Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Fotografia naturalistica in infrarosso - help

Ritorna, a grande richiesta il Bar del Forum.
Rispondi
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1946
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Fotografia naturalistica in infrarosso - help

Messaggio da Angelo Cutolo » 12/12/2019, 14:02

Ho la possibilità di prendere a pochi € il filtro Astronomik ProPlanet 642 BP Clip Filter per Canon Eos APS C [link] e/o la stessa versione da 742 [link], e vedendo in rete varie immagini fatte con questa tecnica, mi vorrei togliere lo sfizio di provare (pare siano utili anche sulla Luna per migliorare il contrasto).

Ho un po di dubbi.
• Primo dubbio, io ho un'arcaica canon 10D (del 2005), sul sito astronomik, nella tabella della compatibilità reflex/filtro [link] non c'è la 10D (però c'è la 300D che in teoria dovrebbe essere meccanicamente molto simile); in breve, questi filtri si possono applicare anche sulla mia 10D o no?

Questa è un immagine dell'innesto della mia reflex
Innesto 10D.JPG

• Secondo dubbio, la mia reflex non è modificata, vedendo le curve di trasmissione, sembrerebbe parzialmente utilizzabile solo il filtro 642 (con lunghi tempi di esposizione).
Curva filtro canon (è della 350D, ma penso sia uguale alla 300D e 10D)
Baader_acf.jpg

Curva astronomic 642
astronomik-irp642bp-kurve.jpg

Curva astronomic 742
astronomik-irp742-kurve.jpg
Sovrapposizione delle curve (sperando si capisca qualcosa)
curva filtri acf 350d.jpg
Qualcuno ha esperienza d'uso di questi filtri su reflex NON modificate, sono relamente utilizzabili (magari anche il 742 allungando di molto i tempi d'esposizione)?

• Terzo dubbio, sempre SE questi filtri fossero utilizzabili sulla mia reflex, se volessi modificarla (nel senso di togliere semplicemente il filtro interno e lasciare il sensore "nudo"), sarebbe possibile? Ho visto possibilità di modifiche (e tutorial per farlo in proprio) solo a partire dalla 350D, non è che la 10D è "particolare" e quindi non modificabile?


Ringrazio chiunque potrà darmi una mano.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1946
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Fotografia naturalistica in infrarosso - help

Messaggio da Angelo Cutolo » 14/12/2019, 12:08

Sfizio morto sul nascere, mi hanno confermato che i filtri eos clip non sono compatibili con la 10D, poiché manca fisicamente la sede circolare per ospitare detto filtro.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

3nzo
Buon utente
Messaggi: 535
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Fotografia naturalistica in infrarosso - help

Messaggio da 3nzo » 14/12/2019, 21:40

Guardando le curve del filtro Canon e del filtro 642, c'è una risultante trascurabile fra 640 e 700 nm, con un picco del 30% a 660, ma l'infrarosso è oltre i 700 nm che l'occhio riesce ancora a percepire come rosso molto scuro e idem la fotocamera, quindi senza togliere il filtro davanti al sensore, secondo me, non si ottiene niente. Riguardo poi a mettere le mani sul sensore, ci sono molte probabilità se non si è moolto esperti, di buttare la fotocamera.
La 10D, che ho avuto, è un ottimo apparecchio semiprofessionale in metallo, che con tutti i limiti della obsolescenza, è sempre una gran macchina, usata allora anche dai professionisti e che sinceramente non rovinerei. Eventualmente compra a pochi euro una 300D o 350D funzionante e modifica pure il plasticone, :)

Rispondi

Torna a “IL NUOVO BAR DI BINOMANIA”