Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Glicerina come sostituto dell'olio

Principi di funzionamento, manutenzione, modifica e autocostruzione dei microscopi e dei loro accessori
3nzo
Buon utente
Messaggi: 222
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Glicerina come sostituto dell'olio

Messaggio da 3nzo » 01/12/2019, 1:09

Grazie, anche per le tabelle. Penso che la glicerina sarà di sicuro meglio dell'acqua, specie lato condensatore.

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 292
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Glicerina come sostituto dell'olio

Messaggio da Toniclimb » 02/12/2019, 11:38

Senz'altro sta attaccata meglio, e ha indice molto più vicino a quello dell'olio.
Il problema sta dall'altra parte, alcuni obbiettivi sentono molto la differenza fra gli indici di rifrazione. Tra quelli che ho io il Lomo 20/0.80 è il più critico, vuole l'olio a tutti i costi.

3nzo
Buon utente
Messaggi: 222
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Glicerina come sostituto dell'olio

Messaggio da 3nzo » 02/12/2019, 16:47

Il Lomo 20/0.80 è un obbiettivo molto particolare, è uno della serie per layer di gelatina compreso fa 0 e 0,9 mm.
La questione degli obiettivi ad immersione in olio, ma corretti per layer di gelatina rimane un mistero per me e anche per altri.
Conosco tre ottiche della Lomo corrette per layer di gelatina e immrsione in olio: questo che, immagino per la limitata potenza, compensa in automatico uno spessore di gelatina da 0 a 0,9 mm e due più potenti con collare di correzione da 0 a 0,25 mm, cioè il 90/1.25 e l'Apo 60/1.25 (non 60/1.0, come quello con diaframma). Purtroppo di questo me ne trovo uno gratis perché delaminato.
La questione che ripropongo a voi esperti di ottica è questa: può uno strato di gelatina posto sotto l'oggetto in esame (cioè un portaoggetti rivestito di gelatina) determinare aberrazioni al punto da richiedere una correzione? Poi quale è poi l'indice di rifrazione della gelatina solida?
Se qualcuno che ha contatti con tecnici di qualche laboratorio di istologia, potrebbe chiedere informazioni...

Rispondi

Torna a “Ottica, meccanica, manutenzione e riparazione del microscopio”