Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8866
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da piergiovanni » 02/06/2019, 21:44

Pubblico molto volentieri la bellissima recensione di Ottaviano Fera, riguardante uno dei migliori binocoli mai prodotti. Buona lettura a tutti voi.

https://www.binomania.it/recensione-del ... mer-22x60/
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nuovo Orione

www.astronomianews.it
www.itinerarieluoghi.it


Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8.

piero
Buon utente
Messaggi: 3224
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da piero » 03/06/2019, 0:36

grande binocolo e grande Ottaviano....a trovarlo però.....un primula rossa.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1233
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Giovanni Bruno » 03/06/2019, 21:19

Uno dei pochi sogni mostruosamente proibiti, in ambito strumentale, che non ho mai potuto realizzare.

OTTAVIANO FERA è un superesperto di binocoli di alto livello ed una sua recensione è una lezione magistrale.

Il leggere degli oculari di soli 46° di campo apparente e la non perfetta planarità del campo reso, un pochino mi hanno lenito il dolore di non averlo mai posseduto.

OTTAVIANO è anche un GURU dei binocoli CANON STABILIZZATI e converrà con me che se il 22x60 TAKA ha un'ottica tipo LASER, però il campo spianato e l'ottimo campo apparente dei BINOCOLI CANON, possono reggere, a fatica, ma con dignità, il confronto con il SUPER TAKA, che ha in un molto più alto rapporto focale e nei 10mm in più di diametro, la sua arma più invincibile.

Insomma, il 22x60 TAKA è molto più BINOSCOPIO che BINOCOLO, mentre i CANON sono binocoli purissimi all'ennesima potenza, perchè grazie alla stabilizazione ci liberano dalla schiavitù del cavalletto. :thumbup: :wave:

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8866
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da piergiovanni » 03/06/2019, 21:39

Io lo provai in Valtellina e ricordo un contrasto altissimo, pressoché simile a quello del mio FS 128, forse meglio..
Peccato, infatti, per lo scarso campo apparente. Sarebbe un vero piacere ammirare una nuova rivisitazione giapponese.
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nuovo Orione

www.astronomianews.it
www.itinerarieluoghi.it


Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8.

Alice Vianelli
Messaggi: 26
Iscritto il: 04/12/2018, 17:08

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Alice Vianelli » 04/06/2019, 14:49

Io l'ho provato recentemente e il contrasto era spettacolare. Il prezzo forse è leggermente alto ma credo sia un ottimo investimento per ogni appassionato, me compresa. Leggere poi una recensione così positiva scritta da Ottaviano Fera è un qualcosa di divino e sicuramente una conferma.
Insomma: UAO

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Angelo Cutolo » 04/06/2019, 20:18

Ma è ancora in commercio?
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1654
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da monpao » 05/06/2019, 17:57

No, ormai è fuori commercio da anni, si può dire che sia un "cult da collezione" anche se le prestazioni sono ancora ottime, ma non più correlate al prezzo che può raggiungere.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 8866
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da piergiovanni » 07/06/2019, 20:46

In Valtellina ce ne sono ancora un paio, ma dubito che i proprietari vogliano rinunciarvi.
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nuovo Orione

www.astronomianews.it
www.itinerarieluoghi.it


Osservo con: Zeiss Victory SF 8x42, Zeiss Harpya 95, Fuji TS 12x28, Fujinon 16x70, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestron 8.

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7091
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da -SPECOLA-> » 07/06/2019, 21:16

È una ruota che gira; d'altronde fra l'usato ogni tanto passa persino qualche SARD 6X42.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIII). http://www.specola.altervista.org/

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1233
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Giovanni Bruno » 09/06/2019, 8:55

Mi piacerebbe immensamente poter confrontare il binocolo TAKA da 22x60 con il mio APM ED APO FPL-53 da 82/470mm, ovviamente diaframmando l'APM a 60mm, cosa che già faccio regolarmente per i fatti miei, quando osservando in terrestre diurno, la turbolenza termica mi consiglia di farlo.

Sarebbe interessante conoscere la focale del 22x60 TAKA. :thumbup: :wave:

piero
Buon utente
Messaggi: 3224
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da piero » 09/06/2019, 23:35

potrebbe essere interessante, ma teniamo presente che le alte prestazioni del taka, che lo hanno decretato un mito, non hanno nulla di miracoloso o misterioso ma in realtà risiedono in 3 fattori quasi scontati: 1) fluorite 2) lunga focale 3) oculari a campo ristretto. Molto più difficile ottenere alte prestazioni, seppur con fluorite, ma con una corta focale e oculari a largo campo, anche se oggi è certamente più fattibile di un tempo (pensate solo al nikon wx).
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1233
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Giovanni Bruno » 13/06/2019, 8:06

Il mio APM FPL-53 da 82mmm a 45°, ha 470mm di focale.

Se diaframmato a 60mm diventerebbe un f 7,83, direi persino sovrabbondante per un FPL-53 di soli 60mm di diametro.

Fermo restando l'enorme ammirazione per il TAKA 22x60, tuttavia la curiosità di un confronto è molto forte.

L'unico vantaggio vero che assegno al TAKA è il fatto di avere dei calassici prismi di PORRO, che grazie alla semplicità dello schema ottico sono molto trasparenti.

Per gli oculari a campo ristretto, tipo OR, invece, la cosa è replicabile in tutti i binocoloni ad oculari intercambiabili. :thumbup: :wave:

Ford Prefect
Messaggi: 49
Iscritto il: 05/06/2012, 12:45

Re: Recensione del binocolo Takahashi fluorite Astronomer 22x60

Messaggio da Ford Prefect » 13/06/2019, 11:43

Giovanni Bruno ha scritto:
03/06/2019, 21:19
OTTAVIANO è anche un GURU dei binocoli CANON STABILIZZATI e converrà con me che se il 22x60 TAKA ha un'ottica tipo LASER, però il campo spianato e l'ottimo campo apparente dei BINOCOLI CANON, possono reggere, a fatica, ma con dignità, il confronto con il SUPER TAKA, che ha in un molto più alto rapporto focale e nei 10mm in più di diametro, la sua arma più invincibile.

Insomma, il 22x60 TAKA è molto più BINOSCOPIO che BINOCOLO, mentre i CANON sono binocoli purissimi all'ennesima potenza, perchè grazie alla stabilizazione ci liberano dalla schiavitù del cavalletto. :thumbup: :wave:
Io spero di riuscire a provare uno di questi stabilizzati questa estate: un mio conoscente ha intenzione di prenderne uno, per me al momento sono giocattoli fuori budget soprattutto perché li userei pochissimo.

Però per un ipotetico regalo in un futuro in cui tornassi a utilizzare i binocoli più regolarmente, sarei indeciso tra spendere la stessa cifra in un ottimo binocolone puramente ottico-meccanico (tipo il Maven 15x56) o in uno stabilizzato di dimensioni generose (come il Canon 15x50).
Degli stabilizzati mi spaventa il fatto che abbiano dell'elettronica dentro, non so quanto possa "invecchiare" bene, oltre al fatto che dipendono da delle batterie.
Claudio - Roma

----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Osservo con: Celestron C5, Vortex Diamondback 8x42, Pentax Papilio 6.5x21, Celestron Hummingbird 56mm, Vortex Solo 8x25, Bushnell Legend HD 10x42 (mono) /size]

Rispondi

Torna a “BINOCOLI”