Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Finalmente qualcuno l'ha detto...

Sezione dedicata agli appassionati di strumenti a lente, antichi e moderni, detti anche "cannocchiali astronomici": costruzione, modifica, prestazioni, accessori, confronti ecc.
Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 11:43

Mario, scusa non sono d’accordo, sul tuo approccio che tutto dipenda alla fine dalle tolleranze ottiche e non ad esempio dal rpgetto ottico e/o dalla configurazione ottica stessa...
È evidente, almeno per che ha la sensibilitá e la conoscenza per capirla, che la resa di un doppietto è diversa da quella di un tripletto,ad esempio.
Concordo invece che le condizioni di ossevazione possano appiattire le differenze, poichè purtroppo spesso spianano in basso la qualitá del fronte ottico in ingresso e lí telescopio buono ottimo o pessimo che sia non ci si puó fare nulla!



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 11:51

poi, oh, un Mak127 da 220€ usato puó darti in campo planetario ottime immagini anche comparabili a quelle che ti da il TSA102...


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Mario De Caro
Messaggi: 26
Iscritto il: 29/08/2019, 12:23

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Mario De Caro » 12/09/2019, 12:19

Il mio ragionamento esclude a priori qualunque telescopio che abbia in sé dei difetti sia costruttivi che di lavorazioni ottiche ....partendo da una base valida ( otticamente valida, come faceva giustamente notare Bruno con il suo esempio)è molto difficile trovare delle sostanziali differenze nell'immagine che infatti è la stessa per tutti :D !!
Poi è chiaro che un super telescopio restituisce immagini super....al pari di un super newton o un eccellente mak.
Mi sembra di cadere nell'ovvio se ti dico che tra i miei due strumenti di maggior pregio(un apo152f8 e un Northek DK250f20) non ho visto ( ancora) differenze sostanziali nell'immagine ( luna e pianeti a pari ingrandimenti) e aggiungo ,con mio ex stupore ,che hanno anche la stessa resa a parità di seeing! Cosa alquanto bizzarra se si ripensa ai fiumi di inchiostro versati in queste diatribe

Mario De Caro
Messaggi: 26
Iscritto il: 29/08/2019, 12:23

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Mario De Caro » 12/09/2019, 12:32

Non ho mai messo (purtroppo) l'occhio dentro un fs128 ma non ho dubbi nel credere che si tratta di uno strumento eccellente ....penso anche che sfumature ce ne sono tra questo e un 130 apm o un 140Tec o un 152officina stellare....ma appunto sono sfumature.
Se il progetto ottico è valido significa ( per me) che la maggior parte delle aberrazioni ottiche sono contenute all'interno del disco di Airy....tradotto significa che le varie immagini prodotte da queste ottiche sono sovrapponibili...imho.

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8937
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da piergiovanni » 12/09/2019, 12:37

Salve Mario, in che zona abita? Mi piacerebbe, prima o poi, venire a osservare i pianeti nel suo DK 250, io ho avuto un Northek DK 230 per un annetto.
Io penso che per pochi tra noi, anche una minima differenza sia fondamentale, mi riferisco soprattutto per ciò che concerne l'osservazione di pianeti un po' ostici come Giove e Venere. Ad esempio, personalmente, osservando la luna, grazie al suo alto contrasto, mi diverto moltissimo anche con il mio SC dotato di torretta.
Rispondendo al divertente aneddoto di Giovanni e dello scambio di rifrattori presumo che l'astrofilo che ha scambiato un tubo bianco con uno di così differente colore, possa non avere la mia stima, riguardo le sue possibili qualità da "Occhio di falco" :D :D Capisco scambiare un Vixen con un Taka, ma due tubi così differenti :naughty: :naughty: :o :o :D
Rispondo anche a Raf, quando ebbi modo di usare per qualche mese il mio Ex 120 ED della Sky-Watcher e il Taka FS128, convenni senza ombra di dubbio che le reali differenze si vedessero sopra i 200X, in tale frangente il seppur performante doppietto cinese, non era in grado di mostrare il medesimo contrasto visibile nel doppietto alla fluorite, e questo accade ancora adesso quando osservo nei binocoli.
L'altro giorno, durante il pranzo tra binofili, tutti hanno apprezzato l'alto contrasto e la migliore correzione cromatica dell'Highlander Prominar, rispetto a soluzioni piu' recente, ma composte da obiettivi a bassa dispersione.
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6529
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Raf584 » 12/09/2019, 13:02

Marco Retucci ha scritto:
12/09/2019, 10:58
Anzi, spesso bisogna essere abbastanza esperti e smaliziati per apprezzarle e tanto fanno anche le condizioni di osservazione, ecc ecc.
tempo fa qualcuno fece un interessante esperimento. Registrò alcuni brani di musica suonati con flauti di diversi materiali e prodotti da fabbricanti diversi, poi fece ascoltare la registrazione ad alcuni flautisti molto esperti chiedendo loro di identificare quali flauti a loro giudizio suonavano meglio. E' venuto fuori che i flauti più economici riscuotevano spesso i maggiori apprezzamenti rispetto a flauti costosissimi prodotti uno per uno dagli artigiani del settore :lol:

Questo per ribadire che i nostri giudizi, anche all'oculare e nelle condizioni migliori, non possono non essere influenzati dalle preconoscenze, dalle aspettative e anche dai soldi che abbiamo sborsato, perché ci aspettiamo prestazioni elevate da tutto ciò che abbiamo pagato tanto. Ho sinceramente dei dubbi che chiunque, senza sapere in che telescopio sta guardando, sia in grado di distinguere due obiettivi molto ben lavorati, un mass-market e un cosiddetto blasonato (che poi viene fatto in fabbrica anche lui).

Le differenze più sensibili tra un mass-market cinese o taiwanese e un telescopio "di marca" emergono probabilmente nel controllo della qualità. Mentre un Takahashi lo puoi comprare a occhi chiusi - difficilmente ti poni il problema che te ne possa arrivare uno sottoperformante - il cinese, se possibile, è meglio farlo selezionare, saranno tutti utilizzabili con profitto ma ce ne sarà certamente qualcuno riuscito meglio degli altri.
piergiovanni ha scritto:
12/09/2019, 12:37
Rispondo anche a Raf, quando ebbi modo di usare per qualche mese il mio Ex 120 ED della Sky-Watcher e il Taka FS128, convenni senza ombra di dubbio che le reali differenze si vedessero sopra i 200X, in tale frangente il seppur performante doppietto cinese, non era in grado di mostrare il medesimo contrasto visibile nel doppietto alla fluorite,
la cosa non mi stupisce, Pier, il 120ED non mi è mai piaciuto - ho rivenduto dopo poco tempo entrambi i miei esemplari - ed è il motivo per cui ho scartato a priori l'idea di procurarmi il 150ED su cui tutti si stanno buttando (problemi di spazio a parte).
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Faber
Buon utente
Messaggi: 782
Iscritto il: 16/06/2012, 17:34

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Faber » 12/09/2019, 13:56

Solo per fare l’ultimo commento e poi taccio, ma secondo me per qualità costruttiva i Pentax apo di una volta erano un passo oltre i pari taka, per robustezza, qualità verniciatura, fok... peccato che la Pentax abbia smesso di fare strumenti astronomici, altrimenti eravamo tutti a dire... e che stress, sempre a parlare di Pentax
Fabio Bergamin

Osservo con binocolo:
Kowa XD 8.5x44
Osservo con telescopio:
Telescopi Takahashi e oculari (Pesanti e leggeri...)
Osservo con microscopio
Leitz SM-LUX

Avatar utente
Kappotto
Buon utente
Messaggi: 1280
Iscritto il: 18/03/2012, 11:25
Località: Milano
Contatta:

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Kappotto » 12/09/2019, 14:09

Per la mia breve esperienza, i pianeti li ho osservati con piacere immenso con quasi tutti i telescopi che ho posseduto. Alcuni telescopi, purtroppo, non sono riuscito a sfuttarli, ma per colpa mia.

Due anni fa feci un confronto fra i disegni fatti con tre diversi telescopi, su giove:
[attachment=0]confronto.jpg[/attachment]

Non vuole essere un confronto a distanza, ma sostanzialmente si può convenire che tre telescopi completamente diversi ( VMC200L, C11 e Fs128), per schema ottico e blasone, mostravano più o meno gli stessi dettagli. Magari in uno erano più netti o nell'altro c'erano colori migliori, ma più o meno siam lì.
Allegati
confronto.jpg
kappellate Astronomiche!
Dobson 16,5", 150ed, 150 acro, 100ed
e una marea di ocularacci...

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 14:30

Con diametri moooooolto diversi! questo vorrá dire qualche cosa o no??? o facciam finta di niente e su questo soprassiediamo?!?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 14:40

Su Pentax che ha smesso la produzione sono ancora in lutto, i due SDHF75 che ho sono uno spettacolo guardarci dentro e fotografarci, campo spianato oltre il FF, stelle minuscole, meccanica al top ma comunque peso contenuto... poi qualcuno verra a dirmi che fa sostanzialmente la stessa cosa con l’80ED che ha pagato poi nemmeno tanto meno...

Il fatto che le differenze non si vedano a pari condizioni di osservazione e di tipologia di strumento è FALSO!

Il fatto che a parità di spesa economica posso avere risultati superiori anche con strumenti cinesi è VERO, ma aumentando DIAMETRO e sottostando a COMPROMESSI.

Anche sulla meccanica e la qualità e la finitura degli strumenti, certo è che i cinesi son migliorati molto e fanno ottimi strumenti probabilmente con rapporto prestazioni/prezzo migliori dei Jap, ma è anche certo che siamo ancora su pianeti diversi.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 14:44

Panda Fiat, Dacia Duster, VW Golf, BMW Merceder Ferrari Pagani son tutte alla fine automobili? forse in strada normale si, alla fine vi portano da A a B tutte o no? ma nello stesso modo e con la stessa esperienza? non credo... certo è che come in altri campi dell’ingegneria per avere poco di piú si deve spendere molto di piú e non sempre quel poco di piú si é in grado di sfruttarlo...



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Mario De Caro
Messaggi: 26
Iscritto il: 29/08/2019, 12:23

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Mario De Caro » 12/09/2019, 14:53

I diametri sono diversi è indubbio ...ma l'ostruzione del c11 e le riflessioni in parte livellano questa differenza.
Se poi ci mettiamo a confronto un fs128 che non è certo un 120ed ecco che le differenze non appaiono così marcate come dovrebbero, magari solo sul planetario... :D
A me piacerebbe osservare in un fs180 o 200 :D
Qualcuno di voi è stato così fortunato?
@kapp
Perché non parli delle differenze tra il tuo ex fs128 e l'attuale ed150? Potrebbe aiutare molto questa discussione.
Ciao :thumbup:

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 14:53

Ho un 130 Apo tripletto cinese e un FS128, comprati entrambi usati, uno costa 2,2 volte l’altro, diametro uguale, focale quasi, vanno uguale, messi finaco a fianco fino a 250x si, poi no. Ora purtroppo almeno a casa mia le serate da piú di 250x son 3 all’anno, ma questo è un problema mio... di sicuro il 130 cinese pesa un botto in piú, si acclimata comunque in piú tempo e il fuocheggiatore mastodontico poi tanto buono non é... vale avere speso 4k€ per l’FS128?!? si, secondo me si, anche ed eventualmente solo per il fatto che se l’FS128 lo vuoi vendere domani, lo vendo domani a quanto l’ho pagato, il cinesone NO!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 14:58

aiutare per cosa? che senso ha comparare schemi ottici differenti diametri differenti ecc ecc?!? allora ora interviene uno che hanun dobson da 60cm pagato 4000€ e dice il l’FS128 lo ammazzo in ogni situasione e osservazione, o no? certo

Secondo me il tema è tutto un altro, ha senso a parità di diametro e tipologia di strumento pagare molto di piú per avere poco di piú?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Marco Retucci
Buon utente
Messaggi: 151
Iscritto il: 18/03/2013, 2:15

Re: Finalmente qualcuno l'ha detto...

Messaggio da Marco Retucci » 12/09/2019, 15:04

Anchenil tipo di osservazione ha il suo giusto e ottimale strumento, deepsky certo meglio il C11 del FS128 a prescindere, planetario meglio l’FS128 il 95% delle volte per la qualitá degli stessi dettagli fatti vedere semplicemente
meglio, il 5% delle volte con lo strumento collimato alla perfezione sono certo che il C11 ti fa vedere di piú e meglio.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Rispondi

Torna a “L'osservazione del cielo coi telescopi rifrattori”