Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 20/12/2018, 2:06

Ciao amici binofili,
Seguo con grande interesse questa discussione.
Ho acquistato dopo alcuni mesi di Nexus 100 un APM 100 apo 45 di cui sono entusiasta.
Per ora ho diverse coppie di oculari tra cui I dignitosi 18mm APM UFF, orbinar 17mm e 20mm 70 gradi che fanno il loro lavoro, TS 15 e 9 mm da 66, e altre coppie di risulta, più un paio di oculari da 24 mm di derivazione microscopica che trovo molto contrastati e piacevoli.
Ho sperimentato sul mio Dobson da 30 la qualità eccelsa dei Morpheus e la sensazione di spacewalking che forniscono avendo un esemplare da 17.5mm. Non oso immaginare in coppia. Ho scelto i Morpheus come miei oculari di elezione, sia per la generosa estrazione (ho gli occhiali) sia per la qualità dell’immagine e il contrasto.
Dunque la scelta penso sia fatta, vorrei dotarmi di una coppia di Morpheus per sfruttare pienamente l’APM, forse due quando le finanze me lo permetteranno.
Prima di tutto: secondo la vostra esperienza ha senso prendere un secondo 17.5mm, visto che ci sono, e togliermi gli APM 18mm con i quali mi trovo discretamente bene?
Secondo: in base al giudizio che vi siete fatti sui Morpheus usati per scopi astronomici (io faccio prevalentemente deep) quali focali secondo voi sono le più sfruttabili?
Il dubbio mi altalena tra i 12.5 (che taluni definiscono la focale magica per questo binocolo) e i 9 mm.
O tutti e due? :D

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 511
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Samuele » 20/12/2018, 8:39

L'effetto immersione dei Morpheus deriva dalla combinazione di un ampio campo apparente con un'elevata estrazione pupillare.
I 18 mm UFF, che purtroppo non ho avuto il piacere di usare, hanno 20mm di estrazione ed un campo apparente di 65º, per cui presumo che anche loro abbiano un minimo di effetto immersione.
Quindi l'acquisto dei 17,5 mm potrebbe avere senso se vuoi un maggior campo ed un miglior contrasto/trasparenza, ma tenerli entrambi sarebbe ridondante, a mio avviso.
Quanto ai 12,5 mm vs 9 mm, vedo che nel tuo parco oculari hai già alcune focali similari, per cui puoi farti un'idea di "come si vede" e scegliere l'ingrandimento che più ti soddisfa.
Io li ho entrambi, sono entrambi eccellenti (però pare che i 9 siano i migliori della serie) ed hanno entrambi i loro perché, anche se in qualche modo sono in competizione in quanto gli ingrandimenti ed il campo inquadrato sono abbastanza vicini.
Difficile, quindi, dare un consiglio

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1241
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Giovanni Bruno » 20/12/2018, 10:02

Per un BINOCOLO APO da 100/550mm, tirare i 61x dati da due 9mm è una passeggiata di salute.

Due 9mm darebbero pure un fondo cielo più scuro.

Mai dimenticarsi della regola empirica che recita:

La potenza ottica di un binocolo è data dal prodotto tra il diametro e l'ingrandimento.

Fermo restando il diametro di 100mm, la partita si gioca con gli ingrandimenti.

Avresti dunque 61x, una pilla diuscita di 100/610 = 1,63mm ed un campo reale di 1°,24, giusto giusto per ospitare bene il doppio ammasso del PERSEO, che a 61x sarebbe indicibilmente più scioccante che se visto a 30,5x con i due UFF da 18mm/65° di serie.

Io uso molto spesso e con molta soddisfazione, il mio APM ED APO da 82/470mm con due PLANETARY ED da 8mm/60°, ottenendo guarda caso proprio, 58,75x, molto vicino ai 61x che tu otterresti con due 9mm. :thumbup: :wave:

Avatar utente
LorenzoB
Buon utente
Messaggi: 103
Iscritto il: 23/09/2016, 18:31
Località: Palermo

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da LorenzoB » 20/12/2018, 19:14

Anche io andrò, quando le finanze me lo permetteranno, di Morpheus appunto una coppia da 9mm è quella che desidero, e ulteriori conferme ne ho leggendovi. Prima speravo negli Explore Scientific ma dopo l'esperienza negativa riportata da Samuele a questo punto preferisco spendere di più ma restarne soddisfatto!

Questo Topic è molto molto utile ! :thumbup:

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 20/12/2018, 21:31

Samuele Giovanni quindi mi indicate entrambi in qualche modo la via dei 61x.
Certamente potrei scurire il fondo cielo e sicuramente spingere di più sui faint fuzzies che tanto mi piace osservare. 61x sono una porta di ingresso per il deep.
D’altra parte però concedo un certo credito anche a quelli oltreoceano che parlano di magia dei 12.5 su questo particolare binocolo, li avvicinano ai Docter.
Eviterò di affrettarmi perché la spesa è sensibile. 61x sicuramente li sfrutto anche di più per osservazione banconiera della Luna (il mio vizio segreto) dove però vorrò in futuro considerare focali più corte sempre in casa Baader.
Magari cercherò di farmi una idea con i 9mm che già possiedo anche se non lontanamente paragonabili alla resa dei Morpheus.

Samuele sai dirmi quali sono i pro e i contro e più che altro che soddisfazione trovi tra le due focali sui vari target deep sky?
Come li usi?

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 511
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Samuele » 21/12/2018, 0:48

Banalmente potrei rispondere:
Minor ingrandimento=maggior campo con meno dettaglio
Maggior ingrandimento=minor campo con più dettaglio.
In realtà tutto dipende dai gusti personali e dagli oggetti che si vogliono osservare.
Ad esempio ho deciso di prendere il 9mm per avere più dettagli sugli ammassi globulari, e per meglio osservare alcune galassie più luminose e nebulose più significative.
Di fatto, però, l'ho potuto testare in poche uscite per lo più estive (quindi con cieli non particolarmente bui), al contrario del 12,5 mm che ho acquistato almeno un anno prima ed ho sfruttato abbastanza, anche perché è stato il primo oculare serio che ho utilizzato su quel binocolo, diventando il mio oculare "base".
Le differenze maggiori le ho notate sui pianeti, come ad esempio Gìove che a 61x comincia ad essere un oggetto affascinante con le bande che fanno intuire la presenza di irregolarità compresa la macchia rossa, quando invece a 44x il disco resta ancora troppo piccolo....
Mentre su un cielo invernale, dove le galassie e gli ammassi di galassie la fanno da padrone, il 12,5 mm è preferibile per via del maggior campo.
Comunque considera che cambiare spesso oculari durante una serata osservativa toglie una parte del divertimento.

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 21/12/2018, 15:38

Beh Samuele, così non mi aiuti molto... :)
A quanto pare servono entrambe le focali.
Sono anche attratto dai 6.5 per fare un po' di bella Luna. 4.5 li giudico eccessivi per l'APM, non avendo neanche testato finora la vera capacità di collimazione (ho il certificato a 110x e ho chiesto personalemente a Markus di mandarmi un buon esemplare... penso di avergli rotto le scatole a sufficienza e devo dire che è stato davvero gentilissimo :lol: ).
Credo che a tendere io voglia, nel tempo, concedermi una intera batteria di Morpheus. Almeno 3 coppie nelle focali suddette. Gli oculari restano, no? I binocoli possono solo crescere di diametro invece.
L'unica cosa è provarli e vedere come mi trovo, magari approfitterò della disponibilità della Unitron Italia.

Domanda a bruciapelo, se tu dovessi scegliere una focale "a sentimento" sceglieresti la 9 o la 12.5?

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 511
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Samuele » 21/12/2018, 16:20

Se avessi saputo ieri quello che ho imparato nel frattempo, forse avrei scelto la coppia 17,5 mm in abbinamento ai 9 mm, sempre che i primi abbiano qualità analoghe al resto della serie...(e questo puoi dirlo tu che ne hai già uno) :mrgreen:

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 21/12/2018, 17:00

Beh che dire non ho provato il 17.5 sul bino o almeno non di notte ma ti posso assicurare che sul mio Dobson è ormai parte integrante del fuocheggiatore :)
Ne sono entusiasta. Ho provato altri oculari, compresi gli ES e nessuno mi da quella sensazione di galleggiare nel campo visivo. Per me con gli occhiali è un miracolo vedere 76 gradi interi.

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 21/12/2018, 17:25

Ora che ci penso, ho un Hyperion 8mm che trovo buono (lo uso per le galassie, i globulari e le planetarie).
E se mi prendessi un secondo Hyperion per usarli sull'APM? Avrei così un buon ingrandimento per il deep sky medio e ci potrei fare anche Luna.
Qualcuno di voi ha usato gli hyperion o sa come vanno su APM?
Mi preoccupa più che altro la ciccionaggine e quindi i relativi problemi di distanza intrapupillare.

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 511
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Samuele » 29/12/2018, 9:23

Ieri sera ho avuto modo di mettere gli occhi sui 18mm UFF montati su un APM APO 82mm 90º.
Avevo con me solo la valigetta con i miei oculari, che mi avevano pregato di portare, ed il Kasai WideBino.
La mia impressione è che l'estrazione pupillare dei 18mm non sia così abbondante come dichiarato, tanto che ho dovuto abbassare i paraluce in gomma per abbracciare l'intero campo tenendo gli occhiali ed ho avuto qualche problema a trovare la giusta posizione per via degli ingombri che ostacolavano il mio naso.
La puntiformità stellare in effetti è molto buona e mantenuta fino ai bordi, ma mi è sembrata leggermente inferiore a quella dei miei Explore Scientific 20mm 68º sullo stesso strumento, così come il contrasto e la trasparenza (il cielo comunque era come al solito al di sotto della sufficienza).
Poi ci sono i Morpheus e lì tutta un'altra storia....
Appena messi i 12,5 mm la sensazione è che lo strumento scompare perché davanti agli occhi si apre una finestra osservativa ampia e comoda che sembra fluttuare nel cielo (cioè per via del campo ampio si "entra" nell'immagine senza alcun problema di estrazione pupillare, i bordi del campo bisogna andarli a cercare con lo sguardo) con contrasto, trasparenza, colore, puntiformità, privi di sbavature: tutto sembra perfetto e godibile, non vi è rimpianto per qualcosa di meglio.
Sembra che questi oculari abbiano un che di magico, e siano fatti apposta per lavorare al meglio con questa tipologia di strumenti, per cui mi sto convincendo che per l'osservazione del cielo notturno con i BT -soprattutto se trattasi di strumenti molto corretti- è inutile cercare altro: il rapporto prestazioni/prezzo è imbattibile. :thumbup:

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 29/12/2018, 19:05

Ciao Samuele
In effetti io mi trovo molto bene con gli uff 18 ma potendo li cambierò con una coppia di Morpheus 17,5. Ho inoltre deciso che come seconda focale di lavoro userò la 12,5 sempre Morpheus.

Nessuno però mi ha risposto (forse non era abbastanza accentuata come domanda) riguardo all’idea di usare una coppia di Hyperion 8 mm su APM.
Qualcuno ha provato gli Hyperion ?

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1241
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Giovanni Bruno » 30/12/2018, 9:02

Più si spinge con gli ingrandimenti e più è bene usare degli oculari più vocati per l'alta risoluzione, se poi oltre ad essere nitidi e puntiformi fino al bordo, hanno anche 60° di campo apparente, un'ottima EP, una dimensione fisica relativamente contenuta ed un prezzo molto abbordabile, come i PLANETARY ED da 8mm/60° e 5mm/60°, io per la voce pianeti mi accontenterei di loro.

Discorso diverso per i MEDI-GRANDI campi, dove i MORPHEUS valgono quello che costano.

Da moltissimi anni ho anche due OR PENTAX da 18mm/45° e due OR PENTAX da 9mm/45°

Entrambi hanno una dimensione fisica sostanzialmente ...INESISTENTE..., ma se ci si guarda dentro si rimane esterefatti di quanto siano ergonomici e di come non si soffre affatto di effetto buco della serratura.

Rincaro la dose, gli OR PENTAX da 18mm/45°, fanno sembrare oscenamente enormi i due UFF da 18mm/65° di serie sui nostriamati binocoloni APM ED APO.

La visione binoculare è essa stessa portatrice di ampio respiro osservativo, anche con oculari nella gamma tra 45° e 60°.

Ovvio che un OR in monoculare è davvero stretto. :thumbup: :wave:

annoluce
Buon utente
Messaggi: 108
Iscritto il: 27/04/2018, 14:28

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da annoluce » 30/12/2018, 23:41

Caro Giovanni, grazie della risposta.
Per i campi stellari siano medi o di qualsiasi natura trovo i Morpheus davvero esaltanti.
Gli 8 mm (e focali inferiori) li vorrei adottare per la luna principalmente, non ho velleità planetarie con il mio APM. La luna invece viene comoda e non mi dispiacerebbe vederla a medio ingrandimento.
Poiché ho già un Hyperion 8 pensavo di affiancarne uno uguale visto che li trovo decisamente buoni, ma mi preoccupa la distanza interpupillare visto che sono grandi.
Potrei valutare invece i 5 mm planetary Ed di cui tu parli molto bene, pur essendo al limite di collimazione del mio binocolo.
Come vanno su APM? Tu hai l’82, come li trovi?

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1241
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Binocoli APM: Raccolta dati su uso oculari

Messaggio da Giovanni Bruno » 31/12/2018, 9:05

Io per puro gioco-esperimento, sul APM ED APO da 82/470mm ci monto anche due PLANETARY ED da 3.2mm/60° per ben 147x e se il seeing collabora, sono retti perfettamente, sia in terrestre che sulla LUNA.

Onestissimi i PLANETARY ED da 8mm/60°, ma un poco meno capaci di spianare totalmente il campo

Sia i due 5mm/60° che i due 3.2mm/60°, hanno nella assoluta planarità del campo reso, un'arma affilatissima, non meno importante è la giusta dimensione fisica e la buonissima EP.

Segnalo anche l'eccellente resa dei due FF da 12mm/60° e fate attenzione a stare alla larga dagli FF da 8mm/60°, nemmeno lontani parenti degli FF da 12mm/60° perchè dotati di una scadente EP, li ho avuti e subito RADIATI, in favore di due PLANETARY ED di 8mm/60°

Per me sulla LUNA, che ad alto ingrandimento se ne vede solo .....una porzione....., il fattore campo piattissimo lo giudico enormente più importante di un pizzico di campo in più.

Tieni però conto che tra un giovincello con il CRISLALLINO ELASTICO ed un maturo signore con il CRISTALLINO GRANITICO, passa molta differenza nell'assegnare ad un campo piano una grande importanza.

Il giovincello il campo se lo spiana da se, modificando la curvatura del cristallino, cosa del tutto negata ad un maturo signore.

Da questo fattore scaturiscono molte incomprensioni e sovente anche liti, nel giudicare molti e diversi oculari. :thumbup: :wave:

Rispondi

Torna a “BINOCOLI”