Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Il mondo dei telescopi terrestri e della tecnica del digiscoping. Inserite qui le vostre immagini e i vostri video!
Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 14/01/2019, 2:07

Ciao. Sto provando da qualche giorno il Celestron Hummingbird (il 56mm ED); chiedevo un consiglio volendo trovare un oculare che consenta un ingramdimento maggiore e una possibile maggiore qualità rispetto all'oculare zoom di serie. Lo zoom di serie non è per nulla male ma proprio al massimo ingrandimento noto una perdita di nitidezza abbastanza evidente. Quale oculare avere per provare ad ottenere una maggiore qualità ed un maggiore ingrandimento su questo micro cannocchiale? Grazie.
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 6859
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da -SPECOLA-> » 14/01/2019, 14:07

Ciao Albi70,

nella recensione del Celestron Hummingbird 9-27x56 ED, Piergiovanni ha scritto che con quello strumento è possibile utilizzare tutti gli oculari astronomici con diametro del barilotto da 31.8 mm.
Non so però se proprio tutti riusciranno ad andare a fuoco.
Ad ogni modo un astrofilo avrebbe soltanto l'imbarazzo della scelta, per fare tutte le prove del caso.
Magari riescono a pescare il fuoco persino gli ZOOM, come per esempio il BAADER 8-24 (o similari SEBEN, Telescope Service, TecnoSky, ecc.).

http://www.astrotest.it/test-reports/ey ... rium-zoom/
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 14/01/2019, 14:38

Grazie. Si ho visto recensione. Provo a vedere se riesco a fare qualche prova. Mio problema è che non ho altri oculari per cui sarà dura. Speravo ci fosse già qualcuno che possedendo l'hummingbird avesse già provato, per avere un dato preciso (prima di spendere io altri soldi magari inutilmente intendo). Con oculare di serie ripeto non è male....ma non mi soddisfa del tutto, soprattutto verso il 27× purtroppo.
Grazie comunque
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

piero
Buon utente
Messaggi: 3127
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da piero » 14/01/2019, 21:03

a me deve arrivare a giorni, ma qualcosa si può dire comunque anche al buio: le uniche due possibilità sono quella di mettere uno zoom, come diceva specola, di maggiore qualità, oppure utilizzare un oculare fisso per i massimi ingrandimenti dato che è lì l'ambito dove sei meno soddisfatto; tenendo presente che la focale è di 200 mm un 8 mm di buona qualità, preso anche sull'usato, che ti darebbe 25x potrebbe essere un'alternativa; certo l'ideale è andare in un negozio di astronomia e fare qualche prova
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 14/01/2019, 21:32

effettivamente pensavo proprio ad un oculare con focale fissa, che normalmente dovrebbe offrire qualità maggiore. Io sono stranuovo in questo campo, capisco qualcosina di più di fotografia, per cui chiedo lumi sui cannocchiali. Avevo letto effettivamente che l'hummingbird ha focale di 200mm. Chiedo, e magari dico una cosa non fattibile....ma allora un oculare fisso di 6 mm si potrebbe usare su questo micro spotting scope? In teoria darebbe ingrandimenti più alti.....chiedo perchè suppongo diventerebbe molto meno luminoso date le piccole lenti (56mm) dell'hummingbird. Grazie. Ciao.
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

piero
Buon utente
Messaggi: 3127
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da piero » 14/01/2019, 22:55

mmmmhhh...no, un 6 mm direi di no; sarebbero 33x...siamo proprio tirati per un 56 mm, temo che l'immagine diventerebbe troppo buia
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

piero
Buon utente
Messaggi: 3127
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da piero » 16/01/2019, 22:50

arrivato e provato (il 9-27x56): epperò! mica male l'aggeggetto, carino anche da maneggiare.
Otticamente direi anche abbastanza sorprendente, pur con lenti ED non mi sarei aspettato una resa così buona.
Però hai ragione Albi: al massimo ingrandimento inizia a sbracare in termini di definizione anche se l'immagine non perde troppo di luminosità.
L'ho provato in diverse condizioni e mi sembra di aver individuato che l'ingrandimento massimo sfruttabile sia intorno ai 25 x, forse 24 (sulla ghiera l'aumento come sai non è lineare); per esempio il trapezio in Orione (sono 4 piccole stelline per chi non è astrofilo e costituiscono un buon test) non è identificabile a 27 x ma a 23-24 è perfetto.
Ad ogni modo arrivasse anche solo a 20 x, un micro spotting ED da mezzo chilo che ti puoi portare in cintura e che ti da al volo 20 x ben definiti e ben gestibili in appoggio di fortuna mi sembra più che apprezzabile
Ti confermo che volendo usare un oculare fisso ad alto ingrandimento forse starei sull'8 mm, tuttavia anche solo per prova un azzardo con 6 mm lo farei: in passato ebbi un ottimo kowa 11-33x50 che ancora oggi darebbe la paga a parecchi strumenti.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 16/01/2019, 23:02

Grazie Piero per gli utili consigli! Forse ho trovato un collega (possessore di cannocchiale astronomico con alcuni oculari) da cui recarmi per provare qualche altro oculare sull'hummingbird. Può essere che sia effettivamente l'oculare di serie che al massimo ingrandimento pecchi di nitidezza. Al limite ti farò sapere allora. Buona serata per ora e grazie.
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 16/01/2019, 23:24

...contemporaneamente stavo anche facendo un pensierino all'aggiuntivo LENS2SCOPE wide 7mm da abbinare ad ottiche canon 300 o 400mm serie L che già ho (per usare l'ottica come spottingscope). Ma non ho grandi elementi per giudicare questa opzione. Ho visto sul sito la recensione del modello 10mm di qualche anno fa. La nuova versione wide 7mm mi pareva in teoria più interessante (da verificare). Sto cercando di capirci di più anche qui.
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

Ford Prefect
Messaggi: 38
Iscritto il: 05/06/2012, 12:45

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Ford Prefect » 17/01/2019, 20:22

Ciao a tutti, ogni tanto mi rifaccio vivo.
Ho anche io l'Hummingbird 56mm, dallo scorso giugno.

Posso dirvi le prove che ho fatto io con diversi oculari sia miei che prestati da amici.

Zoom Baader Hyperion 8-24mm MK 1: non va a fuoco nè sul terrestre nè all'infinito.

Zoom Tecnosky HD 7,2-21,5mm: non si riesce a inserire bene nel portaoculari (per inciso, mi dà lo stesso problema con lo spotter Celestron Regal 65mm MK 1).

Oculare Baader Genuine Ortho 12.5mm, provato solo sul terrestre (prestato) non va a fuoco.

Planetary ED 12.5mm va a fuoco sia di giorno che di notte

Oculare TMB WA 20 mm: va a fuoco sia sul terrestre che sul cielo, molto luminoso, FOV maggiore rispetto allo zoom, divertente sul cielo buio, anche se c'è curvatura di campo.

Oculare William Optics SPL 6 mm: va a fuoco sia di giorno che sul cielo. Proprio due giorni fa ho provato a inquadrarci la Luna e si riusciva a mettere a fuoco anche se si vede che con 6mm ha raggiunto il limite. Mettendo un filtro giallo Wratten #8 sulla lente dell'occhio (avvitandolo all'oculare non si riesce ad andare a fuoco) si guadagna del contrasto e si riesce a focheggiare i crateri.

Ho provato anche un trio di oculari economici ma "simpatici": gli SVBONY asferici 23mm, 10mm e 4mm da 62° AFOV.
Sono una cinesata che costa 18 Euro al terzetto o 8 Euro l'uno, non li avrei mai presi se non per provarli per un progetto di autocostruzione economica su cui non dovrebbero dare problemi e nel frattempo faccio prove. Sono simpatici perché non pesano niente, sono plasticosi, ma per quello che costano il 23 mm e il 10mm non sono malaccio se si vuole consigliare qualcosa a chi non ha soldi da spendere, ma il 4 mm fa pena proprio.
Ebbene, sia il 23mm che il 10 mm di questi giocattoli vanno a fuoco e sono comodi da usare, sulla Luna non mostrano nemmeno troppo cromatismo, sembrano andare a fuoco più facilmente dello zoom, e soprattutto è una goduria il campo largo. Non credevo andassero bene su un rifrattore a rapporto focale così corto.

C'è un astrofilo romano che ci va a fuoco con i vecchi Vixen LV fino al 6mm compreso, non so i nuovi (SLV etc...).

Per lo zoom, avendo il barilotto da 31.8mm l'ho provato sul C5 per confrontarlo col Baader 8-24mm (il mio è il primo, Mk 1) e il Baader è sia più luminoso che con un campo più ampio.

Il fatto che un vecchio WA andasse a fuoco e che il 10mm SVBONY anche mi sta facendo venire voglia di trovare un 10 mm o un 9 mm decente da 60-70° di campo apparente.

Lo zoom in dotazione non è male, ma sopra i 22x anche di giorno l'immagine comincia a diventare un po' troppo "soft" (di giorno intendo anche da distanze non enormi, tipo circa 200-300m per osservare dei gruccioni su un albero in pieno sole). Peccato che gli zoom che ci ho provato non andassero a fuoco (soprattutto il Baader).

Però devo dire la verità, quando me lo sono portato dietro le poche volte che sono riuscito ad usarlo decentemente in campagna, non avrei potuto mettermi a giocare con oculari diversi dallo zoom.
Claudio - Roma

----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Osservo con: Celestron C5, Vortex Diamondback 8x42, Pentax Papilio 6.5x21, Celestron Hummingbird 56mm, Vortex Solo 8x25, Bushnell Legend HD 10x42 (mono) /size]

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 17/01/2019, 21:19

Grazie davvero per le preziose informazioni!
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 6859
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da -SPECOLA-> » 18/01/2019, 9:28

@ Ford Prefect,

notizie interessanti e utili.
Alla fine scovare un oculare utilizzabile è un po' una caccia al tesoro.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1124
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Giovanni Bruno » 18/01/2019, 9:47

Per prima cosa devo tessere le lodi alla traordinaria utilità di questo FORUM :thumbup:

Dopo la lettura del TEST del CELESTRON da 58mm, sopratutto in relazione all'estrema leggerezza ed alla possibilità dimontarci i normali oculari astronomici, mi ero parecchio infervorato, dopo due esperieze iperfallimentari con due micro spottingscope di prezzo bassissimo.

Poi all'imprivviso ho avuto la possibilità di ricomprarmi il mio ex ZEISS DIASCOPE 85 T* FL e il progetto CELESTRON è stato accantonato, direi per fortuna, perchè per me il fattore montaggio libero di tutti gli oculari astronomici era la motivazione fondamentale.

Molto in subordine era il fattore peso, ad esempio il mio ZEISS FL 85 pesa solo 1480 grammi solo corpo, ci ho autocostruito un portaoculare in PVC da 31,8mm del peso di pochi grammi e se ci monto su un mio OR PENTAX da 9mm/45°, il peso rimane sotto i 1600 grammi TOTALI, davvero un peso limitatissimo.

Ho provato molte decine di oculari astronomici e tutti vanno a fuoco con grande margine.

Circa la capacità di un certo diametro per un certo ingrandimento.

Ancora un campo molto luminoso ottenuto con un RADIAN da 4mm/60°a 125,5 ed ancora, sufficientemente luminoso con un PLANETARY ED da 3.2mm per 157x.

Ma devo dire che la magia assoluta me la dona il RADIAN da 4mm, un campo piatto al 101%, si lo so che esiste solo il 100%, ma sono davvero rimasto basito dalla resa di questo superbo oculare. :thumbup: :wave:

Ford Prefect
Messaggi: 38
Iscritto il: 05/06/2012, 12:45

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Ford Prefect » 18/01/2019, 10:21

Si, purtroppo l'unica cosa da fare è provarli.
E purtroppo per impegni familiari e di lavoro questo inverno non ho modo di fare uscite o partecipare ad attività con il circolo astrofili, quindi sono limitato sulle prove che posso fare questi mesi.

L'ideale sarebbe trovare un 9mm o 10mm grandangolare che vada a fuoco, i 20x sono, secondo me, sia il limite che l'ingrandimento migliore per sfruttare l'Hummingbird.

@Giovanni Bruno
Lo Zeiss è un'altra bestia del tutto. L'Hummingbird è un'utile oggettino da portarsi dietro praticamente ovunque, senza che mogli e famiglia abbiano da ridire (nella maggior parte dei casi non serve nemmeno un treppiede, basta appoggiarlo su un bastone, un ramo, un muretto).
Ho anche un Celestron Regal 65 ED primissima serie, preso usato e un po' acciaccato, anche quello va a fuoco con tutti gli oculari e anche con i filtri, l'ho lasciato alla casa al lago dei suoceri e lo sfrutto un po' d'estate: un'altra bestia, ma per usarlo serve portarsi dietro un treppiede adatto, ed ingombra. Si usa nelle uscite dedicate (sempre di meno per il momento), ma non te lo puoi mettere in tasca per toglierti la crisi d'astinenza quando fai una scampagnata in famiglia.
Claudio - Roma

----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Osservo con: Celestron C5, Vortex Diamondback 8x42, Pentax Papilio 6.5x21, Celestron Hummingbird 56mm, Vortex Solo 8x25, Bushnell Legend HD 10x42 (mono) /size]

Avatar utente
Albi70
Buon utente
Messaggi: 454
Iscritto il: 16/03/2012, 10:58

Re: Consiglio per oculare Celestron Hummingbird

Messaggio da Albi70 » 18/01/2019, 10:58

spero in questo weekend di trovarmi tempo per giochicchiare con l'hummingbird. Mio unico dubbio resta solo il fatto di non poter avere nitidezza ottimale ai 26/27x con oculare di serie. Mi avrebbe fatto piacere uno zoom che fosse un pelo più prestazionale anche a fine corsa. Ma forse pretendo troppo lo so. A 20/25x circa l'oculare di serie è già ottimo a mio parere per cui un ocul. fisso a quella lunghezza focale non mi sarebbe più di tanto utile. Sarebbe bello invece poter provare un oculare di qualità attorno ai 6x. Bel problemino per me. Comunque dovrò a brevissimo prendere decisione se tenerlo o meno (ho un amico che me lo ritirerebbe). Nello zaino fotografico devo capire se mi sarebbe utile il piccolo hummingbird o per il momento tenermi il mio fido Canon stabilizzato 12x36 che mi da, è vero, la metà degli ingrandimenti utili, ma di occhi ne uso 2, ed è davvero altra cosa ;) . Mi stavo informando inoltre, avendo un paio di ottiche supertele di qualità Canon su quell'adattatore LENS2SCOPE (nella sua versione aggiornata wide 7mm!) visto ai tempi qui sul sito (vecchia versione 10mm). Sarebbe di pochissimo ingombro e trasformerebbe credo la mia ottica Canon, che già avrei nello zaino, in un buon/ottimo spottingscope (ho un 300 e un 100-400mm). Ma trovare prove su questo adattatore in rete è davvero dura. E pare siano anche in pochi a venderlo. X caso qui qualcuno ne ha qualche esperienza (sarebbe aggiuntivo ottico che usano gli appassionati di foto naturalistiche, per cui non so se a tutti interessa)?
Buona giornata a tutti!
"Alla Natura si comanda solo ubbidendole" (Galileo Galilei)

Rispondi

Torna a “SPOTTING SCOPES, DIGISCOPING, TELEMETRI E VISORI NOTTURNI”