Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

C'è anche Urano

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6636
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

C'è anche Urano

Messaggio da Raf584 » 22/08/2012, 18:37

Il prossimo 29 settembre Urano sarà in opposizione nella costellazione dei Pesci, ben piazzato per l'osservazione anche alle nostre latitudini, ma già ora il suo diametro è di 3.7" quindi un oggetto interessante per telescopi di almeno 20 cm di diametro. Sul numero di settembre di Sky&Telescope c'è un interessante articolo che riporta la storia della determinazione visuale del periodo di rotazione del pianeta in base a osservazioni effettuate da S.J. O'Meara nel 1981 usando un rifrattore Clark da 9 pollici di diametro. L'impresa fu possibile grazie alla comparsa di alcune brillanti macchie chiare di cui fu possibile osservare lo spostamento da una notte all'altra e risalire così al periodo, che coincise con quello ottenuto spettroscopicamente. Questo tipo di macchie venne osservato già nel XIX secolo dal dilettante inglese T.H. Buffham con un newton da 9 pollici.

Più recentemente ho trovato sulle mailing list dell'ALPO questo interessante report:

"Back on the night of September 2nd - 3rd, 2007 I observed a number of objects including Jupiter, Vesta, Uranus, Mars, the Moon and deep-sky objects with my TMB 175mm f/8 apo refractor. While observing Uranus I noted that one of the polar regions appeared darker than the other polar region, and there appeared to be a lighter zone or belt near the equator on the following limb. I was not aware that this detail might be visible on Uranus, so was surprised when I saw it. Here are the rest of my Uranus observing notes from that night:

Uranus - the Moon was getting higher in sky at this point but still behind some trees so I decided to observe Uranus, which was located in Aquarius near phi Aqr which is a bright (magnitude 4.22) orange colored star. At 35x and 70x the planet was resolved as a disk with a bluish color. I inserted the binoviewer again and gradually increased magnification to 264x. The seeing was variable but there were times when one of the polar regions appeared darker than the other polar region, and there appeared to be a lighter zone or belt near the equator on the following limb. It was more detail than I recall seeing on Uranus before."


Disegni interessanti si possono vedere qui: http://www.britastro.org/saturn/subpage ... raobs.html

Occorre molta pazienza e perseveranza per vedere eventuali dettagli perché si mostrano di rado e con difficoltà, difficilmente osservazioni sporadiche possono mostrare qualcosa a meno di non essere veramente fortunati.
Allegati
urano.jpg
Credits: Sky&Telescope, www.skyandtelescope.com
urano.jpg (34.98 KiB) Visto 3090 volte
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
AlessioM
Buon utente
Messaggi: 1024
Iscritto il: 09/03/2012, 13:21
Località: Sulcis
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da AlessioM » 22/08/2012, 19:57

Niente da fare per il mio rifrattore F10 ...... Comunque grazie della segnalazione ;)
Il mio sito: http://www.carbonia2meteo.altervista.org/ Stazione meteo Davis vantage pro 2

cherubino

Re: C'è anche Urano

Messaggio da cherubino » 23/08/2012, 10:10

In tutta onestà credo di non avere mai visto nulla di appariscente sul disco di Urano.
Non ne sono un osservatore assiduo, però. Devoa anzi dire di dargli solo un'occhiata fugace ogni tanto.
Qualche sera fa, all'oculare del Meade da 12" lasciava vedere solo il suo disco e anche all'occhio della webcam non offriva nulla di più.

Paolo

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8973
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da piergiovanni » 23/08/2012, 10:27

Ciao ricordo che ai tempi del GLR Raffaello Lena era un assiduo osservatore di Urano..Dovrei avere in giro ancora qualche suo disegno con le differenze di albedo
Pier
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Corrado

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Corrado » 23/08/2012, 11:52

Raf, ti sei dimenticato di riportare le osservazioni simultanee di Urano, effettuate l'8 gennaio 1955 da O.C. Ranck con un rifrattore da 4" a 240x e da B. Abbey con un riflettore da 6" a 300x, in cui disegnarono entrambi in parte gli stessi dettagli. Lo dico perchè non vorrei scoraggiassimo chi ha strumenti sotto i 20cm.
Paolo, Urano è un pianete difficilissimo, io in 10 anni di continue osservazioni non ho mai parcepito effettivi dettagli, ma me ne basterebbe uno in tutta la vita; per me è un pianeta affascinente di per se...

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7277
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da -SPECOLA-> » 23/08/2012, 12:59

Anch'io non ho mai visto nulla di più del disco sui pianeti URANO e NETTUNO.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6636
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Raf584 » 23/08/2012, 13:53

Corrado ha scritto:Raf, ti sei dimenticato di riportare le osservazioni simultanee di Urano, effettuate l'8 gennaio 1955 da O.C. Ranck con un rifrattore da 4" a 240x e da B. Abbey con un riflettore da 6" a 300x, in cui disegnarono entrambi in parte gli stessi dettagli.
hai ragione, qui sotto ci sono i disegni che hai citato.
Allegati
urano visuale.JPG
Disegni di Urano sulla base di osservazioni visuali. In alto due disegni di O'Meara con rifrattore Clark 9 pollici, in basso a sinistra disegni di Ranck (4" OG) e Abbey (6" newton).
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1174
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Ivano Dal Prete » 23/08/2012, 14:44

Parlare di osservazioni visuali di Urano e' aprire un "can of worms", come dicono da queste parti. Anche adesso sul forum Cloudy Nights c'e' un thread con un tizio che osserva dettagli tutte le sere e imagers tra i migliori che non riescono a cogliere un tubo, nonostante l'enorme superiorita' solitamente mostrata dal digitale (per non parlare delle difficolta' che incontra anche un certo telescopio orbitale da 2.4 metri). E giustamente lo invitano a essere piu' prudente, perche' questa faccenda sembra quella degli "spokes" sugli anelli di Saturno che la gente vedeva con un 114 e Hubble no; ovviamente non erano "spokes", ci assomigliavano e basta, e neanche poi tanto.

Oltre allo strumento, per l'osservazione di Urano occorre secondo me umilta' e molta "cultura" dell'osservazione visuale - anche storica - che in questo forum per fortuna non manca. Un punto che molti imagers non colgono e' che Urano non e' sempre uguale a se' stesso, e a quanto pare occasionali outbreaks di attivita' possono produrre dettagli osservabili visualmente. Il problema e' che se si tratta di eventi stagionali come nel caso di Saturno, gia' la statistica per il pianeta con gli anelli e' limitata per via del periodo di rivoluzione di quasi 30 anni, e nel caso di Urano sono 84 (a parte il fatto che il pianeta e' ben piu' difficile e assai meno seguito di Saturno)... Del resto, mutatis mutandis la grande GWS di Saturno del 1990 era facilmente alla portata di un 114. Le osservazioni di O'Meara vennero condotte appunto durante uno di questi eventi, ma guardando i suoi mostruosi disegni il suo 9" doveva essere molto piu' "a punto" di quello di Bethany.

Osservare dettagli visuali reali su Urano, insomma, non e' categoricamente "impossibile" ma certo dovrebbe trattarsi di un evento piuttosto eccezionale. A me e' capitato solo una volta con il Clark da 10.75", ma probabilmente quasi tutto quello che ho visto era spurio. Sono abbastanza convinto di aver osservato solo un differenza di luminosita' tra i due emisferi, e lungo la dicotomia probabilmente il cervello ha aumentato i contrasti scurendo uno dei lati e rendendo l'altro piu' luminoso, creando l'effetto di una banda e una zona. Uno specie di "unsharp masking" naturale, insomma, che si nota spesso anche su altri soggetti. Quanto alle chiazze di diversa intensita' sul disco, giova ricordare che capita di osservarle anche nelle zone temperate di Saturno - altro soggetto a bassa luminosita' e contrasto. Siccome rimangono inchiodate dove sono anziche' ruotare con il pianeta, sono sicuramente spurie.

Insomma, ci vuole senso critico sia durante che dopo l'osservazione. Se anche uno vede qualcosa in perfetta buona fede, non e' detto che "qualcosa" ci sia. E questo e' un punto che sfugge invece a parecchi visualisti.

IMHO

Ivano
Allegati
20091109_0335_dalp_b.JPG
"Consider the impact your proposed telescope could have on your life. Talk to your spouse, your kids, and your friends. Does it fit the way you live? If you have doubts, reduce the planned aperture by one third and repeat this step."
(Kriege and Berry, "The Dobsonian Telescope")

"I am a historian. Nothing shocks me."

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6636
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Raf584 » 23/08/2012, 15:49

Dipende in definitiva da come si presenta il pianeta. Se ci fosse qualche dettaglio molto contrastato come le macchie brillanti osservate da O'Meara, non dovrebbe essere difficile vederlo, in fondo oggi ci sono un sacco di astrofili che hanno strumenti ben più potenti di un Clark da 9 pollici. Se però osservi una volta ogni morte di papa (e chi usa strumenti grandi il più delle volte ha interessi diversi dall'osservazione planetaria) anche se il dettaglio c'è finisci per non vederlo.

Ho molti reports storici di osservazioni visuali di Urano, vedo magari di farne un sunto.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6636
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Raf584 » 23/08/2012, 17:43

Ivano Dal Prete ha scritto:Anche adesso sul forum Cloudy Nights c'e' un thread con un tizio che osserva dettagli tutte le sere
sì, ci ho dato un'occhiata ma è la solita aria fritta e rifritta. Urano non l'ha mai cagato nessuno ma basta che qualcuno invii un report osservativo invece di prodursi nel solito blabla inconcludente, ed ecco che tutti si sentono in dovere di fare i maestrini.

Le osservazioni di quel signore sono interessanti, tra l'altro in quell'oceano di ignoranza lui almeno si è documentato. Secondo me è sbagliato tentare di stabilire a tavolino se quello che vede sia reale o meno, in questi casi solo una verifica indipendente può dire se si tratta di dettagli reali o illusori. La cosa paradossale è che nessuno si sia preso la briga di mettersi d'accordo con l'autore per stabilire una sessione di osservazioni contemporanee.

Hai fatto bene a rispondere anche tu, almeno hai alzato il livello della discussione, ma sei stato poco cortese a fargli notare che potrebbe essersi immaginato tutto come Schiaparelli e Lowell ;) in fondo non possiamo saperlo.

Ho fatto un paio di misure, le macchie disegnate da O'Meara hanno un diametro (o un asse maggiore se sono ellittiche) attorno al mezzo secondo.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8973
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

R: C'è anche Urano

Messaggio da piergiovanni » 23/08/2012, 20:06

Raf..invitalo sul forum..ci faremo capire :grin:

Inviato dal mio GT-I9100 con Tapatalk 2
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6636
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Raf584 » 23/08/2012, 20:12

Sarei molto tentato, ma potrei dire la mia anche di là. C'è il problema della lingua, non tutti vanno d'acordo con l'inglese.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1174
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Ivano Dal Prete » 24/08/2012, 5:12

Raf ha scritto:
Ivano Dal Prete ha scritto:Anche adesso sul forum Cloudy Nights c'e' un thread con un tizio che osserva dettagli tutte le sere
sì, ci ho dato un'occhiata ma è la solita aria fritta e rifritta. Urano non l'ha mai cagato nessuno ma basta che qualcuno invii un report osservativo invece di prodursi nel solito blabla inconcludente, ed ecco che tutti si sentono in dovere di fare i maestrini.
Veramente, alcuni di quelli che hanno risposto sono tipi piuttosto in gamba (scusa ma Christoph Pellier non e' un pirla) e le obiezioni mi sembrano ragionevoli. Non dico che abbiano ragione, ma ci sono problemi a cui non e' stata data risposta. Osservazioni digitali di Urano ormai ne girano; bisognerebbe pure spiegare perche' questo tizio vede dettagli che sembrano fuori portata per il digitale, quando a parita' di strumenti il livello di dettaglio permesso dal digitale di solito e' molto superiore. D'accordo che bisognerebbe almeno organizzare sessioni in contemporanea.
Raf ha scritto:Hai fatto bene a rispondere anche tu, almeno hai alzato il livello della discussione, ma sei stato poco cortese a fargli notare che potrebbe essersi immaginato tutto come Schiaparelli e Lowell ;) in fondo non possiamo saperlo.


No, non credo di essere stato scortese e infatti lui non se l'e' presa. Gli ho solo ricordato elementari regole di prudenza e autocritica che io stesso applico alle mie osservazioni, specie su un soggetto cosi' critico, spiegandogliene le ragioni con esempi molto concreti. Ho visto spokes e macchie brillanti sugli anelli di Saturno, peccato che non ruotavano. Ho visto canali su Marte; ho visto bande su Venere che potrebbero essere spurie ;) , e quando me l'hanno fatto notare ho accettato questa possibilita' e ho cercato di capirne di piu'.

Quel signore invece si rifiuta di considerare la possibilita' che quello che effettivamente esiste su Urano, e quello che lui in perfetta buona fede ritiene di vedere, possano non coincidere. Vabbe' che lui e' un tale occhio d'aquila da aver notato sul mio disegno DUE bande e una zona chiara (il che guarda caso avrebbe portato acqua ai suoi argomenti), quando io per quanto mi sforzi ne vedo tuttora solo una :twisted:

Parlo da appassionato visualista, e proprio per questo ritengo che il suo atteggiamento non sia quello che un visualista consapevole dovrebbe avere.

Ivano
"Consider the impact your proposed telescope could have on your life. Talk to your spouse, your kids, and your friends. Does it fit the way you live? If you have doubts, reduce the planned aperture by one third and repeat this step."
(Kriege and Berry, "The Dobsonian Telescope")

"I am a historian. Nothing shocks me."

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1174
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: C'è anche Urano

Messaggio da Ivano Dal Prete » 24/08/2012, 5:22

Raf ha scritto:Sarei molto tentato, ma potrei dire la mia anche di là.
Ok ma prima diccela di qua. Perche' non ci parli delle tue osservazioni di Urano? A quel che ho capito non sono state sporadiche, almeno per un certo periodo.
Raf ha scritto:C'è il problema della lingua, non tutti vanno d'acordo con l'inglese.
Compreso il succitato occhio d'aquila :roll:

Ivano
"Consider the impact your proposed telescope could have on your life. Talk to your spouse, your kids, and your friends. Does it fit the way you live? If you have doubts, reduce the planned aperture by one third and repeat this step."
(Kriege and Berry, "The Dobsonian Telescope")

"I am a historian. Nothing shocks me."

ToolMayNARD
Buon utente
Messaggi: 252
Iscritto il: 25/11/2011, 19:22

Re: C'è anche Urano

Messaggio da ToolMayNARD » 24/08/2012, 9:32

Ho letto anche io il thread su CN, da un po' di anni si ripresenta puntualmente. Mi allineo col pensiero di Ivano: se sul digitale - che sappiamo avere una capacità dinamica ben superiore rispetto al'occhio - spesso non si vede nulla, nemmeno in IR dove invece è più facile trovare tracce di bande (es. http://alpo-j.asahikawa-med.ac.jp/kk12/u120808z.htm), mi sembra poco credibile che qualcuno riesca a vedere ogni sera qualcosa (e con qualsiasi telescopio lui usi!). Eppure Stanislas Maksymowicz non è l'ultimo arrivato... cosa diavolo vede? Vede veramente qualcosa o crede di vedere alcune strutture che in realtà non ci sono? Autosuggestione? Credergli è solo un atto di fede, non c'è nessuna prova. Concordo ancor di più sul discorso della mancata autocritica dell'autore.

Concordo infine sul fatto che in passato ci possono essere stati eventi atmosferici su Urano che hanno causato la comparsa di dettagli più brillanti del solito e più facilmente visibili. Begli esempi Raf!

Ciao.

Mauro

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”