Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Descrizioni, prove, caratteristiche tecniche e modalità di utilizzo dei microscopi di ieri e di oggi e dei loro accessori
Rispondi
Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 04/02/2014, 16:11

Salve, finalmente ho preso coraggio, messo da parte la vergogna e sfruttando il favore delle tenebre (chiedo scusa per la qualità delle foto, ma in effetti erano le 5.30 del mattino) perche' ormai sono libero solo quando tutta la famiglia dorme, ecco che vi presento il mio oggetto preferito, quello che e' perennemente sul banco da lavoro e che subisce sevizie di una crudelta' indicibile... :shock: . Va heh, ora esagero.
Come ho spiegato nel messaggio di presentazione non ho un granche' come budget e se potessi la farei finita e mi comprerei uno strumento degno di nota...invece mi tocca fare offerte sulla baya per oggetti che molti altri scartano e invece io ci vedo cose ottime.
E' il caso di questo beck kassel (in origine era questo) dove subito mi sono saltati agli occhi i grani di regolazione sia sulla sede della testa che su quella del revolver, il tavolino traslatore con le manopole concentriche, la messa a fuoco tramite due belle ruote alla base dello stativo e non ultimo l'aspetto massiccio.
Con soddisfazione l'ho avuto con un solo rilancio e con spese di spedizione ragionevoli (ancora si poteva comprare dai venditori tedeschi).
Quando e' arrivato ho avuto anche la sorpresa della generosità del foro che conteneva la testa monoculare, facendomi pensare che sostituendo i grani con viti abbastanza lunghe, sarei riuscito a fissarci di tutto, cosa che difficilmente riuscivo con il lomo dove con enorme sorpresa mi accorsi tempo fa che nonostante l'attacco sembri identico, una testa binoculare leitz per qualche millimetro non ci si monta. Inutile dire che su questo strumento ci si monta benissimo e dato lo scarto delle viti lunghe si tara alla perfezione.
Bene, ultima nota, avverto che la visione puo' risultare sgradevole quindi tenete i bambini lontani! :o

https://drive.google.com/folderview?id= ... sp=sharing

Lentigrado
Messaggi: 47
Iscritto il: 01/02/2014, 19:34
Località: Roma - axa

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da Lentigrado » 04/02/2014, 19:19

Come ho già scritto nell'altro post, pensavo di peggio. A questo punto dovresti spiegare come hai fatto e dove hai recuperato i pezzi. :pray:
Guardo al mondo con un po' di presbiopia

Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 929
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da Guido Gherlenda » 04/02/2014, 19:46

Notevole! Non ci trovo niente di male ad assemblare pezzi di diverse marche, se fatto come si deve non vedo motivi che possano pregiudicare una buona resa.
Complimenti! :thumbup:
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 04/02/2014, 20:14

Grazie, grazie veramente!
Vedendo la professionalità delle modifiche e migliorie che puntualmente fanno alcuni utenti del forum mi sentivo un po' a disagio nel mostrare quelle mie piuttosto maldestre e invasive...
Scusatemi se non ho risposto prima, ma provvedo subito.
Di solito faccio offerte su ebay.co.uk, non ebay.it perche' in inghilterra trovo prezzi migliori, spese di spedizione piu' eque e alla fine anche chi non dichiara di spedire in europa alla fine accetta. Certo il bacino migliore e' la Germania, ma ormai con i prezzi che hanno e le spese di spedizione stratosferiche (quando le indicano, perche' ormai nemmeno lo fanno piu') non mi ci arrischio piu'.
Altro punto di reperimento "furbo" sono le fiere dell'elettronica, appuntro perche' nei "cesti" di materiale a peso trovi cose che gli appassionati di elettronica e gli stessi espositori non conoscono e mettono nel calderone senza nemmeno informarsi di cosa si tratta. Certo, io ci vado anche per l'elettronica che fa parte pure del mio mestiere.
Ultimo i mercatini estivi delle pulci (o antiquariato a volerli elevare), quì magari sanno cosa espongono, ma vige la legge del contrattare...e alla fine per non riportarselo dietro te lo danno a un prezzo abordabile.
Comunque l'illuminatore verticale vickers viene logicamente da ebay.co.uk, la testa binoculare lomo da uno di quei mercatini dei russi, gli obiettivi nikon sc pure da ebay inglese (e non li voleva nessuno!) e il beck-kassel e' stato l'ultimo acquisto che fatto da un tedesco su ebay.

Lentigrado
Messaggi: 47
Iscritto il: 01/02/2014, 19:34
Località: Roma - axa

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da Lentigrado » 04/02/2014, 22:40

Secondo me hai fatto un lavoro fantastico :o :o un po ti invidio per le conoscenze e la manualita' che hai :clap:
Guardo al mondo con un po' di presbiopia

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 06/02/2014, 11:45

Grazie Lentigrado,
devo dire che non sempre va a buon fine, spesso le reali distanze di lavoro sono degli ostacoli insormontabili per me, ad esempio meccanicamente ero riuscito a montare perfettamente il tubo per episcopia dello zetopan (superiore per funzioni e tecnologia al vickers) che permette anche di far passare l'illuminazione ai lati dell'obiettivo tramite una lamella circolare che si alza tramite una levetta a modo di "lecca-lecca della formula uno", ma questo da i risultati migliori con lunghezza tubo 250.
Parlo di obiettivi similari a questi: viewtopic.php?f=84&t=3390

portos77
Messaggi: 26
Iscritto il: 20/04/2014, 7:24

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da portos77 » 25/04/2014, 0:54

ciao per consolarti(si fa per dire)anche io sto sperimentando la costruzione del mio Frankenstein,quindi ti capisco e ti faccio tanti complimenti per il risultato sin qui ottenuto,immagino tu abbia molte altre sorprese in serbo.
ti chiedo un piccolo aiutino,anche io vorrei mettere il led a 3w,mi manderesti uno schemino? :wave:

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 25/04/2014, 8:48

Ho sostituito il led da 3w con uno da 10w, lo stesso che ho messo sotto il condensatore perche' piu' facile da reperire, piu' economico, piu' facile da alimentare e in fine per avere piu' luce, se vuoi ti mando in mp dove reperire il led e lo schema dell'alimentatore dato che quelli che ho trovato in giro non mi funzionavano a dovere e ho dovuto giocare un po' con le resistenze.

Avatar utente
Enotria
Buon utente
Messaggi: 1977
Iscritto il: 07/06/2012, 7:43
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da Enotria » 25/04/2014, 9:21

La sperimentazione spinta all'estremo non è in se un fatto negativo, anzi, aiuta a capire meglio il microscopio sia come meccanica sia come ottica.

Quello che è importante è che resti sempre definita entro i limiti della sperimentazione, anche se, alle volte, si ha l'impressione di aver raggiunto combinazioni particolarmente vantaggiose, tanto da portarci a considerare certe soluzioni, di per se assurde, come ottimali. :oops:

Quello sarebbe un errore che potrebbe fuorviare altri appassionati, ma non è certo il caso del nostro 500paolo, che ha ben coscienza dei limiti della sperimentazione che sta effettuando e che, se gli capitasse fra le mani uno Zeiss Universal o un Leitz OrthoPlan, non esiterebbe un secondo a preferirlo al suo pur amato Frankenstein.

:wave:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

:clap: il binocolo migliore in assoluto, è quello che hai con te nel momento in cui ti serve. :clap:

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 25/04/2014, 9:56

Enotria ha scritto:La sperimentazione spinta all'estremo non è in se un fatto negativo, anzi, aiuta a capire meglio il microscopio sia come meccanica sia come ottica.

Quello che è importante è che resti sempre definita entro i limiti della sperimentazione, anche se, alle volte, si ha l'impressione di aver raggiunto combinazioni particolarmente vantaggiose, tanto da portarci a considerare certe soluzioni, di per se assurde, come ottimali. :oops:
Di proposito ho scritto di continuare in mp perche' sono cosciente che qualcuno potrebbe "danneggiare" piu' che trarre vantaggio da operazioni che se fatte da persone di passaggio e non proprio dedite a certe cose manuali potrebbero non dare risultati sperati, insomma e' il mio Frankenstein e' potrebbe rendere un bellissimo costoso oggetto un "Frankenstein" pure quello...
Enotria ha scritto: ...se gli capitasse fra le mani uno Zeiss Universal o un Leitz OrthoPlan, non esiterebbe un secondo a preferirlo al suo pur amato Frankenstein.

:wave:
Sai che non ne sono proprio certo?
(Ora forse e' l'invidia che mi fara' parlare :mrgreen: )
In fondo ho gli obiettivi e gli oculari di questi modelli blasonati, quindi mi mancherebbe la meccanica, ma quella del mio Frankenstein mi va piu' che bene ed essendo tutto stravolto posso fare regolazioni particolari non presenti su tutti come la regolazione dell'inclinazione dello stesso braccio (quindi degli obiettivi) che regge la testa...sembra poco, ma mi capitava sul lomo che nonostante utilizzassi obiettivi plan, quando spostavo il vetrino, l'oggetto a fuoco millimetrico al centro dell'obiettivo doveva essere rimesso a fuoco quando passava agli estremi di questo, stessa cosa quando si visualizzava una colonia di batteri sedimentata, o mettevi a fuoco il centro o l'estremo dx o quello sx, o il sopra o il sotto. Molti non ci fanno caso ma io potrei morirci per una cosa del genere... :o

Comunque se qualcuno vuole regalarmi un Orthoplan lo vengo a prendere di persona!

A parte le elucubrazioni fatte da me fin'ora vengo al serio: mi piace molto scoprire e sperimentare non solo in questo campo (il mio teorico e' l'elettronica) ma ovunque poi e' normale che se potessi mettere mano al meglio ci sguazzerei dentro bene bene!

In ogni caso ho intenzione di fare qualcos'altro di estremo l'uso dell'illuminazione UV...solo che non ho diatomee per far notare la risoluzione, cosa mi consigliate? Dove le avete reperite voi?

portos77
Messaggi: 26
Iscritto il: 20/04/2014, 7:24

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da portos77 » 25/04/2014, 11:58

si certo GRAZIE. :wave:

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1067
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: Ecco il mio Frankenstein, la mia cavia.

Messaggio da 500paolo » 25/04/2014, 13:41

Bene, dammi il tempo di creare lo schema.

Rispondi

Torna a “Microscopi e tecnica microscopica”