Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Focus individuale che diventa focus centrale

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 629
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da fulvio_ »

Certo,
ma se fosse corretto il mio ragionamento per cui il dispositivo per trasformare lo strumento da ID a CF funzionerà egregiamente solo a bassi ingrandimenti, al bisogno si dovrebbe smontarlo per tornare al fuoco individuale.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Giovanni Bruno »

Nelle osservazioni binoculari fatto con dei BT tra 70mm e 120mm, esiste una sorta di ingrandimento magico, compreso tra 30x e 40x che da grande soddisfazione quasi su qualsiasi soggetto, sia esso terrestre, oppure deep sky.

Un'ingrandimento che coniuga una buona risoluzione con una buona tolleranza al cattivo seeing.

Ovvio che una vera ed ottima messa a fuoco centrale di fabbrica + due correzioni diottriche sui due portaoculari, sarebbe il massimo per il terrestre, come è ovvio che una granitica messa a fuoco IF è il massimo per il solo astronomico.

Ma avendo tutti i BT già soddisfatta al meglio la questione graniticità della messa a fuoco con i due rotori IF sul cielo, rimane scoperto il problema delle osservazioni naturalistiche in rapido movimento ed è su quello che si cerca di intervenire con vari sistemi di gemellaggio di rotazione dei due rotori.

Se poi il sistema escogitato di gemellare la rotazione dei due rotori si rivelasse precisissima anche a 100x, tanto meglio, ma già a 20x--30x sarebbe una cosa grandiosa.

Anche perché ben pochi binocoloni diritti economici hanno dei CF di buona fedeltà diottrica, io tra tutti i binocoli diritti e CF che ho posseduto, ho trovato solo lo ZEISS JENOPTEM 10x50 e tutti i binocoli CANON, dotati di una messa a fuoco sempre perfettamente bilanciata, sia in intra focale che in extra focale.

Il mio JENOPTEM 10x50 lo giudico ormai otticamente superato, ma grazie alla sua formidabile e precisissima messa a fuoco CF, me lo tengo ben stretto, anche solo per il fattore strettamente meccanico.:thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8080
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da -SPECOLA-> »

Immagino che aiuti molto il fatto di poter disporre o meno, di oculari inseriti in meccaniche realizzate su disegno parafocale (scambiando gli oculari all'interno della stessa serie, la messa a fuoco non cambia).
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Giovanni Bruno »

FULVIO, andando solo leggermente OT e me ne scuso, ma essendo indeciso tra un nuovo BT APM SD APO da 100mm ed un APM ACRO da 120mm, mi piacerebbe sapere perché sei sceso dal BT ACRO VIXEN da 126mm al suppongo APO APM da 100mm e come ti sei trovato con il cambio.

Daltronte, anche io scesi dall'IBIS ACRO da 100mm avuto brevemente in prova al APM ED APO da 82mm, eccellente sul terrestre, ma strettino sul cielo.

La tua risposta potrebbe influenzare parecchio la mia scelta. :thumbup: :wave:
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 629
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da fulvio_ »

Ciao Giovanni,
ho venduto il BT-126 e preso l'APM 100 SD perchè mi è piaciuto da matti un "giovetto" bello scolpito osservato sul Pollino con l'APM 100 ED di Samuele. Mentre nel mio Vixen appariva in multicolor.
Ho optato per la correzione a scapito del diametro. Perchè per quello conto di acquistare un dobson prima o poi.
Per ironia non sono riuscito ad osservare la congiunzione Giove-Saturno. Ho osservato solo Marte, senza l'effetto wow sperato (ma mi hanno spiegato che non è il momento migliore per osservare il pianeta rosso).
Alla voce puntiformità stellare non noto differenze abissali. Come cromatismo invece la differenza è sostanziale. Anche se sul bordo lunare (luna piena) vedo il classico filino verdino. Forse dipende dagli oculari. Spero che la coppia di Noblex (se mai mi arriverà!) mi regali la pace dei sensi.
In terrestre l'ho spinto fino a 150x (ho chiesto la collimazione fine) con due skywatcher super MA 3,6 mm su alcune lontane montagne, e li regge tutto sommato bene (al netto del ribollire). Col Vixen sarebbe stato improponibile: Già a 60 x per i miei gusti l'immagine si sfaldava.
Sul lato estetico/meccanico, il Vixen è di classe superiore.
Anche se ancora non ho usato l'APM sotto un cielo di montagna, se mi chiedi come mi sono trovato con il cambio, ti risponde...bene.
Ma questo attiene alla mia personale filosofia osservativa. Ho guadagnato in correzione ottica (che ho sfruttato per ora soprattutto sulla luna) e ho rinunciato a pormi il problema diametro, che risolvero' con strumentazione ad hoc (uno scaldabagno :mrgreen:).
Se tu cerchi tutto in uno, è più complicato.

Come considerazione personale (visto che con la tua esperienza avrai valutato la questione sotto ogni angolazione!), mi viene da pensare che un osservatore che ama spingere con gli ingrandimenti andrebbe incontro a frustrazione certa con uno strumento acromatico.
Del resto, rimanendo sugli apo, il passaggio da un 82 mm ad un 100 mm dubito che darebbe un guadagno sostanziale come luce.
La soluzione forse sarebbe l'APM in FPL-53 da 120 mm :lol:, oppure l'Oberwerk 127 che tanto si fa desiderare!
Se hai bisogno di qualche informazione specifica puoi scrivermi in PM.
Mi scuso anch'io con Blake 69 per l'OT.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126
blake 69
Buon utente
Messaggi: 683
Iscritto il: 24/12/2016, 12:40

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da blake 69 »

off topic nutrienti,e ben accetti. Lasciamo che Bollicine sedimenti l'idea.O chiunque altro voglia intraprendere il percorso di miglioramento. Io sono gia' pago,ma aspetto ugualmente la ciliegina sulla torta.
Swarovski NL8x42- nn serve altro appeso al collo per essere appesi al cielo.

APM 70 ED 45 - Morpheus 12,5 mm - UFF 18 mm
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Giovanni Bruno »

FULVIO, grazie per aver risposto al mio quesito.

Si hai ragione, per fare sul serio sul deep sky ci vuole un buon scaldabagno, ed io come scaldabagno ho già il mio eccellente C11 CPC HD.

Peccato che non posso tenere il C11 CPC HD sul balcone, mentre un binocolone APO SD da 100mm è ancora gestibile bene sia su un balcone che da portare facilmente verso il buio.

Assai mi è piaciuta la tua descrizione della visione di GIOVE con il tuo APM SD APO da 100mm.

E' un SD APO a 45°, oppure a 90°?

Non sono ancora riuscito ad avere una risposta certa se per l'alta risoluzione performa meglio un SD da 100mm a 45°, oppure a 90°. :thumbup: :wave:
Ultima modifica di Giovanni Bruno il 01/05/2021, 7:36, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Bollicine
Buon utente
Messaggi: 171
Iscritto il: 14/11/2011, 10:32

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Bollicine »

Giovanni Bruno ha scritto: 30/04/2021, 8:02 Nel sistema APM se si vuole anche una Distanza interpupillare variabile, la ruota FANTINA deve poter essere regolata in verticale per recuperare i vari giochi (...)
La ruota fantina sembra uno di quei componenti meccanici tipo la squadra rotonda, il martello a doppio colpo ed il filo a piombo per fare i muri a 75gradi! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Comunque...non voglio farmi e creare troppe illusioni, ma credo che ne verremo a capo: il primo prototipo con ruota fantina l'ho cestinato per la presenza di un paio di "ingenuità tecniche" ma Il secondo interamente ripensato è già in stampa e domani si fa il big test. E se funziona sul BPO, che ha gli oculari che ruotano in sincronia come gli APM.... 8-) :thumbup:

Resta il problema degli oculari controrotanti...ma quando chiesi al grande alpinista Jerzy Kukuczka come avesse fatto a scalare tutte le più alte cime del mondo mi rispose: "step by step, first the right foot and then the left"!

stevedet ha scritto: 30/04/2021, 9:45 (...) Riguardo alla discussione, non ho quasi mai sentito l'esigenza di un CF ....
...a questo punto per me non è più una esigenza. E' diventata una sfida! :mrgreen:
Zeiss FL85 con 20-60x e 30x. Leica Televid 10x25, Canon 7X17 FC, BPO 7x30, Oberwerk De Luxe 20x65 ED . Pensierino quotidiano: Quello che sai del mondo, non è il mondo. Quello che sai di me, non sono io.
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Giovanni Bruno »

BOLLICINE, dalla meccanica di base, per far funzionare il sistema OBERWERK con porta oculari controrotanti, e restando fermi ai biscotti rotondi, più RUOTA FANTINA, ci vogliono non una, ma due ruote fantine.

Mentre se si rinuncia al sistema di regolazione della distanza interpupillare, la modifica per il sistema OBERWERK diventa semplicissimo, due singoli biscottoni, sia lisci che dentati, di un diametro adatto alla proprio personalissima apertura interpupillarre. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Bollicine
Buon utente
Messaggi: 171
Iscritto il: 14/11/2011, 10:32

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Bollicine »

Giovanni Bruno ha scritto: 01/05/2021, 7:46 BOLLICINE, dalla meccanica di base, per far funzionare il sistema (...)
...il test di stanotte ha dato ragione alle mie idee e confermato la fattibilità. Non è ancora "presentabile", devo lavorare un bel po' sugli spessori, ricalcolare gli ingranaggi, ripensare ad una sistema di fissaggio all'oculare che non mi faccia tribolare e soprattutto procurarmi un materiale più resistente, perché quello che si utilizza normalmente va bene per farci i prototipini...ma qua ci sono ingranaggi che lavorano e flette tutto! Però funziona! :thumbup:
Zeiss FL85 con 20-60x e 30x. Leica Televid 10x25, Canon 7X17 FC, BPO 7x30, Oberwerk De Luxe 20x65 ED . Pensierino quotidiano: Quello che sai del mondo, non è il mondo. Quello che sai di me, non sono io.
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Giovanni Bruno »

BOLLICINE, una foto del nuovo prototipo?, la vedrei molto volentieri, anzi, a dirla tutta, smetterei di pensare anche di notte a cosa stai partorendo. :thumbup: :thumbup: :thumbup: :wave:
Avatar utente
Bollicine
Buon utente
Messaggi: 171
Iscritto il: 14/11/2011, 10:32

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da Bollicine »

Giovanni Bruno ha scritto: 01/05/2021, 18:41 BOLLICINE, una foto del nuovo prototipo?, la vedrei molto volentieri, anzi, a dirla tutta, smetterei di pensare anche di notte a cosa stai partorendo. :thumbup:
...di notte Giovanni Bruno pensa a cosa sto partorendo. Io di notte penso a partorire sta roba qui. Ogni step apre nuovi problemi. Al momento la prima idea con la cinghia dentata vince su tutto per efficacia, scorrevolezza e velocità...ma la regolazione della larghezza degli oculari è un po' macchinosa. Però se uno usa sempre il proprio strumento...non vedo dove sia il problema.
Questa seconda versione (è la quinta...per la verità :lol: ) funziona. Ma flette, sgrana, si impunta, si incastra. Devo lavorar su spessori e materiali. Forse ho un altra idea...ma ho anche un lavoro vero! :mrgreen:

Ora però sono certo che dormirai ancora meno.... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:arrow: https://ibb.co/sg9DKYn :arrow: https://ibb.co/QcpWgb7
Zeiss FL85 con 20-60x e 30x. Leica Televid 10x25, Canon 7X17 FC, BPO 7x30, Oberwerk De Luxe 20x65 ED . Pensierino quotidiano: Quello che sai del mondo, non è il mondo. Quello che sai di me, non sono io.
blake 69
Buon utente
Messaggi: 683
Iscritto il: 24/12/2016, 12:40

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da blake 69 »

Sapevo io che i biscotti rotondi alla nutella partorivano idee proficue. Ottimo. Quando sara' compiuto e completo forniro' le misure dei morpheus. Faro' volentieri il beta tester :thumbup:
Ultima modifica di blake 69 il 01/05/2021, 20:56, modificato 1 volta in totale.
Swarovski NL8x42- nn serve altro appeso al collo per essere appesi al cielo.

APM 70 ED 45 - Morpheus 12,5 mm - UFF 18 mm
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da piergiovanni »

Ciao ragazzi, bella discussione.
Domani se ho un attimo di tempo, posso fare alcune prove tra lo Zeiss Harpia 95 e il Docter Aspectem. Guarderò piu' che altro la brevità della messa a fuoco. Sono abbastanza sicuro che gli spotting abbiamo una corsa molto piu' breve che alla fine li farebbe sempre preferire per le osservazioni a medio-breve distanza. Nell'uso paesaggistico, invece, dove di solito si riesce a sfruttare la quasi totalità della profondità dei campi dei 30x-40X, potrebbe essere interessante la soluzione da voi proposta.
Farò questo: con il telemetro Nikon, partirò dalla minima distanza di messa a fuoco concessa dall'Aspectem e poi focheggerò' con entrambi gli strumenti per calcolare la brevità della corsa della manopola di messa a fuoco.
Buona serata.
PIergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
blake 69
Buon utente
Messaggi: 683
Iscritto il: 24/12/2016, 12:40

Re: Focus individuale che diventa focus centrale

Messaggio da blake 69 »

Bollicine ha scritto: 01/05/2021, 19:33
Giovanni Bruno ha scritto: 01/05/2021, 18:41 BOLLICINE, una foto del nuovo prototipo?, la vedrei molto volentieri, anzi, a dirla tutta, smetterei di pensare anche di notte a cosa stai partorendo. :thumbup:
...di notte Giovanni Bruno pensa a cosa sto partorendo. Io di notte penso a partorire sta roba qui. Ogni step apre nuovi problemi. Al momento la prima idea con la cinghia dentata vince su tutto per efficacia, scorrevolezza e velocità...ma la regolazione della larghezza degli oculari è un po' macchinosa. Però se uno usa sempre il proprio strumento...non vedo dove sia il problema.
Questa seconda versione (è la quinta...per la verità :lol: ) funziona. Ma flette, sgrana, si impunta, si incastra. Devo lavorar su spessori e materiali. Forse ho un altra idea...ma ho anche un lavoro vero! :mrgreen:

Ora però sono certo che dormirai ancora meno.... :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

:arrow: https://ibb.co/sg9DKYn :arrow: https://ibb.co/QcpWgb7

Molto funzionale aggiungo,anche l'idea di Elio : costruire due ruote dentate filettate al posto delle ghiere di serraggio portaoculari sulla quale fare scorrere la cinghia dentata.In piu',aggiungerei,sfruttando le protudescenze per aggiustare la distanza interpupillare ,un distanziale micrometrico tra le stesse che fungerebbe da tendicinghia.
Swarovski NL8x42- nn serve altro appeso al collo per essere appesi al cielo.

APM 70 ED 45 - Morpheus 12,5 mm - UFF 18 mm
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”