Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 2010

Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9068
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 2010

Messaggio da piergiovanni » 08/05/2012, 8:49

Varie mie impressioni sui binocoli usati nell'anno 2010


Non aggiorno il blog da un po' di tempo. Purtroppo io e famiglia stiamo traslocando in un posto nuovo e il tempo da dedicare

ai siti e al blog è veramente risicato.

Tuttavia, questa sera , vorrei scrivere qualche mia impressione sui binocoli che ho usato nel 2010, nell'uso naturalistico

Come ricorderete, dopo aver utilizzato per un anno il Kowa Prominar 8.5x44 Xd, sono diventato possessore, con altri sacrifici, di uno Swarovision 8.5x42. Questo binocolo è molto soddisfacente. Purtroppo il mio esemplare è attualmente in riparazione presso la casa madre in Austria e spero che ritorni a casa fra una settimana.

Con questo strumento mi sono molto divertito ad osservare l'avi-fauna, soprattutto all'alba ed al crepuscolo, dato che di giorno, la luminosità è talmente tanta, da risultare spesso fastidiosa. Mi riferisco alle osservazioni effettuate di giorno, al mare o in montagna, quando si è circondati dalla neve.

Talvolta però, basta spendere veramente un'inezia per ammirare delle scene di vita , altrimenti impossibili.

Durante l'estate, io , mia moglie e la bimba, ci recavamo nei pressi di un prato per osservare, dall'autovettura, i caprioli. C'erano con me sempre , sul sedile posteriore, vari binocoli..

il mio Swarovision, uno Zeiss FL il nuovo Swarovski SLC Hd un Meopta Meostar 7x42, etc etc. Devo dire che fra i primi tre modelli, le differenze di luminosità era veramente impercettibili.

Nel senso che, nel mero uso pratico, riuscivo ad osservare a circa 50metri, per lo stesso periodo di tempo, i giochi dei caprioli. Il Meostar, veramente ottimo, per il prezzo, risultava soltanto leggermente meno luminoso, direi di circa 5 minuti. Il più nitido è sempre stato lo Swarovision, seguito dal SLC HD e poi dallo Zeiss FL.

Una sera, però, decisi di portare con me, anche l'USM 10.5x70. Del resto, trovandomi in auto non avrei avuto problemi nell'osservare con il supporto da finestrino. Orbene, quando negli ultra-costosi binocoli a tetto le sagome dei caprioli erano immerse nell'oscurità con il generoso USM 10.5x70 potevo ancora godere di circa 15 minuti di luce. Tale strumento mi ha quindi consentito di osservare, in un paio di sere fortunate, una volpe e due femmine di cinghiali con prole, che solitamente escono ad ora più tarda rispetto ai caprioli che sono solito studiare da un paio d'anni. Impari invece l'uso di un economico TS 8x40 a porro che pareva un 25mm in confronto con Swarovision & Company.Peccato aver venduto il Vixen Ultima 9x63. Sarei curioso di fare una comparativa crepuscolare con tale strumento.
Devo dire che quando si osserva in una valle, in una zona priva di inquinamento, dirigendo lo sguardo al limitare del prato, dove inizia il bosco, le pupille si dilatano tantissimo. Per tale motivo è ottimale l'uso di binocoli che possiedono una grande pupilla di uscita. Nostra fisiologia dell'occhio permettendo. Del resto, durante la Guerra mondiale erano notissimi i binocoli come il 10x80 che permetteva di scrutare le navi o i sommergibili nemici al crepuscolo.

Raramente ho visto un naturalista osservare al crepuscolo in piedi, in mezzo ad un prato. Il luogo di osservazione ottimale è un capanno o un auto ed in tal caso per chi ama gli animali, spesso è meglio investire in un binocolo dall'ampio diametro.
Ricordo anche di aver utilizzato il Docter Nobilem 15x60 contro il Vortex Kaibab 15x56 HD e le mie prefenze sono andate a quest'ultimo seppur il primo sia un porro espressamente costruito per i cacciatori. Il Kaikab è risultato più corretto, con ottiche più luminose e con meno aberrazione cromatica. Ne parlerò su binomania.

Evito di scrivere altro sul Docter Aspectem, sto preparando una lunga recensione. Sappiate solo che l'immagine in luce bianca del sole con due filtri in astrosolar è veramente da mozzare il fiato, cosi come osservare il sorgere o il tramontare della Luna dietro le montagne innevate..Una sera ricordo che, in valle v'era un filo di nebbia e dei pipistrelli continuavano a volare nei pressi del campo inquadrato, dove stavo ammirando la luna. Pareva una fiaba d'altri tempi. Veramente fantastico. Non trovo altro punto di riferimento. Lo giudico il migilior binocoli per uso terrestre attualmente disponibile sul mercato, migliore, anche delo Kowa Higlander. Troverete tutto, anche la comparativa nella prova.

Notevole anche la resa di uno Steiner di alta gamma che ha dimostrato di poter competere con i BIG, in quanto a resa ottica.Sono binocoli poco conosciuti agli appassionati che cercherò di trattare, insieme ai Bushnell ed ai Meopta nel 2011. Mi sono anche divertito con gli Steiner Marine, durante le vacanze in Versilia..Ottimo contenimento dei riflessi, ottiche nitide al centro e molto, molto resistenti.

Molti mi hanno chiesto se sia meglio lo Zeiss FL o Swarovski Swarovision...Posso dare la mia impressione personale. Giudico fuori competizione lo Swarovision, che oltre ad avere un prezzo ed un formato maggiore, fornisce una resa migliore ai bordi e mi è parso leggermente più nitido. Rimane il dubbio dell'assenza di distorsione angolare, che è veramente molto soggettiva da giudicare e da amare-odiare.

La superiorità ottica dello Swarovision rispetto agli altri è stata avvalorata anche dall'amico Federico Caro, con il quale ho passato una intera domenica, con vari binocoli su cavalletto ad analizzare dei microcaratteri su sfondo grigio ed altri dettagli naturali..

Direi che la vera sfida avviene fra lo Zeiss FL e lo Swarovski SLC HD, entrambi 8x42..
Pare che i tecnici austriaci abbiamo fatto il possibile per creare un binocolo nella medesima fascia di prezzo-prestazioni. L'SLC HD pare avere un campo leggermente più corretto al bordo, un filo di PDC in più. La nitidezza mi è parsa simile. La messa a fuoco dello Zeiss FL è più fluida. La resa dei colori oltre che soggettiva è oggettivamente diversa, lo Zeiss FL è più tarato "verso il verde". In certe condizioni di illuminazioni pare leggermente più luminoso...
Insomma, una sfida veramente ardua per i miei poveri occhi.
Ho trovato un nuovo "cesello"..Ho in prova il Leica HD 8x32, incredibile! Leggero, tagliente al centro del campo come non mai..Lo sto usando al posto dello Swarovision, in questo periodo e grazie alla sua qualità ottica mi sta dando molte soddisfazioni. Ho ammirato un nibbio bruno stanziale, appollaiato su un ramo di castagno, immerso nella neve in maniera stupefacente..Ottica cristallina, peccato non sia totalmente flat field...

Rimpiango un poco d'aver venduto il mio esemplare di MInox a porro che tenevo in collezione ma sono contento sia andato ad un appassionato naturalista. Sono molto contento di aver trovato un BPO 10x42 anche se il BPO7X è ancora nei miei desideri...
Veramente buono il Minox zoom 8-14X40..Ha strabattuto a 14x uno Zeiss Conquest 15x, Ha ottiche Ed è Corrado, come al solito, ne ha un esemplare..forse in vendita.

La mia testa è in continuo fermento.non si è mai contenti e si vorrebbe sempre provare, acquistare comparare, uscire nei boschi, ma non è sempre possibile. Cosa farò quest'anno? mah! Forse non è detto che riproverò nell'uso naturalistico il Canon 10x42 IS.

Luca ha avuto modo di usarlo per qualche giorno insieme allo Swarovski SLC HD. Mi ha confermato che l'SLC HD, al centro del campo è leggermente più nitido e contrastato, ma tale fatto si nota solo su cavalletto. Quando si cammina, con il Canon, grazie alla stabilizzazioni i dettagli del paesaggio e degli animali è migliore...
Non ha potuto provarlo su campo, ossia nelle mie condizioni di "caccia fotografica ed osservativa ideali. Forse sarà uno dei miei progetti per l'anno binofilo 2011. Se Dio mi darà il tempo e la salute.

In ogni modo rimango ancora in attesa del mio binocolo ideale. Un binocolo con prismi di Porro II, ottiche Swarovski, Meccanica Kowa, Leggero come uno Zeiss e con uno stabilizzatore simile ai Fujinon 14x40..Incontentabile....uomo.

B.serata a tutti!
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
vale75
Buon utente
Messaggi: 467
Iscritto il: 07/05/2012, 18:56
Località: Ravenna

Re: dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 201

Messaggio da vale75 » 08/05/2012, 12:50

Impeccabile come sempre piergiovanni.
grazie x il contributo abissale che dai ogni gg al mondo della binofilia!!
Binocoli: Miyauchi 100 - Minox 15x58 -
Minox 8x44
Telescopi: Ariete/Giacometti 18" -
Orion xt 10" - Lunt 35mm deluxe
Microscopio: Zeiss Standard 14
Contatore G-M: Ludlum M3

Avatar utente
carmine
Buon utente
Messaggi: 544
Iscritto il: 09/03/2012, 9:19

Re: dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 201

Messaggio da carmine » 08/05/2012, 15:21

Complimenti davvero Pier, hai una grande capacità di raccontare.....mai pensato di scrivere un libro???
Ciao Carmine
Carmine A.Romano

Guardo attraverso: Nikon, Celestron, ITT, Tecnosky, Canon, Pentax, Apm, ecc.....

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9068
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 201

Messaggio da piergiovanni » 08/05/2012, 16:12

Ciao, grazie per i complimenti, pure troppi :oops:
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
Born to... Zeiss
Buon utente
Messaggi: 4885
Iscritto il: 29/10/2011, 16:56
Località: Padova

Re: dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 201

Messaggio da Born to... Zeiss » 08/05/2012, 16:57

Sempre interessantissimo leggere le tue opinioni...
Claudio Todesco

Il cielo...la natura...sono concetti semplici...per chi ha il vizio di sognare.

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7479
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: dal Blog. Impressioni d'uso sui binocoli testati nel 201

Messaggio da -SPECOLA-> » 08/05/2012, 22:47

Stile molto coinvolgente.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIV). http://www.specola.altervista.org/

Rispondi

Torna a “ARCHIVIO DEL VECCHIO BLOG DI BINOMANIA”