È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da piergiovanni »

È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage? In questo breve articolo riassumo la mia esperienza non tanto con i prodotti vintage, ma con i lettori che hanno scelto un binocolo usato o vintage al posto di un binocolo di ultima generazione. https://www.binomania.it/binocolo-usato-vintage/ #binocoliusati #vintage #usato
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao Piergiovanni,
bell'articolo; invita a riflettere.

Premesso che per quanto mi riguarda, se c'è la volontà e l'esborso risulta alla propria portata, la riparazione corre d'obbligo, aggiungo alle considerazioni che ho letto nell'articolo anche il fatto che alcuni strumenti "vivono di rendita", godendo del fatto di essere stati mitizzati come qualcosa di irraggiungibile già al loro tempo, quando invece fin dall'inizio non erano proprio niente di speciale e che queste cose succedono (sono successe...) anche riguardo marchi blasonati.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Marco Franceschetti
Buon utente
Messaggi: 205
Iscritto il: 16/06/2017, 23:30
Località: padova

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da Marco Franceschetti »

Sono d'accordo con Fabrizio: recuperare un prezzo di storia, sia un binocolo vintage come un'auto d'epoca, ha sempre un senso per me.
Certo riuscire anche a farlo da soli e senza aiuto sarebbe il massimo, ma non tutti abbiamo le capacità di un restauratore...
Tempo fa vidi una fotografia scattata negli Emirati Arabi che ritraeva una Ferrari F40, abbandonata dal proprietario come fosse una carcassa da uno sfasciacarrozze, e ricordo la sensazione di fastidio e il sogno, se avessi avuto i mezzi, di restaurarla e darle nuova vita.
A distanza di anni non ho ancora i mezzi per restaurare una Ferrari d'epoca, ma qualche binocolo vintage magari si, ed è comunque una piccola ma bella soddisfazione riuscirci!
人のふり見て我がふり直せ
Hito no furi mite waga furi naose
Avatar utente
Luigi Lucci
Buon utente
Messaggi: 291
Iscritto il: 09/01/2015, 19:31
Località: Piacenza

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da Luigi Lucci »

Secondo me dipende dal valore intrinseco del binocolo, dalla bonta' del progetto, e da quanto uno vi sia "affezionato" ..... poi se si e' dei collezionisti il discorso e' diverso, ma da utilizzatore quando il mio Steiner Navigator 7x50 ebbe un problema al vano della batteria della bussola che si crepo' mi posi il problema, perche' per quanto fosse ancora in garanzia (10anni) la Steiner mi anticipo' che se non si fosse trattato di un danno a loro imputabile la riparazione avrebbe avuto un costo notevole circa 150/200 euro .... alla fine scelsi di ripararlo comunque e con mia grande soddisfazione me ne inviarono un altro perche' il danno era a loro carico.

La cosa difficile a distanza di tempo e' trovare ancora chi sia in grado di metterci le mani per fare una riparazione a regola d'arte, le case produttrici dopo un certo numero di anni smettono di fare assistenza, aggiungo purtroppo!, e questo decreta la fine di molti strumenti ottici anche di un certo valore.
Luigi
---------------------------
Binocoli: Steiner Ranger Extreme 8X56 & Navigator 7X50, Vortex Solo RT 8X36 & Diamondback 10X28
Visore Notturno: Bushnell Equinox 2X28
Microscopi: Nikon OptiPhot2 + OptiZoom 0,8<>2X ( Ob. Nikon Plan: 4X, 10X, 20X, 40X, 100X oil + Lomo W30X) - Optika Stereoscopico ST45 2L (Ob: 2X, 4X, 8X)
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1833
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da Giovanni Bruno »

Due fattori tecnici sono non contestabili, i moderni trattamenti antiriflesso multistrato e la disponibilità di vetri ED a prezzi bassi, segnano un vantaggio incolmabile come rapporto prezzo prestazioni, tra l'attuale produzione Cinese di media qualità e troppi vintage nobili di un lontano passato.

Quindi se si parla di collezionismo ogni discorso cade, mentre se si parla dell'affare del secolo, allora è bene essere molto cauti davvero.

Ci vuole tanta esperienza per fare davvero dei buoni acquisti, ovvero è un settore da lasciare in mano a degli esperti, sia esperti venditori che esperti acquirenti. :thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da -SPECOLA-> »

Luigi Lucci ha scritto: 18/05/2021, 15:40 La cosa difficile a distanza di tempo e' trovare ancora chi sia in grado di metterci le mani per fare una riparazione a regola d'arte, le case produttrici dopo un certo numero di anni smettono di fare assistenza, aggiungo purtroppo!, e questo decreta la fine di molti strumenti ottici anche di un certo valore.
Per fortuna, qualche valido riparatore si trova ancora:

viewtopic.php?p=113880#p113880
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9568
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da piergiovanni »

Vi ringrazio molto per i commenti, questo è un argomento che accende molto il cuore degli appassionati. Ho ricevuto infatti alcune email e messaggi da "vintagisti" puri che hanno in parte criticato il mio resoconto, che in realtà voleva essere una mera analisi delle esperienze condivise con alcuni lettori.
Colgo l'occasione per citare la risposta che ho appena inviato su un altro forum, per far comprendere al meglio il mio modus pensandi su tale questione.
" Mi piace il tuo approccio alla questione, nel senso che non acquisti prodotti di grande valore e ci sai anche mettere le mani. Alla fine, la maggior parte dei problemi deriva proprio dalla incapacità (ben giustificata) dei possessori di non poter collimare o riparare il proprio nuovo acquisto. Non vorrei, tuttavia, che stesse passando il messaggio che tutto il vintage è da evitare e il nuovo da preferire. Ho ricevuto qualche email proprio questa mattina da parte di vintagisti un po' offesi.. Analizziamo, ad esempio, il mercato dei nuovi binocoli angolati. Attualmente (esulando il Kowa Highlander e i Vixen BT) ci sono due prodotti innovativi: quelli ideati da APM (in concerto con i cinesi) e quelli ideati da Busarow di Oberwerk (sempre grazie alla Cina). In mezzo ci sono vari negozianti che , grazie alle varie assenze di esclusiva su alcuni modelli, hanno iniziato a rimarchiare i modelli "ex APM" con vari Brand...ma ahimè non tutti hanno un laboratorio ottico in grado di collimare e non tutti mettono la cura nei confronti dei clienti finali, rispetto, magari, al pezzo che arriva a Binomania o alla rivista di turno e quindi ecco nascere problemi e lamentele da parte di utenti che non sono in grado di collimare un prodotto che si allinea facilmente con una chiave per eccentrici. Un'altra situazione che ho notato, negli ultimi venti anni è la diminuzione delle competenze pratiche dei giovani astrofili. I "veci" come me (o forse noi) erano abituati di piu' a collimare, riparare pulsantiere, sistemare treppiedi e altro ancora. Ora si è persa un po' questa capacità, proprio come quella di molti ragazzi, diventati geni della fotografia astronomica, ma senza conoscere, ad esempio, l'abc della morfologia lunare o le caratteristiche dell'atmosfera di un pianeta. Ovviamente, queste sono mie mere impressioni personali. Quindi, un plauso al tuo approccio propositivo, riguardo l'acquisto dei vintage che, alla fine, si rileva quasi sempre una forma di passatempo- soddisfazione per il ripristino. Io sono appassionato dei Meade ETX (soprattutto il 90mm). Nel corso degli anni ho trovato un metodo efficace per collimarli benissimo e mi sono accorto che, spesso e volentieri, li rivendevo e ricompravo per il mero divertimento di poterli sistemare e centrare alla perfezione. Roba da..analisi"
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Antonello66
Messaggi: 32
Iscritto il: 16/05/2021, 14:43

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da Antonello66 »

Economia circolare.
Quindi se prima di acquistare il nuovo riflettiamo sulla possibilità di utilizzare quello che già è in circolo... Poi è chiaro che tutto piano, piano, deve cambiare. Le aziende che producono, con oggetti per i quali è possibile il riciclo, più figure professionali in grado di fare assistenza, riparazioni.
Mi pare che il mondo dei binocoli già si presta a questa nuova visione di sostenibilità ambientale, la vedo più dura con altri prodotti, molto più problematici.
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 672
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: È ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage?

Messaggio da fulvio_ »

Personalmente ho un limite nell'acquisto di articoli usati. Nello specifico, ottiche.
Provo fastidio a maneggiare "cose" possedute da altri.
Ho fatto un'eccezione per un TASCO 110 in ragione della stima per l'ex proprietario.
Dei binocoli vintage, nello specifico, ho soprattutto una remora inerente l'utilizzo di piombo nell'amalgama dei vetri.
Quello sul vintage è un discorso complesso, articolato. L'ottica non è l'elettronica in cui tutto diventa obsoleto rapidamente, e un progetto ottico vintage, valido, resta tale anche ai nostri giorni.
E tuttavia l'evoluzione dei trattamenti antiriflesso è innegabile.
In linea di massima, quindi, comprendo il modus operandi del collezionista. Un pò meno quello dell'utilizzatore.
A meno che, come giustamente (a mio parere) sottolineato nell'articolo, in possesso di esperienza e perizia per l'acquisto dell'esemplare realmente di pregio su cui eventualmente metter mano.
Per il resto va detto, banalmente, che il nostro "micromondo" è fatto di uomini. E gli uomini sono mossi da ragioni differenti. C'è chi ti consiglia in modo disinteressato, chi vuole condividere conoscenza, chi trova soddisfazione nell'appartenenza ad un gruppo. E poi c'è l'acquirente/venditore compulsivo che magari fa un po' il furbo incensando i pregi del nuovo strumento e glissando sulle magagne in vista di future cessioni. Infine, c'è chi cerca di rifilare "sole".
E poi ci sono le mode. Alcuni strumenti tornano periodicamente in auge magari sulla scia di discussioni sui forum - casuali o "ad arte"- e con conseguente rialzo dei prezzi, per poi tornare nell'oblio.
In conclusione, per rispondere al quesito posto, a mio avviso è ragionevole acquistare e riparare un binocolo usato o vintage se si è collezionisti o utilizzatori esperti. Altrimenti, se si riceve la dritta giusta da persona affidabile e competente.
Osservo con: Nikon 8x30 EII - Tasco 110 - William Optics 10x50ed - Vixen BT 126
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”