Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Osservare ad alti ingrandimenti

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9445
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Chi si accosta all’osservazione con il binocolo, quasi sempre opta per un ingrandimento compreso tra gli 8x e i 10X. In realtà, il mercato fornisce ancora qualche valido 7 X e qualche binocolo 12x che rappresenta l’ingrandimento massimo (con qualche accorgimento) per gestire il binocolo a mano libera. Ho scritto spesso e volentieri delle possibili differenze che sussistono tra un 7X e un 12X, ma è ovvio che una sostanziale miglioramento nella percezione dei dettagli, si ottenga acquistando un binocolo ad alto ingrandimento.

Su Binomania.it sono state pubblicate molte recensioni di binocoli naturalistici dotati di 15- 18 ingrandimenti, ma non li ritengo dei binocoli in grado di stravolgere completamente le comuni osservazioni.

Personalmente, mi riferisco alle visioni “ad alto ingrandimento” quando è possibile sfruttare binocoli che forniscono almeno 20X.


Per questo motivo ho deciso di sintetizzare la mia esperienza in questo breve articolo, con la speranza di fare un po’ di chiarezza tra gli appassionati che si arrovellano se acquistare l’ennesimo 8x osservare con un 20x o ancor meglio.



I benefici della visione binoculare

Anche questo è un argomento abbastanza noto tra gli appassionati. Ne abbiamo spesso discusso sul forum di Binomania nel corso degli anni passati.

Se dovessi sintetizzare, potrei scrivere che i benefici della visione binoculare sono i seguenti:

1)Migliore naturalezza osservativa rispetto alla visione monoculare
2)Minor affaticamento visivo
3)Maggior percezione dei colori, della tridimensionalità e dei dettagli
4)Minor affaticamento, in presenza di turbolenza diurna, potendo osservare a 5)ingrandimenti inferiori rispetto alla visione monoculare

Questi benefici sono più amplificati nelle osservazioni ad alti ingrandimenti, giacché una maggior percezione visiva è eccellente per l’osservazione di dettagli flebili. È noto agli astrofili, ad esempio, l’evidente beneficio di un visore binoculare collegato al proprio telescopio nelle osservazioni lunari e planetarie.


Perché acquistare un binocolo ad alto ingrandimento?

Le ragioni sono molteplici, pensate ad esempio alla impossibilità di visitare luoghi meravigliosi e dover necessariamente osservare il panorama che circonda la propria abitazione o che si domina da qualche montagna nei pressi della propria abitazione. Con l’arrivo del Covid-19, ad esempio, molti appassionati hanno sentito la necessità di migliorare la propria capacità osservativa, scegliendo di osservare dal balcone di casa, con uno strumento piu’ potente del binocolo. Per questo motivo molte aziende che vendono prodotti astronomici, hanno venduto centinaia di telescopi di piccolo e medio diametro, ma nulla potrà essere paragonabile a un ottimo binocolo ad alto ingrandimento. Se poi considerate che molte persone disabili potrebbero beneficiare dalla propria abitazione di un binocolo ad alto ingrandimento, potremmo anche parlare di benessere psicologico e non solo ludico.

Ricollegandomi con quanto appena citato, un conto è osservare il panorama a 8x, un conto è iniziare a osservare le cime delle montagne, i rifugi, gli escursionisti, i rapaci, gli aerei a ingrandimenti compresi tra i 20 e i 50X. Esemplificando posso dirvi che se mi reco nei miei punti osservativi principali con il binocolo 8×42, posso dare una “spazzolata” al panorama in pochi minuti, ma potrei anche trascorrere una giornata intera in compagnia del mio 40×80.

Se volete potete continuare a leggere l'articolo su: https://www.binomania.it/alti-ingrandimenti/
Ma mi piacerebbe anche sapere la vostra esperienza con i binocoli ad alto ingrandimento.
Buona giornata!
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
Marco Franceschetti
Buon utente
Messaggi: 158
Iscritto il: 16/06/2017, 23:30
Località: padova

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Marco Franceschetti »

Mi hanno sempre affascinato questi strumenti, complice anche qualche iscritto che da mesi mi tampina perché ne prenda uno anch'io (....Blake, ti fischiano le orecchie...??😂)

Finora ho sempre resistito perché il problema dei binocoloni ad alti ingrandimenti, per chi come me ha un panorama limitato da casa e ama uscire con zaino in spalla, è il peso.

Quando faccio escursionismo, oltre al classico 8/10x, al massimo posso portarmi lo spotting scope e il cavalletto con la testa fluida, ma così raggiungo facilmente il limite di peso sopportabile...
Se poi hai anche acqua e cibarie, hai un corredo fotografico, devi affrontare 1.000/1.500 metri di dislivello positivo (o negativo), il trekking dura più giorni, devi dormire in rifugio o in tenda, hai qualche attrezzatura di sicurezza (kit emergenza, radio, cellulare, set da ferrate...), la scelta di un solo strumento è obbligata e non può cadere sul binocolone...! Al massimo porti un buon 15/18x.

Se mai dovessi riuscire ad acquistare casa in montagna con un bel panorama, e ci sto lavorando, allora l'acquisto di un binocolone sarà una scelta obbligata!

Certo che se tutte le aziende di dotassero di moduli binoculari da applicare agli spotting scope, come ha fatto Swarovski con il BTX, avremmo la quadra del cerchio: poco peso, alti ingrandimenti, focus centrale e visione binoculare!
Be the Change you want to see in the World!

Osservo con: Zeiss Victory 7x42 T*FL, Nikon EDG 8x42, Swarovski NL 8x42, Nikon 8x30 E2 Anniversary, Kowa Genesis 8x22, Kowa Genesis 10x33, Fujinon FMTR-SX 7x50 e 10x50, Zeiss Dyalit 6x42 Skipper, Carl Zeiss Jena NVA 7x40 DF, Shogetsu Kansei Prince ED 9x32 WP, Shogetsu Kansei Prince UWA 8,5x42 ED WP, Shogetsu Kansei Prince UWA 7x35 ED WP, Kowa spotting scope TSN-884 + oculari TE-11WZ 25-60x + TE-17W 30x + duplicatore TSN EX-16.
bifo
Buon utente
Messaggi: 223
Iscritto il: 18/09/2011, 18:47

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da bifo »

Bellissimo articolo,magistralmente descritto ,a dire il vero prima o poi me lo aspettavo da binocolaro convertito ai binocoloni non potevo pensare che la mia convinzione era del tutto personale. perciò non posso far altro che confermare che osservare con binocoloni con diametri da 70 in sù e ad alti ingrandimenti è tutta un'altra storia.
Scusate se sarò ripetitivo con altri che già conoscono....attualmente ho due angolati uno da70mm e un 100mm entrambi a 45° con ottiche ED e SD scelte per un uso terrestre che è il mio principale interesse, ho una seconda casa a mt 1000 in val Seriana con un bel terrazzino esterno dove piazzo i miei strumenti e con grande soddisfazione passo delle lunghe ore ad osservare, panorami, ungulati ,rapaci e altro. esageratamente una 15cina di coppie di oculari e delle buone montature, insomma non mi annoio e mi diverto.
devo confessare che pur possedendo anche vari binocoletti col tempo ho perso un determinato interesse e anche il loro uso, se non in determinate circostanze.
Ritengo personalmente che quello che ti può dare come soddisfazione visiva e di percezione un buon binocolone come dettagli risolutivi ,definizione, colori, immersione a determinate distanze non si riesce a riscontrarla anche in un buon binocolo a bassi ingrandimenti :mrgreen: :violin:
swarovski EL 8.5X42-nikon EDG 7x42-nikon 12x50SE-nikon 8x30EII- leica 8x20 BCA- kowa gen.8x33- zeiss 7x50 bga- raptor 6.5x32 -zeiss jena 8x32b - nikon 7x35EI-huet 8X30- karl schmidt 7x35 11°-komz 8x30mil-hensoldt 9x63-hensoldt 7x63-sard 7x50-


apm 100sd apo - oberwerk 70 bt xl ed - kowa 883+ext 1.6-
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9445
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Ciao ragazzi, grazie per i commenti.
Marco, forse, per te andrebbe bene un Canon 18x50 stabilizzato, ti avrei consigliato il Farvision 25x55 ma è abbastanza introvabile.
Elio, che dire? Sai benissimo il piacere dell'osservazione a lunga distanza..il mio sogno proibito? Una casetta al mare sopra Lerici con un bellissimo terrazzo dove poter guardare Porto Venere, il porto di La Spezia, le navi, le balene e i delfini e altro..ancora, magari in compagnia di una futura versione del Kowa Highlander Prominar :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 618
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da fulvio_ »

piergiovanni ha scritto: 08/04/2021, 14:45 ... Una casetta al mare sopra Lerici con un bellissimo terrazzo dove poter guardare Porto Venere, il porto di La Spezia, le navi, le balene e i delfini e altro..ancora, magari in compagnia di una futura versione del Kowa Highlander Prominar :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
ahi ahi... qui gatta ci "kowa"! :mrgreen:
Bell'articolo. :thumbup:
Che dire, i binocoloni ad oculari intercambiabili sono una mano santa.
Peccato solo che poi si vada in paranoia alla ricerca della coppia ideale di oculari (focale, campo)... e si desideri tornare alla vecchia filosofia del binocolo, leggero, pratico e pronto all'uso!
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126
blake 69
Buon utente
Messaggi: 658
Iscritto il: 24/12/2016, 12:40

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da blake 69 »

Ottimo articolo complimenti!

Marco Franceschetti si le orecchie mi fischiavano.Ma i tuoi occhi ora luccicano di gioia .Dammi retta,sali a 20/30/40 X ,il premio e' maggiore,di molto ;)

Eeh si,confermo,osservare a grandi ingrandimenti fa divenire "binocoletti" come dice Elio,che prima nn capivo e ora si,i formati 7/8/10.Tanto e' vero che se dovessi gettare giu' dalla torre il mio APM 70 o l'NL pure nn avrei dubbi sul secondo,che e' il migliore mai avuto,dei "piccoli".

Nel terrestre avrei inserito come papabili lo Swaro BTX che col focus centrale resta imbattibile per focalizzare velocemente ,la messa a fuoco singola e' snervante alla lunga.Il prezzo purtroppo lo rende un affare scomodo nel senso che con 1 BTX prendi 2 APM 70-45 e ti avanzano anche per farti un pocket premium,volendo.Economicamente il gioco nn vale assolutamente la candela,pero', se ti innamori,tutto e' lecito..

Con lo zaino infilato sul treppiede riesco a trasportare sulla schiena agevolmente il set up completamente assemblato pronto all'uso.Sono sui sette chili all'osso.A fine giornata il peso si sente,ma e' il prezzo da pagare,e lo pago volentieri.


p.s. con gli occhiali il campo apparente dei morpheus con 76 gradi fa sembrare "claustrofobico" l'NL.Immagino campi apparenti maggiori che senso di liberta' possano regalare.
Swarovski NL8x42- nn serve altro appeso al collo per essere appesi al cielo.

APM 70 ED 45 - Morpheus 12,5 mm - UFF 18 mm
Avatar utente
Raf584
Buon utente
Messaggi: 6946
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Raf584 »

Bella sintesi, Pier. Magari mettiamo su Binomania anche l'articolo che avevo scritto sull'osservazione astronomica attraverso i visori bino, era già uscito anni addietro su Astrotest.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it
piero
Buon utente
Messaggi: 3582
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piero »

Ottimo articolo, Pier, bravo!
per il tipo di ambiente e osservazione che faccio (lunghe distanze in montagna) ho notato che oltre i 20 x si iniziano ad avere troppi problemi di termiche sulle lunghe distanze per cui al momento sto utilizzando un kaibab hd 18x56 con messa fuoco centrale perchè spesso devo variare le distanze per gli animali; mi trovo bene, forse farei un salto di qualità più in alto sempre a 18x con il Razor UHD ma dovrei provarlo prima in parallelo per rendermi conto se ne vale davvero la pena: il costo è praticamente doppio.
In passato ho impiegato Vixen 30x80, con il quale spesso nemmeno riuscivo a mettere a fuoco e il Nikon 18x70: uno spettacolo da urlo! ma senza messa a fuoco centrale e più ingombrante, due elementi che hanno giocato negativamente nella gestione quando dovevo essere veloce. Il sogno ideale? Un bel 20x60 con prismi Abbe-Koenig, messa fuoco centrale e CA non meno di 65°, sgancio rapido per uso al volo a mano libera in appoggio.
Sul cielo non c'è storia: solo deep-sky, quindi un ottimo acromatico angolato con ottimi oculari, non meno di 100 mm se portatile, 150 in postazione fissa.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1724
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

Una vera gioia leggere di questa discussione, sono oltre 40 anni che mi diletto di osservazioni binoculari ad alto ed altissimo ingrandimento, sia sul cielo che in terrestre.

Purtroppo ho sempre trovato un muro di incomunicabilità con la maggioranza degli osservatori binoculari, straconvinti che un SUPERBLASONATO da 7x42 potesse colmare l'abisso prestazionale rispetto a parimenti buonissimi binocoloni di grosso diametro ed alto ingrandimento.

Per il terrestre di potenza bisogna aspettare a poco prima del tramonto, ma in quella mezzora magica in cui il seeing migliora vistosamente, osservare a 40x è davvero un'esperienza magica.

Ci sono poi i giorni interi di brezza da NORD, che pettina la turbolenza termica diurna e permette eccellenti osservazioni anche in pieno giorno.

Infine, io adoro sia osservare con i binocoloni che con i telescopi torrettizzati di alta qualità ottica. :thumbup: :wave:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9445
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Raf584 ha scritto: 08/04/2021, 22:07 Bella sintesi, Pier. Magari mettiamo su Binomania anche l'articolo che avevo scritto sull'osservazione astronomica attraverso i visori bino, era già uscito anni addietro su Astrotest.
Ciao Raf, certamente! Ritengo sia essenziale per i lettori di binomania leggere quell'articolo, che tra l'altro avevo suggerito mesi fa a un paio di astrofili.. :thumbup:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9445
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

piero ha scritto: 08/04/2021, 22:14 Ottimo articolo, Pier, bravo!
per il tipo di ambiente e osservazione che faccio (lunghe distanze in montagna) ho notato che oltre i 20 x si iniziano ad avere troppi problemi di termiche sulle lunghe distanze per cui al momento sto utilizzando un kaibab hd 18x56 con messa fuoco centrale perchè spesso devo variare le distanze per gli animali; mi trovo bene, forse farei un salto di qualità più in alto sempre a 18x con il Razor UHD ma dovrei provarlo prima in parallelo per rendermi conto se ne vale davvero la pena: il costo è praticamente doppio.
In passato ho impiegato Vixen 30x80, con il quale spesso nemmeno riuscivo a mettere a fuoco e il Nikon 18x70: uno spettacolo da urlo! ma senza messa a fuoco centrale e più ingombrante, due elementi che hanno giocato negativamente nella gestione quando dovevo essere veloce. Il sogno ideale? Un bel 20x60 con prismi Abbe-Koenig, messa fuoco centrale e CA non meno di 65°, sgancio rapido per uso al volo a mano libera in appoggio.
Sul cielo non c'è storia: solo deep-sky, quindi un ottimo acromatico angolato con ottimi oculari, non meno di 100 mm se portatile, 150 in postazione fissa.
Ciao Piero, il tuo "sogno" di un 20x60 di altissima qualità è stato già suggerito dal sottoscritto- citando la tua idea, alle solite ditte che ogni anno chiedono suggerimenti dagli appassionati, si sa mai che qualcuno si illumini. Riguardo gli effetti della turbolenza, convengo con te, poi dipende molto dalla stagione e dalla location. Se ricordi in Valtellina era possibile, nei mesi di Settembre e Ottobre, spingere di giorni anche sino a 50-80X, prestazione impossibile, ad esempio in agosto. Un po' come per l'osservazione astronomica, anche quella terrestre a lunga distanza e alto ingrandimenti e' molto inficiata dalla turbolenza..penso che ne parlero' in un prossimo articolo. :thumbup:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9445
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Giovanni Bruno ha scritto: 09/04/2021, 9:30 Una vera gioia leggere di questa discussione, sono oltre 40 anni che mi diletto di osservazioni binoculari ad alto ed altissimo ingrandimento, sia sul cielo che in terrestre.

Purtroppo ho sempre trovato un muro di incomunicabilità con la maggioranza degli osservatori binoculari, straconvinti che un SUPERBLASONATO da 7x42 potesse colmare l'abisso prestazionale rispetto a parimenti buonissimi binocoloni di grosso diametro ed alto ingrandimento.

Per il terrestre di potenza bisogna aspettare a poco prima del tramonto, ma in quella mezzora magica in cui il seeing migliora vistosamente, osservare a 40x è davvero un'esperienza magica.

Ci sono poi i giorni interi di brezza da NORD, che pettina la turbolenza termica diurna e permette eccellenti osservazioni anche in pieno giorno.

Infine, io adoro sia osservare con i binocoloni che con i telescopi torrettizzati di alta qualità ottica. :thumbup: :wave:
Ciao Giovanni, è capitato anche a me di mostrare immagini a 40x a appassionati che usano soltanto gli 8x42 e di solito rimangono..scioccati, anche se ovviamente stiamo parlando di due settori completamente diversi, sarebbe come dire che dobbiamo per forza consigliare un teleobiettivo a uno che ama le ottiche grandangolari :mrgreen: La cosa certa è che molte persone, potrebbero estendere i loro orizzonti, tenendo il loro ottimo binocolo Top di Gamma, di qualche anno fa senza rincorrere l'ennesima novità e magari investendo i propri risparmi in un binocolo dal formato completamente diverso.
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2021
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Angelo Cutolo »

Putroppo il mio cervello non va troppo d'accordo con gli angolati a 45° (il 95% dei binocoli giganti offerti dal mercato), al momento mi faccio bastare il mio 30x80 dritto, ma il mio sogno rimane il docter 40x80 (in futuro, quando il portafogli permetterà e se lo troverò ancora da qualche parte), nel caso non lo trovassi più, mi rivolgerò a un 90°ad oculari intercambiabili da 100 mm apo/ed (osservazione diurna velivoli).
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
stevedet
Buon utente
Messaggi: 909
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da stevedet »

piergiovanni ha scritto: 08/04/2021, 14:45 Elio, che dire? Sai benissimo il piacere dell'osservazione a lunga distanza..il mio sogno proibito? Una casetta al mare sopra Lerici con un bellissimo terrazzo dove poter guardare Porto Venere, il porto di La Spezia, le navi, le balene e i delfini e altro..ancora, magari in compagnia di una futura versione del Kowa Highlander Prominar :mrgreen: :mrgreen:
Eh bé, concordo con te. ;) Io però ho sempre pensato che in una situazione del genere costruirei una colonna dove montarci un binocolo da 150mm, da usare diaframmato di giorno ed a piena apertura dal tramonto in poi.

Guarda, io e mia moglie tutti gli anni andiamo a fare una vacanzina all'Isola d'Elba all'inizio di giugno, in un residence costruito direttamente a mare.
Per alcuni anni siamo riusciti a farci assegnare un appartamentino con terrazzo proprio sopra la spiaggia e naturalmente mi sono sempre portato dietro il mio Apm 23-41x100. Di giorno lo diaframmavo a 70mm e nelle mattine terse, con i sempre montati Tecnosky uwan 16mm, riuscivo a scorgere a 32x molti dettagli delle costruzioni presenti sull'Isola di Pianosa davanti a noi, oppure le navi cargo di passaggio all'orizzonte ed i traghetti verso la Corsica. Poi, ogni tanto, poteva anche capitare di dare un'occhiata a qualche mega Yacht che veniva ad attraccare nella baia, magari con a bordo qualche giovane donzella intenta a prendere il sole in topless :mrgreen: (Ma lo sapeva anche mia moglie e ci curiosava anche lei...) Invece al tramonto (ed ovviamente ad apertura piena) diventava interessante dare un'occhiata ravvicinata ai gabbiani reali, alle onde che si infrangevano su un grosso scoglio ad un miglio dalla riva, ecc... Ugualmente interessante guardare di notte le navi da crociera, quando passavano tutte illuminate a festa. Poi naturalmente, qualche serata la dedicavo anche all'osservazione astronomica.
Insomma, con un bel binocolone ed un terrazzo a mare ci si può davvero divertire a 360°
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1724
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

Altro aspetto affascinante dell'uso di grosse ottiche ad alto ingrandimento per il naturalistico, è quello di godere di una microscopia a distanza sulla fauna.

Su soggetti posti, mettiamo a 20 metri, ma usando 50x, si osservano degli animali a 2,5x, che restano immobili, perchè a 20 metri si sentono al sicuro.

Se poi si usa un catadioddrico + torretta binoculare, proprio la torretta binoculare consente di osservare degli animali molto vicini e con una definizione da microscopio, come 5x ed oltre.

Ma avete mai visto un GERMANO attraverso un catadiottrico ad alto ingrandimento? la definizione del piumaggio, per tramatura e colorazione, arriva a dei livelli esaltanti. :thumbup: :wave:
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”