Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Obiettivo a infinito Lomo

Principi di funzionamento, manutenzione, modifica e autocostruzione dei microscopi e dei loro accessori
3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 04/06/2020, 14:29

Il massimo ingrandimento per quell'ottica è 400x :) Il problema è che devo usare il tubo con attacco C-mount fornito con la telecamera che ha un ingrandimeto 0,5x e con il fattore di crop porta a quella moltiplicazione. In pratica si comporta come un oculare da circa 24,7x che è eccessivo con tutti gli obbiettivi, perché sul 90x/1,3 darebbe un ungrandimento di 2223x, ben oltre i 1300 consigliati. Il moltiplicatore del tubo è sbagliato.
Penso che gli oculari proiettivi vadano usati sul 35 mm per il quale sono stati previsti, allora dovrei montare la reflex ecc. Se uso quella telecamerina con sensore credo di 1/3" sarei circa nelle stesse condizioni e poi servirebbe un altro tipo di adattatore perché quello che ho usato è per montare l'oculare, ma usato al contrario.

Avatar utente
arturoag75
Buon utente
Messaggi: 871
Iscritto il: 22/02/2013, 11:30
Località: Reggio Calabria

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da arturoag75 » 05/06/2020, 9:10

Ciao Enzo
Senza entrare troppo nel dettaglio, capisco la regola del "dieci o venti volte AN " per calcolare l'ingrandimento massimo utile di un obbiettivo, ma queste non devono essere considerate in senso assoluto...ci sono troppi fattori da considerare..
È un po' come se un 20x 1.0 ad immersione possa essere preferito ad un planapo 60x 0,95 a secco.
Per la fotocamera dovresti allora prendere in considerazione una lente con lo schema ottico come quella che possiedi (relay lens), ma che abbia un fattore 0,25x.
Se non vado errato la vecchia moticam 1000 aveva il sensore delle stesse dimensioni del tuo, è quindi probabile che si possa trovare l'adattatore con la lente inclusa.
Buona giornata
Art

3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 05/06/2020, 13:17

E' vero, per ora ho trovato relay lens da 0,37x, ma se dici che esiste anche da 0,25x la cercherò.

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 05/06/2020, 13:37

Se ti va di sperimentare puoi provare con l'autocostruzione :idea: :geek:

3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 05/06/2020, 19:06

Non sono in grado, non ho un tornio e non saprei progettare la lente relay che sarà composta da più elementi con vario indice di rifrazione, anche incollati. Non credo sia facile da fare in casa.
Mi adatterò al 0,37x, l'unico che ho trovato di produzione cinese.
Tra le cose russe si trova qualcosa del genere, ma per diverso uso e abbastanza cari. Sono progettati per il 24x36, da montare su dispositivi Lomo che ne permettono il posizionamento a ben precise distanze dall'obbiettivo e dalla pellicola. Sono di vari tipi per i vari ingrandimenti degli obbietivi e li chiamano Gomal in russo, sono noti come Homal e correggono anche la curvatura di campo, ma riducono il campo di 1/3. Non credo siano adattabili e comunque non sono convenienti.
Poi la Lomo è passata a un tubo da montare sulla testa trioculare con incorporato uno di questi dispositivi, ma diverso, in pratica una lente relay distante dalla pellicola circa come l'obbiettivo fotografico.

Avatar utente
arturoag75
Buon utente
Messaggi: 871
Iscritto il: 22/02/2013, 11:30
Località: Reggio Calabria

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da arturoag75 » 05/06/2020, 21:30

3nzo ha scritto:
05/06/2020, 13:17
E' vero, per ora ho trovato relay lens da 0,37x, ma se dici che esiste anche da 0,25x la cercherò.
A questo link c'è la 0.30x ..è cinese ma si può fare; altrimenti dovresti provare a ruvolgerti ad Edmund optics o Martin microscopes, ma credo che non sia conveniente.
https://m.it.aliexpress.com/item/139645 ... sitedetail

3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 05/06/2020, 23:57

Ok, grazie. Purtroppo non ci sono referenze su questa miriade di prodotti cinesi. Mi chiedo se sono tutti allo stessi livello o no.

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 9:50

3nzo ha scritto:
05/06/2020, 19:06
.........
Non credo sia facile da fare in casa.
..........
Guarda che non è così difficile, la parte ottica non la devi progettare, altrimenti è ovvio che in casa non lo fai, il trucco sta nell'usare otiche già fatte, che probabilmente qualunque appassionato di microscopi possiede e di cui non conosce le potenzialità.
Ovviamente il risultato non è garantito, ma qui sta il bello della sperimentazione :geek:
Un'ottica di relay si può realizzare accoppiando due gruppi convergenti di caratteristiche opportune:
Relay.jpg
Se il primo gruppo ha distanza focale f1 e il secondo f2 allora il piano focale A del primo e quello B del secondo sono coniugati, cioè un oggetto in A produce in immagine reale e capovolta in B e l'ingrandimento Y/X è uguale a f2/f1, il rapporto fra le lunghezze focali.
Questo ingrandimento dipende dall'indice di campo che voglio ottenere e dalle dimensioni del sensore:

Esempio: Indice 18 mm, sensore Nikon APS-C dimensioni 23.6 x 15.7, diagonale pari a 28.35 mm (T. di Pitagora) ingrandimento = 28.35/18 = 1.575X (in pratica 1.6x)

Esempio: Indice 18 mm, sensore 1/2.5' dimensioni 5.6 x4.29, diagonale 7.18 mm, ingrandimento 0.4X.

Nel metodo cosiddetto afocale il primo gruppo è un oculare da microscopio, il secondo è l'obbiettivo della fotocamera, focalizzato all'infinito.
Per la reflex NIkon ad esempio, se l'oculare è un WF10X18 si ha f1=25mm, e l'obiettivo dovrà avere lunghezza focale pari a 25 x 1.575 = 39.4 mm (in pratica 40 mm,il classico obiettivo pancake).

Per avere una riduzione, ingrandimento < 1, si può usare per primo gruppo ancora un oculare, mentre per il secondo ancora un oculare, ma invertito. L'ingrandimento sarà ora dato dal rapporto fra l'ingrandimento del primo e quello del secondo.
Esempio: se uso come primo gruppo un 5X seguito da in 16X ottengo 5/16 = 0,325X,
per avere 0.25 dovrei usare il 20X al posto del 16X. Il sensore va posto sul piano focale del secondo obiettivo, che quindi non può essere negativo, tipo Huygens. Uno schema Kellner, il più comune invece va bene.

Questo approccio mi sembra che abbia alcuni punti a favore:

1) Le ottiche sono già pronte, e spesso stanno già in casa inutilizzate.
2) L'accoppiamento meccanico non è particolarmente complesso.
3) Gli oculari lavorano entrambi nelle condizioni ottimali (coniugata infinita, sono ottimizzati per questo in sede di progetto) per cui il risultato finale dovrebbe essere confrontabile con la qualità degli oculari impiegati.
4) Lo spazio fra gli oculari è telecentrico, può essere utilizzato per inserire filtri, polaroid, lamine di fase ecc.
5) Se occorre si possono utilizzare oculari K e ottenere un adattatore compensatore per la CVD.
6) se uno gli oculari opportuni li ha già ovviamente non li deve comprare.
7) gli oculari non vengono distrutti, mal che vada si possono sempre riutilizzare.

Si potrebbero riscontrare invece problemi a livello di pupille, con relative vignettature; per questo occorre scegliere la distanza d in modo da avere il miglior accoppiamento.
Secondo me val la pena tentare.
Toni

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 10:21

Io per esempio mi trovo questi:
DSC_9969.JPG
per l'accoppiamento basta un po' di nastro isolante:
DSC_9970.JPG
Il piano focale dove piazzare il sensore si trova sullo stop interno al terminale del 16x, e si posiziona a 9.8 mm dalla spalla di appoggio del barilotto.
Il problema ora è che non ho un sensore da metterci. :evil:
E non ho neppure intenzione di comprarlo. :mrgreen:
Toni

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 16:32

Ho trovato questo:
DSC_9971.JPG
Da quanto fa schifo non mi ricordavo nemmeno di avercelo.
Proviamo a vedere che succede.

3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 06/06/2020, 17:13

Vediamo cosa fa la telecamera. Nel messaggio precedente ho visto che hai usato solo la parte superiore di un oculare 16x. Come mai uno intero e uno a metà?

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 20:29

3nzo ha scritto:
06/06/2020, 17:13
Vediamo cosa fa la telecamera. Nel messaggio precedente ho visto che hai usato solo la parte superiore di un oculare 16x. Come mai uno intero e uno a metà?
Per posizionare il sensore sul piano focale.

Poi ho fatto un un distanziale in PVC:
DSC_9972.JPG
e un'altra nastrata per tenere tutto insieme.
DSC_9974.JPG
Passiamo a controllare l'ingrandimento:
Questo si vede scattando attraverso l'oculare 10X/18:
DSC_9976.JPG
Notare i i bordi rotondi del campo di vista.
WIN_20200606_19_09_02_Pro.jpg
WIN_20200606_19_11_57_Pro.jpg
Questi sono ripresi con la telecamera.

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 22:30

Per controllare l'ingrandimento ho tolto tutto e focalizzato direttamente sul sensore:
WIN_20200606_20_57_39_Pro.jpg
e poi, per meglio valutare, un "collage":
Confronto.jpg
Dato che 5/16 fa 0.31, il conto torna abbastnza, dieci linee sulla scala piccola corrispondono a 3 -3.5 su quella grande.
Considerazioni:
1) Non sembrano presenti vignettature, anche se la posizione reciproca dei due gruppi è stata messa "come viene"
2) La parfocalità è praticamente perfetta. e questo è importante, non solo per motivi di praticità, ma più ancora per far lavorare l'obiettivo nelle condizioni per cui è stato messo a punto. La messa a fuoco alterata peggiora l'aberrazione sferica.
3) La telecamera (che fa schifo) non ha il sensore 1/3", che ha diagonale di 6mm e quindi richiede 0.33x per l'adattamento ottimale. Quello che c'è scritto fuori non rispecchia il contenuto, non solo sul formato, che è più piccolo, ma anche sulla risoluzione. C'è scritto 2 Mp, ma non va più in là di 800x600 (0.5 Mp).
3) Si dovrebbe rifare l'accoppiamento dei due oculari e del sensore, e il sistema, riassemblato in maniera un po' più precisa andrebbe testato su una telecamera degna di questo nome e confrontato con altri sistemi per capire bene come va.
Saluti.
Toni
Toni

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 376
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da Toniclimb » 06/06/2020, 22:32

Mi sono perso le immagini:
WIN_20200606_20_57_39_Pro.jpg
Confronto.jpg

3nzo
Buon utente
Messaggi: 413
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: Obiettivo a infinito Lomo

Messaggio da 3nzo » 07/06/2020, 9:07

Toniclimb ha scritto:
06/06/2020, 20:29
3nzo ha scritto:
06/06/2020, 17:13
Vediamo cosa fa la telecamera. Nel messaggio precedente ho visto che hai usato solo la parte superiore di un oculare 16x. Come mai uno intero e uno a metà?
Per posizionare il sensore sul piano focale.
Scusa non capisco, se usi l'oculare intero il piano focale è dietro la lente? E la meta di oculare tolta non serve?
Mi puoi fare uno schena del complesso con il distanziatore e sensore?

Rispondi

Torna a “Ottica, meccanica, manutenzione e riparazione del microscopio”