Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Descrizioni, prove, caratteristiche tecniche e modalità di utilizzo dei microscopi di ieri e di oggi e dei loro accessori
Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 12:47

Vedo dalle immagini che gia’ va meglio... il riflesso di luce al centro non si presenta piu’.

Purtroppo con le reflex devi sbatterci un po’ la testa trovando i giusti settaggi tramite le moltissime regolazioni che permette.

Innanzitutto cerca di ottenere il massimo della resa dagli oculari, nel senso che quando vedi l’immagine ben definita che mette in risalto tutti i particolari poi puoi passare alla fotografia.

Purtroppo quel raccordo non ti permette di regolare il fuoco con gli oculari stessi perche e’ un raccordo fisso studiato che chissa cosa.. quando l’ho preso aveva montato un attacco t2 per pentax mi par di ricordare. L’ideale sarebbe costruirsi un raccordo tubolare da 30 forato a 23.2 per poggiare un oculare 10x e facendo in modo che sia leggermente regolabile in altezza quindi poter allontanare o avvicinare l’oculare 10x dalla testa del microscopio, poi successivamente costruire un altro raccordo da sovrapporre a questo sempre regolabile in altezza per poter effettuare la seconda regolazione ovvero l’avvicinamento del sensore della reflex all’oculare.

In generale queste due regolazioni permettono di perfezionare tutte le ottiche sia fotografiche che del microscopio ed ottenere i migliori risultati possibili.

Prima pero’ di procedere in tal senso mi assicurerei che quel raccordo foto da 2x sia sfruttato bene. Me lo fa pensare il fatto che le immagini sono gia’ migliorate dopo che hai corretto qualcosa.

Comunque prova a scattare un altra foto mantenendo la reflex su priorita’ diaframma in modo che regoli in auto l’esposizione e i tempi, prima di scattare abbassa la luminosita’ del microscopio in modo da percepire con luce bassa le immagini dagli oculari ma non troppo buia....

Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 12:53

alvatar ha scritto:
04/02/2019, 11:29
Allora.. ho rieseguito lo scatto. Questa volta sono sicuro di aver effettuato tutti i passaggi.
Per la regolazione della köhler che obiettivo devo usare? io uso o il 4 o il 10 ma non so quale sia il più adatto. Comunque sia, con entrambi devo alzare la lentina dello scamotto (anche se per questi due obiettivi per l'osservazione va estromessa dalla linea di concentrazione della luce, altrimenti non riesco a ben delineare i contorni del diaframma del sistema d'illuminazione)
Ho proceduto così:
Prima ho messo a fuoco il campione e quindi ho regolato la köhler (con le riserve scritte sopra). Ho quindi selezionato l'obiettivo 10x e ho messo bene a fuoco con gli oculati del microscopio. Ho impostato la macchina fotografica Nikon D750, collegata direttamente tramite raccordo fotografico 2,5x, iso:100 tempo di scatto 1/100 sec . Ho scattato.
Ho notato che la messa a fuoco non è identica a quella ottenuta tramite gli oculari del micro quindi ho dovuto aggiustarla approssimativamente guardando nel monitorino della macchina fotografica e questo non è l'ideale. Sballa davvero di pochi millimetri ma tanto basta per mandarla fuori fuoco ed ottenere un'immagine poco nitida. In effetti non so nemmeno se sono riuscito a mettere a fuoco perfettamente.
Tuttavia, all'oculare vedo l'immagine assai più nitida che non quella riprodotta in foto.


Foto2.jpg
Francesco questa immagine ad esempio (la penultima che hai postato) e’ perfetta, devi solo ritoccare un po’ la luminosita’ in post produzione. Ma prova a fare il tentativo impostando av sulla reflex come ti ho detto nel prec post e fammi sapere...

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 276
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Luigi Lucci » 04/02/2019, 13:50

alvatar ha scritto:
04/02/2019, 11:29
........ Ho notato che la messa a fuoco non è identica a quella ottenuta tramite gli oculari del micro quindi ho dovuto aggiustarla approssimativamente guardando nel monitorino della macchina fotografica e questo non è l'ideale. Sballa davvero di pochi millimetri ma tanto basta per mandarla fuori fuoco ed ottenere un'immagine poco nitida. In effetti non so nemmeno se sono riuscito a mettere a fuoco perfettamente.
.............
Io uso una Nikon D610 con anello T2 sul Micro, la messa a fuoco va fatta sul monitor della macchina .... bisogna prenderci la mano, ma dovresti avere anche tu la funzione zoom del monitor che ti permette una messa a fuoco piu' precisa, in piu' mi aiuto con una lente d'ingrandimento .... i miei occhi da vicino ormai non ne vogliono piu' sapere di lavorare!

Personalmente preferisco il collegamento diretto della reflex al micro con l'anello T2 senza anteporre altri elementi ottici.
Si tratta di prenderci un po' di confidenza, se vuoi il vero limite sta nel metti e togli la reflex .....
Ma la camera Nikon dedicata solo per i Micro e' improponibile per il costo esagerato ..... capisco uno che ci lavori ma altrimenti o hai una "vecchia reflex" da lasciare sempre montata o se l'uso e' saltuario conviene il metti e togli.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Dunadan
Buon utente
Messaggi: 883
Iscritto il: 09/02/2015, 21:51

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Dunadan » 04/02/2019, 13:56

Guarda che la köhler va regolata per OGNI obiettivo, ogni volta che lo cambi....... Comunque va meglio. Il problema è che non sei ancora in parfocale. Non va bene affatto che tu debba rimettere a fuoco per fare la foto.....
Il mio blog di microscopia ottica ed elettronica: https://nidhoggmicroscopy.wordpress.com/

Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 13:59

Luigi Lucci ha scritto:
04/02/2019, 13:50
alvatar ha scritto:
04/02/2019, 11:29
........ Ho notato che la messa a fuoco non è identica a quella ottenuta tramite gli oculari del micro quindi ho dovuto aggiustarla approssimativamente guardando nel monitorino della macchina fotografica e questo non è l'ideale. Sballa davvero di pochi millimetri ma tanto basta per mandarla fuori fuoco ed ottenere un'immagine poco nitida. In effetti non so nemmeno se sono riuscito a mettere a fuoco perfettamente.
.............
Io uso una Nikon D610 con anello T2 sul Micro, la messa a fuoco va fatta sul monitor della macchina .... bisogna prenderci la mano, ma dovresti avere anche tu la funzione zoom del monitor che ti permette una messa a fuoco piu' precisa, in piu' mi aiuto con una lente d'ingrandimento .... i miei occhi da vicino ormai non ne vogliono piu' sapere di lavorare!

Personalmente preferisco il collegamento diretto della reflex al micro con l'anello T2 senza anteporre altri elementi ottici.
Si tratta di prenderci un po' di confidenza, se vuoi il vero limite sta nel metti e togli la reflex .....
Ma la camera Nikon dedicata solo per i Micro e' improponibile per il costo esagerato ..... capisco uno che ci lavori ma altrimenti o hai una "vecchia reflex" da lasciare sempre montata o se l'uso e' saltuario conviene il metti e togli.
Questo e’ il motivo per cui ho abbandonato l’utilizzo della reflex in microscopia. Ora ho una telecamera apposita sempre montata che e’ molto piu versatile.

Riguardo la messa a fuoco si intende la parafocalita’ del terzo tubo con gli oculari. Devo ammettere che una volta ottenuta e’ molto meglio, guardi dagli oculari, metti a fuoco e ti ritrovi l’immagine ben definita anche sul terzo tubo. Per ottenerla pero’ occorre autocostruirsi un raccordo fatto ad hoc che permetta le due regolazioni essenziali descritte in precedenza

Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 14:02

Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 13:56
Guarda che la köhler va regolata per OGNI obiettivo, ogni volta che lo cambi....... Comunque va meglio. Il problema è che non sei ancora in parfocale. Non va bene affatto che tu debba rimettere a fuoco per fare la foto.....
Duna quel raccordo foto 2x che ha non gli permette regolazioni, e’ fisso.. per rendere tutto parafocale deve autocostruirlo..

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 276
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Luigi Lucci » 04/02/2019, 14:08

alex870 ha scritto:
04/02/2019, 13:59
Luigi Lucci ha scritto:
04/02/2019, 13:50
alvatar ha scritto:
04/02/2019, 11:29
........ Ho notato che la messa a fuoco non è identica a quella ottenuta tramite gli oculari del micro quindi ho dovuto aggiustarla approssimativamente guardando nel monitorino della macchina fotografica e questo non è l'ideale. Sballa davvero di pochi millimetri ma tanto basta per mandarla fuori fuoco ed ottenere un'immagine poco nitida. In effetti non so nemmeno se sono riuscito a mettere a fuoco perfettamente.
.............
.......
Questo e’ il motivo per cui ho abbandonato l’utilizzo della reflex in microscopia. Ora ho una telecamera apposita sempre montata che e’ molto piu versatile.

Riguardo la messa a fuoco si intende la parafocalita’ del terzo tubo con gli oculari. Devo ammettere che una volta ottenuta e’ molto meglio, guardi dagli oculari, metti a fuoco e ti ritrovi l’immagine ben definita anche sul terzo tubo. Per ottenerla pero’ occorre autocostruirsi un raccordo fatto ad hoc che permetta le due regolazioni essenziali descritte in precedenza
Infatti Alex il problema di avere una perfetta parafocalita' tra oculari e il terzo tubo non e' facilmente risolvibile se non auto costruendosi un raccordo ad hoc, io anche se mi rendo conto che la soluzione di mettere a fuoco tramite monitor della fotocamera non e' ottimale, ci ho preso la mano, e se non voglio "impazzire e lavorare piu' comodo la collego via WiFi con in live view al PC tramite il SW digicam control e metto a fuoco guardando il monitor da 23" ..... che e' moltoooo meglio.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Dunadan
Buon utente
Messaggi: 883
Iscritto il: 09/02/2015, 21:51

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Dunadan » 04/02/2019, 14:13

Infatti è proprio un bel grattacapo attaccare una reflex ad un microscopio.
Se uno utilizza obiettivi a bassa distanza di lavoro e non ha parfocalità, rifocheggiando rischia di battere contro il vetrino ed eventualmente romperlo. Oltre al fatto che gli obiettivi sono fatti per lavorare entro certe distanze e andare oltre significa perdere qualità dell'immagine.
Il mio blog di microscopia ottica ed elettronica: https://nidhoggmicroscopy.wordpress.com/

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 276
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Luigi Lucci » 04/02/2019, 14:22

Giustissima osservazione @dunandan, il problema di rischiare di toccare il vetrino se la differenza di parafocalita' tra oculari e terzo tubo e' molta aumenta con l'aumento degli ingrandimenti, io riesco a non avere la necessita' d'impiegare ob. oltre i 40X, perché ho la possibilità sul mio Micro di utilizzare lo Zoom che mi consente di aumentare o diminuire la resa dell'obiettivo utilizzato da 0.8X a 2X .... quindi conservo un certo margine di aggiustamento che su altri micro non hai e quindi il terzo tubo deve essere possibilmente il piu' preciso possibile, comunque anche se hai 3 tubo perfettamente in parafocalita' con gli oculari, mettere e togliere la reflex se si usa spesso il micro diventa un fastidio .....
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 14:54

Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 14:13
Infatti è proprio un bel grattacapo attaccare una reflex ad un microscopio.
Se uno utilizza obiettivi a bassa distanza di lavoro e non ha parfocalità, rifocheggiando rischia di battere contro il vetrino ed eventualmente romperlo. Oltre al fatto che gli obiettivi sono fatti per lavorare entro certe distanze e andare oltre significa perdere qualità dell'immagine.
In riferimento a questa tua osservazione vorrei farti una domanda... se il mio laborlux lavora a 170 mettendo obbiettivi da 160 lavorerebbero piu staccati dal vetrino giusto ? Con perdita di qualita’ ?

Dunadan
Buon utente
Messaggi: 883
Iscritto il: 09/02/2015, 21:51

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Dunadan » 04/02/2019, 14:57

alex870 ha scritto:
04/02/2019, 14:54
Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 14:13
Infatti è proprio un bel grattacapo attaccare una reflex ad un microscopio.
Se uno utilizza obiettivi a bassa distanza di lavoro e non ha parfocalità, rifocheggiando rischia di battere contro il vetrino ed eventualmente romperlo. Oltre al fatto che gli obiettivi sono fatti per lavorare entro certe distanze e andare oltre significa perdere qualità dell'immagine.
In riferimento a questa tua osservazione vorrei farti una domanda... se il mio laborlux lavora a 170 mettendo obbiettivi da 160 lavorerebbero piu staccati dal vetrino giusto ? Con perdita di qualita’ ?
No, perdi solo qualche ingrandimento!

Comunque utilizzare l'optovar o simili per aumentare gli ingrandimenti non è una gran scelta in termini di qualità dell'immagine! L'ingrandimento deve farlo l'obiettivo!
Il mio blog di microscopia ottica ed elettronica: https://nidhoggmicroscopy.wordpress.com/

Avatar utente
alvatar
Buon utente
Messaggi: 53
Iscritto il: 13/05/2018, 23:45
Località: Perugia

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alvatar » 04/02/2019, 15:48

Ho compreso che utilizzare la reflex con il micro è un gran grattacapo. E' che ce l'avevo pronta e ho voluto provare.
Anche il fatto di montarla e smontarla non mi entusiasma più di tanto. La D750 è' un oggetto assai costoso e preferirei utilizzarlo il più possibile per la fotografia. Inoltre, ho il timore che il metti e leva dall'anello T2, potrebbe danneggiare i delicati sensori che risiedono nella slitta a baionetta della macchina.
Credo che appena ne avrò la possibilità, opterò per l'acquisto di una videocamera dedicata. Per il momento, mi adatto come posso.

Avatar utente
alvatar
Buon utente
Messaggi: 53
Iscritto il: 13/05/2018, 23:45
Località: Perugia

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alvatar » 04/02/2019, 15:58

Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 13:56
Guarda che la köhler va regolata per OGNI obiettivo, ogni volta che lo cambi....... Comunque va meglio. Il problema è che non sei ancora in parfocale. Non va bene affatto che tu debba rimettere a fuoco per fare la foto.....
Si, la regolazione della köhler la eseguo per ogni obiettivo, avevo già letto un tuo precedente post dove dicevi appunto questa cosa; preziosissima informazione che ho tenuto a mente.
Per quanto riguarda la parafocalità, non credo sia per me al momento risolvibile perche il raccordo che ho è fisso e non permette regolazioni di sorta
Per questo motivo sono costretto, di volta in volta, a mettere a fuoco "di massima" regolandomi con gli oculari e, successivamente, guardare sul monitorino della macchina fotografica ed aggiustare il fuoco.
Conseguentemente, nonostante cerchi di essere preciso, un po per la mia vista che non è più quella di una volta un po perche il monitor è piccolino e anche utilizzando lo zoom per una maggior precisione, non riesco ugualmente ad ottenere il fuoco che vorrei.

Avatar utente
alex870
Buon utente
Messaggi: 1155
Iscritto il: 02/10/2016, 0:31

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da alex870 » 04/02/2019, 16:06

alvatar ha scritto:
04/02/2019, 15:58
Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 13:56
Guarda che la köhler va regolata per OGNI obiettivo, ogni volta che lo cambi....... Comunque va meglio. Il problema è che non sei ancora in parfocale. Non va bene affatto che tu debba rimettere a fuoco per fare la foto.....
Per quanto riguarda la parafocalità, non credo sia per me al momento risolvibile perche il raccordo che ho è fisso e non permette regolazioni di sorta
Per questo motivo sono costretto, di volta in volta, a mettere a fuoco "di massima" regolandomi con gli oculari e, successivamente, guardare sul monitorino della macchina fotografica ed aggiustare il fuoco
Con una stampante 3d ti costruisci qualsiasi raccordo adattatore 😉

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 276
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Foto con reflex collegata a standard Zeiss 25 ics

Messaggio da Luigi Lucci » 04/02/2019, 16:18

Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 14:57
alex870 ha scritto:
04/02/2019, 14:54
Dunadan ha scritto:
04/02/2019, 14:13
..........
Comunque utilizzare l'optovar o simili per aumentare gli ingrandimenti non è una gran scelta in termini di qualità dell'immagine! L'ingrandimento deve farlo l'obiettivo!
Per il mio uso prettamente amatoriale del Micro lo zoom 0.8>2 X e' una bella comodita' anche se a scapito (forse) della qualita' finale dell'immagine se confrontato con un obiettivo di ingrandimenti maggiori (ma di qualita' mediocre), io tra l'altro passo da 40X al 100X oil quindi ho un buco bello ampio che riesco a colmare utilizzando il 40X + Zoom (il 60X a secco e' praticamente introvabile in buone condizioni a prezzi umani! Ho partecipato ad un paio di aste ma il prezzo e' schizzato .....)
E' comunque uno zoom non di terze parti, ma originale Nikon per il mio micro, come lo e' l'Optovar di Zeiss che penso sia stato tra i primi produttori ad inserirlo come accessorio dei suoi micro. Quindi un accessorio che utilizzato a dovere, diventa un valido sistema per evitare di cambiare continuamente obiettivo. e nel mio caso per sopperire alla mancanza del 60X.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Rispondi

Torna a “Microscopi e tecnica microscopica”