Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

In questo settore saranno pubblicati tutti gli aggiornamenti sul sito Binomania.it relativi alla microscopia
Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da piergiovanni »

Su Binomania è disponibile un articolo riguardante la scelta del primo microscopio a cura di Guido Gherlenda. Buona lettura!

"La domanda che più si legge nei vari forum di microscopia è sempre la stessa: quale microscopio mi consigliate? Le riposte non tardano mai ad arrivare, spesso con il risultato di aumentare la confusione al novello microscopista. Il campo è così vasto che più che riposte si dovrebbe iniziare con delle domande per poter restringere la scelta. Purtroppo si inizia erroneamente a interpellare il neofita sul tetto massimo di spesa, anche se, a mio parere, è l’ultima domanda da porsi."


https://www.binomania.it/il-mio-primo-microscopio/
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6953
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da Raf584 »

Bell'articolo, mi è piaciuto molto. Avrei forse insistito di più sullo stereomicroscopio, che secondo me come portale d'ingresso nel micromondo è più indicato del biologico, almeno per un ragazzino. Oltre a insetti o minerali permette di osservare moltissimi protisti e anche i microfunghi, facili da "coltivare" in casa, sono forse più piacevoli da osservare con lo stereo che non su un vetrino
Muffa caprino 3.JPG
Gustissimo anche il discorso sugli accessori, l'importante è che il microscopio sia comunque espandibile nel momento in cui si voglia sfruttare qualche tecnica particolare.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it
Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1035
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da Guido Gherlenda »

Grazie, è uno dei miei scritti più sofferti, e purtroppo si vede da come ho preso alla larga ogni argomento, consigliare è sempre difficile.

Riguardo le stereo è vero però questo è il primo di una serie di modesti consigli adatti a neofiti e non certo a chi ha un po' le mani in pasta, pensavo di approfondire i vari argomenti con singole pubblicazioni più approfondite sia sugli strumenti che sulle tecniche.
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8080
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da -SPECOLA-> »

Bell'articolo "apripista"; GRAZIE Guido.
Sono curioso di leggere i futuri approfondimenti.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1035
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da Guido Gherlenda »

Ci tenevo a puntualizzare: i miei semplici appunti sono rivolti ai neofiti che non sono necessariamente bambini, molto spesso sono adulti, il linguaggio chiaramente deve essere semplice per dar modo a chi non ha ancora pratica dei termini di poter comprendere ma conrmporaneamente cerco di dare un'idea della partenza ma anche di dove si può arrivare, troverei assurdo descrivere solo microscopi base senza far vedere a cosa si può arrivare se la passione continua, mi rivedo all'inizio quando non avendo nessuno con cui confrontarmi ho acquistato due microscopi in un mese e in stato confusionale ho fatto una ricerca in rete trovando Bosi che con grande disponibilità mi ha invitato a casa sua, in due ore ho ricevuto le necessarie informazioni per schiarirmi le idee, dopo una settimana ho comprato il mio Photomicroscope che rimane tutt'ora il mio miglior pezzo. Con i miei limiti cerco solo di aiutare chi si avventura in questo campo non a scegliere un microscopio ma ad avere i parametri per farlo, esattamente quello che ho ricevuto da Bosi pur con le dovute proporzioni tra la mia modesta conoscenza e la sua ineguagliabile esperienza.
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Il mio primo microscopio di Guido Gherlenda

Messaggio da piergiovanni »

Io sono rimasto folgorato quando anni fa durante una visita a casa di Raf mi fece osservare con il suo microscopio. Da lì e ripartito tutto e mi sono rammentato dei bei tempi in collegio nel laboratorio con il prof don Elio Gentili. Avevamo anche dei microscopi..

Inviato dal mio G8141 utilizzando Tapatalk

Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Rispondi

Torna a “Speciale "il micromondo con due occhi" su www.binomania.it”