Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Airone Stellato

Il posto giusto per chi ama osservare la natura e fotografarla. Avvistamenti, reportage, fotografia naturalistica, quesiti sulle migliori Reflex ed altro ancora!
Rispondi
Giorgio62
Messaggi: 32
Iscritto il: 07/11/2018, 21:18

Airone Stellato

Messaggio da Giorgio62 » 11/09/2019, 10:04

Leggi del Tarabuso e capisci di esserti trovato al cospetto di un animale particolarissimo.Tanto ruvido quanto delicato.Distribuito a macchia di leopardo mettendoli tutti insieme non arrivano a 50 coppie in tutta Italia.Difficile da censire,difficilmente tutelabile
Un pomeriggio indimenticabile...


Foto realizzata in Digiscoping
Distanza 45 mt
Evostar 72 ED
Fuoco diretto T2 con Kenko pro 300 DGX 1,4
Olympus omd 10 Focale 1200mm
1/160 Iso 250 Priorità Diaframma
Allegati
P9101807-4-2-2-2-sharpen-focus-2.jpg

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7251
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Airone Stellato

Messaggio da -SPECOLA-> » 11/09/2019, 12:52

Bello scatto; grazie per averlo condiviso.
Ma davvero in Italia il numero di coppie di questo uccello è quello?
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXIV). http://www.specola.altervista.org/

Giorgio62
Messaggi: 32
Iscritto il: 07/11/2018, 21:18

Re: Airone Stellato

Messaggio da Giorgio62 » 11/09/2019, 16:16

Grazie Fabrizio
A spanne la situazione è questa.Una decina di anni fa erano stati censiti tra i 50 e 70 maschi territoriali.In Lombardia non so se andiamo oltre i venti esemplari...Tieni conto che cmq in Europa la Popolazione è in declino e credo neanche troppo lento.Anche perchè ha bisogno di condizioni molto particolari soprattutto per la riproduzione.A questo poi ci mette del suo,perchè mimetismo e areali di difficile accessibilità lo rendono una sorta di specie misteriosa

Rispondi

Torna a “OSSERVARE LA NATURA, FOTOGRAFARE LA NATURA”