Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Rispondi
Davide Tex
Messaggi: 5
Iscritto il: 04/08/2018, 17:02

Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Davide Tex » 27/11/2019, 17:06

Ciao a tutti , mi sono presentato tanto tempo fa ma non ho mai partecipato attivamente al forum , che comunque ho continuato a leggere.
Osservo da anni il cielo con telescopio , sopratutto con un dobson da 200mm , un anno fa circa ho acquistato un binocolo rp Optics 20x80 e dopo un anno di comparazioni ho preso atto che il binocolo mi soddisfa di più.
Avrei quindi deciso di acquistarmi un nuovo binocolo , oculari 45* d’obbligo, indifferentemente dalla marca delle quali si trovano recensioni ovunque volevo maggiori informazioni sugli oculari. Nei binocoli che ho visionato ,Vixen per dirne uno, noto che danno un paio di oculari in dotazione che più o meno garantiscono ingrandimenti 25 x o giù di lì. Ma che oculari meglio acquistare? Io ho già a casa due explore scientific da 82* , ci stanno su un binocolo?

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Giovanni Bruno » 27/11/2019, 22:05

Se è del formato da 31,8mm di diametro, ci sta di sicuro, ma 82°è il dato del campo apparente, hai però omesso la focale dell'oculare.

Se ami i grandi campi devi fare molta attenzione al diametro del diaframma di campo, meglio un binocolone con 28mm di diaframma di campo. :thumbup: :wave:

Davide Tex
Messaggi: 5
Iscritto il: 04/08/2018, 17:02

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Davide Tex » 27/11/2019, 22:51

Ne ho uno da 11mn è uno da 6mm.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Giovanni Bruno » 28/11/2019, 9:42

Per focali così corte nessun problema. :thumbup: :wave:

piero
Buon utente
Messaggi: 3273
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da piero » 29/11/2019, 22:47

mi occuperei prima del binocolo e poi gli oculari di conseguenza; dato che ne hai già potrai vedere se adatti allo strumento che sceglierai, al tipo di impiego e al tuo modo di vedere. Una regola fissa non c'è: tradizionalmente per il profondo cielo si sta su bassi ingrandimenti in rapporto a focale e apertura ma l'attuale tendenza è di spingere molto per impiegare il binocolo anche in hi-res. Il discorso è aperto a ogni possibilità e gusti personali, quindi se circostanzi più in dettaglio i tuoi intenti si potrà essere più precisi
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 550
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Samuele » 01/12/2019, 9:12

Davide Tex ha scritto:
27/11/2019, 17:06
... Nei binocoli che ho visionato ,Vixen per dirne uno, noto che danno un paio di oculari in dotazione che più o meno garantiscono ingrandimenti 25 x o giù di lì. Ma che oculari meglio acquistare? Io ho già a casa due explore scientific da 82* , ci stanno su un binocolo?
Ciao,
Da quello che so (ma potrei sbagliarmi) Vixen è forse l'unico produttore a non fornire i suoi binocoloni angolati di oculari, a meno che non si tratti di modelli con oculari fissi o dedicati: in entrambi i casi, però, le tue preoccupazioni sarebbero vane perché dovresti usare necessariamente i prodotti forniti dalla casa.
Quanto invece agli altri marchi, se ti riferisci alle produzioni più recenti, trascurando quindi i modelli più datati che circolano di oltre un decennio, i più affidabili in termini di versatilità credo siano gli APM e similari (Ibis, Skyrover, ecc...) di cui non ho memoria di oculari che non siano andati a fuoco.
Da quel che ho letto o potuto constatare i Vixen (in particolare il BT 126 - gli altri non saprei) e gli Oberwerk hanno qualche problema con alcuni oculari, per cui bisognerebbe verificare caso per caso.
Giovanni ti ha risposto sugli Explore Scientific, ma io aggiungerei che quella risposta vale sicuramente per gli APM, mentre per gli altri dipende dal pescaggio del fuoco del binocolo o dalla profondità del barilotto dell'oculare rispetto alla battuta del porta oculari.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Giovanni Bruno » 01/12/2019, 10:18

Con il mio APM ED APO FPL-53 da 82mm angolato a 45°, tutti i miei oculari astronomici, pescano il fuoco con largo margine.

Affermo con la dovuta enfasi che i porta oculari dei binocoloni APM, sia ACRO che APO, sono semplicemente eccellenti, infatti hanno un anello interno in OTTONE largo il doppio dei comuni portaoculari, cosa essenziale per porsi a PONTE sulle stramaledette scanalature antiscivolo della maggior parte degli oculari.

Tali scanalature sono la concausa di decentramenti e scollimazioni, non esclusivamente imputabili al binocolone stesso. :thumbup: :wave:
Ultima modifica di Giovanni Bruno il 01/12/2019, 10:19, modificato 1 volta in totale.

Davide Tex
Messaggi: 5
Iscritto il: 04/08/2018, 17:02

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Davide Tex » 01/12/2019, 15:46

Non avendo esperienza con binocoli con oculare intercambiabili vorrei porre una domanda , fino a quanto si riesce a spingere in teoria con l’ingrandimento , parlando di cieli di montagna . Grazie.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Giovanni Bruno » 01/12/2019, 20:16

Parlando di cieli di montagna, stai parlando di DEEP SKY e quindi mediamente di medi-grandi campi.

Se si vogliono dei grandi campi si devono usare medi-bassi ingrandimenti.

Solo sugli ammassi globulari e sulle stelle doppie ha senso tirare alti ingrandimenti.

Per i pianeti, sia da casa propria che dalla montagna, è la stessa cosa e conta sopratutto il seeing. :thumbup: :wave:
Ultima modifica di Giovanni Bruno il 02/12/2019, 8:52, modificato 1 volta in totale.

piero
Buon utente
Messaggi: 3273
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da piero » 01/12/2019, 22:03

Davide Tex ha scritto:
01/12/2019, 15:46
Non avendo esperienza con binocoli con oculare intercambiabili vorrei porre una domanda , fino a quanto si riesce a spingere in teoria con l’ingrandimento , parlando di cieli di montagna . Grazie.
alcuni modelli con collimazioni di precisione possono superare abbondantemente i 120x, però, come diceva Giovanni, se mi parli di cieli di montagna alludi certamente al cielo profondo e quindi sarebbe più da chiedersi cosa si può arrivare a vedere con un binocolo da 100 e più mm sotto un cielo buio e pulito, perché anche con un bino da 150 mm 120-140x su una galassia sono ovviamente improponibili; visto che , come scrivi, hai finora utilizzato un dob e un 20x80 avrei certamente realizzato che gli ingrandimenti raggiungibili su un dob non sono certamente quelli di un binocolo.
Anzi, lancio qui un appello: come il sottoscritto anni fa propose un piccolo scritto di confronto fra un bino e un rifrattore sul deep sky sarebbe curioso e interessante se qualcuno comparasse un rifrattore apo con un bino apo a ingrandimenti spinti sull 'hi-res
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1302
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Giovanni Bruno » 02/12/2019, 9:12

Se parliamo di pianeti, con la stessa cura costruttiva e gli stessi materiali, rimane ancora il fattore rapporto focale.

Un binocolo APO APM ha un rapporto focale di f5,7 mentre un rifrattore APO ha mediamente un rapporto focale tra f7 ed f8, gia questo più alto rapporto focale, mette le ali al rifrattore APO.

Ciò detto, io per puro esperimento a se stante, ho sempre sondato la qualità ottica e la collimazione dei binocoloni, applicando ingrandimenti spropositati, ovviamente solo quando un'ottimo seeing lo concede.

Ebbene, il mio ex IBIS ACRO da 100/570mm, mediante due PLANETARY ED da 3,2mm e quindi a 178x, risultava sia sufficientemente nitido che perfettamente collimato.

Il mio attuale APM ED APO FPL-53 da 82/470mm, mediante due PLANETARY ED da 3,2mm e quindi a 147x è molto nitido e collimatissimo.

Ma al confronto con il 120ED + torretta binoculare, sia l'IBIS ACRO da 100mm che l'APM APO da 82mm, sui pianeti ne escono entrambi sconfitti.

La magia dei binocoloni è tutta appannoggio del DEEPK SKY a medio-grande campo, dove la somma dei due diametri da un vantaggio concreto rispetto ad un rifrattore di pari diametro.

Mentre il maggior diametro ed il più alto rapporto focale del 120ED, spadroneggia sui pianeti.

Da non dimenticare i complessi prismi angolatori e raddrizzatori presenti in tutti i binocoloni a 45° e 90°, che chiedono un modesto ma evidente tributo alla voce nitidezza estrema. :thumbup: :wave:

Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 550
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Samuele » 02/12/2019, 9:13

Per quanto mi riguarda uno scritto al momento sarebbe un impegno difficile da portare a termine non fosse altro che gli unici rifrattori che in genere trovo sui campi osservativi, dalle mie parti, sono impiegati per la fotografia e quindi inutilizzabili per l'osservazione.
In linea generale, considerando l'esperienza che ho avuto di recente col il mio Cassegrain, penso si possa affermare che grossomodo la differenza fra osservare in hi-res con un rifrattore APO rispetto ad un binocolo APO è la stessa che c'è fra osservare un low-res con un dobson da 20 cm rispetto ad un binocolo da 10 cm.
In particolare, la prima sensazione che si prova col binocolo in alta risoluzione (parlo di pianeti) è quella della comodità ed immediata fruibilità dell'immagine perché l'osservazione con due occhi da due tubi diversi sembra azzerare la turbolenza un po' forse come viene raccontato da chi osserva con i rifrattori a lunga focale (ma questo potrebbe dirlo solo chi ha la possibilità di fare il confronto).
Quanto invece ai dettagli osservabili, ritengo che un rifrattore sia in grado di offrire una visione più ricca anche se più ballerina e meno costante, per l'ovvia ragione che un binocolo, anche a parità di lavorazione, è uno strumento basato su compromessi che inevitabilmente incidono sulla resa finale.
La mia esperienza, tuttavia, è limitata al mio APM 100 ED APO, strumento che per quanto molto valido sicuramente non raggiunge le prestazioni del più recente 100 SD.
Se Giovanni fosse un amatore dell'osservazione planetaria potrebbe raccontarci delle differenze fra il suo 80 SD ed un rifrattore APO di pari diametro.
Da parte mia non escludo in futuro di confrontare in hi-res l'APM 80 SD APO di un amico col mio Pentax 75. :thumbup:

Edit: noto che ho postato quasi in contemporanea con Giovanni. Leggo quello che scrive ma l'invito è a ripetere il confronto con strumenti di pari diametro.

Davide Tex
Messaggi: 5
Iscritto il: 04/08/2018, 17:02

Re: Consiglio per acquisto nuovo binocolone

Messaggio da Davide Tex » 02/12/2019, 12:22

Quando parlo cielo di montagna era per intendere un cielo buono , giù da me a Mantova faccio fatica a spingere con gli ingrandimenti anche col dobson figurati con un binocolo . So quello che può offrire in montagna un binocolo perché ho già provato col mio ed avuto belle soddisfazioni , ma se mai avrò un binocolo con oculari intercambiabili perché non puntare anche ai pianeti ?Quindi leggo nelle vostre risposte ingrandimenti oltre ai 100 , cosa che pensavo impossibile, ma che mi conforta.
Grazie.

Rispondi

Torna a “Strumentazione astronomica”