Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Giosky72
Messaggi: 21
Iscritto il: 05/05/2020, 19:03

Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giosky72 » 04/07/2020, 13:49

Ciao a tutti dopo aver aperto la discussione sull' ibis angolato e capito che devo aspettare un po' per passare a qualcosa di piu' serio mi chiedevo nel frattempo se un eventuale passaggio ad un 25x100 come questo
https://www.omegon.eu/it/instrumenti/om ... r_1_select
potrebbe darmi qualche soddisfazione in piu' rispetto all'opticron https://www.opticron.co.uk/our-products ... tion-20x80
che cmq non e' per niente male a parte un gioco assurdo che fa il perno scorrevole che si avvita alla testa del treppiede, ma e' normale?...secondo voi merita questo piccolo upgrade ? costo circa 350 €, ho selezionato questo bino per il costo e il peso contenuto, secondo voi il campo visivo di 2,5gradi e' accettabile ? adesso ho 3,2 gradi, la marca Omegon la conoscete e' accettabile? qualsiasi commento da voi esperti e' ben accetto anche suggerimenti su eventuali prodotti con fascia di prezzo simile...
NIKON Sportstar EX DCF 10x25
OPTICRON Oregon Observation 20x80
SVBONY SV41 25-75x70 Maksutov

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7657
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da -SPECOLA-> » 04/07/2020, 22:24

Ciao Giosky72,

premesso che io NON sono un esperto, provo a dire comunque la mia, per quello che può valere.

Ambedue i binocoli sono grandangolari, in quanto offrono un campo apparente ≥ 60°; rispettivamente 3.2°*20x=64° per il 20x80 e 2.5°*25x=62.5° per il 25x100.

Un binocolo con apertura sensibilmente maggiore, sarà sempre un passo avanti rispetto ad uno più piccolo.

Personalmente nel 2013, c'è stata un'incredibile offerta (che in seguito non si è mai più ripetuta) e sono riuscito ad acquistare un binbocolo molto simile a quello che hai adocchiato tu, per meno di 100,00 €.
Una volta sistemato (per altro in maniera MOLTO semplice, grazie al sistema di registrazione della collimazione dei prismi che contraddistingue la maggior parte di questo tipo di binocoli), pur trattandosi di un binocolo made in China economicissimo, è apparso subito palese che la sua resa, sia nell'impiego astronomico (sul profondo cielo in particolare), che nell'uso terrestre (soprattutto per osservare panorami e dettagli a lunga distanza), è sensibilmente maggiore rispetto al vecchio KONUS #2018 20x80 made in Japan degli anni '80 del secolo scorso, da 3.5° di campo, che in quanto a qualità non è secondo a nessuno (ottiche marchiate J-B251-J, codice che identifica Toho Optical Mfg. Co., Ltd., Tokyo).

Nell'utilizzo io comunque continuo a preferire il KONUS 20x80, perché è dotato di sistema di messa a fuoco centrale (CF FOCUS), che personalmente trovo più pratico da utilizzare, sia in terrestre che in astronomico.
Il mio 25x100 invece (parimenti al cinese OMEGON che hai individuato), è invece dotato di messa a fuoco indipendente su ciascun singolo oculare (IF FOCUS).

Detto ciò, se non hai abbandonato l'intenzione di dotarti di un binocolo angolato di qualità, ad oculari intercambiabili, anche se con il 25x100 che hai individuato faresti comunque un passo avanti rispetto all'attuale 20x80 già in tuo possesso, il mio consiglio è quello di resistere alla tentazione, seguitando a spremere fino in fondo il 20x80, risparmiando la cifra destinata per il 25x100, in modo da poterla accantonare per contribuire all'acquisto del prossimo binocolo angolato.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

giusepperuggiero
Messaggi: 31
Iscritto il: 09/12/2011, 18:41

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da giusepperuggiero » 04/07/2020, 22:47

I binocoli dritti li usi bene sul terrestre ma sul cielo sono dolori per il collo, scomodissimo come cominci a salire verso lo zenith, ribadisco di aspettare e prenderti un angolato anche 70mm tipo Nexus o TS, il collo ringrazia e hai tutto da guadagnare, con 3 coppie di oculari decenti ci fai di tutto. Anche io mi ero incaponito sui vari dritti 20x80, 20x90, 25x100, 25x 110, ma quando ho provato un angolato ho capito di cosa avevo bisogno.
Binocolo APM 100mm ED APO
Binocolo Canon 12x36 IS II
Binocolo Tento 20x30


Per ogni lampadina che si accende..si spenge una stella.

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7657
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da -SPECOLA-> » 04/07/2020, 23:37

La comodità dipende dalla posizione dalla quale si usa il binocolo.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

giusepperuggiero
Messaggi: 31
Iscritto il: 09/12/2011, 18:41

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da giusepperuggiero » 05/07/2020, 0:16

Questo è poco ma sicuro.
Binocolo APM 100mm ED APO
Binocolo Canon 12x36 IS II
Binocolo Tento 20x30


Per ogni lampadina che si accende..si spenge una stella.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1506
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giovanni Bruno » 05/07/2020, 8:08

Che un 25x100 sia molto più prestazionale di un 20x80 è cosa certa, se di pari qualità ottica.

Il 25x100 è superiore sia per i 25x vs 20x che per il diametro, messi insieme i numeri parlano chiaro.

L'indice di ADLER predice:

INDICE di ADLER 179 per il 20x80

INDICE di ADLER 250 per il 25x100.

250/179=1,4 ovvero il 40% in più di potenza ottica per il 25x100

Ciò detto, il 25x100 è però un diritto con messa a fuoco centrale e quindi scomodissimo per un'uso naturalistico-sportivo su soggetti in rapido avvicinamento-allontanamento, nessuno problema di messa a fuoco sul cielo che è all'infinito, ma solo la scomodità grave di un diritto dai 45° in su per il povero collo.

Fai come tutti, goditi il 20x80 diritto fino a quando avrai i soldi per un ANGOLATO a 45°, magari APO. :thumbup: :thumbup: :wave:

Giosky72
Messaggi: 21
Iscritto il: 05/05/2020, 19:03

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giosky72 » 05/07/2020, 12:06

Grazie a tutti per le preziose informazioni adesso ho tutti i parametri per ragionarci sopra...ho visto che a Torino vi e' un negozio Tecnosky, qualcuno ci e' mai stato? magari ci faro' un giretto per ragionare su un IBIS angolato..
NIKON Sportstar EX DCF 10x25
OPTICRON Oregon Observation 20x80
SVBONY SV41 25-75x70 Maksutov

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7657
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da -SPECOLA-> » 05/07/2020, 12:16

Per quello che può significare, personalmente, dalla mia esperienza in oltre quattro decenni di osservazione, non ho mai verificato nessuna "potenza" in un binocolo (esempio).
Per quanto mi riguarda, si tratta di un assunto che ha la stessa valenza della Legge di Titius-Bode; Non esistono teorie confermate che giustifichino la legge di Titius-Bode e il postulato di Bishop sulla cosiddetta potenza dei binocoli, altrimenti noto come fattore di visibilità.

Concordo, come ho già scritto, nella maggior praticità d'impiego di un binocolo con messa a fuoco centrale, rispetto ad un corrispettivo dotato di sistema di messa a fuoco individuale su ciascun singolo oculare, ma a questo proposito è bene non dimenticare che in pratica la totalità dei binocoli giganti angolati che si trovano sul mercato, è IF e non CF.

Riguardo alla scomodità per affaticamento del collo, utilizzando binocoli dritti, per quanto mi riguarda è un'esperienza mutuata dalla comodità con la quale si osserva.
I miei binocoli sono dritti, però con un buon sostegno e una sedia a sdraio, affaticamento in generale e del collo in particolare, io non lo precepisco.

Altrimenti anche in astronomia, senza prisma diagonale non si potrebbero usare i telescopi rifrattori e catadiottici con focheggiatore nella culatta, per osservare allo zenit.

Detto questo, seguito a permettermi di consigliare Giosky72, di sfruttare fino in fondo il bellissimo binocolo 20x80 diritto che già possiede, in modo da poter piano, piano accantonare la cifra che gli consentirà di accedere al binocolo angolato, con oculari intercambiabili, al quale tanto anela.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

giusepperuggiero
Messaggi: 31
Iscritto il: 09/12/2011, 18:41

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da giusepperuggiero » 05/07/2020, 13:50

Infatti nessuno o quasi usa il telescopio senza il diagonale, sarebbe troppo scomodo, per quanto riguarda la sdraio, cosa fai sposti il tutto ogni 5minuti? quando hai osservato una porzione di cielo devi alzarti, spostare la sdraio, spostare il sostegno? Io con la forcella baricentrica con un giro completo osservo tutto il cielo possibile, magari consiglio una sedia comoda, quello si è un'accessorio fondamentale, ma onestamente di mettermi sdraiato a terra perche' ho un binocolo dritto non mi andrebbe a genio, poi da un terrazzo normale mi dici come la sposti la sdario?? No, non fa per me, poi per carita', tutto si puo' fare specialmente quando siamo giovani e prestanti, ma quando si comincia ad andare su con l'eta' si cerca la comodita' prima di tutto, perche' se non ti metti comodo dopo 15 minuti rimetti tutto a posto e vai a vedere la partita su sky. :D :wave:
Binocolo APM 100mm ED APO
Binocolo Canon 12x36 IS II
Binocolo Tento 20x30


Per ogni lampadina che si accende..si spenge una stella.

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7657
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da -SPECOLA-> » 05/07/2020, 14:36

giusepperuggiero ha scritto:
05/07/2020, 13:50
Infatti nessuno o quasi usa il telescopio senza il diagonale, sarebbe troppo scomodo, per quanto riguarda la sdraio, cosa fai sposti il tutto ogni 5minuti?
Nessuno tranne me. ;)
Per spostare la sdraia bastano quattro semplici rotelle e per farlo non bisogna nemmeno alzarsi. :D
L'importante è avere spazio sufficiente attorno (io non osservo da una terrazza).
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1506
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giovanni Bruno » 05/07/2020, 15:41

Gia provato 25 anni fa con un grosso sedile ribaltabile ad azionamento micrometrico continuo, di una automobile di lusso, ma rottamata.

Ci avevo fatto un telaio girevole di 360° sotto il sedile ed un sistema di parallelogramma doppio sui due lati del telaio del sedile ribaltabile.

Su cui usavo un CELESTRON alias VIXEN 20x100 diritto, caro come il fuoco e tra l'altro con una ABOMINEVOLE aberrazione cromatica.

Lo pagai 1.000.000 delle vecchie lire ed era pure uno STRAUSATO.

Ebbene, ad angolazioni elevate verso il basso del sedile, anche tenere la testa sollevata di pochi millimetri dallo schienale, per micro aggiustamenti posizionali, era terribilmente stancante.

Per chi usa un rifrattore senza diagonale stellare, oggi che abbiamo dei SEMPIETERNI diagonali dielettrici con una riflettività del 99% che tale rimane per decenni, saranno certamente affari suoi, ma trovo la cosa davvero inspiegabile, parere ovviamente strettamente personale.

Il mio consiglio?, non ascoltate i vecchi dogmi dei preti di campagna, che ripetevano come un mantra che siamo nati per soffrire.

Grazie alla tecnologia ottica, perlomeno per le osservazioni astronomiche possiamo non soffrire grazie ai binocoli angolati ed ai diagonali stellari di alta qualità ottica. :thumbup: :wave:

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1506
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giovanni Bruno » 05/07/2020, 15:41

Gia provato 25 anni fa con un grosso sedile ribaltabile ad azionamento micrometrico continuo, di una automobile di lusso, ma rottamata.

Ci avevo fatto un telaio girevole di 360° sotto il sedile ed un sistema di parallelogramma doppio sui due lati del telaio del sedile ribaltabile.

Su cui usavo un CELESTRON alias VIXEN 20x100 diritto, caro come il fuoco e tra l'altro con una ABOMINEVOLE aberrazione cromatica.

Lo pagai 1.000.000 delle vecchie lire ed era pure uno STRAUSATO.

Ebbene, ad angolazioni elevate verso il basso del sedile, anche tenere la testa sollevata di pochi millimetri dallo schienale, per micro aggiustamenti posizionali, era terribilmente stancante.

Per chi usa un rifrattore senza diagonale stellare, oggi che abbiamo dei SEMPIETERNI diagonali dielettrici con una riflettività del 99% che tale rimane per decenni, saranno certamente affari suoi, ma trovo la cosa davvero inspiegabile, parere ovviamente strettamente personale.

Il mio consiglio?, non ascoltate i vecchi dogmi dei preti di campagna, che ripetevano come un mantra che siamo nati per soffrire.

Grazie alla tecnologia ottica, perlomeno per le osservazioni astronomiche possiamo non soffrire grazie ai binocoli angolati ed ai diagonali stellari di alta qualità ottica. :thumbup: :wave:

Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 7657
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da -SPECOLA-> » 05/07/2020, 16:36

Osservare deve essere un divertimento e per me lo è senza ombra di dubbio. :thumbup:
Il fatto è che, PER FORTUNA, NON siamo tutti uguali; altrimenti sai che noia. :)
Io per esempio al telescopio non ho MAI sentito la necessità di utilizzare torrette binoculari e infatti non ne possiedo; sebbene ciò, riconosco che osservare con due occhi sia più naturale che farlo con uno solo, per cui chi lo desidera e trova questi accessori utili, ben venga che li impieghi.
Soprattutto se facendolo riescono ad aumentare il proprio divertimento.

Usare e "testare" certi strumenti, senza volerli snaturare, per me (ma in questo non sono solo) vuol dire anche osservare al telescopio senza prisma diagonale.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/

giusepperuggiero
Messaggi: 31
Iscritto il: 09/12/2011, 18:41

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da giusepperuggiero » 06/07/2020, 18:20

Per me l'ottimale è sempre stato il 45°, perfetto sul terrestre, buono sul cielo, dove sarebbe ottimale il 90°, mentre sarebbe scomodo sul terrestre, cosi' sia sui binocoli che sui telescopi cerco sempre angolazioni visuali di 45° anche perche' visualizzo in egual misura sia cielo che terrestre.
Binocolo APM 100mm ED APO
Binocolo Canon 12x36 IS II
Binocolo Tento 20x30


Per ogni lampadina che si accende..si spenge una stella.

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1506
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Da 20x80 a 25x100 cosa ne pensate?

Messaggio da Giovanni Bruno » 07/07/2020, 17:23

Tornando al discorso di RIFRATTORE + DIAGONALE SI, oppure NO.

Se lo scopo di non usare un diagonale, è quello di non abbassare le potenzialità ottiche del rifrattore, si dovrebbe sapere anche che la ZEISS ha addirittura progettato e venduto dei rifrarattori SEMI APO ed APO, espressamente progettati in abbinamento a dei grossi diagonali prismatici da 2", che fungevano da ulteriore elemento di correzione cromatica.

Lo stesso tester Tedesco ROHR ha prodotto dei test sul 120ED, dove è chiaramente dimostrato con dati analitici, la superiore correzione cromatica del 120ED se viene equipaggiato di un diagonale prismatico da 2".

Ed ancora, per uno strano fenomeno percettivo, il nostro sistema OCCHIO-CERVELLO, a pari ingrandimento applicato, vede un pianeta, mettiamo alto 45° sull'orizzonte, un poco più grande se tramite un diagonale osserviamo con il capo rivolto verso il basso di 45°.

Mentre vediamo lo stesso pianeta un poco più piccolo se osserviamo in diretta e con il capo inclinato verso l'alto di 45°.

Il fenomeno l'ho recentemente verificato mettendo a confronto il binocolone DIRITTO IBIS 20x80 ED, sia con il binocolone APM ED APO da 82mm a 45° settato a 20x, che con l'80ED + TORRETTA ZEISS ERETTIVA a 45° settato a 20x.

Contro ogni razionale aspettativa, nei due strumenti angolati a 45°, vedevo i soggetti un poco più grandi, rispetto al binocolone APO da 20x80 diritto.

:thumbup: :wave:

Rispondi

Torna a “BINOCOLI”