Venere e Mercurio 2021

Osservazioni del Sole e del Sistema Solare, del cielo profondo, di comete e quant'altro sopra le nostre teste
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Ieri finalmente sono riuscito a fare un'altra osservazione di Venere, il tempo purtroppo continua ad essere ballerino e anche questa l'ho strappata a nuvole e veli. Lo schizzo non e' un granche' francamente, ma non c'era molto da vedere a parte le due bande attorno alle regioni polari (la S piu' contrastata, si vedeva subito). Ho osservato in luce integrale per via della trasparenza scadente.

Sabato sarebbe stata una giornata migliore, ma qui in Connecticut hanno tolto la maggior parte delle restrizioni e avevo promesso a mio figlio di organizzare un nerd party con i suoi compagni di classe (sarebbe una festa a tema scientifico, per gente di seconda elementare essendo la scienza quella cosa che serve a fare esplodere bottiglie di coca cola e ketch-up e a bagnarsi lanciando razzi ad acqua).
Allegati
20210606_2005_dalp.JPG
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Provato anche oggi, seeing raccapricciante e trasparenza anche peggiore di ieri. Venere si notava a malapena nel cercatore, di fatto l'ho trovata prima nel telescopio poi sapendo che era vicino al centro del crociccio l'ho (intra)vista anche nel 6x30... Non ho rischiato una scheda, ma nei momenti migliori pareva che la banda attorno alla regione polare sud fosse ancora li'. Ho provato lo stesso la mia prima ripresa venusiana con la ZWO120, sbagliando un sacco di parametri ma meglio averlo fatto in un giorno cosi'.

Il jet-stream polare si e' finalmente spostato a nord, ma l'atmosfera piu' in basso continua ad essere estremamente instabile.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Finalmente una giornata con seeing ballerino ma utilizzabile. Le previsioni dicevano buono (4 su 5, l'inverso della scala Antoniadi), magari era vero ma non a 18 gradi dal Sole e alle 3 di pomeriggio con 30 gradi e passa.

Regione polare N nettamente piu' brillante della S, almeno in luce integrale, e sorta di cuneo che si allunga dal terminatore verso il centro del disco. Tutto il resto sembrava ai limiti del "rumore". Ogni tanto avevo l'impressione di un aspetto a "bande" che notavo anche l'anno scorso, se effettivamente abbia a che fare con il pianeta e' un altro discorso. Non ho provato a stimare la fase, ancora troppo inaffidabile secondo me anche a causa del terminatore ombreggiato.

Ho usato 260x (Pl 5mm) e 330x (Pl 8mm+barlow 1.5x) al newton da 25. A forza di aggiungere cerchi, bolle, scale e fare pratica, anche oggi ho messo Venere direttamente nell'oculare. Promette bene per quando Mercurio sara' di nuovo visibile.
Allegati
20210609_1935_dalp.JPG
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8189
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da -SPECOLA-> »

Complimenti per l'assiduità e la capacità di disegnare.
Per quanto mi riguarda in questo periodo il particolare più evidente è unicamente l'ombreggiatura del terminatore.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Venere di ieri pomeriggio, ottima trasparenza ma seeing ancora abbastanza scadente. Con Venere piu' lontano dal Sole e un'ora abbondante a disposizione prima che tramonti dietro la casa o l'albero che uso per schermare il telescopio, ho deciso di prendermi un po' di tempo per osservare con un #38A.

Come sospettavo, si tratta in effetti di dare modo all'occhio di abituarsi abituarsi all'immagine molto piu' scura rispetto alla visione diretta o al #80A, dopodiche' diventa utilizzabile anche in diametri medi.

I dettagli che balzavano subito all'occhio erano l'emisfero N piu' scuro, specialmente nell'emisfero p dove anche l'ombreggiatura al terminatore era piu' evidente, e una sorta di banda che attraversava il disco a S dell'equatore. La sezione piu' contrasta pareva quella a ridosso del lembo. Ho azzardato una stima di fase in luce neutra, tra il 95 e il 90% ma forse piu' 95%.

Solito newton 250/7, 330x (pl 8mm + barlow 1.5x)
Allegati
20210616_2105_dalp_b.jpg
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Venere di ieri pomeriggio, non riuscivo a definire bene i dettagli con un 38A cosi' ho usato l'80A. Il seeing non teneva piu' dei 260x che ho usato. Calottina brillante al polo S, aspetto a bande ed emisfero N un po' piu' scuro pare siano impressioni condivise anche da altri osservatori visuali.

Mercurio e' rimbalzato dall'altra parte del Sole e si sta fiondando verso l'elongazione, la magnitudine e' ancora 1.9 (= col cavolo che lo vedo) ma in un paio di settimane dovrebbe essere negativa. Peccato che io mi trovero' in Italia, ma il vecchio Starfinder 8 e' li' che mi aspetta e la sua sui pianeti la puo' dire anche lui. Per intanto faccio pratica a puntare con i cerchi, anche ieri ho messo Venere nell'oculare al primo tentativo.
Allegati
20210623_2151_dalp.JPG
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8189
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da -SPECOLA-> »

Caspita quanti dettagli sei riuscito a disegnare!
Oltre ad avere l'occhio allenato sei anche un bravissimo disegnatore.
A questo punto vorrei capire se questa tua dote sia circoscritta all'astronomia, oppure no.
Perdona la domanda, ma se per esempio, anzichè Venere tu dovessi disegnare un paesaggio, un ritratto o una natura morta, il risultato sarebbe allineato?
Io con i disegni sono negato a 360°. :oops:

Per Mercurio, prova a cercare di vederlo anche con lo STARFINDER, non fosse altro che per fare una comparazione con il setup che hai negli states (anche se in differita e a distanza).
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

L'occhio per i dettagli nelle immagini telescopice me lo sono fatto (funziona anche sul deep sky!) ma non ho la benche' minima dote grafica. Sto cercando di imparare un po', ho provato tempere acquerelli tavoletta grafica niente forse sono troppo vecchio per imparare a disegnare. Quello che disegno io lo possono fare assolutamente tutti, non sto neanche a prendere carta decente uso i normali fogli A4 (o US Letter :P) che vanno nella stampante.

Lo Starfinder e' un po' un fratello minore del bestione che uso adesso, e' un simile design un po' economico ma con un'unghia di secondario e sui pianeti va alla grande. Ha i cerchi nettamente piu' piccoli ma in equatoriale, che io preferisco nettamente quando si tratta di trovare oggetti con i cerchi. Sara' dura riabituarsi al focheggiatore, un'autentica schifezza. Magari porto in Italia uno di quelli che ho in surplus e lo cambio.

A proposito, un'occhiata veloce a Venere l'ho data anche stasera, purtroppo non avevo tempo per un'osservazione come UAI comanda. Il cielo era molto trasparente e sono rimasto colpito dal contrasto dei dettagli in luce integrale, a 218x la vista era magnifica. Ieri sera mi ero messo a guardare stelle doppie e ho deciso di registrare la collimazione usando un'immagine stellare, lo faccio raramente ma in effetti forse vale la pena anche con un f/7.

Continuo a vedere le stesse configurazioni di base, non so se deponga bene visto che l'atomsfera dovrebbe pur ruotare.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Altra osservazione di Venere, attorno alle 18:00 locali. Dal punto di vista del seeing, sembra un orario migliore delle 2 o delle 3 anche se incombe sembra la quercia che uso per schermare il Sole. Ho cercato di dare l'impressione dell'osservazione con un filtro #38A, senza si vedevano piu' o meno le stesse strutture (in particolare, l'indentazione scura al lembo che diventa una banda attorno al polo) piu' un sacco di chiazze e strie chiare la cui realta' e' problematica.

Pero' c'era una piccola ma brillantissima calotta centrata sul polo S, simile ad una calotta polare di Marte ad estate avanzata, che era visible in modo stabile e continuo. Sono un po' meno sicuro di una banda chiara ricurva a N dell'equatore, talvolta con un braccio settentrionale che le dava una forma a Y. Tutta questa roba spariva nel W38A, che d'altronde sto usando apposta per tagliare i dettagli piu' dubbi.

Solito Newton 250/7, 260x. Data e ora nel nome del file.
Allegati
20210628_2210_dalp_38A.jpg
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Acronauta
Buon utente
Messaggi: 6829
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Acronauta »

Il lembo indentato è una cosa davvero rara.

Bella la firma!
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Oddio, ho scritto "indentazione" per dare un'idea forse non era proprio il termine giusto. Se vedi la scheda completa che ho postato sulla mailing list della sezione pianeti gli ho dato un 4 di intensita'. Pero' davvero risaltava subito anche ad una semplice occhiata.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Vdellavecchia
Messaggi: 27
Iscritto il: 25/02/2020, 15:19
Località: Aversa

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Vdellavecchia »

Ho tentato la ripresa di Mercurio qualche giorno fa, attratto dalla posizione favorevole e dalla magnitudine invitante. Non è stata un'osservazione propriamente rilassante perché fatta in corsa contro il Sole che guadagnava quota; e dall'esperienza con Venere so che rovina subito il seeing appena il terreno si riscalda (il tele è su prato, ma non basta). Per lo stesso motivo non ho avuto il tempo materiale di osservare il pianeta all'oculare più che per una manciata di secondi, abbastanza comunque per apprezzarne la fase e i colori molto simili a quelli della Luna di giorno. La prima immagine a sinistra rende abbastanza fedelmente l'aspetto visuale del pianeta, mentre nella seconda ho forzato l'elaborazione per far uscire le macchie d'albedo. Si può notare una congruenza molto buona tra le riprese con la camera a colori e quella con la mono e filtro IR spinto, il che mi rende abbastanza sicuro della realtà fisica dei dettagli tanto che ne ho tentato l'identificazione. I rinforzi luminosi intorno al lembo sono dovuti al fatto che non ho incollato il pianeta su fondo nero, come del resto faccio di solito.
Il primo pianeta (privo di atmosfera e completamente mappato) non offre molti spunti alla ricerca amatoriale, ma pone interessanti problemi tecnici legati all'osservazione di giorno. Pensavo da tempo di allestire un grosso ombrellone da giardino per far stare il tele in ombra, così da non dover dipendere sempre da tetti o alberi per schermare il Sole.
Allegati
c210712a1.jpg
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Bellissima osservazione, peccato per non aver potuto osservare un po' piu' a lungo visualmente ma ho anch'io lo stesso problema, e con tutti i pianeti. O faccio un'osservazione visuale o uso la camera, tutti e due mi prende troppo tempo e al contrario di quasi tutti finisco per fare solo la prima :) Mercurio e' un pianeta un po' estremo ma sempre meglio di Urano, qualche dettaglio anche in visuale lo si percepisce.

L'ombrellone non e' una cattiva idea, anch'io cerco sempre di schermare il telescopio. Purtroppo nei giorni piu' favorevoli di questa elongazione ero in Italia e non ho avuto modo di osservare Mercurio, ma potrei fare un tentativo stamattina o domani anche se la vedo gia' dura a 11 gradi dal Sole. Non avendo un GOTO, la sfida e' inquadrarlo. L'oculare a focale piu' lunga che possiedo (26mm) ha un campo di circa 40', forse un 40mm o giu' di li' anche economico potrebbe semplificarmi la vita.

Il mitico Frassati osservava regolarmente Mercurio con un SC da 20cm, ma sospetto sia piu' facile in equatoriale e con uno strumento commerciale. Il mio cerchio di azimuth e' molto grande e in teoria potrebbe essere piuttosto preciso ma poi ci sono troppi giochi e angoli non propriamente retti nella mia montatura di legno autocostruita. Anche cosi', settando i cerchi sul Sole negli ultimi tempi sono riuscito a mettere Venere direttamente nel campo dell'oculare piu' o meno una volta su due. Vedremo.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
Acronauta
Buon utente
Messaggi: 6829
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Acronauta »

Ivano Dal Prete ha scritto: 22/07/2021, 13:13Non avendo un GOTO, la sfida e' inquadrarlo.
ce la fai benissimo se sei perfettamente a fuoco per l'infinito perché anche un microscopico scostamento dal fuoco non ti permette di vederlo. La messa a punto però va fatta di giorno (ad esempio puntando Venere) con un filtro arancio o uno skyglow perché di notte l'occhio mette a fuoco diversamente.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini solari e planetarie
Recensioni di telescopi e accessori su Binomania.it
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Ho messo una scala graduata sul focheggiatore e mi sono fatto una tabella delle posizioni di messa a fuoco con i vari oculari che possiedo (di giorno, e con la ruota portafiltri inserita) ma se e' come dici tu puo' darsi non sia comunque abbastanza precisa. L'anno scorso lo trovavo senza problemi con magnitudine attorno a -1.3 e cielo terso.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8189
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da -SPECOLA-> »

Io non uso filtri e la messa a fuoco non la riscontro molto critica, tanto che se non ho altri corpi celesti a portata di mano al momento, utilizzo un campanile a 4000 m, che non è proprio il masssimo in termini di messa a fuoco all'infinito.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Vdellavecchia
Messaggi: 27
Iscritto il: 25/02/2020, 15:19
Località: Aversa

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Vdellavecchia »

Il problema di Mercurio è che diventa più brillante alla congiunzione superiore che alle elongazioni, diversamente da Venere.
Pochi giorni fa era a pochi gradi dal Sole, brillando intorno alla magnitudine -1.5. Ho sincronizzato la CEM60 su Venere, messo a fuoco su quest'ultima ed usato un filtro rosso per staccare meglio Mercurio dal fondo cielo, nonostante tutto ciò non sono riuscito a vederlo sebbene fosse certamente nel campo dell'oculare. :think:
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Vdellavecchia ha scritto: 04/08/2021, 15:04 Il problema di Mercurio è che diventa più brillante alla congiunzione superiore che alle elongazioni, diversamente da Venere.
Pochi giorni fa era a pochi gradi dal Sole, brillando intorno alla magnitudine -1.5. Ho sincronizzato la CEM60 su Venere, messo a fuoco su quest'ultima ed usato un filtro rosso per staccare meglio Mercurio dal fondo cielo, nonostante tutto ciò non sono riuscito a vederlo sebbene fosse certamente nel campo dell'oculare. :think:
Situazione ahime' comune, e' capitato anche a me un sacco di volte solo che non avendo la tua montatura continuo a spazzolare i paraggi per un'altra mezz'ora nel caso sia un errore di puntamento. A Stellafane ho anche preso un 40mm che normalmente non userei per avere un campo maggiore (di solito uso un 26mm per inquadrare gli oggetti), ma mi pare sia anche peggio a causa del fondo cielo sensibilmente piu' chiaro. Potrei provarlo assieme ad uno Skyglow preso nella stessa occasione, di cui Raf decanta le doti nello staccare i pianeti dal fondo cielo diurno.
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8189
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da -SPECOLA-> »

In effetti per riuscire nell'impresa serve scurire per quel che si può il campo visibile nell'oculare.

Con il catadiottrico SC MEADE LX90 GPS LNT 203/2000, con l'oculare da 26 mm in dotazione vado a colpo sicuro.
Anche perché grazie al puntamento automatico molto preciso, so già che il pianeta è sicuramente lì.

Con il rifrattore MEADE ETX 70/350 invece uso l'oculare da 4 mm in dotazione e anche in questo caso posso contare sulla montatura GO-TO, che anche se non raggiunge il livello di precisione di quella del LX90, è più che sufficiente e comunque un grandissimo passo avanti rispetto ad una montatura della sua stessa classe, ma prIva di GO-TO.

Con il riflettore newtoniano KONUS VEGA 114/900 e con il rifrattore KONUS RIGEL 80/1200 invece uso per entrambi l'oculare da 12,5 mm in dotazione al RIGEL e anche in questo caso i due telescopi sono dotati della loro rispettiva montatura equatoriale alla tedesca di serie, che sebbene motortizzata, è però priva di GO-TO.
Beh, c'è da spazzolare per riuscire a centrare Mercurio (che nel RIGEL è sempre ben più "presente" che inquadrato nel VEGA).

Il caso più difficile, ma che per me è sempre una sfida irrinunciabile dopo aver localizzato dove si trova il pianeta, è osservare Mercurio con il rifrattore altazimutale TECHNO 50/630, rigorosamente con il suo oculare di serie da 12,5 mm; una volta individuata la posizione del pianeta con un altro strumento, traccio la verticale a scendere verso l'orizzonte e una volta trovato un qualsiasi elemento utile da tenere come riferimento, lo inquadro con il 50/630 messo a fuoco per l'infinito e da lì salgo fino a quando, tentativo, dopo tentativo, alla fine non riesco a vedere Mercurio all'oculare del telescopio.
È un'impresa decisamente molto ardua (spesso non riesco a venirne a capo se non dopo più di un'ora di estenuanti tentativi), se paragonata alla "fatica" che faccio con gli altri setup che ho menzionato, però quando ci sono le condizioni, il risultato riesco a portalo a casa, CON MOLTA soddisfazione. :)
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Ivano Dal Prete
Buon utente
Messaggi: 1771
Iscritto il: 12/03/2012, 17:19
Località: New Haven, CT (USA)

Re: Venere e Mercurio 2021

Messaggio da Ivano Dal Prete »

Finalmente un paio di giorni di cielo sereno, con buona trasparenza e seeing. Ieri sono riuscito ad osservare Venere dopo una lunga astinenza dovuta piu’ che altro a cause meteorologiche. Niente da segnalare, il solito Venere che vedo quasi sempre abbastanza simile a se stesso, per lo meno se uno si limita ai dettagli che sembrano mantenere una certa consistenza. N

Allego una scheda visuale, disegno e stime in luce integrale. Aggiungo un’immagine ripresa poco dopo, non mi sono nemmeno preso la briga di compilare una scheda perche’ non riesco a pensare ad una camera meno adatta. Sono sempre piu’ pentito di averla presa a colori…
Allegati
20210824_2040_dalp.JPG
20210824_1710_dalp.png
20210824_1710_dalp.png (102.53 KiB) Visto 257 volte
Contra negantes principia alicuius scientiae non sit disputandum in illa scientia
("Non si deve disputare di cose pertinenti ad una scienza, contro chi ne nega i principi").

Dante Alighieri, Questio de aqua et terra
Rispondi