non è scomodo?
No, io non posso farne a meno. L'APM da 80mm sembra fatto apposta per il mio dobson, cade all'altezza ideale per l'occhio, tieni conto che l'oculare del 50cm allo zenith sta intorno ai 170 cm forse meno. Dunque l'oculare del finder cade più basso, ad altezza d'occhio o meno, permettendomi di cercare con una comodità estrema. Il fatto che sia "dritto" (intendo visione raddrizzata) è fondamentale per cercare gli oggetti deboli. Di solito uso il go-to per arrivare sul posto e "beccare" l'oggetto più luminoso. Poi mi sposto col cercatore usando le stelle di campo e facendo il confronto con Sky Safari (imposto lo stesso campo). Dunque posso trovare qualsiasi oggetto, anche galassie di 15a mag. L'APM per 200 euro è ideale, ha già tutto prisma anelli e basetta.
Bellissimo rapporto e grande lettura, grazie. Se capisco bene, il cellulare comunica con il telescopio via bluetooth?
Grazie. Il Nexus DSC crea una rete wi-fi dedicata, dove puoi anche impostare password come fosse un access point. Comando tutto da cellulare con sky safari.
Comodissimo perchè se sei all'oculare puoi gestire il telescopio usando la tastiera virtuale di Sky Safari.
La mia riflessione è come un Dobson da mezzo metro ti obblighi a "resettare" il cervello su possibilità osservative impensabili con altri strumenti.
Una domanda: con il tuo strumento hai già avuto modo di osservare la neb Strega e la testa di cavallo?
Un augurio di tante altre osservazioni come questa
Il dobson da 50 cambia tutto, sia in termini di possibilità che di gestione (logistica, temperature/acclimatamento, seeing, collimazione etc). Ma apre scenari impensabili, ovvero: qualsiasi galassia o oggetto diventa importante. Le galassie di 11a che prima erano batuffoli ora mostrano i bracci spirale... Qualsiasi globulare diventa come M13 etc. Soprattutto, spingere gli ingrandimenti non cambia la luminosità dell'oggetto.
Non ho osservato la Strega, non ci ho provato ancora. Ma ho visto la testa di cavallo in una serata non ideale. Era netta ma non come avrei atteso dalle virtù dello strumento. Dovrò riprovarci.
- In quanto tempo si monta e quanto tempo occorre allo specchio per l'adattamento termico?
- Un normale-medio autoveicolo riesce a trasportare tutta questa roba?
- E infine per la gestione di uno strumento simile occorrono fisici bestiali?
Lo strumento è sorprendentemente leggero e trasportabile (vi posterò alcune foto magari). E' struttura a traliccio e si monta in 10 minuti. Il pezzo più pesante è il primario che pesa 23 kg, io lo alzo e lo metto sulla cella trasportandolo in una cassetta di legno che il costruttore mi ha fornito, dunque lo sposto si e no di 2 metri dalla macchina alla cella del primario. Il resto è fatto di componenti molto leggeri, si alzano agevolmente, parliamo di max pochi kg.
Il telescopio si monta da soli, senza aiuto alcuno, la cella del secondario si alza con una mano. I truss sono leggerissimi si alzano con un dito.
Montato lo strumento diventa granitico davvero resistente.
Per l'adattamento termico, io lo lascio almeno un'ora ma anche due ore prima di osservare, ho una ventola che finora non mi è mai servita, perchè lo specchio è al quarzo quindi si acclimata molto in fretta, ha spessore 5 cm.
Praticamente io carico tutto nel bagagliaio della mia Dacia Sandero che è piccola, abbattendo i sedili. Metto la scatola di legno del secondario, sopra ci metto la base del telescopio con encoder e motori (che lego al sedile con una corda), a fianco le gondole (adagiate come pezzo unico su polistirolo) e per i truss ho preso una borsa da canna da pesca ai cinesi (17 euro...) e metto i truss sul sedile del passeggero di lato. Il primario viaggia sul sedile del passeggero e mi fa pure da tavolino per poggiare i cellulari.
Tutto sta comodamente nella sandero, porto anche tavolino, sedia, scaletta, contrappesi, due valigie di oculari, cercatore, borsa accessori, borsa per phon e batterie 12V, paraluce telo etc.
Dunque la mia risposta è che una persona di media corporatura, da sola, può gestire questo dobson con facilità.

Max

annoluce
Buon utente
Messaggi: 135
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da annoluce » 08/06/2020, 11:44

Qui potete vedere foto dello strumento e dettagli su base, box primario e cella secondario oltre a struttura truss:

https://photos.app.goo.gl/MzRZDcrt313bn77L9

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7756
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da -SPECOLA-> » 08/06/2020, 16:02

Grazie per il bel servizio fotografico.
Con il tubo chiuso con il telo, il telescopio è davvero impressionante.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Francesco
Buon utente
Messaggi: 320
Iscritto il: 01/04/2013, 13:00
Località: Catania

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Francesco » 08/06/2020, 22:03

Grazie mille Max per le tue gentili ed esaurienti risposte.
Ti auguro di cuore un milione di straordinarie nottate di osservazione come quella sopra descritta.
L’ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un’infinità di cose che la sorpassano (Pascal)

Ralph86
Messaggi: 16
Iscritto il: 18/01/2020, 18:18

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Ralph86 » 08/06/2020, 23:54

Chiedo scusa per l indiscrezione, ma quanto costa un set up del genere? Prima o poi vorrei tanto farmi un dobson di dimensioni generose, sn in cerca di un deep sky mozzafiato, ho la comodita di poter osservare un discreto cielo direttamente dal giardino di casa, quindi le dimensioni nn mi spaventano.

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1577
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Ivano Dal Prete » 09/06/2020, 17:15

-SPECOLA-> ha scritto:
07/06/2020, 22:59
Ivano Dal Prete ha scritto:
07/06/2020, 16:05
Con un newton no di sicuro, anzi.
Non so,
io ho il classico KONUS VEGA 114/900 e non farei mai cambio tra il suo cercatore dritto (6x30) e quello angolato del catadiottrico KONUS LYRA 76/600 (5x24).
Non per via delle dimensioni, bensì della geometria; l'uno dritto e l'altro angolato.
Personalmente usando il KONUS LYRA, non mi trovo molto a mio agio ad usare il suo cercatore per puntare il telescopio.
Immagino sia molto piu' semplice se il cercatore e' montato su un piccolo strumento, quando hai un grosso tubo le cose diventano un po' piu' complicate e il cercatore con diagonale fa molto comodo. Annoluce sembra d'accordo. A ognuno il suo :)
"I am a historian. Only Trump shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1577
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da Ivano Dal Prete » 09/06/2020, 17:25

annoluce ha scritto:
08/06/2020, 11:08
Il dobson da 50 cambia tutto, sia in termini di possibilità che di gestione (logistica, temperature/acclimatamento, seeing, collimazione etc). Ma apre scenari impensabili, ovvero: qualsiasi galassia o oggetto diventa importante. Le galassie di 11a che prima erano batuffoli ora mostrano i bracci spirale... Qualsiasi globulare diventa come M13 etc. Soprattutto, spingere gli ingrandimenti non cambia la luminosità dell'oggetto.
Proprio cosi', l'ho verificato qualche settimana fa con il mio 25cm. Per una volta me lo sono portato sotto un cielo passabile, sui pianeti va alla grande ma la lista di oggetti deep-sky che davano soddisfazione si e' esaurita velocemente :( Le mie memorie deep-sky sono pure legate a un 50cm, il confronto e' impietoso, soprattutto sulle galassie della Vergine (anche se il 50 lo usavo da circa 1200 metri di quota, qui montagne non ce ne sono per trovare una cima del genere mi tocca andare in Vermont o negli Adirondack)
"I am a historian. Only Trump shocks me."

piero
Buon utente
Messaggi: 3455
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Report osservativo Dobson 50 cm

Messaggio da piero » 09/06/2020, 22:00

Ivano, per esperienza personale diretta di molti anni fa, un dob da 50 cm (era l' Ariete da 20" di S. Albano) sul cluster della Vergine o in Coma Berenice rischia di mandarti in uno stato mistico-allucinatorio-confusionale permanente per tutta la notte da cui fai fatica a riprenderti......
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”