Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Tocca a MARTE

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6613
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Tocca a MARTE

Messaggio da Raf584 » 11/02/2014, 10:18

In questa discussione vorrei raccogliere le nostre osservazioni di Marte nel corso della presente apparizione, di cui nel seguito riassumo i tratti essenziali a beneficio di chi vorrà dare un'occhiata al pianeta coi propri strumenti, grandi o piccoli che siano.

Lo scorso 12 dicembre 2013 il diametro apparente di Marte ha raggiunto i 6 secondi d'arco: questo valore viene tradizionalmente ritenuto la soglia a partire dalla quale è possibile compiere osservazioni visuali con un sufficiente grado di attendibilità (gli astrofotografi hanno iniziato a produrre immagini molto belle e dettagliate già con un disco di soli 4"). Sei secondi d'arco significa che per osservare il pianeta grande come la Luna piena vista a occhio nudo - anche questo un requisito tradizionalmente assunto come necessario - occorrono circa 300 ingrandimenti, e per far corrispondere questo potere a una pupilla d'uscita di almeno 0.7 mm - altro limite tradizionalmente inteso sotto il quale sarebbe bene non scendere - ci vorrebbe un'apertura di 21 cm. Si tratta naturalmente di un criterio minimalista, vale sempre la regola che maggiore è il diametro del telescopio e più cose si vedono.

Nella tabella qui sotto ho raccolto in colonne la data, il diametro apparente di Marte in incrementi di un secondo, l'ingrandimento minimo e l'apertura minima necessari per osservare almeno i dettagli più cospicui (si tratta di valori solo indicativi, non vanno considerati rigorosamente). Come potete vedere, all'opposizione del prossimo 9 aprile 2014 il diametro sarà ancora scarsino, sui 15 secondi: tanto per fare un confronto, alle opposizioni perieliche quando Marte può raggiungere i 25 secondi bastano meno di 100 ingrandimenti per vederlo grande come la Luna a occhio nudo e un rifrattore da 60 mm è già sufficiente per individuare i tratti essenziali della superficie e osservare le calotte. Quest'anno all'opposizione un 80 mm è davvero il minimo che si possa impiegare per vedere qualcosa, anche se ricordo benissimo che durante l'opposizione afelica del 1978 riuscii a osservare almeno la Grande Sirte, il Mare Acidalio e la calotta settentrionale col mio piccolo Stein Optik da 6 cm a 140x... :roll: :)

Per la maggior parte di questa apparizione si potrà osservare il polo nord del pianeta, ma la calotta apparirà di dimensioni ridotte in quanto il 15 febbraio 2014 corrisponde al solstizio d'estate nell'emisfero nord.

Nel periodo più interessante di questa apparizione Marte sarà nella costellazione della Vergine, a declinazione leggermente negativa ma comunque ancora ben posizionato per l'osservazione. All'opposizione splenderà di magnitudine -1.5, poco più di Sirio, e sarà perciò un oggetto cospicuo del cielo primaverile. Un esercizio interessante e istruttivo, soprattutto per i ragazzi e che si può compiere al binocolo o con un telescopio a grande campo, è quello di tracciare il percorso di Marte nel cielo usando una mappa che arrivi almeno alla magnitudine 7. Data la sua vicinanza alla Terra il moto di Marte è relativamente rapido e ben evidente da un giorno all'altro anche per chi ha poca dimestichezza con le stelle: unendo le posizioni del pianeta segnate di giorno in giorno sulla mappa si potrà ricostruire il suo movimento apparente e osservarne il moto retrogrado.

Più avanti io e Pier daremo qualche altra indicazione utile, ad esempio sull'uso dei filtri e altre cose ancora. Intanto allego al messaggio la mappa di Marte dell'UAI.
Allegati
tabmarte.jpg
marsmap.jpg
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8956
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da piergiovanni » 11/02/2014, 10:28

Ciao Raf, io ho già provato ad osservare Marte, le scorse settimane, ma con scarso successo. Accolgo quindi volentieri la tua "richiesta" ufficiale di osservare il pianeta rosso e spero che anche altri ragazzi del forum parteciperanno con i loro vari strumenti
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Avatar utente
GiulianoT
Buon utente
Messaggi: 485
Iscritto il: 25/06/2013, 1:01

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da GiulianoT » 11/02/2014, 11:52

Grazie per le utilissimi informazioni, ancora non ho provato ad osservarlo. Ho lontane memorie di grandi opposizioni... Bellissimo Marte!
Osservo il cielo con: Carl Zeiss Jena Reisenfernrohr E 60/850, Telementor e AS 63/840, Carl Zeiss Jena "Kometensucher" C 110/750, C 80/500 e C 50/540, Zeiss AS80/1200, Zeiss AS135/1750, Meade-Geoptik Newton 254/1140 mm, LXD75, Losmandy G11, Girofonta ed una quantità di oculari - soprattutto "vintage" Meade, Vixen, Zeiss, Clavé. Osservo la terra con: Carl Zeiss Jena Jenoptem 10x50 e 8x30 e Asiola 63/420.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante non ne sogni la tua filosofia.
William Shakespeare, da “Amleto” [atto I, scena IV]

Avatar utente
tuvok
Buon utente
Messaggi: 967
Iscritto il: 29/12/2012, 13:35
Località: battipaglia (SA) - teana (PZ)

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da tuvok » 11/02/2014, 13:33

bene bene, è arrivato il momento di dedicare a Marte il tempo e le attenzioni che merita! :D
viva la resolution
qa'plà!

Lentigrado
Messaggi: 47
Iscritto il: 01/02/2014, 19:34
Località: Roma - axa

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Lentigrado » 11/02/2014, 15:16

Grazie per le utilissime informazioni.....per gli astrofili binofili che date e che focali suggerisci??
Guardo al mondo con un po' di presbiopia

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6613
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Raf584 » 11/02/2014, 15:35

Ci vuole un binocolo che regga almeno 100x altrimenti non è che si veda granché, soprattutto in questa opposizione, e bisogna anche che l'obiettivo sia lavorato al limite di diffrazione, non so se nei binocoli questo è uno standard.

L'osservazione più interessante che si può fare col binocolo è probabilmente quella di seguire il moto di Marte tra le stelle.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Lentigrado
Messaggi: 47
Iscritto il: 01/02/2014, 19:34
Località: Roma - axa

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Lentigrado » 11/02/2014, 16:18

Ok, grazie comunque :(
Guardo al mondo con un po' di presbiopia

Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1177
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da vincenzo » 11/02/2014, 23:27

Molto ok grazie RAF.
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...

Kyle Katarn
Buon utente
Messaggi: 357
Iscritto il: 05/01/2014, 0:33
Località: Roncaro

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Kyle Katarn » 12/02/2014, 13:21

Ottimo il 150 f8 acro è gia fuori ( e col fuocheggiatore perfettamente ortogonale )

Inviato dal mio LG-P760 utilizzando Tapatalk
SW acro BD 150 f8
SW acro "Frankenstein" 150 f5
Meade 102ED f9
SW newton 200 f5
Meade SC 10" f6.3
SW mak 90
SW acro 80 f5
Towa 80 f15

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6613
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Raf584 » 12/02/2014, 15:59

Ottimo il 150 f8 acro è gia fuori ( e col fuocheggiatore perfettamente ortogonale )
ottimo strumento, secondo me sottovalutato dai più, soprattutto da quelli che quando vedono un po' di aberrazione cromatica si mettono a strillare :lol: invece anche nell'osservazione planetaria è un gran rifrattore.

Personalmente avrei però un gran desiderio di un vero cannocchiale "marziano", un acromatico con correzione rosso-verde invece che rosso-blu, mi pare che Zen li faccia, proverò a chiedere... :think:
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8956
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da piergiovanni » 12/02/2014, 16:07

Chiedi, chiedi e facci sapere :mrgreen:
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Kyle Katarn
Buon utente
Messaggi: 357
Iscritto il: 05/01/2014, 0:33
Località: Roncaro

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Kyle Katarn » 12/02/2014, 16:25

Chiedi chiedi ma chissà che risposta :D si grande strumento. Anzi no, immenso. PER ME miglior telescopio mai avuto fin'ora infatti resiste dal 2010

Inviato dal mio LG-P760 utilizzando Tapatalk
SW acro BD 150 f8
SW acro "Frankenstein" 150 f5
Meade 102ED f9
SW newton 200 f5
Meade SC 10" f6.3
SW mak 90
SW acro 80 f5
Towa 80 f15

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6613
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Raf584 » 12/02/2014, 17:14

Il listino prezzi è molto interessante se confrontato ai costi di realizzazioni simili made in Japan. Non ho personalmente molta esperienza degli strumenti Zen, ho avuto parecchi anni fa un Maksutov-Gregory (mi pare un 185 mm) con ottiche molto buone, ne avevo anche fatto un articolo per Coelum, e ho guardato in qualche rifrattore quando ancora frequentavo gli star party. Potrebbe essere l'occasione per farmi fare anche soltanto un 10 cm f/10 corretto C-e da confrontare con un Fraunhofer classico. Peccato che mi sia venuto in mente solo ora, ormai l'opposizione di Marte è molto vicina.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8956
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da piergiovanni » 12/02/2014, 18:02

Ciao, ricordo ancora la tua recensione, intubazione Laborfoto. Io ho provato il 150mm di Corrado, in versione Apo, penso preferire un acromatico a lunga focale. :mrgreen:
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Avatar utente
Re Vega
Buon utente
Messaggi: 920
Iscritto il: 15/09/2011, 10:50
Località: varese

Re: Tocca a MARTE

Messaggio da Re Vega » 12/02/2014, 18:53

Il mio Marte più bello risale al '99 osservato col c8 a 300x, dettagliatissimo.
Mi chiedevo se per chi come me lotta con un seeing cronicamente scarso non sia preferibile un Marte piccolo ma ben alto nel cielo piuttosto che grande ma basso e quindi affetto maggiormente da turbolenza.
Fede
Strumenti:
Zeiss AS 150 f/15 e D&G 152 f/15 (intubazione Fumagalli); Taka FS128; S.W. 120ED; Pentax 75 EDHF
Set oculari Zeiss Abbe I; TMB supermono 6 e 8 mm; Taka LE 5 mm e Abbe 12,5 mm; Barlow Zeiss 2x
Fujinon 7x50 Mariner; Zeiss Dodecarem.

“Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone oppresse e amare quelle che opprimono.” - Malcom X. 

Rispondi

Torna a “Osservazione e fotografia astronomica”