Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

andrea vagni
Buon utente
Messaggi: 769
Iscritto il: 19/09/2011, 13:17
Località: Orvieto
Contatta:

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da andrea vagni » 11/05/2015, 13:33

... e vissero tutti felici e contenti...
:wave:
Andrea Vagni
http://www.nuovapegasus.it
"... pensate quale mondo ci saremmo trovati oggi se Galileo non fosse stato curioso? E Marconi? E Leonardo? E i coniugi Curie? E Fleming? E Janssen?... E' la curiosità che manda avanti l'umanità"
(Andrea Vagni)

Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da fulvio_ » 11/05/2015, 15:34

fulvio_ ha scritto:
piergiovanni ha scritto:Ciao Fulvio, gli oculari Docter sono appena arrivati.
Ci sentiamo fra qualche giorno, vorrei provare per bene lo strumento. Buone osservazioni.
Piergiovanni
Ok, grazie! :thumbup:
Adesso con i due 'gioiellini' montati sopra il binocolone non ha più alibi (tecnologia tedesca :lol: con 50x, 84° di campo apparente e 1°40' 48" di campo reale)! :evil:
Mi sono reso conto di aver omesso una virgola dopo la parola 'sopra'. In altri termini il soggetto della frase (ciò che non ha più alibi) è il binocolone, e non un Lei :D.
@Piergiovanni: Chiedendo venia per la bulimia 'ocularistica' (strumentale ad 'ammazzare il tempo in attesa della recensione :lol:) volevo chiederti se assieme ai Panoptic, Tecnosky e Docter hai avuto modo di provare anche i Pentax xw. Grazie
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126

Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1650
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da monpao » 11/05/2015, 18:15

Salve fulvio_
Non ricordo di avere mai dato impressioni sugli oculari Nikon :? anche perchè non rammento di averli mai provati.
Forse posso aver riportato qualcosa letto altrove... :think:
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...

Avatar utente
stevedet
Buon utente
Messaggi: 806
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da stevedet » 11/05/2015, 18:44

fulvio_ ha scritto: Sulla questione cielo buio e opportunità e voglia di spostarsi, credo che ognuno sia libero di gestire come crede la propria passione! A volte mi sembra che ci si prenda troppo sul serio su tutto, perdendo di vista l'obiettivo.
Certo, non posso fare a meno di provare apprezzamento per gli amici dobsoniani che vanno letteralmente a caccia di cieli bui (portandosi dietro, peraltro, un bel pò di roba :D )!
Fulvio, ovviamente ognuno è libero di fare come vuole ed io stesso mi accontento di ciò che riesco ad osservare dal mio giardinetto, appena fuori dal paese, però è evidente che così come chi scia ha bisogno della neve, chi nuota ha bisogno di almeno di una buona piscina, chi vuole fare del ''vero'' deep-sky non può accontentarsi di un mediocre cielo urbano o sub urbano e non può fare altro che andare alla ricerca di siti buoni.
Sotto un cielo mediocre puoi fare del rilassante rich-field senza grosse pretese (la mia passione col binocolo), puoi dedicarti alle stelle doppie e fare delle buone osservazioni di luna, pianeti e sole, ma il deep sarà sempre poco soddisfacente, anche con strumenti di grande diametro.

Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da fulvio_ » 11/05/2015, 19:54

@ monpao: mi rendo conto a distanza di mesi che la tua risposta:
viewtopic.php?f=129&t=6513&p=64831&hili ... +hv#p64831
era del tutto ironica (non solo la seconda parte come pensavo) :mrgreen:

@ Stevedet: In effetti, dotarsi di 50cm di specchio per poi cercare galassie remote sotto i lampioni cittadini non avrebbe molto senso :oops: . Beh, le tue osservazione sono sempre di una logica inoppugnabile!
Però la stima per i dobsoniani (specie se autocostruttori: http://www.grattavetro.it/) resta!
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126

Avatar utente
piergiovanni
Buon utente
Messaggi: 8804
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da piergiovanni » 11/05/2015, 22:58

fulvio_ ha scritto: @Piergiovanni: Chiedendo venia per la bulimia 'ocularistica' (strumentale ad 'ammazzare il tempo in attesa della recensione :lol:) volevo chiederti se assieme ai Panoptic, Tecnosky e Docter hai avuto modo di provare anche i Pentax xw. Grazie

Ciao Fulvio, spero di si. Sto cercando di organizzare una seratina in compagnia di qualche amico. In quel frangente potremmo provare il BT anche coni Pentax XW: coraggio, hai aspettato tanto, manca poco. :)
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nuovo Orione

www.astronomianews.it
www.itinerarieluoghi.it


Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1158
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da Giovanni Bruno » 12/05/2015, 8:52

Ovviamente un cielo adeguato è una cosa meravigliosa ,ma costosa e rara.

Inoltre pone anche una qualche remora morale, se è bene fare 200km su strade in buona parte tortuose, per fare una degna osservazione binoculare.

Voglio dire che è bene farlo , ma è obbiettivamente impossibile farlo con una frequenza adeguata.

Ciò detto è indubbio che da un cielo tra discreto e mediocre, la giusta pupilla di uscita aiuta a sfruttare meglio le reali potenzialità di un binocolone della classe 4"-5"

Peccato che non ho più il mio MIYAUCHI da 20-37x100 a 45° in cui mostrare cosa avviene su ANDROMEDA con i due diversi ingrandimenti.

Una bella galassia uniformenente molto luminosa a 20x ed una galassia che esplode per dimensione, incisione e colori a 37x.

Parlo di colori perchè io ho sempre visto delle tracce di color RUGGINE in ANDROMEDA a 37x con il MYAUCHI, a patto che vi fosse una robusta ventilazione NORD-OCCIDENTALE, che porta con se un'atmosfera secchissima

Questo anche dal tetto piano del mio condominio.

Il cielo di un sito è incredibilmente variabile alla voce trasparenza atmosferica.

Da casa mia alla periferia di IVREA, vi sono delle serate di FON in cui il cielo si fa di cristallo e basta solo sottrarsi alle luci dirette per avere delle visioni mozzafiato del cielo in generale e di ANDROMEDA a 37x--41x in particolare.

Mai capito perchè vedevo le screziature color RUGGINE a 37x nel MIYAUCHI in ANDROMEDA, mai viste a 41x nel NEXUS,ma il fatto è reale e visto molte decine di volte insieme ad altri astrofili espertissimi, proprio dal tetto condominiale di casa mia,purchè vi fosse il vento di FON :wave: .

Avatar utente
stevedet
Buon utente
Messaggi: 806
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da stevedet » 12/05/2015, 19:02

Se si è abbastanza lontani dal bagliore delle grandi città, se il vento pulisce bene il cielo e l'illuminazione locale non disturba, si può senz'alto godere di belle osservazioni binocolari anche in aree suburbane, perlomeno in quella fascia di cielo dai 45° in su. Capita anche a me fortunatamente, altrimenti non potrei divertirmi col mio APM/nexus dal mio giardino.
Forse la cosa migliore, quando si fanno recensioni di strumenti per il deep sarebbe quella di riportare il valore di SQM della serata (che taglierebbe la testa al toro a qualsiasi dubbio) o quanto meno un descrizione delle stelle visibili in costellazioni strategiche, tipo l'orsa minore. C'è anche una app ''perdita della notte''che aiuta in tal senso, anche se non ho ancora capito quanto sia attendibile.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1158
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da Giovanni Bruno » 12/05/2015, 19:29

La trasparenza molto variabile del cielo per le osservazioni deep sky binoculari fa il paio con il discorso SEEING per le osservazioni planetarie.

Quindi concordo pienamente con l'dea di usare l'SQM ,oppure la sequenza polare ad occhio nudo per dare un senso al giudizio di un binocolo usato per il deep sky.

Ma la via principe, l'addove sia possibile, è sempre una bella comparativa tra due o più binocoli di pari diametro. :wave:

Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da fulvio_ » 12/05/2015, 20:00

Non vorrei dire una cavolata (nel caso correggetemi), ma mi pare che trasparenza ed illuminazione del cielo non vanno necessariamente a braccetto!
Ossia, un buon SQM non ci assicura una trasparenza cristallina, condizione essenziale primaria per le osservazioni del cielo profondo!
Comunque, forse è un discorso estremizzato nel caso di utilizzo di grossi dobson! Noi binocolari (presenti e futuri) possiamo accontentarci di un bel buio! :mrgreen:
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1158
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da Giovanni Bruno » 13/05/2015, 8:16

L'SQM come metro del variare della trasparenza va inteso usato dallo stesso sito.

In quel caso l'SQM sarà in ottimo accordo con il tipo di trasparenza , oppure di foschia di quel preciso istante.

Ma basta osservare il PICCOLO CARRO per capire come stanno le cose quella sera per il nostro sito casereccio. :wave:

Avatar utente
Tommy
Buon utente
Messaggi: 82
Iscritto il: 05/12/2014, 21:01

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da Tommy » 15/05/2015, 22:29

Ho appena pubblicato un messaggio dove chiedo informazioni per l'acquisto di un 100mm.
Ho compreso le differenze fra il Docter e il grosso TS, ma alla fine, per uno come me che non va quasi mai in alta montagna, sarebbe preferibile un binocolo cinese o giapponese di basso costo, come un Vixen 30x80 o un Vixen Bt80 con oculari intercambiabili.
Grazie.
Tommaso
Tommaso
Docter Nobilem 8x56, Olympus OM-D E-M5 con varie ottiche M4/3

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1158
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da Giovanni Bruno » 17/05/2015, 7:59

Intanto è meglio un binocolo angolato rispetto ad uno diritto se l'uso sarà anche astronomico.

Mentre il fatto che possa montare degli oculari di varia lunghezza focale permette una più estesa fruizione della potenza ottica degli obbiettivi. :wave:

Avatar utente
stevedet
Buon utente
Messaggi: 806
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: dal blog: Docter Aspectem 40X vs TS 28x110

Messaggio da stevedet » 17/05/2015, 23:00

C'è gente che osserva tranquillamente il cielo con binocoli dritti, magari aiutandosi con una montatura a pantografo e chi li trova tremendamente scomodi per quell'uso.
Io appartengo a questa seconda categoria e non prenderei mai un grosso binocolo dritto per fare osservazioni astronomiche. Altrimenti a suo tempo avrei comprato un bel 28x110 che mi costava la metà del mio Apm 100 a 45°.

Questa prima questione la devi risolvere per conto tuo e non è difficile. Ti basta osservare il cielo col tuo binocolo per capire come ti trovi col collo. Una volta chiarito questo punto, sarà più facile darti un consiglio, soprattutto se ci farai capire quale potrebbe essere il budget disponibile.

Insomma, la domanda posta così è troppo vaga. Se ci aiuti un po' di più ti possiamo consigliare meglio.

Rispondi

Torna a “ARCHIVIO DEL VECCHIO BLOG DI BINOMANIA”