Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Descrizioni, prove, caratteristiche tecniche e modalità di utilizzo dei microscopi di ieri e di oggi e dei loro accessori
3nzo
Buon utente
Messaggi: 631
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 3nzo » 12/01/2021, 22:18

Nel mio piccolo mi sono trovato bene con l'illuminazione obliqua, che è il mio metodo d'illuminazione preferito. Con la luce polarizzata non ho ottenuto molto di più. Devo dire però che non mi sono spinto al massimo perché ho usato la glicerina al posto dell'olio. Comunque su soggetti di una certa dimensione, come le diatomee e i protisti, mi sembra fornire una maggiore leggibilità rispetto al contrasto di fase perché non ci sono aloni. Il contrasto interferenziale non l'ho mai provato perché non ho l'attrezzatura necessaria.

Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1020
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Guido Gherlenda » 14/01/2021, 14:08

Chissà la differenza anche qui tra cinese moderno e miei vintage zeiss/lomo.
Il paragone con le automobili funziona bene:

è meglio una ferrari d'epoca o una berlina moderna?
La ferrari ha prestazioni superiori, ha il fascino del vintage.
La berlina moderna corre meno ma ha manutenzione ridotta, è facile e comoda da usare.

E' una questione di gusti, di capacità e di portafoglio perchè una ferrari odierna sarebbe la soluzione ideale per chi può permettersela.
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E

Zacpi
Buon utente
Messaggi: 87
Iscritto il: 06/11/2019, 10:50

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Zacpi » 15/01/2021, 0:11

Anni fa c ' erano diverse discussioni che vertevano proprio su questo argomento;e c ' erano anche diversi che apprezzavano molto di più i microscopi Zeiss, standard o similari, degli anni 60, e relativi obbiettivi piuttosto che i moderni strumenti cinesi, essenzialmente per la qualità dei progetti e dei materiali.
Io personalmente non ho mai guardato nei micro cinesi, ho un unitron invertito comprato da Andrea Bosi anni fa, ottimo e versatile, aveva già il contrasto di fase originale, è degli anni 60.
Anche Andrea era un estimatore degli Zeiss.

3nzo
Buon utente
Messaggi: 631
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 3nzo » 15/01/2021, 16:30

Il vintage ha il proprio fascino soprattutto per chi non ama la plastica. C'è un risparmio iniziale se si è fortunati, ma poi si rischia di spendere, sia per comperare pezzi mancanti o da sostituire, sia in caso di guasti per riparazioni maldestre, come spesso succede a me :sick: Man mano che passano gli anni, diminuiscono gli affari perché si vendono a caro prezzo microscopi in cattive condizioni e gli aspetti negativi di cui sopra crescono.
Zeiss ha praticamente inventato tutto nella microscopia classica ed è un riferimento. Lomo gli sta a ruota perché è elaborato su progetto Zeiss, ma, eccetto i modelli piu recenti, quasi introvabli come il Biolam L211 o 212, ha soluzioni tecniche più antiquate.
Infine per gli interventi di riparazione, gli Zeiss sono un trabocchetto perché, come diceva il compianto Sini, "in progettista aveva dormito male". Basta guardare le schede tecniche 142 e 144 dell'indice Sini, perciò attenzione.
Io non ho capito tutto :D
Ultima modifica di 3nzo il 15/01/2021, 16:57, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1296
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 500paolo » 15/01/2021, 16:37

Adoro il vintage ma prima o poi bisogna aggiornarsi perche' le scorte finiscono, si comincia a vedere solo rottami in vendita e la scritta "non testato" o "solo ricambi" e' sempre piu' presente nelle inserzioni. :cry:

Avatar utente
vale75
Buon utente
Messaggi: 525
Iscritto il: 07/05/2012, 18:56

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da vale75 » 15/01/2021, 21:12

Il paragone di guido con le macchine d'epoca calza a pennello.
Ho 3 zeiss jena e una lada niva... volevo dire lomo 30/0.90 in arrivo, in media 65 euro l'uno spediti.

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1296
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 500paolo » 15/01/2021, 21:22

vale75 ha scritto:
15/01/2021, 21:12
...e una lada niva... volevo dire lomo 30/0.90 in arrivo, in media 65 euro l'uno spediti.
Lo paragonerei piu' al Uaz... :lol:

3nzo
Buon utente
Messaggi: 631
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 3nzo » 16/01/2021, 14:00

vale75 ha scritto:
15/01/2021, 21:12
Il paragone di guido con le macchine d'epoca calza a pennello.
Ho 3 zeiss jena e una lada niva... volevo dire lomo 30/0.90 in arrivo, in media 65 euro l'uno spediti.
Dove trovate microscopi Jena a 65 euro spediti? Io non ne vedo su Ebay, eventualmente fetemelo sapere perché trovo micro Jena malconci, minimo sui 200 euro ;)
https://www.ebay.ca/itm/Aus-Jena-Binocu ... SwIuJdg68J
https://www.ebay.ca/itm/WMH-AUS-JENA-ZE ... %3A2334524
https://www.ebay.ca/itm/Carl-Zeiss-Jena ... SwDiZfldUV
E potrei continuare...

Avatar utente
vale75
Buon utente
Messaggi: 525
Iscritto il: 07/05/2012, 18:56

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da vale75 » 16/01/2021, 15:50

Eh magari!
Intendevo singoli obiettivi, non microscopi completi.
Guardavo nella baia .de , dove ci sono diversi annunci non presenti nella versione .com

3nzo
Buon utente
Messaggi: 631
Iscritto il: 13/09/2018, 21:15

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 3nzo » 16/01/2021, 16:41

Allora concordo. Amplival per ora niente, solo questo stravecchio scrostato anche nelle cromature
https://www.ebay.ca/itm/Carl-Zeiss-Jena ... SwDiZfldUV
a 450 euro, più dogana, che non si sa se e come funziona, soprattutto il tavolo. Perché se si è allentata la frizione bisogna rassegnarsi a un difetto quasi ineliminabile per comuni mortali.

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6870
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Raf584 » 16/01/2021, 17:47

Non si vive di solo vintage, che col tempo diventà antichità e successivamente anticaglia. Certo è bello avere per le mani uno Zeiss d'altri tempi ma erano appunto altri tempi, non torneranno più e per certi versi è una gran fortuna che oggi ci siano i cinesi.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it

Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1020
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Guido Gherlenda » 16/01/2021, 18:16

Non si vive di solo vintage
E' vero ma non esistono solo i vintage scassati, il confronto non può essere fatto con un vecchio microscopio da 250€ contro un cinese da 1500€, proviamo a spendere la stessa cifra e noteremo che le prestazioni del "vecchio" saranno nettamente superiori al nuovo, quando si parla di vintage sembra che debbano costare pochi spiccioli, non è così... un buon microscopio non può avere il valore di un giocattolo.

Che ci siano i cinesi può essere una fortuna ma non bisogna pensare che con pochi euro possano avere prestazioni sbalorditive, sono competitivi ma con prodotti nuovi della stessa fascia, il discorso dell'usato non recente è altro paio di maniche, sicuramente meno pratico, poco adatto ai principianti ma con prestazioni difficilmente raggiungibili da prodotti nuovi a prezzi umani.

A titolo d'esempio, questi sono microscopi che devono essere usati per le comparazioni:

https://www.ebay.it/itm/Groses-Leitz-Di ... SwyH9fI~-A
https://www.ebay.it/itm/LEITZ-Orthoplan ... SwVkxc0Xzo

Sarebbe interessante un confronto su qualcosa di uguale per tutti, il vetrino di Kemp ad esempio, ognuno posta il meglio che riesce ad ottenere e la spesa per raggiungere il risultato, potrebbe essere una indicazione per chi vuole iniziare.

Resta valido il discorso dell'uso: se è per lavoro il vintage o l'usato non recente è da escludere, assistenza e disponibilità immediata di pezzi di ricambio o accessori sono sogni per i "vecchiotti"


Per Enzo:
non esiste solo la spazzatura, basta pagare il microscopio quanto vale, ad esempio:
https://www.ebay.it/itm/Carl-Zeiss-Jena ... SwCQ1fwkcF

Non credo esistano microscopi nuovi che possano competere con questo se non con costi triplicati:
https://www.ebay.it/itm/Carl-Zeiss-Jena ... SwlWdfZjY4
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E

Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6870
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Raf584 » 16/01/2021, 20:33

Mi riferivo, forse non era chiaro, ai principianti, che per fortuna non sono più costretti ad accontentarsi del minimo sindacale pagandolo una fortuna - come successe a me da ragazzino perché i microscopi che non fossero giocattoli erano appunto giapponesi o tedeschi o americani - ma hanno accesso a microscopi completi di buone prestazioni spesso con un buon parco accessori a disposizione. E si fa in fretta a dire "microscopio cinese" ma non sono tutti uguali, ce ne sono di buoni e meno buoni, pessimi e plasticosi, e non è giusto fare di tutte le erbe un fascio.

Il problema del vintage è che devi avere qualcuno che ti da le dritte giuste altrimenti non sai cosa ti capita in mano, per questo sostengo che è una fortuna che ci siano i cinesi, che tra l'altro ormai fabbricano anche per i major brands. Il discorso cambia per il microscopista navigato che può customizzare la propria attrezzatura scegliendo pezzo per pezzo, espanderla e quindi osservare e fotografare con le tecniche più diverse opportunamente adattate, come fate tutti voi.
Guido Gherlenda ha scritto:
16/01/2021, 18:16
Sarebbe interessante un confronto su qualcosa di uguale per tutti, il vetrino di Kemp ad esempio, ognuno posta il meglio che riesce ad ottenere e la spesa per raggiungere il risultato, potrebbe essere una indicazione per chi vuole iniziare.
sì se non si tiene conto del "manico", ossia del manovratore, comunque perché no ;) sto aspettando che aprano la gabbia lombarda per recuperare la mia attrezzatura fotografica che ho lasciato in Trentino, poi volentieri farò qualche esperimento, il vetrino di Kemp ce l'ho ancora.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it

Avatar utente
Guido Gherlenda
Buon utente
Messaggi: 1020
Iscritto il: 24/08/2012, 14:14
Località: Oderzo (Treviso)

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da Guido Gherlenda » 16/01/2021, 21:06

Non mi riferivo a te, ma a chi pensa al vintage come a un oggetto scassato da pagare poco e perderci la vita a sistemarlo.

Io sono un sostenitore della merce cinese, non della paccottaglia, è solo una questione di quanto si vuole pagare, a volte si denigrano prodotti di qualità infima ma ci si dimentica di quanto sono stati pagati, la cosa buona della merce asiatica è che si paga quello che si compra, mentre lo stesso non è sempre valido per Europa, un solo esempio: io uso moltissime fresette in carburo di tungsteno, le ho sempre comprate in Cina a 4-5€ per 10pezzi, rimasto a secco ho dovuto ordinarle in Italia, mi è arrivata la stessa confezione con le stesse etichette a 8€ l'una, 20 volte tanto e così per molti altri prodotti. Del resto basta leggere le etichette sui nostri blasonati televisori o PC per scoprire chi li ha fatti, quello che conta sono le specifiche e il prezzo.

Riguardo i microscopi ho sempre sostenuto che un buon cinese è superiore agli entry level delle marche più blasonate (tedesche per non far nomi) che alla fine sono anche loro prodotti in Cina però con ricarichi tipici delle aziende di alto livello, molte altre marche hanno merce solo rimarchiata con poca personalizzazione sempre della stessa provenienza.

La superiorità europea è su prodotti di livello molto alto dove siamo ancora al top, i piccoli numeri con necessità di una capillare assistenza non sono adatti al loro sistema produttivo, spesso forniscono la componentistica per questi ma non di più, progettazione, assemblaggio e assistenza sono europei.
Guido Gherlenda
45°46'38.85"N 12°28'59.46"E

Avatar utente
500paolo
Buon utente
Messaggi: 1296
Iscritto il: 29/01/2014, 15:10
Località: Prov. Teramo

Re: vetrino di Kemp, mie prime prove con Phenix BMC 533

Messaggio da 500paolo » 16/01/2021, 22:13

Io la penso così, un microscopio nel passato non era roba per hobbysti, costava quanto un'automobile se non di piu' e dovevi averne bisogno per lavoro per investire quelle cifre, ovvio quindi che la qualità doveva essere un obbligo.
Al giorno d'oggi con la globalizzazione ci hanno messo a credere che oggetti professionali possono avere la loro corrispettiva versione hobbystica e allo stesso tempo essere lo stesso oggetto.
Un microscopio di fascia bassa d'oggi non puo' essere messo a paragone con nessun microscopio del passato perche' quella categoria al tempo non esisteva.
Se proprio si volesse fare un paragone bisognerebbe calcolare il rapporto di prezzo comprensivo di svalutazione e ci accorgeremmo che un cinese da 5000 euro effettivamente offre una qualità similare a un signor microscopio degli anni 70-80.
Percio' lasciamo ai principianti il bel microscopio cinese pronto all'uso con le sue modeste prestazioni, diamo il vintage agli smanettoni che investendoci il loro tempo e le loro abilità possono ottenere prestazioni maggiori, in fine diamo ai ricercatori e ai laboratori il top di gamma moderno perche' hanno il denaro necessario da investire nel prodotto migliore senza nemmeno doverci smanettare sopra.
Se vuoi una Ferrari ultimo modello, devi comprarti una Ferrari, non puoi trovare una cinese "Fellali" colorata di rosso e aspettarti che sia la stessa cosa, allo stesso modo puoi prenderti una Ferrari di altri tempi, ma non sara' come l'ultimo modello e chi sa quante riparazioni dovrai metterci in conto...

Rispondi

Torna a “Microscopi e tecnica microscopica”