LED CREE su Amplival

Descrizioni, prove, caratteristiche tecniche e modalità di utilizzo dei microscopi di ieri e di oggi e dei loro accessori
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Toniclimb ha scritto: 12/04/2021, 9:52 Ciao Enzo
è questo il diodo che stai usando?
https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q ... Z0XAWW4G6M
Hai la versione a 12 V o quella a 6 V?
Qui se guardi le caratteristiche ai valori più bassi di corrente e tensione che rilevi il flusso dovrebbe essere a zero o quasi.
Se hai un controllo efficace di corrente devi poter partire da zero lumen.
Non si scappa.
No ora sto usando questo, a 3V

https://www.ebay.it/itm/1x-LED-CREE-XML ... SwVt9dmxFr

ma anche con HXP70.2 a 12V è lo stesso.
Evidentemente il controllo non è buono.
Hai qualche alimentatore da consigliarmi, ovviamente già pronto?
La cosa assurda è che non riesce ad arrivare ai 10W previsti, ma si verma a 0,5W.
Sarà difettoso oppure è difettosa la serie?
Avatar utente
Salvatore
Buon utente
Messaggi: 255
Iscritto il: 24/04/2015, 22:03
Località: Prov. ME

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Salvatore »

togli la cappocchia a quel led....
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Questa è una possibilità.
Comunque è provato che l'alimentatore è guasto, infatti ne avevo un altro e l'ho sostituito. Con quello nuovo le cose vanno diversamente.
Scendendo a 1 mA il led si spegne e si riaccende a 4mA. Una volta innescato si puo diminuire la luminosità fino allo spegnersi a 1mA.
L'abbagliamento è controllabile e aumentando la corrente a 1A abbiamo 3,32V in uscita invece dei 3,4V settati e 1A in uscita.
Aumentando la corrente in uscita, a 2A settati ho in uscita la pensione nominale di 3,4V, ma la corrente parte d 1,5 a per poi salire lentamente fino a 1,8A in modo asintotico e con 6 W di potenza.
Penso che questo comportamento possa dipendere dal riscaldamento del Led.
Se infine setto la corrente in uscita a 3A le cose sembrano non cambiare rispetto al valore precedente di 2A.
Non ci dovrebbero essere colli di bottiglia a monte del circuito elettronico cinese perché il trasformatore è da 60VA con due secondari da 7,5V che ho collegato in serie per avere 13V in uscita.
Che ne pensate?
Avatar utente
Salvatore
Buon utente
Messaggi: 255
Iscritto il: 24/04/2015, 22:03
Località: Prov. ME

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Salvatore »

In ogni caso, indipendentemente dal circuito elettronico il fascio di luce del led sara' sempre poco aperto, il buon Andrea (Enotria) o toglieva la lentina di sopra o tagliava il led....
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Il mio dubbio è che togliendo la piccola lente, che sembra incollata, possa danneggiare il fosforo del led.
Comunque, l'andamento di corrente e tensione, descritto sopra, dipende dal comportamento del Led per una certa corrente e temperatura.
La tensione è una conseguenza perché l'alimentatore controlla la corrente e la tensione segue. Collegando l'alimentatore ad una resistenza, la tensione resta sul valore settato di 3V e la corrente va da 0 ai 3A previsti.
Quando si collega il Led, la corrente parte da 0 con led spento, ma non riesce ad arrivare ai 3 A e la potenza si ferma a 6W, comunque sufficienti.
Non so se avete avuto esperienza di questi Led, se avete fatto delle misure e se anche a voi risulta che le prestazioni dichiarte sono ottimistiche.Aa meno che non abbia commesso qualche errore, ma quale?
Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 503
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Toniclimb »

No, le specifiche come da datasheet almeno per quello che riguarda il led CREE Xm-l corrispondono.
Per avere buoni risultati nel controllo alle alte e alle basse intensità ci vuole una alimentazione pensata specificamente per questa funzione.
Per la potenza massima io mi sono limitato a 5W per problemi di raffreddamento.
Così anche dimenticando il tutto alla massima non si rovina il led.
Con le prime lampade che avevo fatto per il Nikon non mi ero limitato, pensavo che tanto al max ci stavo solo per pochi secondi. Poi però me la sono dimenticata accesa tutta la notte con risultati catastrofici.
Per l'Xm-l e l'Amplival non devi toccare il led, le probabilità di danneggiarlo sono elevate, se vuoi una illuminazione più omogenea inserisci il filtro diffusore. Se invece vuoi proprio allargare la apertura del fascio usa una lentina divergente davanti al Led. In questo modo però riduci le dimensioni apparenti della sorgente, che già così è al limite per la copertura della pupilla di ingresso del condensatore. Con l altro led la cosa è consigliabile perché le dimensioni della sorgente (7x7 mm) sono eccessive e una riduzione migliora l'efficienza fotometrica del tutto, anche se mi sembra che non ci siano problemi, coi 5W di luce c'è n'è già a sufficienza per quasi il 100% delle situazioni.
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Toniclimb ha scritto: 14/04/2021, 10:12 No, le specifiche come da datasheet almeno per quello che riguarda il led CREE Xm-l corrispondono.
Per avere buoni risultati nel controllo alle alte e alle basse intensità ci vuole una alimentazione pensata specificamente per questa funzione.
Non ho capito quali caratteristiche dovrebbe avere e perché con un alimentatore che garantisce il limite di tensione massima il led si rifiuta di far passare la corrente massima erevista settata sull'alimentatore. Superata la tensione di soglia non dovrebbe fornire resistenza.
In pratica con una resistenza ho 3V costanti e corrente lineare da 0 a 3A, mentre col Led si parte da frazioni di A a tensione minore poi si sale fino a fermarsi a metà potenza con i 3V nominali. Come dovrebbe comportarsi l'alimentatore per arrivare a 3A?
Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 503
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Toniclimb »

Se vai a pagina 3 del datsheet del CREE xml2:

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q ... yHgptAnnTG

trovi una tabella "CHARACTERISTICS".
La riga che ti serve è quella che ti dice:

Forward voltage (@ 3000 mA, 85 °C) V 3.18

la tensione di 3.18 V è quella che ci vuole per sostenere una corrente di 3 A nel led.
Un generatore di corrente ideale produce tot Ampere e se ne frega della tensione.
Il generatore di corrente reale, che non è ideale, deve avere abbastanza birra per fornire i 3 A, ma con quei 3.18 V.
Se non ci arriva si siede prima e ti sei giocato i 3 A nel led;
come stiano poi le cose net tuo caso non lo so, dovrei vedere il dispositivo che hai messo in piedi.
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Scusa, non vorrei trascinare questa storia all'infinito, che potrebbe poi non interessare, ti dico le conclusioni, mai i motivi non li non capisco.
Settaggio dell'alimentatore 3,4V e 3000 mA
Valori indicati sul display dell'alimentatore 3,39 V con 0,364 mA e potenza 1,23 W
Valori misurati col tester 3,18 V e 0,37A
Quindi, con la tensione ci siamo, ma con la corrente no.
Il trasformarore è da 60 VA. due secondari da 7,5 messi in serie, ma la limitazione potrebbe essere il ponte raddrizzatori che ha caratteristiche di tensione e corrente più alti ? Ho usato quello che avevo cioè un HBPC1010, corrente in uscita 10A, tensione picco picco 1000V, tensione d'isolamento 2500 V. Ho pensato che i valori massimi non fossero un limite, ma forse non è così. Che ne dici?
Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 503
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Toniclimb »

Il ponte dovrebbe andare bene, è anche superdimensionato; piuttosto il condensatore di filtro dopo il ponte quanto vale? Per 3A con 10000 microfarad hai un ripple dell'ordine di 2 Vpp, dovresti mettere almeno 4700 micro.
I dati mi sembrano tutti sballati. Da 3.18 a 3.39 per il led cambia tantissimo, al secondo valore la corrente nel diodo dovrebbe essere ben più di 3A. Invece per 3.18 V la corrente di 0.37 A è bassa. Guarda la caratteristica a pagina 12 del datasheet, con 0.4 A dovresti avere 2.7 V. La caratteristica I-V del diodo è quasi esponenziale, ogni decimo di tensione ti raddoppia quasi la corrente, è per questo che si fa il controllo in corrente e non in tensione.
Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 503
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Toniclimb »

E poi sarebbe opportuno non usare un regolatore di tensione, ma uno di corrente specifico per l'uso coi led, tipo questo:
https://www.ebay.it/itm/8-Channel-DMX51 ... Swjsxfu56O
Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1035
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Guido Gherlenda »

Dando per scontato che le tue misure siano corrette dire che la conclusione è che non è un CREE XML, che abbia la dicitura serigrafata non vuol dir nulla, constatato a mie spese.
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E
Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 503
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da Toniclimb »

Potrebbe essere, anche se ormai costano talmente poco che taroccarli forse non vale la pena
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

E' vero potrebbe essere taroccato o difettoso. Un amico che lavorava nel commercio dell'elettronica mi diceva che alcune ditte raccoglievano a due soldi transistor scartati dalla fabbrica, senza serigrafia, che applicavano loro per rifornire negozi poco seri che poi li vendevano per buoni.
3nzo
Buon utente
Messaggi: 715
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: LED CREE su Amplival

Messaggio da 3nzo »

Guido Gherlenda ha scritto: 15/04/2021, 18:40 Dando per scontato che le tue misure siano corrette dire che la conclusione è che non è un CREE XML, che abbia la dicitura serigrafata non vuol dir nulla, constatato a mie spese.
Confermato, non era un vero XML.
Mi è arrivato un LED XML comperato a maggior prezzo da Amazon e arriva a 2,8A, ma con tensione 4V.
La cosa strana è che se tento di andare a 2,9- 3A l'alimentatore toglie corrente, probabilmente tende ad andare in corto e a sfondarsi.
Dopo un paio di tentativi ho rinunciato e credo che la cosa non sia stata indolore perchè per avere la corrente minima i mA devo settare l'alimentatore di due tacche più di prima e la luce fioca è tremolante mentre prima era costante.

Sento parlare di XML2, ma non riesco a trovarlo, anche i venditori come questo che promettono XML2 forniscono led su alluminio con la scritta XML, mi dicono che il tipo 2 è su rame. Ne sapete qualcosa?
Rispondi

Torna a “Microscopi e tecnica microscopica”