Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Rispondi
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Buongiorno a tutti, come spiegavo nel post di presentazione, mi chiamo Simone e adoro osservare il cielo con il mio Nikon 12x50. Dopo mesi di osservazioni sento la necessità, a fronte anche del fatto che non riesco più a fare a meno di osservare con il binocolo anche paesaggi/natura, di avanzare di livello e qualità. Chiedo consigli su quali strumenti prendere in considerazione, sia di medio livello che alto! Considerando che vorrei fosse comunque “trasportabile”, certo non meno di un 10x50 (mi incuriosiscono gli 8x56). Non saprei se meglio a tetto o a porro in quanto certe volte adoro usarlo per osservazioni a mano libera. Ringrazio anticipatamente per qualunque consiglio.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao,
per il cielo hai già il 12x50, per cui il passo successivo dovrebbe essere uno strumento di apertura maggiore; ce ne sono anche di ED.
Molto dipende da esigenze (vedi trasportabilità) e costi.
Per osservare natura/fauna, il classico formato è l'8 o 10x42, che diventa 8 o 10x56 se l'uso deve essere crepuscolare.
Se l'uso è prettamente diurno con il sole sopra all'orizzonte, si può optare anche per un 8 o 10x32.
Anche per questi formati ormai si riescono a trovare diverse ottiche ED interessanti, con buonissimi rapporti prestazioni/prezzo (solitamente si tratta di produzioni cinesi di elevata qualità per il loro prezzo di acquisto); lo schema ottico che va ormai per la maggiore, è quello con prismi a tetto.
Io nell'uso astronomico percepisco un sensibile salto in avanti, passando dai primi 7, 10, 12, 16 e 20x50 vintage made in Japan, al binocolo russo TENTO 20x60 (che tra l'altro ho acquistato proprio da un iscritto a questo bellissimo forum; GRAZIE Elettrico!), tuttavia considero il principe di questi strumenti il classico formato 20x80 e a proposito di questo tipo di binocolo (dritto, con Prismi di Porro), dopo decenni di soddisfazioni con un vecchio KONUS del 1985, quest'anno sono passato ad un IBIS 20x80ED (made in China), che è decisamente migliore (grazie alla modernità del progetto che fa uso di vetri a bassa dispersione).
Di più in questo campo si ottiene salendo a partire dal classico economico binocolo gigante a Prismi di Porro ad ingrandimento fisso da 100 mm (come per esempio un 20x100), fino ad arrivare ai ben più impegantivi (anche economicamente) binocoli angolati con oculari intercambiabili.
Per uso natura, possedendoli, personalmente ritengo che attualmente la serie IBIS TOTH ED (8x42, 10x42 e 8x32 e 10x32) rappresenta la famiglia di binocoli con il miglior rapporto prestazioni/prezzo sul mercato del NUOVO.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Ti ringrazio per i consigli. Per quanto riguarda il 20x80 mi intriga ma sono titubante all’acquisto, per il momento, perché appunto anche se osservo molto il cielo, mi diverto ad utilizzarlo anche per altro! Quindi volevo uno strumento comunque tutto fare ma di una certa qualità! Penso che ci sia un abisso da guardare con un Nikon Aculon a qualcosa di stessa apertura/ingrandimento ma di qualità nettamente superiore.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da -SPECOLA-> »

Conosco molto bene persone che con l'IBIS 20x80ED osservano di tutto e di più.
Persone che hanno un interesse marginale per l'astronomia, che se lo portano in montagna per osservare panorami e animali e anche da casa, in città, hanno sempre un buon motivo per usarlo.
Chiaramente queste stesse persone, quando serve vanno in giro più leggeri con binocoli di formato ridotto e trovano sempre il modo per soddisfare le proprie esigenze.
Qualcuno ormai per l'uso itinerante diurno, da un anno a questa parte non può più fare a meno per esempio di un binoclo stabilizzato FUJINON TECHNO STABI 16x28.
Insomma ci sono diverse soluzioni da poter prendere in considerazione.
Per quanto riguarda la qualità del tuo 12x50, non soddisfa più le tue esigenze?
Cosa ti spinge a cercare qualcosa di migliore qualità?
Cosa vorresti ottenere che il tuo atuale binocolo non ti consente?
Perdona la serie di domande, ma è per capire e di conseguenza cercare di essere maggiormente di aiuto, premesso che comunque io non sono un esperto; riporto soltanto la mia esperienza.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Sto approfondendo lo strumento che mi consigli (ibis 20x80ED) e devo dire che è davvero interessante! Nel caso mi consiglieresti l’attrezzatura da accompagnare (treppiedi/attacchi ecc)?
Per quanto riguarda le tue domande, non ho nulla da lamentare del Nikon perché dopotutto da neofita, non ho altro con cui paragonarlo su cui ho messo effettivamente gli occhi! La cosa che mi piace è che posso usarlo molto bene, anche se 12x50, a mano libera (chiaramente per brevi sessioni) e che non devo stare a preoccuparmi di portare dietro attrezzatura ingombrante o altro, quando voglio fare le cose un po’ “smart” (nello zaino e via, pronto a tutto). Chiaramente se voglio fare osservazione “spinta” uso il telescopio, ma pensa che ho costruito persino dei filtri solari per usarli con il bino quando sono in giro. Diciamo che leggendo un po’ il forum e le recensioni, mi rendo conto che con qualche investimento in più si può ottenere uno strumento ottimo/medio che a parità di ingrandimenti/diametro (o comunque vicino) mi può offrire qualità che adesso non ho, tutto qui. Poi chiaramente ripeto da neofita mi rifaccio a chi sa decisamente di più come te!
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3630
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da piero »

l'unico ostacolo che vedo nelle esigenze che richiedi è l'utilizzo a mano libera.
L'ottimo 20x80 consigliato viene decisamente a cozzare con ciò e mano libera risulterebbe totalmente ingestibile; l'unico compromesso che mi viene in mente è un Canon 15 o 18x50 stabilizzato con il quale puoi fare cielo e terra anche a mano libera
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Grazie per le precisazioni. Invece per quanto riguarda l’uso naturalistico oltre l’ibis toth consigliato, che altro strumento posso prendere in considerazione? Tipo Nikon, Vortex o altro?
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao SimonArf,

come ha giustamente fatto presente Piero, l'IBIS 20x80ED, come tutti i binocoli >12x, deve essere abbinato ad un buono stativo; io utilizzo un cavalletto RPOptix T3 con testa con i miei binocoli 20x80 e un treppiede RPOptix T3 ma con testa fotografica fluida IBIS, con i miei binocoli da 100 mm.

Ti ringrazio per aver risposto alle mie domande; da quello che ho capito dunque, sei alla ricerca di un setup da poter considerare definitivo rispetto al Nikon 12x50 con il quale stai facendo esperienza adesso.
A questo proposito il mio consiglio è quello di spremere a fondo quel binocolo, usandolo come "palestra", in modo da riuscire a circoscrivere oculatamente i possibili candidati che dovranno sostituirlo degnamente.

Per uso naturalistico ti ho parlato degli IBIS TOTH ED, perché fra i binocoli che possiedo, ritengo che siano il miglior punto di partenza, in quanto sul mercato del nuovo, a quel prezzo non si trova null'altro di simile (a parer mio, l'unico loro limite è il campo visivo, che comunque è grandangolare per tutti i modelli, a parte l'8x42); ovviamente però esistono tantissimi altri binocoli "papabili", anche se per arrivare alla resa ottica degli IBIS TOTH ED costano di più.
Di NIKON ne ne possiedo, ma prendendone uno di fascia media o alta, si cade sempre in piedi.
Di binocoli di altre marche invece ne ho qualcuno; per esempio possiedo anche un VORTEX VULTURE HD 10x56 (ahimè non più a catalogo), che ritengo un buonissimo binocolo in formato 56 mm (sempre a parer mio, è stato il miglior 56 mm per rapporto prestazioni/prezzo).
Cito anche il piccolo RPOptix MOJAVE 8,5x32, perché è un binocolo che mi sorprende sempre e non soltanto per il prezzo decisamente piccolo; anzi! (Per questo l'ho scelto).
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1833
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da Giovanni Bruno »

Alla fine i consigli giusti ti sono arrivati con estrema precisione.

l'IBIS 20x80ED come meraviglioso tutto fare di insospettabile qualità ottica, poderosa potenza ottica e tutto sommato alta leggerezza relativa, il tutto montabile su leggero cavalletto,oppure leggero monopiede, ma udite-udite, con solo 2Kg di peso, non proibitivo per momentanee osservazioni manuali all'infinito, ovvero senza dover fuocheggiare.

Mentre il vero fuoriclasse è il CANON 15x50 IS stabilizzato, usabile a mano libera, ma meglio con un leggerissimo cavalletto, oppure monopiede.

Io non mi faccio problemi ad usare un cavallettino, oppure un MONOPIEDE, con il mio ultraleggero ed ultra compatto PENTAX 8x25 del peso di 300 grammi, prima ci si convince che è sempre meglio usare uno stativo e prima si gode fino in fondo della potenza ottica di un binocolo.

Comincia con il montare il tuo 12x50 su uno stativo e scoprirai di quanto di più e meglio ci vedi dentro. :thumbup: :wave:
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Grazie mille per i consigli davvero utilissimi! “Specola” hai centrato in pieno il concetto che cercavo di far capire. Inizierò comprando sicuramente un buon treppiedi e spremerò, come giustamente mi dite, il mio Nikon.. e poi vedrò se andare sull’ottimo ibis che mi consigliate o se rimanere ancora su qualcosa di più piccolo come l’ibis toth. Grazie ancora!
SimonArf
Messaggi: 9
Iscritto il: 02/06/2021, 12:35

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da SimonArf »

Buonasera a tutti. Per “specola”, preso dalla voglia di accompagnare il mio Nikon, per il momento, con qualcosa di più contenuto, mi sono fidato del tuo giudizio sul RPOptix MOJAVE 8,5x32! Così, approfittando del basso costo, l’ho acquistato.. è davvero fenomenale!! :o Bellissimo!! Davvero mi ha sorpreso. Sono contentissimo di essermi fidato del tuo giudizio :thumbup:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8160
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Primo binocolo “serio” per osservazioni di cielo/natura/fauna

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ti ringrazio molto per la fiducia; sono felice che il binocolo RPOptix MOJAVE 8,5x32 ti soddisfi.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”