Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Chiarimenti sulle torrette binoculari

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Rispondi
Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 510
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Samuele » 15/06/2019, 17:09

Cari amici,
Ho cercato di informarmi ma inevitabilmente nei vari forum la discussione cade sulla perdita di luce che una torretta comporta, e non su questioni che credo sia più interessante porsi prima di acquistare un simile accessorio.
Dunque, a quanto ho capito, con una torretta generalmente si ha bisogno di circa una decina di cm di back focus per poter sperare di fuocheggiare con gli oculari, distanza a cui bisogna aggiungere la lunghezza del fuocheggiatore dello strumento e dell'eventuale diagonale.
Gli unici strumenti che di regola si adattano a questa necessità sono quelli a traslazione di primario, cioè gli SC ed MC, mentre per gli altri (rifrattori, Newton, RC e CC, DK, ecc) dipende da caso a caso.
Per far fronte a questa necessità si usano i correttori di tiraggio che necessariamente comportano l'amplificazione della focale del telescopio di un fattore non irrilevante (1,5x - 2x ecc.), e che in realtà servirebbero anche a compensare alcune caratteristiche negative delle torrette.
Ma, chiedo: è possibile usare le torrette senza correttore? Se (e quando) la cosa sia fattibile cosa comporta dal punto di vista ottico?
Inoltre, esistono torrette con un diagonale già incorporato, al fine di risparmiare qualche cm sul back focus richiesto?
Grazie a chi vorrà rispondere.

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6386
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Raf584 » 15/06/2019, 19:48

Non sono a conoscenza di torrette col diagonale incorporato, ma esistono sistemi, come il Baader T2 e il Denk Power Switch, che integrano la torretta col diagonale che però rimangono componenti separati l'uno dall'altro. Quando il problema è il backfocus il sistema Baader a mio avviso non ha rivali.

Certamente le torrette si possono usare senza correttore se hai abbastanza backfocus, col mio rifrattore a f/5 posso osservare a basso ingrandimento senza aggiuntivi ottici, ad esempio, il fuoco fuoriesce tantissimo. Però ad alto ingrandimento le aberrazioni dei prismi si vedono e il correttore ci vuole. In generale più alto è il rapporto focale più la torretta è tollerante all'uso senza correttore tant'è che alcuni "correttori" non sono altro che delle lenti di Barlow.

Tra i telescopi a traslazione del primario gli SC è meglio usarli col correttore, se si porta il fuoco lontano dalla posizione ideale l'aberrazione sferica può diventare sensibile.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1238
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Giovanni Bruno » 16/06/2019, 8:32

Solo le torrette angolate a 60° tipo la BAADER-CELESTRON e quelle angolate a 45°,tipo le ZEISS, vanno sempre a fuoco senza OCS aggiuntivi.

Però attenzione!!!!, le torrette a 60° non erigono un'immagine terrestre.

Per le ZEISS a 45°, alcuni modelli erigono il SOPRA-SOTTO, mentre altre no.

Ed ancora, le torrette non erettive sono un poco più luminose.

Le torrette erettive sono un po meno luminose, ma se usate in terrestre, la luce diurna azzera totalmente la piccola minore luminosità. :thumbup: :wave:

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1776
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Angelo Cutolo » 16/06/2019, 11:55

Di torrette che non necessitano di correttore e che abbiano backfocus sostanzialmente zero, c'è la tecnosky horizon (aka Kasai ELS, Omegon PRO Triton, Auriuga Bino Viewer), c'è una recensione si binomania https://www.binomania.it/torretta-binoc ... st-diurno/
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6386
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Raf584 » 16/06/2019, 12:30

Il problema di quella torretta è l'orientamento, andrebbe usata senza diagonale oppure con un prisma a visione totalmente raddrizzata così da riottenere la visione telescopica.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1000
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Ivano Dal Prete » 18/06/2019, 13:31

Raf584 ha scritto:
16/06/2019, 12:30
Il problema di quella torretta è l'orientamento, andrebbe usata senza diagonale.
Mumble mumble... quindi, ideale per i newton?
"Consider the impact your proposed telescope could have on your life. Talk to your spouse, your kids, and your friends. Does it fit the way you live? If you have doubts, reduce the planned aperture by one third and repeat this step."
(Kriege and Berry, "The Dobsonian Telescope")

"I am a historian. Nothing shocks me."

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6386
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Raf584 » 18/06/2019, 14:04

Dovrebbe essere particolarmente adatta alle osservazioni terrestri coi newton perché raddrizza completamente l'immagine e richiede poco backfocus. Però contiene molte lenti, se pensi a un uso astronomico non vedo il vantaggio rispetto a una torretta qualunque con correttore.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 510
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Samuele » 15/07/2019, 16:38

Alla fine, dopo aver invano cercato qualcosa di accettabile nel mercato dell'usato, ho deciso di acquistare nuova, dal mercato orientale, la torretta che si vede nelle immagini che allego (non sono mie foto ma il prodotto è quello), per sperimentare investendo il minimo.
La torretta sembra robusta e fatta bene, ben collimata, con porta oculari autocentranti e con messa a fuoco individuale, nonché munita di due correttori oltre il semplice barilotto 31,8mm: uno 1,85x che si vede nell'ultima foto con una lente di campo aperta 12 mm circa, l'altro 3x con lente di campo da 22mm circa.
Non mi soffermo su altri particolari quali il diaframma sui prismi che non ho misurato (ad occhio dovrebbe essere attorno ai 20 mm), ma sul seguente aspetto tecnico.
La torretta senza correttore non va a fuoco sul mio Cassegrain, anche togliendo tutte le prolunghe ed usando il diagonale da 31.8 anziché quello da 2"; quasi certamente ci riuscirei togliendo anche il diagonale, ma dovrei osservare dritto come in un cannocchiale.
Con il correttore 1,85x, e oculari da 20 mm ho l'impressione di un ingrandimento eccessivo per l'osservazione di Giove, per cui l'alternativa è organizzare la serata smontando le prolunghe ed alzando lo strumento per osservare dritto, approfittando del fatto che Giove è basso, oppure acquistare un paio di oculari da 25 mm.
Che ne pensate?
Nel caso possono andar bene gli MA oppure sono preferibili i Ploss?
O dovrei orientarmi su qualcosa di più impegnativo?
Allegati
IMG_1102.JPG
IMG_1101.JPG
IMG_1100.JPG
IMG_1099.JPG

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6386
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Chiarimenti sulle torrette binoculari

Messaggio da Raf584 » 15/07/2019, 18:10

Prodotto interessante, da quello che vedo si può accedere facilmente ai prismi, ciò che è sempre utile se prendesse un colpo e ci fosse da collimarla.

Col correttore da 1.85 e i 20 mm dovresti avere circa 170x che per un 150 mm non sono poi moltissimi, li dovrebbe reggere tranquillamente, comunque qualche coppia di Plossl ti farà comodo.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Rispondi

Torna a “Strumentazione astronomica”