Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Osservare ad alti ingrandimenti

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8085
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da -SPECOLA-> »

Alto ingrandimento vuol dire poter accedere a dettagli che altrimenti passerebbero inosservati.
In tal senso un binocolo gigante ha il suo perché, sia nell'utilizzo terrestre, che in quello astronomico; senza esagerare, però, perché altrimenti verrebbe snaturato quello che per me dovrebbe fare un binocolo, ovvero consentire di abbracciare campi visivi estesi, a bassi ingrandimenti.
Ecco quindi che la ricetta giusta prevede il corretto dosaggio degli ingredienti, ovvero apertura e ingrandimento.
Imho.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8085
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ne parlavo con lui almeno fin dalla scorsa primavera, però da quando è uscito questo articolo, mi sono confrontato ancora più approfonditamente con mio cugino, che su questo argomento è da sempre vivacemente interessato.
Lui non è iscritto qui, però qualche volta ha commentato i video sul canale YOUTUBE di Binomania, oltre ad aver partecipato anche ad un evento tenuto da Piergiovanni alla Palude Brabbia; riguardo all'articolo mi ha pregato di riportare due righe che mi ha girato per raccontare in sintesi un po' la sua "storia" ed esprimere quel che ha ricavato dall'esperienza che si è fatto a piccoli passi, a partire dall'inizio.
Ecco il suo intervento che considero un utile contributo, anche se esposto per interposta persona.

"Ciao a TUTTI,
mi chiamo Fortunato e vorrei raccontare in sintesi la mia "storia", facendo per prima cosa i dovuti sinceri complimenti a Piergiovanni Salimbeni per l'interessantissimo argomento trattato ed esprimendo la mia massima intesa con tutto ciò che hanno già scritto Giovanni Bruno, Bifo e Marco Franceschetti, con i quali mi trovo totalmente d'accordo.

Circa 10 anni fa, complici un po' i miei cugini, sono partito con curiosità ad addentrarmi nel mondo dei binocoli.
Un mondo allora per me nuovo, sconosciuto e completamente inesplorato; inoltre tutto questo avveniva senza da parte mia sapere nulla di binocoli e ottiche.

Non conoscevo i vari formati; per me un binocolo era semplicemente un binocolo.
Non avevo idea che a seconda dell'impiego, si dovevano scegliere determinate caratteristiche e per questo non capivo nemmeno perché si dovesse usare un formato, piuttosto che un altro.

Fin da subito è stato affascinante vedere più vicino.
La prima inesperta sensazione è ciò che ha "acceso" in me la curiosità, spingendomi ad approfondire...
Il secondo passo l'ho vissuto quando grazie alla sana curiosità di cui sopra, l'approfondimento si è trasformato in esperienza personale che mi ha fatto capire i vari formati e il loro perché e comprenderne l'uso specifico; in quel momento ecco la "svolta", ovvero cercare con quale binocolo riuscire a vedere meglio a parità di ingrandimenti e costi, essendo conscio già allora che meno di 10x erano per me pochi, perché in primis il desiderio di vedere sempre più vicino, se all'inizio era un fuoco che covava dentro di me, man mano che i binocoli li usavo sul campo, è letteralmente divampato!
A questo proposito l'anno scorso, grazie ad un piccolo binocolo stabilizzato FUJI FILM FUJINON TECHNO STABI 16x28, ecco l'illuminazione!!!
O per meglio dire, la folgorazione!
16x, che differenza di particolari! Ed in più fermi e trasportabili...
Non posso più farne a meno nelle mie attività di trekking in montagna, ma anche nella semplici passeggiate al parco con mio figlio che ha 8 anni (al quale in parte pare io abbia trasmesso la passione per queste cose :-)).
Avendo una baita in montagna, siccome l'appetito vien mangiando, ho sentito il desiderio di avere ancora di più di ciò che mi consentiva il piccolo binocolo stabilizzato; desiderio che ho esaudito acquistando un binocolo IBIS 20x80 ED, dopo averne letto la recensione redatta da Piergiovanni Salimbeni per i lettori di BINOMANIA.
Un bel 20x80; ecco un'altra fantastica scoperta!
Sapevo che due occhi sono meglio meglio di uno, ma non avendo mai usato un binocolo gigante da 80 mm di apertura e 20x, non immaginavo che non mi avrebbe fatto rimpiangere dei cannocchiali terrestri da 20-60x60.
È stato per me incredibile constatare che tra questi, persino il cannocchiale terrestre ZEISS Dialyt 18-45x65 viene messo in ombra dalla visione binoculare dell'IBIS 20ax80 ED!
Facendo un'ulteriore classifica, ora anche il FUJINON TECHNO STABI 16x28 passa al secondo posto per la dovizia di particolari che mette a disposizione il 20x80; IBIS 20x80 ED che trova il suo limite pratico soltanto nella trasportabilità, che non può minimamente neanche avvicinarsi a quella offerta dal piccolo binocolo stabilizzato TS 16x28.
Sarà soggettivo, ma per me più guardi e più VORRESTI vedere i particolari!
Salimbeni mi ha tolto le parole di bocca; cito: "Con un 8x42 guardo in giro, con un bel 30-40x farei ore a osservare!!!"
Pienamente d'accordo!!!
Intravedere un animale a lunga distanza è gratificante, poterlo "studiare" con calma, è fantastico!
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1768
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

L'IBIS 20x80 ED somma in se una marea di ottime caratteristiche, a partire dal prezzo davvero molto basso, per proseguire con un peso tutto sommato lieve per un 20x80, con ottiche sostanzialmente APO e pure con uno scafo WATERPROFF.

Insomma, tanti ottimi argomenti tutti insieme in un solo binocolo. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Monticola
Buon utente
Messaggi: 189
Iscritto il: 29/07/2012, 21:36
Località: GENOVA

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Monticola »

Contribuisco a questo interessante topic aggiungendo qualche esperienza personale a margine di quanto già presentato un anno fa a proposito dell'uso specialistico di un binocolo angolato da 70mm in campo ornitologico.
Tenere l'Oberwerk BT 70-45 montato vicino alla finestra di camera mia verso una parte della città dalla quale si possono osservare uccelli in migrazione attiva, quanto meno nei periodi di passaggio più consistenti per varietà e abbondanza, mi ha dato ieri la soddisfazione di vedere a circa 1-1,5 km un Gufo di palude mobbato da due gabbiani reali mentre cercava di transitare attraverso la parte dell'area urbana dove abito.
Questo per dire che forse se avessi avuto o tenessi montato il solo spottingscope non passerei altrettanto tempo a guardare in direzione del fronte di migrazione e ciò è merito della comoda e rilassante visione binoculare a 45° con ingrandimento moderato (19x).
Buona domenica a tutti
Uso per osservare gli uccelli (a seconda delle situazioni) binocoli Zeiss Victory FL* 7x42, Nikon EDG 7x42, Meopta MeoPro 8x32 HD, Vortex Kaibab HD 15x56; binocolo angolato Oberwerk BT 70-45; spottingscope Nikon Fieldscope ED 82A e Nikon Fieldscope ED 50 diritto + 30(16)x DS, 38(20)x MC, 50(27)x DS e MC, 75(40)x MC, Celestron C5. Treppiedi Berlebach Report 3022 + Manfrotto 501 HDV oppure #136, Velbon GEO N 630 + Manfrotto 701 HDV, Triton FCX-5 + Sirui VH-10.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8085
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da -SPECOLA-> »

Concordo; per me l'IBIS 20x80ED rappresenta il miglior binocolo gigante 20x80 ED sul mercato, per rapporto prestazioni / prezzo.
A proposito di osservare ad alti ingrandimenti, recentemente è stato affiancato da una interressante versione 25x80ED, che però ritengo maggiormente votata all'utilizzo astronomico, piuttosto che terrestre, per via del sistema di messa a fuoco IF.
Per conto mio se uscisse una versione 25x80 ED CF l'offerta completerebbe degnamente la gamma ampiandola; un binocolo 25x80 ED CF ritengo che sarebbe molto appetibile anche per gli appassionati di osservazioni terrestri a forte ingrandimento.

Tanti ingrandimenti richiedono un buon supporto su cui poter contare e a questo proposito, ho notato che nelle foto il binocolo IBIS 25x80 ED IF fa bella mostra di sé su di uno stativo dedicato, decisamente carino.
A giudicare dall'aggiunta della sezione "STATIVI E ACCESSORI" IBIS OPTICS sul sito di RPoptix, credo che fra poco si avranno ulteriori informazioni riguardo a queste parti, molto importanti per poter contare su un valido ed efficiente/efficace setup binoculare gigante a forte ingrandimento, rendendolo fruibile fino in fondo.

https://www.rpoptix.com/shop/index.php? ... &id_lang=1
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1768
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

Certamente interessante questo IBIS 25x80 ED IF, che però è fisicamente davvero molto diverso dal 20x80ED con MAF centrale,

Tale 25x80, è molto più lungo e credo anche molto più corretto, ma anche più pesante e con vocazione principale per l'astronomico, proprio a causa dell'IF.

Ma per chi non può comprare un BT APO a 45°, oppure a 90°, è sicuramente un'ottima opzione di ripiego. :thumbup: :wave:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

-SPECOLA-> ha scritto: 10/04/2021, 21:45
Lui non è iscritto qui, però qualche volta ha commentato i video sul canale YOUTUBE di Binomania, oltre ad aver partecipato anche ad un evento tenuto da Piergiovanni alla Palude Brabbia; riguardo all'articolo mi ha pregato di riportare due righe che mi ha girato per raccontare in sintesi un po' la sua "storia" ed esprimere quel che ha ricavato dall'esperienza che si è fatto a piccoli passi, a partire dall'inizio.
[/i]
Ciao Specola, ringrazia tuo cugino per il suo coinvolgimento in questo argomento, peraltro lo vedo molto attivo anche nei commenti del canale YouTube. Non sarebbe male se si iscrivesse, cosi' potrebbe partecipare piu' attivamente insieme a suo figlio!
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Giovanni Bruno ha scritto: 11/04/2021, 8:41 L'IBIS 20x80 ED somma in se una marea di ottime caratteristiche, a partire dal prezzo davvero molto basso, per proseguire con un peso tutto sommato lieve per un 20x80, con ottiche sostanzialmente APO e pure con uno scafo WATERPROFF.

Insomma, tanti ottimi argomenti tutti insieme in un solo binocolo. :thumbup: :wave:
CIao Gio, a me piacerebbe vedere dei nuovi binocoli ED con prismi di Porro, sotto i 500 euro per osservare il panorama. Purtroppo non ce ne sono molti e si contano sulla punta delle dita. Continuo a pensare che la proposta di Piero possa essere veramente vincente anche se costosa. Ne riparlavo proprio venerdì con una manager di Zeiss...ma loro in quel formato hanno il 20x60 stabilizzato che ritengono "perfetto" per un certo genere di osservazioni, anche se è un semplice acromatico.
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Vorrei rispondere a tutti separatamente, ma forse è meglio ringraziarvi in un unico messaggio per questa bella discussione. Sentivo un po' la nostalgia del forum, visto che ormai quasi tutti si sono spostati sul gruppo whatsapp.
Colgo anche l'occasione per dirvi che non siete stati gli unici a interessarvi dell'25x80 ED, e proprio per questo motivo ho chiesto un esemplare a Tecnosky che me lo dovrebbe mandare in visione per consentirvi di scrivere un articolo e di fare una video recensione!
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1768
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

Stranamente l'IBIS 25x80ED è visibile su RP OPTIX ma non su TECNOSKY.

Un consiglio, se farai una recensione, assicurati che il peso riportato da RP OPTIX di ben 4,6Kg sia esatto, a me pare del tutto spropositato e facilmente errato.

Ad esempio io ero pronto a prendere l'IBIS 25x80ED, ma il peso dichiarato di 4,6Kg mi ha immediatamente raggelato. :thumbup: :wave:
Ultima modifica di Giovanni Bruno il 13/04/2021, 16:17, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Giovanni, contaci, la mia bilancia elettronica puo' pesare sino a 15 kg, quindi: stai tranquillo :D :thumbup:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
stevedet
Buon utente
Messaggi: 921
Iscritto il: 13/10/2014, 23:00

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da stevedet »

piergiovanni ha scritto: 13/04/2021, 10:32 Ciao Giovanni, contaci, la mia bilancia elettronica puo' pesare sino a 15 kg, quindi: stai tranquillo :D :thumbup:
:lol:
Comunque quello che dice Giovanni Bruno è vero. Il peso dei grossi binocoli è un dato che viene generalmente riportato con troppa superficialità ed imprecisione da chi vende. Eppure può essere un aspetto fondamentale, non solo per valutare la trasportabilità dello strumento, ma anche lo stativo che servirà.
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2021
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Angelo Cutolo »

Però a vederlo è possibile che il peso non sia tanto sbagliato, è lungo 46 cm, blocco obiettivi (penso in metallo) abbastanza pronunciato e anche una discreta scatola prismi.
Considerato che il mio 30x80 è lungo 33 cm ed è abbastanza "tipico" nella sua struttura da binocolone, pesa sui 2,5 kg, 13 cm di "corpo" in più e come detto, gli obiettivi e i prismi abbondanti, potrebbero giustificare i 2 kg in più.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; Vixen Ultima 8x56; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
piero
Buon utente
Messaggi: 3590
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da piero »

questo nuovo ibis 25x e credo faccia parte della famiglia del vecchio 22x70 WO, ottimo strumento ma sempre piuttosto pesante intorno ai 4 kg
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1768
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Osservare ad alti ingrandimenti

Messaggio da Giovanni Bruno »

Questa mattina ho parlato con GIULIANO di TECNOSKY a riguardo del peso di questo 25x80 ED e mi ha detto che il peso dovrebbe essere quello riportato sulle specifiche, perché è uno strumento particolarmente robusto.

Mi ha anche detto che dovrebbe avere gli stessi vetri dell'IBIS 20x80ED, ma con una focale molto più lunga è facile ipotizzare una ancora superiore correzione ottica ed una ancora maggiore planarità di campo.

Insomma un super binocolo ad un prezzo ancora abbordabile, ma con dei bisogni di una seria montatura molto più stringenti.

Ma con quel peso, a me personalmte non interessa più, avendo allo stesso peso il mio APM ED APO, alias IBS, da 82mm a 45°.

Piuttosto mi interesserebbe eccome invece l'IBS 20x80ED, che già ho, ma con oculari da 30x, a mio avviso perfetti per un'uso universale sia terrestre che astronomico di assoluta soddisfazione. :thumbup: :wave:
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”