Puntamento allo zenit

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

Hai ragione ho omesso di dire che in realtà avevo segato via quei due piccoli supporti rendendo la base completamente piatta e comunque l'ho applicata su una base che è già piatte non curva. il Regal quickfinder in effetti aveva la basetta con i due appoggi leggermente incurvati larghi mezzo centimetro, ma il problema è facilmente risolvibile perché basta riempire il vuoto con un piccolo pezzetto di un qualche materiale sia plastica che legno incollato di modo che la basetta diventa una base piatta e poi lì sopra ci metti ci metti il biadesivo. Oppure incolli una di quelle basi picatinny che si usano per i punti rossi Insomma di soluzioni se ne possono trovare Sì quello è il punto rosso angolabile in varie direzioni della tele V che costa un botto; per altro per essere onesto devo dire che utilizzando il binocolo un Raci mi sembra quasi pleonastico quando non eccessivo ma la questione molto personale; a quel punto troverei molto più utile il Rigel quick Finder con i cerchi graduati a vari gradi ben più utile nello Star hopping Ma è uno strumento piuttosto poverello e forse non si trova nemmeno più
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

piero ha scritto: 04/09/2021, 21:02 Sì quello è il punto rosso angolabile in varie direzioni della tele V che costa un botto; per altro per essere onesto devo dire che utilizzando il binocolo un Raci mi sembra quasi pleonastico quando non eccessivo ma la questione molto personale; a quel punto troverei molto più utile il Rigel quick Finder con i cerchi graduati a vari gradi ben più utile nello Star hopping Ma è uno strumento piuttosto poverello e forse non si trova nemmeno più
Si, costa un botto! decisamente.
Vedi, per me non è un problema di star hop. Quello lo faccio all'oculare del binocolo!
La difficoltà per me sta nel puntare la zona di cielo col red dot classico quando mi allontano dall'orizzonte. Oltre una certa altezza proprio non riesco, e finisce che vado a tentoni col binocolo, come se non avessi un dispositivo di puntamento.
Quindi, se questo dispositivo funzionasse, non ti nascondo che ci farei un pensierino. Settimana entrante credo che mi informerò.
Però mi rendo conto che ciò che per me è essenziale per altri può essere irrilevante :thumbup:
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

Dovrebbero ancora esistere cercatori angolati 6x30, ben più leggeri dei classici 8_9x50
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Si, ci sono. Infatti ho puntato un RACI 6x30 nel caso il 9x50 in mio possesso fosse troppo pesante.
Più che altro mi preme il campo maggiore e i minori ingrandimenti del piccoletto.
In modo prioritario, confido di poter acquisire :pray: nella settimana entrante uno zoccolo standard per cercatori modificato in modo che possa essere montato sulla maniglia del binocolo. Ciò fatto, potrò poi montare sul binocolo il cercatore, il red dot o eventualmente entrambi utilizzando un accessorio tipo questo:
https://www.pierro-astro.com/materiel-a ... eur_detail

Grazie a tutti :thumbup:
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

Bella trovata mi piace l'idea non avevo mai visto
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Francesco
Buon utente
Messaggi: 349
Iscritto il: 01/04/2013, 13:00
Località: Catania

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Francesco »

Rinvenibile anche qui.
L’ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un’infinità di cose che la sorpassano (Pascal)
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2057
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Giovanni Bruno »

FULVIO, il tuo problema di base è che hai un binocolo angolato a 90° che notoriamente ha bisogno di un CERCATORE OTTICO, oppure un RED DOT montato molto più in alto e molto più in avanti da quanto richiesto per un binocolone angolato a 45°.

Mentre per i binocoloni angolati a 45° basta ed avanza il più scarso dei RED DOT senza alcun cercatore ottico, ne RACI e ne DIRITTO

Ma è la stessa problematica che ha un telescopio con una torretta binoculare angolata a 90°.

La soluzione è estremamente semplice, basta autocostruirsi una basetta intermedia alta almeno 60mm, tra la basetta sul manico del BINOCOLONE ed il RED DOT stesso.

Meglio ancora, come faccio da decine di anni, usare un leggero RACI 6x30 a 90°, sul cui paraluce si autocostruisce una boccola di cartoncino compatto, sopra la boccola incollo un pezzetto di legno alto 60mm al di sopra del quale si monta un leggerissimo RED DOT.

A quel punto il RED ROT si trova molto distante dal BINOCOLONE ed il RACI angolato a 90° e già comodissimo di suo. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 780
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Samuele »

Francesco ha scritto: 05/09/2021, 23:01 Rinvenibile anche qui.
Attenzione che la base di questo accessorio è per morsetti Vixen, quindi non adatto a quello del Red Dot e neppure allo spazio che sul binocolo è destinato a tale scopo. :thumbup:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2057
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Giovanni Bruno »

Ieri pomeriggio mi sono occupato del sistema di puntamento del mio ultimissimo acquisto, un meraviglioso RUMAK INTES MK67 da 150/1800mm ad f12, che già avevo comprato nel lontano 1997 e goduto con enorme soddisfazione per due anni e poi venduto ad un'amico per finanziare nuove e più potenti avventure strumentali.

Me lo sono ricomprato 3 giorni fa, ma neanche mi ricordavo che oltre all'ottica eccezionale, aveva anche un totalmente inutile cercatore ottico 7x35, montato del tutto appiccicato al tubo e pure a soli 10°-15° dalla verticale, andando in contrasto visivo con una torretta binoculare e con la mia testa.

Detto-fatto, ho espiantato per sempre il pur bellissimo 7x35 diritto originale e ci ho montato su una basetta per cercatori standard ed un supereconomico red dot ORION EZ FINDER II, che a sua volta è distanziato dalla basetta sul tubo ottico con un ultraleggero ma ben fatto braccetto in plastica distanziatore già incluso nella confezione, che porta l'asse ottico del red dot a ben 90mm di distanza dal tubo ottico.

Tutto il maggior lavoro meccanica è stato adattare i due fori originali per il cercatore ottico, alla basetta per cercatori che già avevo.

Tra l'avere un cercatore diritto mal posizionato, oppure nessun cercatore ed avere un modestissimo RED DOT ben posizionato, ci passa davvero un'abisso in termini di comfort osservativo ed efficienza produttiva.

In soli 20 minuti di frenetico bricolage, ora ho un sistema di puntamento che globalmente pesa solo 78 grammi ed è di ultra comodo utilizzo e molto efficiente sia di giorno che di notte. :thumbup: :wave:
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Che differenza c'è fra un red dot è uno star pointer?
https://www.teleskop-express.it/cercato ... stron.html

dalla descrizione posso desumere che entrambi lavorino a zero ingrandimenti e che l'unica differenza sia nei due reticoli circolari a led dello star pointer invece del puntino rosso del red dot.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
giodic
Buon utente
Messaggi: 205
Iscritto il: 05/12/2018, 0:40
Località: Roma

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da giodic »

Una curiosità. Per chi, come me, ama usare il BT in modalità alt-azimut su cavalletto fotografico con testa fluida, andando di "star-hopping", in alternativa al red-dot come cercatore è possibile utilizzare un... inclinometro digitale... :D
Sulla maniglia dell'APM 100ED, sfruttando i fori filettati presenti, ho fissato una barretta (una piattina) metallica, piegandola leggermente per compensare l'inclinazione della maniglia stessa, su cui ho posizionato un inclinometro digitale, che si fissa abbastanza saldamente sfruttando la sua base magnetica.
Regolando la messa in bolla del cavalletto e acceso l'inclinometro, vado ad inquadrare una stella luminosa di cui controllo l'altezza (app su smartphone), facendo così la taratura dello strumento.
Da quel momento in poi, per puntare un oggetto brandeggio ad occhio il BT regolando poi l'altezza con l'inclinometro e... il gioco è fatto... :dance:
Con questo metodo si evitano quelle posizioni da "kamasutra cervicale" per puntare il red-dot e si osserva in scioltezza senza mai la necessità di cambiare postura... :thumbup:
Giorgio Di Cesare
Osservo con: Takahashi Mewlon 180 - W.O. Megrez 120 ED - Takahashi FC-100DZ - Tele Vue TV85 - Vixen FL70s - APM 100/45 ED APO - Miyauchi Saturn II - Zeiss Victory HT 8x42 - Nikon Monarch-7 8x30 - Daystar Quark Chromosphere - Prisma di Herschel Lunt
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Un push to "casereccio" :clap:
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

Un uomo dalle 1000 risorse.... :o :clap:
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

fulvio_ ha scritto: 08/09/2021, 17:56 Che differenza c'è fra un red dot è uno star pointer?
https://www.teleskop-express.it/cercato ... stron.html

dalla descrizione posso desumere che entrambi lavorino a zero ingrandimenti e che l'unica differenza sia nei due reticoli circolari a led dello star pointer invece del puntino rosso del red dot.
Nessuna
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
giodic
Buon utente
Messaggi: 205
Iscritto il: 05/12/2018, 0:40
Località: Roma

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da giodic »

fulvio_ ha scritto: 08/09/2021, 21:29 Un push to "casereccio" :clap:
In effetti, il sistema si potrebbe migliorare pensando ad inserire in qualche modo un cerchio di azimut con un indice da "azzerare" ad inizio osservazione, ottenendo appunto una sorta di go-to manuale... Ma poi, secondo me, tutto diventerebbe troppo poco "casereccio"... :D
Giorgio Di Cesare
Osservo con: Takahashi Mewlon 180 - W.O. Megrez 120 ED - Takahashi FC-100DZ - Tele Vue TV85 - Vixen FL70s - APM 100/45 ED APO - Miyauchi Saturn II - Zeiss Victory HT 8x42 - Nikon Monarch-7 8x30 - Daystar Quark Chromosphere - Prisma di Herschel Lunt
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2057
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Giovanni Bruno »

Ottima l'autocostruzione di GIODIC, ma già molto tecnologica e per ogni puntamento bisogna consultare la coordinata di ALTEZZA dell'oggetto su un dispositivo elettronico oppure cartaceo, certo, per oggetti ostici è un'ottimo aiuto, mentre per quelli più facili basta il solo red dot.

Mi fa piacere che anche GIODIC, insieme a PIERO, utilizza una testa video fluida per reggere il suo binocolone.

Se vedeste che spettacolo di comodità e produttività e la testa fluida M516 con sopra il nuovo arrivato RUMAK MK67 + torretta ZEISS ERETTIVA a 45° + semplicissimo red dot, un favoloso PSEUDO BINOCOLONE da 150/1800mm che pesa complessivamente solo 5,6Kg e lavora con precisione micidiale tra 45° e 360x.

L'APM SD APO da 100mm a 45° e l'INTES MK 67 torrettizzato, sono meravigliosamente complementari, dove non arriva l'SD APO come risoluzione, ci arriva l'MK 67, mentre dove non arriva l'MK67 come grande campo e luminosità, ci arriva l'SD APO. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2046
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Angelo Cutolo »

piero ha scritto: 08/09/2021, 21:30
fulvio_ ha scritto: 08/09/2021, 17:56 Che differenza c'è fra un red dot è uno star pointer?
https://www.teleskop-express.it/cercato ... stron.html

dalla descrizione posso desumere che entrambi lavorino a zero ingrandimenti e che l'unica differenza sia nei due reticoli circolari a led dello star pointer invece del puntino rosso del red dot.
Nessuna
Concordo.
Relativamente al red-dot del link, mi sembra semplicemente un mini-telrad, anzi un mini-quickfinder, nella descrizione non è indicato il diametro angolare dei due cerchi, ma a giudicare dalle immagini, visto che la finestra è di 40 mm, i due cerchietti ammesso siano "calibrati" come il telrad o il quickfinder, penso che il maggiore a malapena arrivi al grado.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.x
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Grazie Angelo e Piero.
Mi sono informato sullo Star Pointer Beam della Tele Vue presso Skypoint.
Il consulente (molto gentile peraltro) mi ha confermato che si tratta sostanzialmente di un red dot angolato.
Il problema sta nel fatto che l'immagine è specchiata.
Già sarebbe un problema "inquadrare ad occhio" la zona di cielo di interesse (come del resto avviene con un cercatore RACI). Cosa preventivata...
Figurarsi però trovarsela poi specchiata nell'aggeggino! Mah... :thumbdown:
Più che un cercatore diventerebbe un "allontanatore/dissuasore" :lol:.
Il consulente dice che ci si fa l'abitudine, ma il costo è troppo elevato per verificarlo!

EDIT: I conti però non mi tornano.
Un red dot è fondamentalmente un vetrino attraverso il quale si traguarda il cielo.
Questo dispositivo invece riflette su uno specchio l'immagine che viene prodotta da un obiettivo (lente):

https://www.skypoint.it/en/finders/tele ... uct11.html

L'immagine che arriva allo specchio sarà presumibilmente capovolta. E magari lo specchio la corregge! Mah...
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3652
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da piero »

L'importante è non dimenticarsi che la condizione di gran lunga meno frequente in ogni tipo di osservazione (lo zenit 8-) ) non deve costituire un problema 8-)
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2046
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Angelo Cutolo »

fulvio_ ha scritto: 09/09/2021, 16:21Questo dispositivo invece riflette su uno specchio l'immagine che viene prodotta da un obiettivo (lente):

https://www.skypoint.it/en/finders/tele ... uct11.html

L'immagine che arriva allo specchio sarà presumibilmente capovolta. E magari lo specchio la corregge! Mah...
No nessuna lente, lo specchio riflette la luce che passa attraverso la finestrella (otticamente pinaparallela), insieme al riflesso su questa della luce del led che forma il punto rosso (o crocicchio, cerchietto o altro), se vedi la seconda immagine del link, il percorso dei raggi luminosi è chiaro e non vi è nessuna focalizzazione.
Quindi come in un diagonale astronomico, avrai una singola riflessione, che si traduce in un singolo ribaltamento, nordo con sud o est con ovest (relativamente alla posizione relativa dell'aggeggio).
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.x
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Grazie Angelo. Però non ho capito il discorso sulla riflessione.
Esemplificando, supponiamo di avere in cielo Orione come in foto:
Immagine
e che la costellazione stia tutta nel cercatore.
Ora, questo utilizzatore:
Immagine
Vedrà riflessa nello specchio la costellazione come di seguito raffigurata? (mi scuso per l'approssimazione dello schema :mrgreen: ):
Immagine

Inoltre non è specificato quanti gradi di campo reale del cielo vengono visualizzati nello specchio. Di seguito altre info sullo Starbeam. Vengono indicati 10 min arc :think: .
http://www.company7.com/televue/products/starbeam.html

EDIT
ecco qui un "simil cercatore RACI", efficacemente alternativo al red dot:
https://www.teleskop-express.de/shop/pr ... Scope.html
Non tanto per l'apocromaticità che è inutile.
Quanto per il fatto che con una focale di soli 135 mm, utilizzando (ad esempio) un Hyperion da 31 mm e 72° di CA, fornirebbe quasi 4,4 x e ben 16,5°di CR.
Praticamente un red dot.
Facendo però i conti della serva oltre al cazzabbubbolo occorrerebbero diagonale e oculare!
Se esistesse un tubicino acromatico da 30 mm con una tale corta focale però... in un cercatore le aberrazioni ottiche sono perfettamente tollerabili.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2046
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da Angelo Cutolo »

Nel caso in esempio, la vedresti come nel diagonale astronomico, alto basso-corretti, e dx-sx invertite.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.x
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 776
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Puntamento allo zenit

Messaggio da fulvio_ »

Per togliermi il dubbio ho chiesto lumi ad un utente di CN che utilizza lo Starbeam Televue. Riporto le sua risposta (anche a vantaggio di futuri potenziali acquirenti):

"You have done fine with the communication. I am not sure about the degrees. However your representations are correct with how the stars appear in the mirror the only thing is the whole consolation of Orion wouldn't fit. You would be able to see the sword and a little of the belt.
I have used both the mirror and the straight throw. On light polluted skies the mirror doesn't work very well. On darker skies it works very well.
Hope this helps"


Dunque, la riflessione dell'immagine è come da me rappresentata. Il campo di vista riflesso nello specchio non include però tutto Orione, ma solo una sezione della costellazione che va all'incirca dalla spada a parte della cintura. Tramite Stellarium ho ricavato un campo approssimativo di circa 5°.
Bocciato :thumbdown:

Per le mie esigenze non rimane che un cercatore RACI ad ampio campo. O qualcosa di simile.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Rispondi