Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8972
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piergiovanni » 25/10/2019, 19:20

E’ tornata con forza la passione nei confronti dei piccoli binocoli angolati. Questa volta ho provato l’Oberwerk BT-70 XL-ED. Sarà in grado di soddisfare le esigenze degli appassionati italiani? https://www.binomania.it/oberwerk-bt-70xl-ed/
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

bifo
Buon utente
Messaggi: 199
Iscritto il: 18/09/2011, 18:47

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da bifo » 26/10/2019, 8:50

Ottima e bella recensione..... letta con un particolare interesse.....difatti possiedo con soddisfazione un esemplare in versione grigia,devo anche dire che ho avuto modo di compararlo con l' APM 70 apo e questo, dal mio punto di vista non ha nulla da invidiare sul lato ottico.
molto belli e performanti gli oculari da 14mm dati a corredo, usarlo in terrestre non mi fà rimpiangere il maggior diametro del 100 apo, il tutto poi con un set-up decisamente più gestibile.
elio
swarovski EL 8.5X42-nikon EDG 7x42-nikon 12x50SE-nikon 8x30EII- leica 8x20 BCA- meopta8x32B1 - kowa gen.8x33- zeiss 7x50 bga- raptor 6.5x32 -zeiss jena 8x32b - nikon 7x35EI-huet 8X30- karl schmidt 7x35 11°-komz 8x30mil-hensoldt 9x63-hensoldt 7x63-sard 7x50-


apm 100ed apo - oberwerk 70 bt ed - kowa 883+ext 1.6-

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8972
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piergiovanni » 26/10/2019, 9:06

Ciao Elio, grazie per il commento. Si, questi piccoli angolati sono veramente piacevoli da utilizzare, anche nell'osservazione astronomica, dove con i giusti oculari sfoderano campi di tutto rispetto ed ottime prestazioni.
Questa recensione avrà risvegliato antiche e mai sopite elucubrazioni che ronzano , talvolta, nella mente del buon Piero.. :mrgreen: :mrgreen:
Divertiti con il tuo settantino...
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1851
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Angelo Cutolo » 26/10/2019, 11:11

In futuro saranno previsti modelli a 90°?
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

piero
Buon utente
Messaggi: 3273
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piero » 27/10/2019, 21:52

piergiovanni ha scritto:
26/10/2019, 9:06
Questa recensione avrà risvegliato antiche e mai sopite elucubrazioni che ronzano , talvolta, nella mente del buon Piero.. :mrgreen: :mrgreen:
innanzitutto un bravo per l'accattivante recensione, puntuale e precisa sugli aspetti che contano; le mie elucubrazioni minimaliste sono state definitivamente accantonate e mi terrò il mio 100, specie alla luce di osservazioni come quella di ieri sera ove oggetti non facilissimi come M76 oppure la nord-america e il velo con gli UHC urlano dal profondo di non ridurre il diametro; se osserverò meno e più occasionalmente per quelle poche volte tanto vale avere un diametro adeguato.
Molto interessanti gli oculari da 70° di cui ho avuto una buona impressione sul terrestre durante l'ultimo incontro quando fu presentato il 100 mm: 70° al binocolo rimangono il mio ca preferito.
Il mercato in effetti languiva di questo di questo diametro angolato che può trovare un utile impiego a 360° con le più svariate intenzioni: da cielo a terra, come strumento accessorio , da viaggio, quindi un plauso a produttore e importatore
qualche neo? non ci siamo ancora con pesi e ingombri: un 70 mm angolato odierno da 3900 gr ancora sfigura con un miya da 77mm di 2.3 kg ....
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Giovanni Bruno » 28/10/2019, 10:01

Quello del peso ridotto dei MIYAUCHI in relazione al loro diametro, è davvero un bel mistero tecnico che mi piacerebbe appurare.

Ricordo ancora molto bene il peso gradevole del mio ex MIYAUCHI da 20-37x100mm a 45°

Cambiai il mio IBIS da 100mm a 45° pesante 7,5Kg, con un APM ED APO da 82mm, proprio perchè l'IBIS da 100mm era si ottimo, ma pesantissimo, per farne un uso frequente e spensierato dentro e fuori casa.

Mentre il mio attuale ottimo APM ED APO da 82mm a 45 non è certo una piuma con i suoi 4,5Kg

Eppure gli IBIS e gli APM dichiarano uno scafo in MAGNESIO, il metallo più leggero disponibile. :thumbup: :wave:

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 550
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Samuele » 28/10/2019, 18:02

Scusatemi, ma sbaglio o questo rimpianto dei pesi piuma dei tempi andati non c'era quando si trattava di cantare le lodi del Kowa Hilander Prominar da 82 mm con i suoi non irrilevanti 6,2 kg?
In quel caso il peso era sinonimo di solidità e robustezza, cos'è cambiato nel frattempo?
Quanto ai Miyauchi mi sembra abbastanza evidente che, non essendo costruiti di antimateria o di materia antigravità e neppure predicabile che fossero fatti di alluminio sottile come un domopack (anzi erano sicuramente robusti dal punto di vista meccanico), il rilevante minor peso è imputabile per la maggior parte a minor quantità di vetro, presumibilmente nella zona prismi, cioè a prismi più piccoli di quelli utilizzati nei nuovi progetti che si rifanno tutti allo stesso schema ottico. :thumbup:

piero
Buon utente
Messaggi: 3273
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piero » 28/10/2019, 21:06

Samuele ha scritto:
28/10/2019, 18:02
Scusatemi, ma sbaglio o questo rimpianto dei pesi piuma dei tempi andati non c'era quando si trattava di cantare le lodi del Kowa Hilander Prominar da 82 mm con i suoi non irrilevanti 6,2 kg?
c'è sempre stato, almeno da parte mia, forse semplicemente non ti sarà capitato di leggerlo o sentirlo
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 550
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Samuele » 29/10/2019, 8:36

Certo Piero, sicuramente te lo riconosco :thumbup:
Il senso delle mie domande era far riflettere che si tratta di strumenti solo apparentemente simili, o come dicono oltremanica "different horses for different courses".
Fare il confronto mi sembra un po' come quando si legge di confronti fra i Nikon WX ed altri binocoli blasonati più leggeri.
I WX fanno uso abbondante di vetro per raggiungere prestazioni ottiche prima ineguagliate: chiunque in futuro voglia imitarli o tentare di eguagliarne le prestazioni, credo non potrà fare a meno di utilizzare pesanti oculari multilente e ad ampio campo, obiettivi opportunamente corretti e prismi di dimensioni adeguate.
Tutto questo si traduce inevitabilmente in maggior peso che a mio avviso non ha senso confrontare con uno Swarovski od uno Zeiss.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Giovanni Bruno » 29/10/2019, 9:46

Non direi prismi più piccoli, ma piuttosto di diverso schema ottico.

Con il mio ex MIYAUCHI 20-37x100 a 45°, settato a 37x100, vedevo tutta la galassia di ANDROMEDA, compreso le galassie satelliti nello stesso campo, ma sopratutto vedevo M31 in tecnicolor, con ben evidenti tracce di color ruggine, mai più viste con altri 100mm.

Faccio notare che il MIYAUCHI settato a 20x100, era un binocolo normalissimo e direi persino deludente in relazione al prezzo, ma la magia del settaggio a 37x100 non potrò mai scordarla finchè vivo.

Faccio pure notare che canto le lodi del MIYAUCHI settato a 37x100 e testimonio del mio rammarico per averlo venduto, ben 10 anni dopo averlo venduto. :thumbup: :wave:

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Giovanni Bruno » 29/10/2019, 9:50

Chiedo a PIERO di pesare il suo MIYAUCHI settato a 37x100, io non ricordo più il suo peso preciso al grammo. :thumbup: :wave:

piero
Buon utente
Messaggi: 3273
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piero » 29/10/2019, 13:04

ce l'ho in montagna ma a memoria mi sembra 5.6 kg per 40 cm di lunghezza a paraluce retratti; la larghezza non la ricordo; sui rotti al grammo saprò essere più preciso dopo la pesata
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8972
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piergiovanni » 29/10/2019, 19:25

Io vorrei tanto ripetere la prova "Notturna" tra il MIya 100 di Piero e l'APM 100 di Elio. Stessi ingrandimenti, stessa sera. Ricordo che rimasi stranamente stupito della luminosità del Miyauchi, ma sarebbe utile ripetere "l'esperimento" :D
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da Giovanni Bruno » 29/10/2019, 19:38

Caro PIERGIOVANNI, ti consiglio fortemente di osservare M31 con il MIYAUCHI 20-37x100 di a 45° di PIERO, settato a 37x100, la differenza tra il settaggio a 20x100 e quello a 37x100 è abissale, tutta a favore del settaggio a 37x100.

Ecco perchè non credo ai miracoli osservativi del FUJINON 25x150 a 45°, troppo pochi 25x per avere un effetto emotivo di alto livello. :thumbup: :wave:

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8972
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Oberwerk BT-70XL-ED

Messaggio da piergiovanni » 29/10/2019, 22:11

Ciao Giovanni, senz'altro..lo provero' ben volentieri.
Riguardo al Fujinon, nel diurno, il Docter 40x80 mi ha sempre dato immagini migliori per nitidezza e contrasto, al crepuscolo il Fuji è pero' un mostro incontrastato, anche per la comoda e ampia pupilla di uscita. La sera performava bene sulla Via Lattea solo sotto cieli molto scuri. Molto meglio il 40x150.
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Nuovo Orione, Cacciare a Palla, Armi e tiro




Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8, Meade Etx 90

Rispondi

Torna a “BINOCOLI”