Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Il posto giusto per chi ama osservare la natura e fotografarla. Avvistamenti, reportage, fotografia naturalistica, quesiti sulle migliori Reflex ed altro ancora!
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9134
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da piergiovanni » 13/12/2019, 19:19

Questa volta non vi parlero' di binocoli ma
degli accessori essenziali che tutti noi dovremmo avere nello zaino da escursione. Buona lettura a tutti! https://www.binomania.it/zaino-emergenza/
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/user/forumbinomania/
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 1945
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da Angelo Cutolo » 14/12/2019, 12:33

Complimenti, articolo molto utile.
Io non ho mai fatto escursioni in montagna, eccettuate un paio sul Vesuvio e alcune dalle parti di Enna per raggiungere la postazione osservativa, ma diverse nelle oasi "costiere", come in Toscana, Corsica, Sicilia; oltre a parte del corredo che hai descritto, porto sempre con me un rocchetto (quello piccolo da 15 m) di nastro telato in puro stile Macgyver, praticamente lo uso per qualsiasi cosa. Non è esattamente ecologico, ma in molte occasioni si è rivelato un vero deus ex machina.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9134
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da piergiovanni » 14/12/2019, 13:59

Ciao Angelo, si, bell'accessorio. Quando praticavo enduro con la moto, non uscivo mai senza il nastro nero americano e con le primissime mountainbike, ricordo che fasciammo" il telaio di un amico che riuscì incredibilmente ad arrivare a casa..bei tempi quelli..ai primordi quasi in tutto. :D
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/user/forumbinomania/
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 14/12/2019, 15:29

Bell'articolo che introduce un argomento interessante, veramente molto importante ma che a volte viene sottovalutato, soprattutto dai neofiti delle escursioni.

Per quanto mi riguarda, in merito all'illuminazione, nel corredo secondo me non dovrebbe mancare una lampada frontale, perché consente la sua funzione a mani libere.
In diverse occasioni, propone articoli interessanti di questo genere (cercare qui con chiave lampada frontale) anche la catena di hard discount LIDL.
Ce ne sono di diversi tipi; anche dotate di sensore di luminosità ambiente.
Hanno un'ottima autonomia e forniscono una potente illuminazione regolabile e molte anche funzioni di segnalazione.
Ovviamente nella scelta, se possibile bisognerà privilegiare i modelli impermeabili o che comunque abbiano caratteristiche idonee a supportare attività all'aperto, in ogni condizione climatica/meteo.

Un altro accessorio che personalmente ritengo utile, è l'accendino solare che sovente però non viene preso in considerazione dai più, che lo ritengono più che altro solamente un gadget.

Infine, ritengo indispensabile avere con sé un ricetrasmettitore da utilizzare in caso di scopertura della rete di telefonia mobile.
Al giorno d'oggi molti pensano che la copertura sia capillare sull'intero territorio e che quindi sia sempre possibile mettersi in contatto in qualsiasi momento con qualcuno, in caso di necessità e/o emergenza; purtroppo però NON è così.
Soprattutto in zone montane, boschive e non; ma non solo!
Per l'incremento della sicurezza (prevenzione ed emergenza), vanno bene anche i semplici e comuni rtx PMR, che sono apparati di LIBERO USO.
Si tratta di ricetrasmettitori assimilabili ai CB, che però non operano in gamma HF 11 m, bensì in gamma UHF 70 cm e che come appunto i CB, possono essere utilizzati dopo l'adempimento di una semplice pratica burocratica e il pagamento di un contributo annuale (attualmente di 12,00 €):

https://www.mise.gov.it/index.php/it/co ... -cittadina

Per approfondire la questione, rimando al sito web di RETE RADIO MONTANA, che affronta molto bene l'argomento, chiarendo tutti gli aspetti di cui ho scritto sopra, sottolineando che comunque sia, resta inteso che CHIUNQUE sia in regola con gli adempimenti previsti dalla normativa vigente, sarà libero di utilizzare qualsivoglia canale radio della banda PMR-446, per cui non è determinante/vincolante l'adesione a RRM.

Di apparati PMR se ne trovano in giro diversi, di tutti i prezzi; ognuno con caratteristiche più o meno versate all'utilizzo outdoor.
La cosa IMPORTANTE è che si tratti di apparecchi che rispettano le direttive comunitarie, che in estrema sintesi si riducono al numero dei canali (analogici o digitali), all'antenna irremovibile e alla potenza RF, come da vigente Piano nazionale di ripartizione delle frequenze, NOTA 101C.

Per quanto riguarda il modello che si potrebbe definire TOP di gamma per l'utilizzo outdoor in ogni condizione climatica/meteo, il MIDLAND G18 non ha pari:

https://www.mhzoutdoor.com/it/midland-g18

Come in tutti i casi, caratteristiche di tutto rispetto si pagano...

Come dicevo però, si trovano apparati pure a costi decisamente inferiori (per altro venduti anche in coppia), che sebbene privi della caratteristiche eccelse del MIDLAND G18, sono ugualmente validi.
Tralasciando gli altri modelli di casa MIDLAND (molto gettonato il MIDLAND G9 PRO), di altri marchi (oltre a BRONDI c'è persino MOTOROLA!), io trovo decisamente validi e a buon mercato i PMR SILVER CREST venduti occasionalmente da LIDL (cercare qui con chiave pmr), di cui gli ultimi modelli presentano un design che personalmente trovo molto gradevole.
Io possiedo un vecchio TWIN TALKER 4810 e come PMR lo trovo buono (ne avevo già parlato qui); questo PMR non ha la gradevolezza estetitca delle nuove proposte a marchio SILVER CREST, però di contro veniva venduto pluriaccessoriato; cosa che per le versioni successive non è più avvenuta.

Buone escursioni! :thumbup:
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 14/12/2019, 21:13

Ah, dimenticavo...
una bussola o GPS e come mi ha suggerito mio cugino che spesso accompagna cacciatori di selezione, è sempre bene rivolgere un pensiero anche ad eventuali integratori.
Cioè lui tiene nello zaino oltre a carboidrati vari (cioccolato), anche delle pastiglie della ENERVIT nel caso le energie dovessero iniziare a mancare (magari perché si è stati in giro troppo e sono finite le scorte).
Non occupano tanto spazio, durano anni e non si sa mai. ;)
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9134
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da piergiovanni » 15/12/2019, 22:03

Buona serata, grazie per i commenti.
La torcia Fenix citata nell'articolo è proprio una frontale. Sono molto comode, robuste e impermeabilizzate.
Senz'altro ci sarà un secondo articolo. Ho ricevuto varie richieste e proposte tramite social e whatsapp e sto proprio pensando di scrivere anche di altri accessori come le radio, gli orologi, i GPS, ed altro ancora.
L'esperienza mia non è molta,ma spero sia sufficiente... maturata più' che altro durante le escursioni ma anche durante i servizi come Guardia Ecologica Volontaria, dove abbiamo fatto un po' di ore di lezione sull'orientamento.
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/user/forumbinomania/
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 15/12/2019, 22:48

Pratici economici e per nulla ingombranti, sono anche quei kit multifunzioni in formato carta di credito, tipo questo, per intenderci:

https://www.amazon.it/Multi-funzionale- ... ls&sr=1-20
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Marco Franceschetti
Buon utente
Messaggi: 112
Iscritto il: 16/06/2017, 23:30
Località: padova

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da Marco Franceschetti » 17/12/2019, 16:46

Ciao bello il tuo articolo, mi interessa da vicino visto che con mia moglie giriamo spesso tra le Dolomiti in posti dove il cellulare non prende!
Nel nostro zaino sono presenti quasi tutti i gadget che avete detto, che poi sono quelli che consigliano anche le sezioni del CAI nei loro corsi di escursionismo avanzato.

Riepilogando, nello specifico nel mio zaino non mancano mai:
- il kit di pronto soccorso e quello dei medicinali;
- posate leggere, sali minerali e/o frutta secca;
- accendino antivento (funziona meglio di un acciarino se asciutto), il coltello (per cibo) e il multiuso; io uso questi:
https://www.amazon.it/Victorinox-Swissc ... 977&sr=8-2 (...c'è un buffo tizio svizzero su YouTube che insegna come usarlo al meglio!)
https://www.amazon.de/dp/B004Q9TKCA/ref ... =8-2-spell
- il fischietto bitonale, una o due coperta di emergenza oro/argento, qualche fascetta da elettricista;
- la bussola con le carte 1:25.000 dei luoghi, la borraccia termica o la camel-back con apertura totale verso l'alto tipo questa https://www.amazon.it/Colisal-idratazio ... B07FQGKCZJ;
- un gps su smartphone (attualmente uso l'app OruxMap con le mappe sia on line che off line Topomaps) anche se sto seriamente pensando a uno di questi: https://www.garmitaly.com/garmin_gpsmap_66i_portatile ovvero la sua versione più "nautica"
https://www.garmitaly.com/garmin_gpsmap ... co_inreach
che trovo molto più sicuri rispetto al classico walkie-talkie come quello più che ottimo indicato da Specola in quanto, oltre ad essere un navigatore gps precisissimo, il sistema InReach di Garmin ha una copertura globale su rete satellitare Iridium e bidirezionale, il che significa che se mandi la richiesta di aiuto ti rispondono OVUNQUE tu sia. Sapere che qualcuno ha preso in carico la tua richiesta di aiuto ti tranquillizza moltissimo soprattutto se sei ancora in pericolo.
Per contro questo sistema funziona con il piccolo costo https://explore.garmin.com/it-IT/inreach/#personal
Se sei in mezzo al mare e hai una falla, se sei scivolato in montagna in un canalone e versi in pessime condizioni, se né il cellulare né il walkie-talkie prendono, uno strumento simile ti salva la vita; quindi il costo per essere sicuri di avere un aiuto da casa in caso di effettiva necessità non è affatto esagerato IMHO;
- il paracord o uno spezzone di corda da alpinismo sono estremamente utili, a patto di saperli usare, quindi bisogna conoscere i principali nodi (le gasse, nodi di arresto, di sicurezza, etc...), magari anche qualche moschettone con ghiera;
- il guscio impermeabile (materiale GoreTex o simile) che assieme ad un copri zaino ci ripara in caso di pioggia;
- ciabatte, asciugamano in microfibra, beauty case https://www.amazon.it/Deuter-Kulturbeut ... 182&sr=8-1
- un pile o meglio antivento caldo e leggero come questo: https://www.amazon.it/dp/B07VLLYKN5/ref ... B07VR6FYZS
- le calzature adeguate alla stagione ed al terreno: uno bello scarponcino con suola tipo Vibram ci salva su quasi tutti i terreni anche d'estate;
- i lacci di ricambio per calzature (belli lunghi) e qualche molletta, così potete improvvisare un filo per stendere i panni bagnati al sole o al vento;
- un pezzo di sapone sole, utile se cammini per più giorni e porti solo due cambi più il cambio di emergenza;
- creme solari e cappello leggero con frontino, cappello pesante e guanti, occhiali da sole di buona fattura: io uso questi https://www.amazon.it/serengeti-Maestra ... 210&sr=8-4
- smartphone (sempre in modalità risparmio energetico) resistente alla pioggia, power bank, caricatore da muro, adattarore multi-presa e cavi;
- pila frontale e/o torcia con ricarica usb, tipo queste:
https://www.amazon.it/NITECORE-NU25-Tor ... 189&sr=1-2
https://flashlight.nitecore.com/product/mh12
- i bastoncini da trekking: salvano la schiena in salita e le ginocchia in discesa! Possibilmente leggeri in alluminio o carbonio.
- spray al peperoncino, contro eventuali attacchi di animali (ovviamente se non puoi scappare e se l'animale in questione è di dimensioni modeste...) https://www.amazon.de/gp/product/B008OD ... B7XF&psc=1
- macchina fotografica alternativa alla reflex con obiettivi https://www.amazon.it/Panasonic-DMC-GX8 ... 230&sr=8-1
e il nostro amato binocolo!!
Da ultimo tutti i vestiti sono piegati e arrotolati in sacchetti con tenuta ermetica tipo Ikea, così in caso di pioggia restano asciutti.
Quanto pesa il tutto? In genere tra i 10 ed i 12 kg.
:wave: :wave:
Be the Change you want to see in the World!

Osservo con: Zeiss Victory 7x42 T*FL, Nikon EDG 8x42, Nikon Monarch HG 8x42, Nikon 8x30 E II Anniversary, Kowa Genesis 8x22, Fujinon FMTR-SX 10x50, Kowa spotting scope TSN-884 + oculare TE-11WZ 25-60x, Kowa Genesis 10x33, Shogetsu Kansei Prince ED 9x32 WP, Shogetsu Kansei Prince UWA 8,5x42 ED WP, Shogetsu Kansei Prince UWA 7x35 ED WP

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 285
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da Luigi Lucci » 18/12/2019, 2:25

Io ho diverse configurazioni del mio zaino da trekking, che fondamentalmente sono in funzione di cosa vado a fare ed una serie di attrezzature che invece ho sempre con me anche durante la passeggiata giornaliera in natura con la mia pelosona (frequento con lei zone molto isolate).

Attrezzature sempre con me durante le attività outdoor:
Fischietto;
Orologio Garmin multifunzione con GPS e funzione livetrack (abbinandolo al telefono cellulare) cosi i miei familiari possono sapere dove mi trovo in tempo reale se c'è copertura della rete telefonica;
Cellulare;
Coltello svizzero multiattrezzo;
Torcia Nitecore SRT3 + due batterie di scorta;
Radio PMR 446 Icom IC f 29 SR con batteria maggiorata (faccio parte come utente della Rete Radio Montana);
Macchina fotografica compatta Nikon Coolpix AW100;
Borraccia in alluminio da 1 lt, non porto più bottigliette di plastica in quanto in passato dopo una banale caduta si è rotta e mi sono ritrovato senza acqua da bere ..... anche le sacche cammellback non mi piacciono per lo stesso motivo;
Binocolo 10X28 con imbrago a bretelle elastiche;
Queste attrezzature sono tutte organizzate nelle tasche della giacca da caccia che uso normalmente. La borraccia invece la porto alla cintura.

Se l'escursione prevedo abbia una durata da qualche ora sino ad una giornata, allora aggiungo lo zaino da 40 lt con le seguenti attrezzature aggiuntive:
GPS cartografico Garmin eTrex 30X;
Bussola + carta 1:25.000 della zona;
Powerbank da 10.000 mA, batteria scorta radio PMR, lampada frontale;
Cavetti per ricaricare cell e orologio Garmin;
Borraccia aggiuntiva da 1 LT + thermos da 1 LT in inverno; due gavette in alluminio sotto-borracce che all'occorrenza diventano due pentolini, ciotola di silicone per la pelosa:
Kit fuoco (due accendini, fiammiferi, diavolina ... si lo so mi piace vincere facile! :D );
Fornello con bomboletta di gas solo in inverno;
20 metri di corda da alpinismo da 8 mm;
Tre moschettoni HMS + un discensore a 8 + una fettuccia di dyneema da 2 mt;
10 mt di cordino paracord + qualche spezzone di cordini vari;
Kit pronto soccorso: due coperte di alluminio, disinfettante liquido, garze, cerotti vari, benda elastica, cerotti sutura, antistaminico liquido (va bene anche per il cane nel caso già capitato la punga una vespa in bocca ...) qualche compressa di aspirina e due pastiglie di antidolorifico potente Synflex forte 500 mg ...
Un Cyalume da segnalazione https://www.cyalume.shop/it/ricerca-e-s ... mento-x_10 si trovano anche singoli;
Cibo per la giornata per me ed il cane .....

Questo in linea di massima è quello che mi porto in spalla .....

Per riallacciarmi a quanto detto da @Specola, io sono un fermo sostenitore dell'utilità di avere con se durante le uscite outdoor una radio PMR 446 da utilizzare in caso di necessita' dove non ci sia campo telefonico ( i cell. spesso in montagna si scaricano rapidamente per la temperatura bassa o alla ricerca continua della rete o peggio possono rompersi durante una scivolata o una caduta dalle mani fredde ... ), la portata di queste radio pur essendo ottica ( le antenne devono vedersi ) in montagna raggiunge distanze inimmaginabili ..... purtroppo non si ha la certezza di essere ricevuti, ma se il cell e fuori uso .... meglio averla con se.

Il Garmin In Reach e' un bello strumento ma il costo di abbonamento per me rimane ancora troppo alto.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9134
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da piergiovanni » 18/12/2019, 22:20

Ringrazio veramente tutti per aver condiviso le vostre esperienza. A giudicare dai messaggi che ho ricevuto via Social ed e-mail, questo è un argomento che andrà senz'altro approfondito.
Buona serata
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/user/forumbinomania/
Fotografie di paesaggio
www.piergiovannisalimbeni.com.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nautica, Armi Magazine

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 18/12/2019, 22:36

Luigi Lucci ha scritto:
18/12/2019, 2:25
Radio PMR 446 Icom IC f 29 SR con batteria maggiorata (faccio parte come utente della Rete Radio Montana);
Beh, che dire?
ICOM non scherza mica.
Tanta roba!
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 285
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da Luigi Lucci » 18/12/2019, 22:48

In effetti è proprio una bella radio, programmabile come ti occorre, non teme neve, pioggia, sole, urti e con tutta l'affidabilità Icom.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)

Rick
Buon utente
Messaggi: 162
Iscritto il: 21/08/2014, 11:41

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da Rick » 03/01/2020, 11:23

Ringrazio Piergiovanni per il bellissimo articolo, è bene condividere queste informazioni.

Secondo me è molto utile un orologio multifunzione con navigazione GPS. Io ho il Garmin Instinct, uno dei più economici con queste funzioni (lo schermo è in bianco e nero ad alta visibilità, si vede molto meglio di uno schermo a colori). Di regola salvo nell'orologio la posizione di partenza e alcuni rifugi / punti di riferimento; se è la prima volta che faccio un sentiero, metto anche tutta la traccia dello stesso. Poi se siete sportivi (a me piace correre, anche in montagna) ci sono tutte le funzioni dedicate e la rilevazione del battito cardiaco, anche se l'Instinct è primariamente un orologio outdoor.

Mi è capitato una sola volta di perdermi in montagna, ero da solo ed era inizio maggio (c'era neve che copriva i segnavia bianco-rossi, e sono andato un bel pezzo fuori sentiero prima di accorgermi dell'errore). Grazie al Cielo c'era rete cellulare (10 anni fa non avevo smartphone etc..), ho perso quota (IN SICUREZZA), sono arrivato ad una mulattiera che non conoscevo e da lì ho chiamato il soccorso alpino - sono venuti a prendermi con la jeep. Mi hanno raccontato che la settimana scorsa era morto un escursionista in quella zona. Questo per dire di non sottovalutare l'utilità di queste dotazione di sicurezza. Perdersi e/o farsi del male può capitare a tutti, e senza rete cellulare sarei stato davvero nei guai.

PS: questi orologi sono prodotti anche dalla Suunto. Però, ed è secondo me una differenza importante, i Garmin possono essere gestiti offline (Garmin Explorer da smartphone, Garmin Base Camp da computer) mentre i Suunto richiedono una connessione internet. E' una grossa limitazione secondo me.

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 26/07/2020, 23:30

A proposito di ricetrasmettitori PMR,

a far data dal 17/07/2020, a seguito della pubblicazione in G.U. n. 178 del 16/07/2020 del D.L. n.76 del 16/07/2020 (cosiddetto "Semplificazione e innovazione digitale"), sono stati abrogati l'art.127 e i commi 3 e 4 dell'art.145 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, nonché il comma 2 dell'art.37 dell'allegato 25 del predetto Codice, con i seguenti effetti:

- Relativamente ai documenti di esercizio delle stazioni radioelettriche, a seguito della abrogazione del citato art.127, non sussistono più gli obblighi di rilasciare il documento di esercizio ai soggetti autorizzati;

- Relativamente alla dichiarazione da rendere per gli apparati di debole potenza CB-PMR 446 in banda cittadina, a seguito dell'abrogazione dei commi 3 e 4 dell'art.145 e dell'art.37 (allegato 25), viene soppresso l'obbligo di rendere la dichiarazione e, per effetto delle predette disposizioni, non risulta più dovuto il versamento del contributo annuo di euro 12.

Rif. https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id ... 0G00096/sg

20200716_178_SO_024.pdf
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7726
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Articolo: escursioni e zaino di emergenza

Messaggio da -SPECOLA-> » 27/07/2020, 23:55

Per far chiarezza, è stato rettificato il testo, specificando che i citati articoli 36 e 37, si riferiscono all'allegato 25:

AVVISO DI RETTIFICA
Comunicato relativo al decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante: «Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale.». (Decreto-legge pubblicato nel Supplemento ordinario n. 24/L alla Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 178 del 16 luglio 2020). (20A04049) (GU Serie Generale n.184 del 23-07-2020)

Nel decreto-legge citato in epigrafe, pubblicato nel sopra
indicato supplemento ordinario:
alla pagina 36, prima colonna, all'articolo 38, comma 1,
lettera g), anziche': «g) l'articolo 36, i commi 3 e 4 dell'articolo
145 e il comma 2 dell'articolo 37 dell'allegato n. 25, sono
abrogati.» leggasi: «g) i commi 3 e 4 dell'articolo 145, nonche'
l'articolo 36 ed il comma 2 dell'articolo 37 dell'allegato 25, sono
abrogati.»;
alla pagina 40, prima colonna, all'articolo 43, comma 7,
anziche': «7. All'articolo 38, comma 6» leggasi: «7. All'articolo 38,
comma 7».
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Rispondi

Torna a “OSSERVARE LA NATURA, FOTOGRAFARE LA NATURA”